1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Cosa vi spinge ad aiutare gli animali?

Discussione in 'Cani' iniziata da Boostpolo, 17 Gennaio 2011.

  1. marco.enne

    marco.enne Esperto di impianti di irrigazione da balcone

    Registrato:
    16 Marzo 2008
    Messaggi:
    11.357
    Località:
    perbacco... in italia
    tornando al quesito iniziale comunque se qualcuno crede "nell'aiutare" come me altre, tante, molte persone
    lo fanno senza distinzioni di razza e non intendo razza umana .......ma "razza umana" e "razza animale" ,che io trovi queste definizioni pietose, dato che siamo animali anche noi, l'ho già detto tante altre volte...... quindi per me aiutare "l'animale uomo" o "l'animale cane /gatto &company" mi è indifferente perchè ciò che è importante è "l'aiutare"......punto
     
  2. Piera58

    Piera58 Moderatrice Sez. Piccoli Amici Membro dello Staff

    Registrato:
    26 Settembre 2008
    Messaggi:
    15.564
    Località:
    Prov. Palermo Zona climatica 9b/10a (USDA) Tempera
    Come lo spieghiamo a questo bimbo che sta correndo un grosso pericolo?
    [video=youtube;GMuZdN84PJg]http://www.youtube.com/watch?v=GMuZdN84PJg&feature=related[/video]
     
  3. Anna1983

    Anna1983 Giardinauta Senior

    Registrato:
    30 Marzo 2010
    Messaggi:
    1.053
    Località:
    Campania, Caserta
    La risata di quel bimbo vale più di mille parole :love:!
     
  4. Elysa

    Elysa Giardinauta Senior

    Registrato:
    9 Febbraio 2010
    Messaggi:
    1.188
    Località:
    Salento
    Piera quel video è fenomenale!!! Grazie! Mi son fatte tante risate anch'io...
     
  5. Tippy

    Tippy Giardinauta Senior

    Registrato:
    4 Luglio 2010
    Messaggi:
    1.133
    Località:
    San Bellino ( Ro)
    Idem per me:lol:..ragazzi che bel video, grazie Piera!!
     
  6. Violetta516

    Violetta516 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    4 Dicembre 2009
    Messaggi:
    2.608
    Località:
    Napoli
    Troppo bello!!! tempo fa su FB girò un video con un bimbo ed un cane che giocavano. Il bimbo rideva tantissimo ed il cane gli correva intorno con attenzione facendolo divertire senza MAI sfiorarlo. Se lo ritrovo lo posto.
     
  7. Violetta516

    Violetta516 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    4 Dicembre 2009
    Messaggi:
    2.608
    Località:
    Napoli
    eccolo:

    [video=youtube;AKvP1znxtr4]http://www.youtube.com/watch?v=AKvP1znxtr4[/video]
     
    Ultima modifica di un moderatore: 21 Gennaio 2011
  8. Tippy

    Tippy Giardinauta Senior

    Registrato:
    4 Luglio 2010
    Messaggi:
    1.133
    Località:
    San Bellino ( Ro)
    Che spasso questo video!!! Il cagnolino alla fine aveva il fiatone, ma pur di far divertire il bimbo..eh...? Che coppia!!
     
  9. Vagabonda

    Vagabonda Florello Senior

    Registrato:
    26 Marzo 2007
    Messaggi:
    8.284
    Località:
    Romano D'Ezzelino VI (per un pò)
    e le leccatine finali????? La cosa incredibile è l'istinto naturale di sapere esattamente come comportarsi con un bambino, un cane tranquillo, sereno e non stressato sa sempre distinguere un adulto da un bambino, e si comporta di conseguenza. Questa è la cosa incredibile dei cani, la loro totale capacità innata a interagire con l'essere umano fin da quando è piccolo.

