1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Calendario Lunare

Discussione in 'L'almanacco del mese' iniziata da Elessedil, 25 Aprile 2009.

  1. Andrea 992

    Andrea 992 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    27 Febbraio 2013
    Messaggi:
    29
    Località:
    Caltagirone
    sono assolutamente contrario che se semini gli spinaci con la luna sbagliata ci faccia qualche cosa o addirittura la pianta fiorisce,perchè,io gli spinaci li semino da un bel pò e gli o seminati con tutti i tipi di luna e mi sono andati sempre alla grande.Certo ogni favola ha sempre la sua morale,quindi secondo mè,qualcosa di vero ci sarà.
     
  2. darbin

    darbin Esperto Sezz. Rose

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.269
    Località:
    zona 9b/10a
    dire che l'agricoltura che fa uso delle "conoscenze"del passato non serve a nulla è poco scientifico.

    e non confondiamo Astronomia con Astrologia,le ricerche allo stato attuale non possono dare spiegazioni scientificamente accettabili all'uso delle fasi lunari e all'allineamento dei pianeti,in agricoltura,ma qualcosa di scientifico si è fatto .

    confronti durati anni,molti,sull'influenza della luna sulla crescita delle piante(ed altro)hanno portato ad elaborazioni Probabilistiche,che non sono scienza ma neanche fantascienza ,altrimenti non bisogna guardare le Previsioni del Tempo che sono basate su calcoli probabilistici.
     
  3. rjalex

    rjalex Giardinauta

    Registrato:
    30 Marzo 2005
    Messaggi:
    671
    Località:
    Roma sud
    Località:
    Roma sud
  4. PakChoi

    PakChoi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Luglio 2013
    Messaggi:
    11
    Località:
    Malo (VI)
  5. Eva1984

    Eva1984 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    20 Settembre 2017
    Messaggi:
    194
    Località:
    Pietra Ligure
    Ciao, io penso che le maree siano la prova scientifica e tangibile sulla veridicità dell'influenza lunare sulla terra (flora) e di conseguenza anche sugli esseri viventi (fauna). Di conseguenza penso che il calendario lunare abbia un fondo di verità!
     
    A monikk64 piace questo elemento.
  6. rjalex

    rjalex Giardinauta

    Registrato:
    30 Marzo 2005
    Messaggi:
    671
    Località:
    Roma sud
    Località:
    Roma sud
    Cara Eva,
    io sono uno "scienziato" ma detto questo adoro dire "oh oh" quando vedo un gatto nero che mi attraversa la strada rigorosamente da sinistra a destra o "grattarmi" se incrocio un numero rigorosamente dispari di suore :) :-Quindi non metto in alcuna discussione se a te o a chiunque altro piace l'idea del calendario lunare.
    L'unica eccezione che non seguo è il dover invocare un principio scientifico per rendere questa credenza piu valida. Non c'è ma sia a te che a me non dovrebbe importare nulla.
    Facciamo tutti quello in cui crediamo e ci piace e viva la diversità.
    Un saluto fraterno.
    PS Ho evitato di rispondere con pipponi di fisica che avrebbero annoiato tutti, ad iniziare da me
    PPS La cosa piu divertente della mia "superstizione" sui gatti neri è che ne ho avuto uno mio in casa per parecchi anni, tra i piu fortunati e felici della mia adolescenza! :)
     
  7. Eva1984

    Eva1984 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    20 Settembre 2017
    Messaggi:
    194
    Località:
    Pietra Ligure
    E allora perché ci sono le maree??
    Chi è che attira o respinge la massa di acqua?
     
  8. PakChoi

    PakChoi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Luglio 2013
    Messaggi:
    11
    Località:
    Malo (VI)
    Ciao Eva, vedo solo ora la tua risposta.
    In effetti le maree sono "fatti" indiscutibili. Ti riporto un estratto di quanto scritto nel link precedente:

    Le maree sono provocate dall’attrazione fisica tra la Terra, la Luna e in minor misura del Sole. Con il cambiare della distanza tra questi corpi celesti, cambia anche l’attrazione. Il fenomeno delle maree si riproduce diverse volte al giorno e non ha chiaramente nessun legame con le fasi lunari o il segno astrologico nel quale si trova la Luna.

    Inoltre, il fenomeno delle maree si osserva solo su distese molto vaste come mari e oceani mentre è irrilevante nei laghi e totalmente assente nelle piccole distese d’acqua. Non può dunque interagire con la linfa delle piante.

    Saluti:)
     
  9. Eva1984

    Eva1984 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    20 Settembre 2017
    Messaggi:
    194
    Località:
    Pietra Ligure
    Grazie.
    Infatti io ci credo.
    Il tuo messaggio servirà a quelli che non ci credono.
     
  10. PakChoi

    PakChoi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Luglio 2013
    Messaggi:
    11
    Località:
    Malo (VI)
    Eva, almeno sei franca in quello che dici:)...
    Visto che avevi fatto una domanda, ho provato a risponderti (scomodando la posizione scientifica). Non intendevo spingerti a cambiar parere;):D:ciao:.
     
  11. Eva1984

    Eva1984 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    20 Settembre 2017
    Messaggi:
    194
    Località:
    Pietra Ligure
    Non ti preoccupare! Non ho cambiato parere. Ciao! :)
     
  12. djinn95

    djinn95 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    8 Febbraio 2017
    Messaggi:
    133
    Località:
    Imola
    Località:
    Imola
    Ragazzi non ci sono fondamenti per le fasi lunari, così come non ci sono per i giorni fausti e infausti della clavicula salomonis. Il periodo per potare è quello non vegetativo, ovvero l'inverno :)
    Rispettando le credenze esoteriche e medioevali di ognuno, si puó potare di pomeriggio quando la luna è dall'altra parte del globo così il suo effetto gravitazionale influisce in maniera infinitesima sulla pianta e i fluidi scendono nelle radici. Nei semi tuttavia, che sono per definizione il più secchi possibile, questo principio non ha logica. aggiungo anche che, se la botanica, e peggio l'evoluzione, stessero ad aspettare l'astrologia, probabilmente oggi non ci sarebbero piante sulla terra: pressochè ogni specie botanica si è evoluta con modalità di semina differenti, più o meno autonome, spesso in tempi scalari secondo la maturazione progressiva dei semi, e alcuni semi, come il loto, possono impiegare 40 anni a germinare, e quindi vivono tutte le 'lune' possibili, ma si schiudono solo secondo un meccanismo evolutivo per cui, verosimilmente, la pianta madre dopo 40 anni è morta e loro possono germinare in pace. Alcuni semi necessitano di venire a contatto con sostanze caustiche e molti con sostanze acide che ne corrodano il tegumento, alcuni necessitano di una simbiosi ectomicorrizica, pressochè tutti i semi delle piante delle nostre latitudini necesitano di un periodo di vernalizzazione al fine di produrre gli ormoni atti a germinare, per cui i semi che cadono in estate germinano solo la primavera successiva, e alcuni semi necessitano di una combinazione di più fattori (banalmente il ciliegio necessita di passare nel tratto digerente degli uccelli e poi di vernalizzare) ... Insomma, i fattori che influenzano la germinazione sono molti, peró da botanico propendo definitivamente per quelli scientifici, e non per quelli ipotetici o tradizionali. Ciao :)
     
    Ultima modifica: 14 Gennaio 2018 alle 08:48

Condividi questa Pagina