• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Vogliamo parlarne???

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

restando sul tema energia e riscaldamento magari quest'inverno, con meno riscaldamento e, in casi gravi, meno energia elettrica, si potrà assistere ad un aumento della natalità.
E' risaputo che la televisione, ed oggi ci metterei anche il PC ed il telefono, sono tra le cause della diminuzione della natalità.

:laugh::laugh::laugh::laugh:

Ste
 

cri1401

Florello Senior
Ciao,

restando sul tema energia e riscaldamento magari quest'inverno, con meno riscaldamento e, in casi gravi, meno energia elettrica, si potrà assistere ad un aumento della natalità.
E' risaputo che la televisione, ed oggi ci metterei anche il PC ed il telefono, sono tra le cause della diminuzione della natalità.

:laugh::laugh::laugh::laugh:

Ste
Della serie "dobbiamo stare vicini-vicini"!!!!! :ROFLMAO:
 

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
Certo che al 18 novembre avere i tutti i crisantemi fioriti assieme (tra le altre piante "poco fiorite" ma ancora ben sveglie) al CONVONVOLO al MELOGRANO ed al SOLANUM ANCORA IN FIORE pure loro ed alla mimosa già tutta bocciolata .... :rolleyes: non è che sia proprio proprio normale normale...
 

peppeorchid

Guru Giardinauta
Intanto la COP 27 si è conclusa sostanzialmente con un nulla di fatto. Come volevasi dimostrare.
Vedi l'allegato 753357
ancora speri nella longimeranza dei politici ? l' unica difesa da loro è, purtroppo, organizzarsi da soli nel possibile e fino a che sarà possibile; io ormai ho fatto e sono con un piede nella fossa, ma penso alla superficialità di chi ha figli, se ne avessi andrei fuori di testa pensando al loro futuro
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

e la TAV?
Ed il gasdotto meridionale (TAP) che è stato boicottato per non dover spostare un po' di ulivi e senza il quale ora saremmo al freddo?

Purtroppo la gente è restia ai cambiamenti non riconoscendo le vere potenzialità di una modernizzazione necessaria.

Si è detto di tutto per bloccare il 5G. Si è fatto di tutto per evitare il parco eolico al largo della Sicilia (Med Wind). E' stato spiegato male (sfruttando anche l'effetto emotivo di Chernobyl) il nucleare, invogliando la gente a dire no ad un referendum che se venisse rifatto ora avrebbe, credo, un risultato ben diverso.

Restiamo nelle nostre "caverne" e poi contestiamo, contestiamo e contestiamo...questo è lo sport preferito degli italiani.

Ste
 

peppeorchid

Guru Giardinauta
Si potrebbe tornare a vivere nelle caverne; secondo me qualcuno ci sta pensando seriamente perché bloccare un'opera considerata strategica per salvaguardare mandorli e carrubbi è da irresponsabili. Ammesso siano queste le reali motivazioni: quale è l'alternativa proposta? Non pervenuta! Bye bye fondi, investimenti e lavoro...tanto c'è il RdC!

Ciao,

e la TAV?
Ed il gasdotto meridionale (TAP) che è stato boicottato per non dover spostare un po' di ulivi e senza il quale ora saremmo al freddo?

Purtroppo la gente è restia ai cambiamenti non riconoscendo le vere potenzialità di una modernizzazione necessaria.

Si è detto di tutto per bloccare il 5G. Si è fatto di tutto per evitare il parco eolico al largo della Sicilia (Med Wind). E' stato spiegato male (sfruttando anche l'effetto emotivo di Chernobyl) il nucleare, invogliando la gente a dire no ad un referendum che se venisse rifatto ora avrebbe, credo, un risultato ben diverso.

Restiamo nelle nostre "caverne" e poi contestiamo, contestiamo e contestiamo...questo è lo sport preferito degli italiani.

Ste
è vero anche io, ambientalista di vecchia data, quando vedo certe proteste mi avvilisco, ognuno di noi vuole il paradiso in casa propria e se ne frega del benessere sociale.
Per la TAV la penso diversamente, da quello che ne so è un' opera inutile, dovrebbe (come disse Beppe Grillo) far arrivare un' ora prima le mozzarelle da Torino a Trieste, inoltre le merci stimate al momento del progetto sono praticamente dimezzate, abitassi dalle parti dei cantieri mi imbestialirei anch' io.
Altra :poop:ta è il ponte sullo stretto, i treni gudagnerebbero un' ora per poi fermarsi dall' altra parte mancando linee ferroviarie adeguate, senza contare che li la terra è + ballerina che qui, se ne prenderanno la responsabilità i tecnici.
 