    E per chi pensa che cani e gatti sono felici e contenti quando scorrazzano liberi, ecco una notizia che dovrebbe far riflettere (attenzione, sul sito c'è una foto "forte") http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2...e-strade-fenomeno-in-crescita/comment-page-1/
    Cani e gatti feriti o uccisi ai bordi delle strade, fenomeno in crescita
    Stando alle stime degli ultimi sei mesi del 2010 sono in forte aumento le segnalazioni dei cani uccisi e feriti abbandonati ai bordi delle strade rispetto allo stesso periodo del 2009. Secondo le segnalazioni ricevute da AIDAA nei sei mesi dell’anno appena trascorso sono state 440 le segnalazioni di cani feriti abbandonati ai bordi della strada rispetto al 286 dello stesso periodo del 2009, mentre sono state 555 le segnalazioni di cani morti ai bordi della strada rispetto alle circa 287 dello stesso periodo dell’anno precedente. Il maggior numero di segnalazioni proviene dalla Puglia, seguita dalla Sardegna , dalla Campania e dalla Sicilia. Ma non mancano le segnalazioni anche da regioni del nord quale il Piemonte e la Lombardia. L’ultimo caso (di cui alleghiamo le foto) riguarda un bellissimo esemplare di pastore tedesco investito, spostato dalla strada e lasciato legato ad un albero per una settimana prima che essere ritrovato e curato grazie ai volontari della Lida di Olbia. “Soccorrere un animale ferito è un dovere ed è obbligatorio almeno sulla carta – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA – in realtà sono in aumento le segnalazioni di ritrovamenti di animali uccisi o feriti abbandonati ai bordi della strada, anche perché è difficile reperire un veterinario aperto ed inoltre chi soccorre l’animale si deve pagare anche le spese di degenza del cane presso il veterinario e questo induce molti a lasciare l’animale ferito per terra. Nel caso di cui abbiamo allegato le fotografie- conclude Croce- questo animale è stato abbandonato ai bordi di una strada per oltre una settimana ed ora le spese per le sue cure sono a carico dei volontari dell’associazione sarda che ne se sta occupando e questo non ci pare corrispondere al criterio di corretta applicazione della normativa. Le leggi non basta farle, occorre avere anche la forza di applicarle e di renderle effettive cosa assai rara in questo paese almeno nel discorso della tutela degli animali”.
     
    Ultima modifica: 22 Gennaio 2011
  10. antylopenera

    antylopenera Apprendista Florello

    Registrato:
    11 Febbraio 2010
    Messaggi:
    4.716
    Località:
    Brindisi
    Eheheheheh.....
    Io parlo da :love: AMANTISSIMA degli animali,
    non mi ritrovo nelle parole di Boost, ma OVVIAMENTE ognuno ha il SUO pensiero,
    è liberissimo di esprimerlo
    ed è liberissimo di restare sulla sua posizione, se non se la sente di cambiar pensiero, ok.
    Certo, sono d' accordo quando si parla di OSPITI:
    quando inviti qualcuno a casa, se si deve dare un bacio, NON OCCORRE farsi leccare dal proprio amato peloso,
    se si deve offrire un pranzo, NON OCCORRE far salire il proprio amato peloso sul tavolo, tra i piatti,
    se si deve far accomodare qualcuno sul divano, NON OCCORRE che il nostro amato peloso sia lì a seminar peli...
    E' anche verissimo che OGNUNO VIVE LA SUA INTIMITA' coll' amato peloso in questione COME VUOLE,
    quindi NON SONO AFFARACCI DI NESSUN ALTRO se, soli soletti, ci si corica anche sotto le coperte INSIEME
    (e vi assicuro che io NON sono una di quelle che se li coricano o si fanno leccare in faccia,
    MA :rolleyes: CHE ME NE FREGA A ME, se uno/a che vuole farlo LO FA?????
    ).
    I due video proposti sono anche tenerissimi, eppure, guardate....
    Del primo, mi spaventa un po' la FOGA con cui il cagnetto cerca di afferrare i sonaglietti
    e avrei seriamente paura che, per afferrarli, potesse ferire la manina del bambino!
    Del secondo, mi RACCAPRICCIA il bimbo che prende il ciuccetto da terra e se lo mette in bocca... perchè io son sempre stata fissata con l' igiene, ALMENO delle cose da portare alla bocca!
    Detto questo, anche se io ho scelto di crescere la mie bimbe senza animali per casa (più che altro per motivi EVIDENTI di spazio e soprattutto perchè ho sempre avuto il timore che potessero essere le bambine a trattar male il povero pelosetto! Quando mi cresce un po' di più la piccola, ne parleremo.... in un altra casa, magari!!!!), anche se io non mi farei leccare sistematicamente in faccia nè farei leccare le mie pupe, in passato è CAPITATO, sia a me con la mia sorellina pelosa, che per strada alla mia pupetta piccola, da un bassottino ADORABILE affettuosissimo: non è che ho disinfettato con l' alcool.... e non mi è MAI venuto in mente di giudicar male chi lo fa per affetto col SUO peloso! Certo, non stare lì a bocca aperta a farsi leccare IN bocca: in fondo è con la lingua che si fanno il bidet...!!!! :crazy:
    E verissimo: se parliamo di animali STRANI che dovrebbero stare in natura, ok,
    ma gli animali DOMESTICI adorano stare a casetta calda calda, viziati dal padroncino amato!
    Le CATTIVERIE sono altre.... e i telegiornali ce ne parlano:
    di solito, accadono ai poveri pelosi senza casa,
    perchè, a parte qualche eccezione MARCIA, un padrone ADORA il suo amico parente peloso e lo difende da qualunque bruttura.
     
