• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Aeonium balsamiferum

Davide N.

Giardinauta Senior
Riassumo qui la mia storia con questa mia carissima piantina, cominciata qualche anno fa', forse nell'autunno 2017, per puro caso. La vidi da una cliente, in un grosso vaso, in una veranda, senza nemmeno sapere cosa fosse, e mi piacque assai... così mi regalò diverse talee!
All'inizio non seppi dove metterla, e la sistemai alla bell'e meglio in uno stupido vaso rotondo riempito di terriccio...
All'inizio crebbe poco o niente, poi ad un certo punto scattai una prima foto in agosto 2018
ae1.JPG
Poi vabbe', un po' di oblio fino al 2020, quando mi decisi a chiedervi un'identificazione in questo post, che se avete voglia potete leggere...

Un paio di foto del 2021
Poi c'è lei, che ci ha dato dentro pure questa primavera! Per la cronaca, ho avuto paura... L'ho tirata fuori un giorno di aprile o maggio, quando faceva un bel calduccio... poi c'è stata una notte di gelo, ha pure nevicato, e mi son dimenticato di tirarla dentro! :banghead: Ha sofferto un po', qualche macchia nera, ma alla fine nulla di grave per fortuna... :speechless:

19 giugno
Vedi l'allegato 657447 Vedi l'allegato 657450
1. Ottobre 2021

E venne poi il momento di metterla al calduccio in casa...

2022 segue...
 
Ultima modifica:

Davide N.

Giardinauta Senior
... nella rampa di scale, da mia nonna per questioni di spazio, dove c'è una finestra sul tetto, purtroppo rivolta a Nord. Feci una sorta di esperimento: visto che si è parecchio inclinata, sicuramente per fototropismo, provai a posizionarla per la prima volta al contrario, ovvero girandola di 180 gradi rispetto alla sorgente luminosa, sperando che stimolasse la crescita sul "lato nord"...
6 marzo 2022
ae3.jpg ae5.jpg

.. e nada, l'unica differenza che ho notato è che le rosette si sono aperte tipo le orecchie di un gatto spaventato... l'ho interpretato come un "ti prego dammi un po' di luce mi stai torturando" e ho lasciato perdere, l'ho riposizionata davanti alla finestra sul terrazzo, più luminosa, girandola di nuovo nel suo orientamento originale. Ora non vedo l'ora di poterla mettere fuori, figuratevi che stamattina ha nevicato ancora e per settimana prossima prevedono minime ancora attorno agli 0 gradi. Per la cronaca, sono nella regione di Zurigo...
 
Ultima modifica:

Tchaddo

Apprendista Florello
Che bel bestione che è venuto fuori! Speravo ti fosse fiorita, qui in giro vedo su qualche balcone degli aeonium in fiore ed è davvero sorprendente la dimensione di quell'infiorescenza!
 

Davide N.

Giardinauta Senior
Una storia parallela invece è nata in seguito ad un ramo rotto accidentalmente...
9 novembre 2021
aen.jpg
... da cui ovviamente feci una talea! Ho mischiato tre materiali:
1 ) un po' di granulato inerte 0-30, di quello che si usa come sottostruttura di fondazione per la costruzione di terrazze, muri, ecc...
2) un po' di terriccio universale
3) un po' di substrato per cactacee sabbioso

ed oggi 9 aprile la bimba sta così <3
aeo.jpg

devo dire che mi sembra molto tollerante verso l'acqua calcarea, che da me ha ca. 36°f... o forse la ama proprio!
 
Ultima modifica:

Davide N.

Giardinauta Senior
Che bel bestione che è venuto fuori! Speravo ti fosse fiorita, qui in giro vedo su qualche balcone degli aeonium in fiore ed è davvero sorprendente la dimensione di quell'infiorescenza!
Sì sono cresciute parecchio le 4 talee! Però quasi quasi spero che non fiorisca! Mi sembra di aver letto una volta che se fiorisce, poi muore... :speechless:
 
Ultima modifica:

cri1401

Florello Senior
Sì sono cresciute parecchio le 4 talee! Però quasi quasi spero che non fiorisca! Mi sembra di aver letto una volta che se fiorisce, poi muore... :speechless:
No non muore, o almeno il mio non è morto ma ha germogliato lateralmente e adesso mi sembra che dal moncone del fiore siano spuntate delle foglie, devo andare a guardare, anche solo per accertarmi che il vento non abbia fatto danni.
Molte piante che "muoiono" dopo la fioritura ricacciano poi da sotto: il fittone principale passa a miglior vita ma poi spuntano i germogli nuovi.
 

Davide N.