Davide N.

Giardinauta Senior
stare fissi chiusi in casa e non muoversi credo sia esclusa come ipotesi, da qualche parte dobbiamo parcheggiare
dal mio punto di vista, non è togliendo cose che si va avanti, ma cambiando modo di farle

ci sono posti dove un parcheggio sotterraneo è sicuramente più ecologico

anche le gallerie sono impattanti, ma a lungo andare se mi tolgono n km nel percorso, sono de-impattanti

posto che io lì comunque ci vado, meno è problematico accedervi e meno tempo passo a motore acceso o rotolando gli pneumatici sull'asfalto... meglio è per i nostri polmoni

diversamente non saprei come aggirare il "non fare parcheggi" e permettere alle persone di raggiungere la meta

e non diciamo i mezzi pubblici, che non è ipotizzabile su determinate destinazioni

sicuramente c'è margine per evolvere.....
In linea di principio sono d'accordo con te, idealmente si dovrebbe poter continuare a fare le cose come le abbiamo sempre fatte... senza emissioni CO2.

La domanda che mi pongo è: fintanto che saremo riusciti a far quadrare il cerchio, chissà quando, meglio continuare così come abbiamo sempre fatto, oppure cominciare a togliere qualcosa? Io sono per la seconda. Simbolicamente, finché le banane verrano portate a casa mia con navi o aerei estramemente inquinanti, preferisco non mangiarle. Poi se un giorno inventeranno il teletrasporto a impatto zero, sarò ben felice di comprarle.

È vero anche che costruire linee ferroviarie prima che si sia risolta la questione energetica, significa mettere il carro davanti al bue, in un senso quasi letterale.

Per come muoversi, io personalmente quando vado in città prendo sempre la macchina fino alla stazione più comoda da casa, parcheggio e vado in centro in treno.
 

Stefano-34666

Master Florello
è vero anche io, ambientalista di vecchia data, quando vedo certe proteste mi avvilisco, ognuno di noi vuole il paradiso in casa propria e se ne frega del benessere sociale.
Per la TAV la penso diversamente, da quello che ne so è un' opera inutile, dovrebbe (come disse Beppe Grillo) far arrivare un' ora prima le mozzarelle da Torino a Trieste, inoltre le merci stimate al momento del progetto sono praticamente dimezzate, abitassi dalle parti dei cantieri mi imbestialirei anch' io.
Altra :poop:ta è il ponte sullo stretto, i treni gudagnerebbero un' ora per poi fermarsi dall' altra parte mancando linee ferroviarie adeguate, senza contare che li la terra è + ballerina che qui, se ne prenderanno la responsabilità i tecnici.
Ciao,

ma i grossi vantaggi della TAV non sono verso Trieste, bensì verso Lione ed il resto dell'Europa Occidentale.
Un po' come per l'alta velocità. Prima non la voleva nessuno però ora è comodo andare da Milano a Napoli in 4 ore.
Nemmeno l'aereo (considerando il dover arrivare in aeroporto due ore prima, volo, recupero bagnagli, trasferimento verso il centro città) porta così in fretta da Piazza Duomo a Piazza del Plebiscito.
Il progresso, se gestito bene, deve essere accolto.

Mi ricordo (e qui sembro vecchietto ma non lo sono) i primi tempi in cui i manager andavano in giro con un telefono grande come una scarpa (gli Etacs). La gente li vedeva e li prendeva in giro. Era una cosa da ricchi e da snob.
Ora chi ne ha solo uno è una mosca bianca e senza cellulare le persone non potrebbero più fare nulla.

Ribadisco quanto scritto prima. Senza la TAP saremmo al freddo!

Ste
 

Stefano-34666

Master Florello
a proposito di lungimiranza dei politici, in questo periodo di risparmi energetici il comune marchigiano di Castelbellino ha ben pensato di rinnovare questa tradizione di malcostume
Vedi l'allegato 753621
Ciao,

io credo che ci sia anche una voglia di ripartire. Dopo due anni di pandemia la gente ha bisogno della "vecchia normalità" per avere magari meno soldi in tasca ma il morale un pochino più alto.
E la normalità natalizia sono le luci, le vetrine ed i regali.
Con la gente in crisi, psicologicamente provata dalle chiusure, con i problemi legati ad energia e guerra, fare anche un Natale austero forse sarebbe troppo.
Vorrebbe dare una ulteriore mazzata al morale della gente.
Capisco quindi che le amministrazioni possano, sicuramente facendo sacrifici e subendo le critiche, dare un segnale di slancio.