    Ultima modifica: 24 Gennaio 2011
  11. verosassi

    verosassi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Gennaio 2011
    Messaggi:
    218
    Località:
    reggio emilia
    Ehm ... hi hi hi ... immagine terribile e assolutamente vera!!!!
     
  12. Diletta

    Diletta Maestro Giardinauta

    Registrato:
    14 Febbraio 2011
    Messaggi:
    2.639
    Località:
    L'Aquila: 11 mesi freddi e uno fresco
    ti spinge ad aiutare gli animali ciò che in linea di massima ti spinge ad aiutare quanto più possibile, anche le persone, dallo sconosciuto per starda all'amico, all'abitante meno fortunato del mondo. Forse si aiuta con più energia gli animali perchè, a differenza di ciò che con poca perizia si possa credere, dopo milllenni di addomesticamenti vari, da soli non ce la possono fare più. Per me la cmponente emotiva è fortissima, ho fatto volontariato nei canili, per associazioni che cercano casa ai levrieri...è un discorso lungo e complesso, in cui entrano in gioco tanti fttori...questo "spazio" è limitato e inadeguato per farlo. Posso dirti che sono puri, senza colpa, che un cane o un gatto, per esperienza, non riuscirebbero mai a fare ad un uomo quello che noi facciamo a loro. Visto che tu sei sardo....sai che la gente va in sardegna per abbandonare i cani, visto che col mare in mezzo, non trovano il modo di tornare? se io trasportasi armi o droga nel seggiolino di mia figlia, nessuno lo controllerebbe, ma fidati, all'imbarco per il continente controllano i cani...
     
    Ultima modifica: 9 Aprile 2011
  13. alessandro-28248

    alessandro-28248 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    2.231
    Località:
    Introdacqua (Aq) - Abruzzo - Italia-461m s.l.m.- 4
    Be io non sono in condizioni di salvare la vita ad un animale o ad una persona faccio nel mio piccolo quello che posso porto coperte e mangime agli animali del canile del mio paese,e se incontro qualcuno per strada che ha bisogno....sia animale o persona nel mio piccolo lo aiuto,e poi i cani non hanno bisogno solo di mangiare o cure basta passargli dacvanti e fargli una carezza cosi' come magari un mendicante mi fermo a scambiare due chiacchiere perchè essere soli è dura e a volte un semplice ciao o una carezza puo' valere mille monetine....cmq boost rispetto la tua opinione non la condivido...ma siamo persone con opinioni diverse che cmq vada vanno rispettate...io dico il mi pensiero...se vuoi aiutare un cristiano fallo....se vuoi aiutare un animale fallo se non vuoi niente di tutto cio' fallo cmq saresti cmq coerente con te stesso...
     
