• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

IN FIORE

monikk64

Guru Master Florello
Uno più bello dell'altro.... :love::love::love:
Potessi rubarteli non saprei quale scegliere... :LOL:avendo solo due mani....

Magnifici! :tupitupi:

Ora sono riuscita ad ammirarli con più calma... Con la mano sinistra ruberei la seconda (non provo più a identificarli, l'ultima volta ho fatto una figuraccia......) e con la mano destra la magnolia... (l'ultima è una magnolia, sì ?) però mi spiacerebbe molto per la forsizia... Se non pesa troppo potrei tenere il bordo del vaso tra i denti... :)

Vedi di riuscire a fotografarle di nuovo.... :mazza::mazza::mazza:
 
Ultima modifica:

Stefano Sangiorgio

Fiorin Florello
Come bonsai sono ancora immaturi, ma i fiori fanno sempre effetto :V:V:V

Vedi l'allegato 545136 Vedi l'allegato 545138 Vedi l'allegato 545140 Vedi l'allegato 545141 Vedi l'allegato 545143 Vedi l'allegato 545146

Le ultime due piante non hanno ancora espresso il massimo della fioritura, ma, nel caso perdessi l'occasione per fotografarle di nuovo, intanto…..;)
Il Jasminum primulinum (credo sia questo il nome) è il più bello.
Invece, nel bonsai di Forsizia cos'è il filo blu e quella specie di cerchio che sembra fatto con il mastice nel mezzo del poderoso tronco?
 

danielep

Florello Senior
El Profesor ha praticamente risposto a tutti in mia vece.:LOL::LOL::LOL:
Perdonatemi, avevo una di quelle giornate in cui si gira a vuoto e, nonostante i buoni propositi, ho fatto lavori di manovalanza al mattino ed una "Stradivano " il pm:(
Dunque, le prime tre sono Chaenomeles , la seconda (con la quale voglio fare un minibonsai , 10 cm e 5 fiori in un vasetto ad hoc) talea della prima (raccolta in giardino 8 anni fa).
Il problema con le Ch. è che non riesco a farle ramificare; devo eliminare in continuazione polloni nuovi, ma rametti nisbao_O
La terza è una Ch. bianca innestata, comperata in un vivaio nel 2015 (una delle mie rare concessioni all'acquisto).
Rinvaso dopo rinvaso riduco il pane di terra ed il groviglio di radici (roba da vivaio;)) e cerco di creare una ramificazione accettabile.
Il quarto è effettivamente (il lungo occhio di @Stefano Sangiorgio non sbaglia) un Jasminum primulinum, pianta che una volta era al limite con le nostre temperature invernali, ora non piùo_O
Questa è una talea del 1992, quindi ha 28 anni dalla "creazione" , tenuta in vaso come ornamentale quando non avevo giardino e quasi perita in uno dei rari inverni seri una 15na di anni fa, donde il tronco parzialmente secco.
Spara un' infinità di rametti a raggiera, ma non riesco a costruire una ramificazione accettabile quindi me la tengo così.
La Forsythia è un getto radicato raccolto in giardino sul posto di lavoro, tenuta in giardino da me come ornamentale e messa in vaso, con tagli e rinvasi progressivi, sei anni fa.
Per rispondere a Stefano, avendola appena rinvasata ha su il filo di tenuta con guaina protettiva tubolare; il mastice con ormoni è messo a protezione sul taglio( si mette il cambio allo scoperto) per far ricreare il callo (si spera) attorno al legno secco, che si potrà eventualmente scavare in seguito.
La Magnolia stellata è una margotta del 2014 di un tronco già grossetto (metto foto).
I fiori, sproporzionati ma appariscenti ( e profumati) sono portati sulla cima dei rami per cui, se si vuole la fioritura ciò va a scapito della sagoma. A fine fioritura, zac, e si riparte a ricostruirla dai rametti nuovi, che si moltiplicano.
Avendo un difetto sulla base a dx (mancano radici ed è più sottile) ho posto una talea radicata al rinvaso dello scorso anno e quest'anno la innesto.
A proposito, mettendo a nudo e tagliando le radici di una Magnolia, si può godere di un profumo (buono) del tutto caratteristico.
Beh, vi ho detto tutto?