Giardinauta Senior
Ed ecco che è di nuovo il 1. ottobre!
ae.jpg ae3.jpg

Allora che dire, le foglie per fortuna sono tornate normali verso giugno, quindi sì, aveva bisogno di molta più luce. Però poi hanno cominciato a macchiarsi ed ingiallire, con punte anche marroni e rossastre sulle foglie che cadevano, e un po' mi stavo preoccupando... così niente, per testare l'evoluzione, l'ho lasciata fuori nel sole d'estate, ha perso un po' di foglie ed ho semplicemente aspettato agosto-settembre, quando sono tornati i primi segni di risveglio vegetativo autunnale. A differenza degli anni passati, l'ho rientrata in casa più presto, già ai primi di settembre, posizionandola pure davanti ad un'altra finestra, con luce diretta la mattina. Ho l'impressione che soffra l'aria fresca notturna già sotto i 15°C. La pianta è migliorata infatti abbastanza rapidamente, l'ho annaffiata un paio di volte e dato un po' di concime per piante verdi ed ha reagito benissimo, le foglie sono tornate belle verdi, le macchie sono sparite, la cascola diminuita. Forse più che il clima era una carenza di azoto.
L'anno prossimo la concimerò in primavera, voglio vedere se macchierà di nuovo le foglie in estate.
 

Stefano Sangiorgio

Fiorin Florello
Ed ecco che è di nuovo il 1. ottobre!
Vedi l'allegato 747630 Vedi l'allegato 747633

Allora che dire, le foglie per fortuna sono tornate normali verso giugno, quindi sì, aveva bisogno di molta più luce. Però poi hanno cominciato a macchiarsi ed ingiallire, con punte anche marroni e rossastre sulle foglie che cadevano, e un po' mi stavo preoccupando... così niente, per testare l'evoluzione, l'ho lasciata fuori nel sole d'estate, ha perso un po' di foglie ed ho semplicemente aspettato agosto-settembre, quando sono tornati i primi segni di risveglio vegetativo autunnale. A differenza degli anni passati, l'ho rientrata in casa più presto, già ai primi di settembre, posizionandola pure davanti ad un'altra finestra, con luce diretta la mattina. Ho l'impressione che soffra l'aria fresca notturna già sotto i 15°C. La pianta è migliorata infatti abbastanza rapidamente, l'ho annaffiata un paio di volte e dato un po' di concime per piante verdi ed ha reagito benissimo, le foglie sono tornate belle verdi, le macchie sono sparite, la cascola diminuita. Forse più che il clima era una carenza di azoto.
L'anno prossimo la concimerò in primavera, voglio vedere se macchierà di nuovo le foglie in estate.
Ma sei un califfo a tenerlo così tozzo con il primo pezzo visibile di tronchetto.
Le radici aeree sono normalissime e ti permettono di avere talee già...radicate.
 

Davide N.

Giardinauta Senior
Grazie Stefano. Sì effettivamente sono contento del risultato, avendo piantato a suo tempo 4 talee adesso sembra una specie di boschetto compatto che mi piace assai, mentre se le avessi separate avrei solamente spilungoni che non mi piacerebbero affatto. L'unico rimpianto è forse quello di non averle sparpagliate meglio, occupando bene tutto il vaso.

Sto però cominciando a riflettere a come gestire il vaso in futuro... non so se riuscirò a rinvasare tutte le talee insieme, ancora non ci ho provato e non so come siano cresciute le radici. Spero che in un qualche modo abbiano sviluppato un apparato radicale comune e venga fuori tutto in un unico pezzo. Poi forse dovrò cominciare a potare, non voglio che rimanga troppo vuoto in basso. O forse lascerò ancora fare a madre natura... Vedremo tra qualche mese.
 

Stefano Sangiorgio

Fiorin Florello
Grazie Stefano. Sì effettivamente sono contento anch'io del risultato, avendo piantato a suo tempo 4 talee adesso sembra una specie di boschetto compatto che mi piace assai, mentre se le avessi separate avrei solamente spilungoni che non mi piacerebbero affatto. L'unico rimpianto è forse quello di non averle sparpagliate meglio, occupando bene tutto il vaso.

Sto però cominciando a riflettere a come gestire il vaso in futuro... non so se riuscirò a rinvasare tutte le talee insieme, ancora non ci ho provato e non so come siano cresciute le radici. Spero che in un qualche modo abbiano sviluppato un apparato radicale comune e venga fuori tutto in un unico pezzo. Poi forse dovrò cominciare a potare, non voglio che rimanga troppo vuoto in basso. O forse lascerò ancora fare a madre natura... Vedremo tra qualche mese.
Come radici viene su in blocco.
Io per un anno non lo toccherei poi eliminerei le rosette più alte pr farlo ramificare ancora di più.
Veramente bello.
 

Stefano-34666

Master Florello
lo chiedo anche per mia informazione... ma non succede per caso perchè la pianta riceve poca acqua e va a cercarla nell'ambiente emettendo radici aeree?
Ciao,

le radici aeree hanno più di uno scopo.
Per cercare umidità aggiuntiva, per stabilizzare la pianta e per propagare la specie.

Le piante che hanno questo tipo di radici le fanno a prescindere dall'umidità circostante.

1664787946368.png

Ste
 
Alto