  14. copihue

    copihue Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Febbraio 2011
    Messaggi:
    47
    Località:
    Rancate (Svizzera)
    Vi racconto la mia esperienza e il mio cambiamento rispetto agli animali. Vengo da una famiglia contadina dove gli animali si rispettavano, ma erano di utilità: il gatto per i topi, il cane per la guardia, la mucca per il latte e la vendita dei vitelli ecc. Certo che se un animale moriva per malattia o incidente era una mezza calamità, per cui si accudivano bene. Anche la condizione delle persone non era florida come adesso e d'inverno, quando faceva freddo, si andava a fare dei piccoli lavori in stalla, in mezzo alle mucche per risparmiare la legna. Adesso non siamo più contadini e gli animali continuano a condividere la nostra vita. Secondo me è una necessità per non perdere il nostro contatto con la natura. Ho avuto FORTUNA. Quando è nato mio figlio (ora 29a) mia mamma aveva una gattina che non aveva mai avuto cuccioli (nascevano morti). Il primo giorno che l'ho portato a casa dai miei, la gatta ci soffiava moltissimo, ma quando ha capito cosa era quel coso piangente, l'ha adottato. Con lui si è sempre comportata come se lui fosse un suo cucciolo, e non c'era verso di toglierla dal letto dove dormiva mio figlio. Lei si metteva ai piedi e faceva la guardia. Se lo rimproveravamo lei si metteva fra noi e il piccolo, a volte ci ha aggrediti per difenderlo ed era una vice-mamma dolcissima. E mio figlio ha sempre detto che ha diverse madri, fra cui una gatta. Tra lui e gli animali c'è un rapporto bellissimo, sono gli animali che gli vanno incontro per farsi coccolare. Un giorno parlando dell'abitudine di mangiare i gatti ha detto che non potrebbe mai farlo: sarebbe come mangiare un fratello. Dopo questa esperienza ho guardato gli animali con un occhio diverso, ho capito come gli istinti sfocino nel sentimento, pur con i limiti di un animale. Ormai non ho preferenze di animali: sono tutti utili e belli: alcuni selvatici da rispettare, altri domestici da amare e coccolare. Per quanto riguarda gli umani ho scelto un lavoro in ospedale per rispetto ed empatia per la gente (anche se alle volte ho i miei dubbi riguardo a quanto si meritano!) e quando posso cerco di aiutare in diversi modi. Cerco di avere molto rispetto per il mondo e il mio sogno quando me ne andrò è di aver lasciato la mia impronta più piccola possibile. La mia utopia è che cambino talmente i nostri governanti mettendosi al servizio della gente e non al di sopra sfruttandola, e che si ridiano le giuste priorità ai valori che dovrebbero reggerci, privilegiando la vita, ed evitando tutte queste disparità che causano i nostri maggiori problemi attuali. Certo che dirlo è facile, ma poi mettere in atto queste cose è dura anche per me! ognuno vuole per sè il meglio è naturale.
     
  15. Figliadellaluna

    Figliadellaluna Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2010
    Messaggi:
    751
    Località:
    Milano
    ops scusate non mi ero accorta che la discussione risaliva a mesi fa, e ho messo dei mi piace a post datati, ma in ogni caso non rimangio le mie preferenze!
    ciò che spinge una persona ad aiutare un animale è l'amore per tutti gli esseri viventi (tra cui gli animali, per cui anche gli esseri umani), che spinge quelle persone particolarmente sensibili a voler aiutare chi è più in difficoltà (lo stesso motivo che mi ha spinta a diventare infermiera). gli animali, in quanto viventi in un mondo a loro purtroppo sfavorevole (nel mondo in cui vivrebbero le macchine, le strade, l'inquinamento e la maggior parte degli umani non esistono!), sono esseri in difficoltà, che purtroppo nel loro ambiente, che è diventato il nostro ambiente purtroppo, non sopravviverebbero, se non pochi fortunati che si sono adattati (ad esempio mangiando i rifiuti che trovano per le strade) oppure i randagi che vengono sfamati da appunto chi ama gli animali.
     
  16. Violetta516

    Violetta516 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    4 Dicembre 2009
    Messaggi:
    2.608
    Località:
    Napoli
    cavolo hai spiegato benissimo quello che penso anch'io...soprattutto a proposito del cosiddetto "randagismo"!!!
     