2014 MAGNOLIA MARGOTTA GROSSA 2014 - Copia.jpg
 

Stefano Sangiorgio

Fiorin Florello
El Profesor ha praticamente risposto a tutti in mia vece.:LOL::LOL::LOL:
Perdonatemi, avevo una di quelle giornate in cui si gira a vuoto e, nonostante i buoni propositi, ho fatto lavori di manovalanza al mattino ed una "Stradivano " il pm:(
Dunque, le prime tre sono Chaenomeles , la seconda (con la quale voglio fare un minibonsai , 10 cm e 5 fiori in un vasetto ad hoc) talea della prima (raccolta in giardino 8 anni fa).
Il problema con le Ch. è che non riesco a farle ramificare; devo eliminare in continuazione polloni nuovi, ma rametti nisbao_O
La terza è una Ch. bianca innestata, comperata in un vivaio nel 2015 (una delle mie rare concessioni all'acquisto).
Rinvaso dopo rinvaso riduco il pane di terra ed il groviglio di radici (roba da vivaio;)) e cerco di creare una ramificazione accettabile.
Il quarto è effettivamente (il lungo occhio di @Stefano Sangiorgio non sbaglia) un Jasminum primulinum, pianta che una volta era al limite con le nostre temperature invernali, ora non piùo_O
Questa è una talea del 1992, quindi ha 28 anni dalla "creazione" , tenuta in vaso come ornamentale quando non avevo giardino e quasi perita in uno dei rari inverni seri una 15na di anni fa, donde il tronco parzialmente secco.
Spara un' infinità di rametti a raggiera, ma non riesco a costruire una ramificazione accettabile quindi me la tengo così.
La Forsythia è un getto radicato raccolto in giardino sul posto di lavoro, tenuta in giardino da me come ornamentale e messa in vaso, con tagli e rinvasi progressivi, sei anni fa.
Per rispondere a Stefano, avendola appena rinvasata ha su il filo di tenuta con guaina protettiva tubolare; il mastice con ormoni è messo a protezione sul taglio( si mette il cambio allo scoperto) per far ricreare il callo (si spera) attorno al legno secco, che si potrà eventualmente scavare in seguito.
La Magnolia stellata è una margotta del 2014 di un tronco già grossetto (metto foto).
I fiori, sproporzionati ma appariscenti ( e profumati) sono portati sulla cima dei rami per cui, se si vuole la fioritura ciò va a scapito della sagoma. A fine fioritura, zac, e si riparte a ricostruirla dai rametti nuovi, che si moltiplicano.
Avendo un difetto sulla base a dx (mancano radici ed è più sottile) ho posto una talea radicata al rinvaso dello scorso anno e quest'anno la innesto.
A proposito, mettendo a nudo e tagliando le radici di una Magnolia, si può godere di un profumo (buono) del tutto caratteristico.
Beh, vi ho detto tutto?

Vedi l'allegato 545306
Spiegazioni perfette in tutto anche sull'età reale delle tue meraviglie.
Di nomi delle piante un filo me ne intendo: non per nulla la botanica è la mia passione più forte.
 

avalu81

Giardinauta
ho trovato un chaenomeles con i fiori porpora come i tuoi al parco leonardo a Milano. vorrei provare a fare una talea per evitare 7-8 anni per vedere un fiore su piante da seme.
mi dai qualche consiglio per avere un una buona probabilità di attecchimento (periodo, lunghezza, rami da scegliere, ecc.)?
 

Stefano Sangiorgio

Fiorin Florello
ho trovato un chaenomeles con i fiori porpora come i tuoi al parco leonardo a Milano. vorrei provare a fare una talea per evitare 7-8 anni per vedere un fiore su piante da seme.
mi dai qualche consiglio per avere un una buona probabilità di attecchimento (periodo, lunghezza, rami da scegliere, ecc.)?
Più comodo prelevare al piede o a poca distanza dal piede, un pollone radicale: son piante che pollonano anche a distanza: io la coltivo e pollona di brutto.
 
Alto