1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

il muretto di Penelope

Discussione in 'Legalmente parlando' iniziata da Olmo60, 16 Giugno 2019.

  1. marco.enne

    marco.enne Esperto di impianti di irrigazione da balcone

    Registrato:
    16 Marzo 2008
    Messaggi:
    11.375
    Località:
    perbacco... in italia
    se la perdita deriva da copertura condominiale in una proprietà privata posta esattamente sotto ad essa (cantine box o appartamenti poco importa) in reggime di manutenzione ORDINARIA la spesa spetta al condominio TUTTO quindi RICOMPRESI i proprietari danneggiati
    e riguarda ANCHE i danni provocati ovvero al condominio, SEMPRE TUTTO (O all'amministratore SE PROVATA la sua inerzia o il suo inefficiente fare) QUINDI SEMPRE ricomprendendo e conteggiando anche le quote spettanti ai proprietari danneggiati (da eventualmente stornare per "dare e avere")

    in effetti essendo permesso il fare "privato a miglioria di una parte comune" a volte é meglio e meno difficoltoso, per chi se lo può permettere, far da sé e privatamente una riparazione o modifica ad una parte comune... a condizione di non modificarne e/o stravolgerne l'uso da parti di tutti i condomini, non attrarla a sè, in proprietà esclusiva, e non richiedere il ristoro delle spese sostenute.
     
    Ultima modifica: 13 Ottobre 2019
    A Olmo60 piace questo elemento.
  2. marco.enne

    marco.enne Esperto di impianti di irrigazione da balcone

    Registrato:
    16 Marzo 2008
    Messaggi:
    11.375
    Località:
    perbacco... in italia
    scusa Spulki dimenticanza...
    SI, parrebbe che sti tizi le stiano provando tutte per fare i caxxi loro senza tirar fuori un euro..

    sta il fatto che quando succede e si tratta di un condominio anche se "cose aleatorie e poco realistiche: son sempre rogne vere.
     
  3. Olmo60

    Olmo60 Guru Master Florello

    Registrato:
    12 Febbraio 2011
    Messaggi:
    16.495
    Località:
    Bologna
    Località:
    bologna
    cerco di spiegarmi meglio che posso...e chiedo scusa se non uso i termini giusti! allora: per "resede" intendo uno SPIAZZO del terreno dove ci passiamo a piedi e in macchina per accedere o alle cantine private, o ai garage privati (dei condomini).
    TUTTE le cantine/garage sono allo stesso livello: non ci sono fondi sopraelevati rispetto ad altri, non c'è un "sopra" e un "sotto"... Tutti sullo stesso piano-terra.
    Essendo questo spiazzo in terra battuta, la parte finale è leggermente più alta (piano-campagna) rispetto alla parte iniziale.....come dire...sembra che a causa di questa "gobba" del terreno, i temporali portino acqua nei LORO fondi...ma non ci sono nè foto nè altro...si va sulla parola.

    Ecco, assumendo come VERO che i temporali portano acqua in due fondi ( e non in altri) mi ero chiesta se questo poteva essere un caso nel quale sono i condomini proprietari dei fondi compromessi a doversene assumere la messa in sicurezza, oppure se tutti devono concorrere a far si che l'acqua dei temporali non entri nei LORO fondi....va da se che il lavoro si può fare in tanti modi....e che da dire "asfaltiamo" a dire "mettiamo una griglia" ce ne corre.....ma questo riguarderà cosa decide l'assemblea...ora ero interessata a saperne di più sugli obblighi collegiali in merito alle parti private..Grazie marco e Spulky :)vi leggo con interesse...

    P:S il regolamento condominiale fa riferimento solo alle norme del codice civile.. :V
    tutto lo spiazzo/resede fa parte del condominio...ed è circondato dal "famigerato" muretto.
     
  4. Picantina

    Picantina Fiorin Florello

    Registrato:
    21 Gennaio 2010
    Messaggi:
    25.327
    Località:
    Brianza
    Per parte finale intendi verso l'uscita? E spianare la gobba?
     
  5. marco.enne

    marco.enne Esperto di impianti di irrigazione da balcone

    Registrato:
    16 Marzo 2008
    Messaggi:
    11.375
    Località:
    perbacco... in italia
    1)
    -- O...
    le canalizzazioni sono da farsi sul terreno del resede e DI CONSEGUENZA su parte COMUNE condominiale e quindi se da fare ex novo le spese vanno ripartite ai proprietari TUTTI in base ai millesimi (o, se espressamente concordato, trascritto nel regolamento condom. depositato e registrato su base "unitaria"...diviso tra tot condomini per unità proprietarie e non per millesimi)
    ho scritto TUTTI i tali tizi NON POSSONO chiedere al condomimio di pagare tali spese escludendosi dalla loro quota spettante ...devono pagare PURE LORO.