  17. EntDooq

    EntDooq Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    8 Luglio 2010
    Messaggi:
    343
    Località:
    Civitavecchia
    Ciao a tutti! :)

    Ho letto i recenti messaggi in quesa discussione seppur alquanto datata.
    E' un argomento che mi interessa molto per quanto quando espongo la mia opinione vengo aggredito in modo piuttosto brutale.
    Ciò che voglio dire è che in ogni caso ciò che ci spinge (dico ci perchè a voi come a me) ad aiutare un animale è la pure e semplice Pena. Non ditemi che quando vedete uno di quei servizi strappalacrime al tg su di un nuovo canile abusivo e mostrano le immagini di animali con gli occhietti tristi (che poi non intrepretiamo come tristi, conoscendo gli occhi umani, ma più che tristezza in una animale può essere forse fame) non proviamo una grande compassione? Non dico sia un sentimento sbagliato ma non è altro che ciò che è, una conseguenza di ciò che vediamo, non so se mi sono spiegato: Non lo si fa per un istinto!
    Ancor di più mi fanno arrabbiare quelli che si rifiutano di mangiare carne di coniglio... o ancora di più al pranzo di pasqua l'agnello: 1) se vi rifiutate di mangiarlo voi, qualcun altro mangerà di più 2) è inutile che provate pena al supermercato, li ormai l'agnello è bello che confezionato e qualcuno si appresta a condirlo, non fate i dispiaciuti. Scusate per il filino di cattiveria, ma capitemi, anche a me piacciono gli animali. (soprattutto se cotti a puntino! Ok, scherzavo :p)
     
  18. Piera58

    Piera58 Moderatrice Sez. Piccoli Amici Membro dello Staff

    Registrato:
    26 Settembre 2008
    Messaggi:
    15.564
    Località:
    Prov. Palermo Zona climatica 9b/10a (USDA) Tempera
    Non comment!
     
  19. elebar

    elebar Wonder Moderatrice Suprema Membro dello Staff

    Registrato:
    9 Febbraio 2002
    Messaggi:
    19.592
    Località:
    Burchio (Figline e Incisa V.no - FI)
    E cos'è la "pena"? Non è forse empatia con la creatura che sta soffrendo? Non è soffrire perchè questa creatura sta soffrendo? Se fai qualcosa per farla smettere di soffrire in modo da poter smettere anche tu di soffrire, allora il tuo sentimento è positivo, chiamalo come vuoi.

    Per quanto riguarda gli animali "da cibo", secondo me sbagli prospettiva. Concordo sul fatto che possa esserci una grande "ipocrisia" a volte, tipo le campagne anti-agnello che spuntano a Pasqua: l'agnello viene consumato tutto l'anno anche se certamente a Pasqua c'è un "picco", ma forse i polli o i maiali o le mucche non si meriterebbero la stessa considerazione?
    Per averla bisognerebbe diventare talebani, quindi neanche vegetariani ma addirittura vegani, altrimenti è inutile che io non mangi l'agnello a Pasqua e magari mi sento pure la coscienza a posto mentre mi mangio una succulenta fiorentina! :storto:

    E' una scelta difficile per tanti motivi; ammiro chi la fa ma personalmente non mi sento di farla, ciò non toglie che è sbagliato dire "me lo mangio, tanto se non lo faccio io lo mangia qualcun altro"; se tu in coscienza ritieni corretto non mangiarlo, NON farlo o al contrario, se te ne infischi, mangialo, ma non giustificarti con scuse infondate come questa! :)
     
    Ultima modifica: 9 Aprile 2011
  20. thuya

    thuya Florello

    Registrato:
    17 Marzo 2006
    Messaggi:
    6.391
    Località:
    Ancona
    guarda, non preoccuparti, per me sei scusatissimo!
    una frase del genere trabocca di così tanto infantilismo che mi viene difficile pure dire qualcosa...
    arrabbaiti pure quanto ti pare
    nel frattempo posso darti dell'idiota? tanto se non lo faccio io prima o poi lo farà qualcun altro, giusto?
     

Condividi questa Pagina