Ste
 

peppeorchid

Guru Giardinauta
Ciao,

io credo che ci sia anche una voglia di ripartire. Dopo due anni di pandemia la gente ha bisogno della "vecchia normalità" per avere magari meno soldi in tasca ma il morale un pochino più alto.
E la normalità natalizia sono le luci, le vetrine ed i regali.
Con la gente in crisi, psicologicamente provata dalle chiusure, con i problemi legati ad energia e guerra, fare anche un Natale austero forse sarebbe troppo.
Vorrebbe dare una ulteriore mazzata al morale della gente.
Capisco quindi che le amministrazioni possano, sicuramente facendo sacrifici e subendo le critiche, dare un segnale di slancio.

Ste
non so se la foto rende l' idea, ma quell' albero è adagiato su di una collina, sono anni che lo installano e sono anni di contestazioni già da prima della crisi Ucraina, è chic, inutile pacchiano, è che credo vogliano mantenere un record, forse italiano.
Pur da non cattolico posso apprezzare simboli natalizi.....i vecchi presepi artigianali vanno sparendo, questo si che mi dispiace, quando li si va a visitare, con il profumo dei muschi e le musichette delicate di sottofondo inteneriscono il cuore anche a bestie come me
 

peppeorchid

Guru Giardinauta
Questa è una di quelle cose che mi fanno infuriare.
Io però non capisco: in teoria i centri commerciali dovrebbero abbassare il riscaldamento e com'è che invece qui i negozi del nostro centro commerciale hanno comunque una porta aperta perché dentro si muore di caldo?
anche a me fanno infuriare, ma sono privati, odio molto di più gli sprechi di denaro pubblico.....esempio in un ufficio di tribunale una collega di Paola "amava" lavorare in inverno con la finestra aperta e la stufetta elettrica accesa, solo le colleghe la criticavano, dall' alto niente
 

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
quindi no TAV e continuamo ad asfaltarci i polmoni con i tir in autostrada, perchè la tav non serve, come dice grillo, a far arrivare la mozzarella 10 min prima, ma a farla arrivare velocemente e senza emettere co2, come succede ora con i tir, che vengono utilizzati per questi trasporti, per i quali oltretutto non abbiamo autisti a sufficienza, perchè sono sempre meno gli italiani che vogliono stare via da casa tutta la settimana

no nuke e continuamo ad asfaltarci i polmoni per avere corrente e per scaldarci,
in entrambi i casi aumentiamo la dipendenza con l'estero aumentando il potere a paesi arabi e altri stati "canaglia" dove i diritti sono miraggio, e produciamo enormi quantità di CO2

io sono a favore di queste opere, fatte come si deve
le fanno in tutto il mondo, funzionano, perchè noi non dovremmo? visto che poi noi andiamo a costruirle all'estero? sono alibi i nostri, comodo il non far niente e farlo fare ad altri, magari dove costa meno

sinceramente ormai leggo e sento tanti commenti come i vostri, Peppe e Davide nello specifico, ma non solo,
e penso che la propaganda degli ultimi 35 anni ha funzionato benissimo, ma i conti secondo me non tornano
e lo si sapeva anche nell'87 ma i nostri politici han preferito cavalcare un po' di pubblicità.. diversamente dai francesi ad esempio, che hanno l'aria più pulita della nostra, si scaldano con la corrente delle loro centrali atomiche e la vendono pure a noi...
e montare la paura della gente sulle scorie funziona, ma non è realistico, le scorie sono meno problematiche dello schifo che respiriamo quotidianamente ora
e piuttosto che avere a 10 km una centrale termica, preferirei averne una nucleare, e vorrei anche le agevolazioni per essere in raggio ristretto.. (che invece il referendum farsa dell'87 ha fatto eliminare, si votava solo su quello non sulla scelta energetica che non è argomento referendabile) ma almeno non scaricherebbe nell'aria i fumi sempre tutti i giorni dell'anno tutte le ore del giorno, con un abbattimento altissimo di inquinanti polveri co2 e parenti, a questo punto si che sostengo a pieno i mezzi elettrici, colonnine distribuite il più diffusamente possibile

e a 5-6 km c'è pure una raffineria, che credo scarichi ancora più della centrale termica
quindi no, non sono d'accordo a non fare certe opere, anzi andavano fatte 30 anni fa, ma meglio tardi che mai, si spera
 
Alto