    2) -O ...
    tali griglie/canalizzazioni vengono poste in opera anche solo appena oltre la soglia delle proprietà (box o cantine o plateatici in proprietà esclusiva) in tal caso TUTTE LE SPESE spettano ai soli proprietari di tali spazi PRIVATI

    3) ci sta il resede in proprietà comune del condominio con del dislivello?
    tale dislivello/resede anche se di poco è più alto delle cantine/box/plateatici/giardini proprietà esclusiva di singoli?

    allora il resede è un fondo DOMINANTE (ovvero posto più in alto)
    le cantine o i box o qualsivoglia altro confinanti col resede sono poste/i a livello inferiore?
    sono fondi SERVENTI.
    chi ha acquistato a suo tempo tali proprietà a livello inferiore
    lo hanno fatto con la situazione stante ad oggi ovvero col resede a livello superiore delle loro proprietà?
    SE SI
    A) FAR VALERE, se ancora sussiste ed è valida, la classica GARANZIA che il costruttore/proprietario unico ORIGINARIO è OBBLIGATORIAMENTE dovuto a dare e far modificare il resede "in garanzia" o con condutture e tombinature di scolo adeguate o spianarlo per far defluire in altro modo e luogo le acque meteoriche quindi rivolgendosi a tal costruttore/Proprietario originale ed unico che POI HA FRAZIONATO e venduto, di fatto facendolo diventare ENTE condominiale.
    B) in caso di proprietà a livelli diversi chi compra la proprietà inferiore compra e subisce AUTOMATICAMENTE ANCHE una SERVITÙ da fondo SERVENTE (se non erro definita PREDIALE ma poco importa tutte sono normate +o- similarmente)...perché accesa a suo discapito nel momento stesso della firma ed acquisto della sua proprietà appunto "sottoSTANTE" e per legge non può esimersi tal dover sopportare gli scoli provenienti dal fondo più alto (il resede) ovvero il fondo dominante e non può modificate tale stato di fatto se non a titolo unicamente ONEROSO ovvero a me servente (ai tali tuoi vicini) non mi/gli sta bene tale servitù? con e per accordo in senso affermativo col vicino DOMINANTE a MIE (loro) SPESE modifico e faccio TUTTE le dovute modifiche migliorative per la mia proprietà...ma tali migliorie NON DEVONO gravare in NESSUN modo (non solo economico) peggiorando la proprietà dominante a me superiore (ovvero io non posso deviare le acque di scolo dalle mie proprietà convogliandole o meglio facendo in modo che levate da me rimangano sul resede ALLAGANDO la dominante proprietà dell'ente PRIVATO definito Condominio)...e non devo più "sottostare" alla servitù...successivamente o per sentenza tribunalizia o per ventennale mancato godimento della servitù da parte del fondo dominante la servitù si estingue.

    ORA PAPALE PAPALE...
    dato che l'ente condominio pur rimanendo in ambito di leggi e normative NAZIONALI ha possibilità di deroghe se avvallate dalla maggioranza totale (1000/1000) quindi apportare modifiche al regolamento contrattuale e condominiale....che la questione pare spinosa e molto "articolata" e par proprio "na gran seccatura" ...
    quindi ed appunto per legge e relative normative... l'ente condominio HA PRECEDENZA sui singoli privati proprietari che lo compongono (per questo motivo esistono le assemblee)
    considerato che in verità, ALMENO IO di mio considero che avere acque lambenti delle murature del condominio (SOLO gli spazi interni e METÁ delle mura perimetrali INTERNE sono proprietà Privata non i loro lati esterni) siano alquanto deleterie per i muri stessi, anzi nel medio lungo periodo le definerei almeno PERICOLOSE per la loro staticità...
    l'ente condominiale al di là delle anche giuste diattribe dovrebbe attivarsi a trovare una seria soluzione in deroga ed a esclusione (facoltà che ha) delle servitù esistenti.

    marco
     
    Ultima modifica: 14 Ottobre 2019
  6. Olmo60

    Olmo60 Guru Master Florello

    Registrato:
    12 Febbraio 2011
    Messaggi:
    16.495
    Località:
    Bologna
    Località:
    bologna
    senza un disegno è dura...immagina un prato rettangolare che invece di essere perfettamente piano (come un biliardo) sale di 1 centimetro ogni 10 metri.....alla fine (mettiamo che siano 30 metri) arriva al livello del marciapiede...invece di stare tre centimetri al di sotto.....è questo dislivello, se pur minimo, che ho chiamato "gobba"....probabilmente si è venuto a creare con il passare del tempo, vento, pioggia, traffico di automobili....boh....non credo che ci sia stato al momento della costruzione....anche se lo stabile ha + o - 40 anni.

    è esatta questa!

    si la prima
    in realtà non è più alto: nel punto critico il terreno del resede arriva pari pari al marciapiede (terreno e marciapiede formano un piano unico) mentre davanti alle altre cantine, le mattonelle del marciapiede superano il terreno per la loro altezza (parliamo di due centimetri)..

    davvero per pochi centimetri si può parlare di fondo dominante e fondo servente?
    non so come stessero le cose 50 anni fa...penso sia probabile che nel tempo il terreno si sia mosso....o che vi abbiano contribuito gli agenti atmosferici, il calpestio....ma davvero non ne so niente.
    su questo posso assicurarti che non s'è mai vista acqua vicino ai muri...per scendere nel retro (dove sono i garage e i fondi privati) c'è una strada tutta in discesa....poi si arriva al "resede" che tutto sommato E' IN PIANO...a parte questi tre centimetri di dislivello finali...però dici anche una cosa giusta...una grata di scolo sul retro non ci starebbe male.
     

Condividi questa Pagina