• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Agrostide PENN A-4 “ nuova esperienza “

Jack1978

Apprendista Florello
Ebbene si dopo tante ore dedicate alla realizzazione del mio nuovo T.E. ( zona Est-Sud 70 mq ) oggi 9 marzo 2019 inizia per me una nuova esperienza.......... ho scelto di installare una Agrostide perché per me sia a livello estetico che manutentivo non ha eguali paragonata ad altre cultivar ( chiaramente rimane una mia considerazione personale ) per quanto riguarda la cultivar da installare ero indeciso tra la Barracuda ( Herbatech ) e la Penn A-4 ( Tempoverde ) la scelta per quest’ultima è stata decisa per due motivi : colorazione scura e fabbisogno nutrizionale ben più ridotto di tante altre cultivar più datate , almeno è quello che ho sentito in giro e direttamente dai tecnici Tempoverde , staremo a vedere........ chiaramente necessità sempre di lavorazioni continue quali : Verticut , bucature , sabbiature ,concimazioni settimanali , minimo 2 tagli settimanali ecc ecc questo mi carica molto ( speriamo bene )
Per il taglio la settimana prossima dovrei ordinare il Sandringham 14 E Allett elettrico 6 lame ( lo prendo da Alessandro Bonato BMA ) la scelta per un elettrico è per un discorso sia di metratura e anche dal fatto che vivo in un condominio....... nell’offerta c’è anche la cartuccia 10 lame ma per ora non possibile ( 320 euro ) decisamente troppo vedremo a Settembre per ora la coccolerò con 6 lame.
Veniamo alla semina : dosaggio 7 gr. / mq , concimazione pre semina 20 gr. / mq Starter , sabbia essiccata per mescolare le sementi , rullatura finale , rete anti uccelli e gatti , irrigazione......
Foto della mattinata , un saluto a tutti...... chiaramente @white sand , @Phil , @gladi87 , @alessandro1773 Agrostiniani passati e presenti sarete il mio faro.
b809540247a6942bb6c5a848eb91ce38.jpg

a6db7f86564530004fe34b7e670408f1.jpg

e8e1e7e44b26f75370ad7854c1577a94.jpg

ce6ff411ad2ce37acded62bec3cab4f2.jpg

775e35ed26d233c295ee6d6c6d5350c7.jpg

ef830d3a2a3e774867598b75a2209aa0.jpg

f9c04323b55f589d46ea439f65cb3de4.jpg

90c7e5c3e6f2e365e11730b94e749b05.jpg





Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Jack1978

Apprendista Florello
Si nella zona a Sud installerò una Macro , ne ho parlato a lungo nell’altro thread ho diviso la superficie in due zone
Scusa Jack ma io ero fermo alla macroterma. Qualcosa mi spiazza

Inviato dal mio COL-L29 utilizzando Tapatalk

l’altra settimana ho effettuato un primo diserbo ad oggi è un’area di cantiere a breve si riparte per metà aprile devo essere pronto.
 

sarab

Giardinauta Senior
Jack. I miei complimenti. White sarà il tuo angelo custode. Non puoi sbagliare. Bravo
 

alessandro1773

Aspirante Giardinauta
Ciao Jack, ho provato per due anni, nel mio vivaio, la A4, ( poi l'anno scorso a Luglio e' caduto un pino marittimo sulle prove e ha distrutto tutto) . Come colore tutte le Agrostis della serie Penn sono sul chiaro, molto più' chiare delle altre cultivar , le colorazioni piu' scure che ci sono le produce la Jacklin Seed con T1, Alpha, mentre la Barracuda si assomiglia molto alla A4, sia come portamento ( rimane molto bassa , crescita "nana") come colore e come densità'. Infatti T1, A4 e Barracuda si assomigliano molto come portamento , come colore la T1 pero' e' molto piu' scura. Sono sincero; la A4 secondo me e' piu' da taglio ultra basso , mi piace che non fa grumi e viene su' un prato molto liscio e scorrevole . Ti mostro alcune foto dell'anno scorso a taglio "casereccio " 12 mm .Preciso che non si sono mai ammalate le ho concimate solo con concime organico ever 5 ed ever 10. Vorrei postare una foto, dove ci sono le agrostis interessate ma non so se ci sto' riuscendo
https://imgur.com/vzbNVGk

questa e' la A4
https://imgur.com/YCih1SW
 
Ultima modifica:

Jack1978

Apprendista Florello
Ciao Alessandro grazie per le informazioni riguardo le varietà citate........ complimenti per la preparazione che hai sulle Agrostidi , discorso cromatico ( varietà scura ) vedo la differenza con la T1 ma comunque a me va bene tutto , paragonata alla Pencross che conosco decisamente più chiara ( verde brillante ) la A 4 è più scura.
La cosa invece che mi incuriosisce di più è la concimazione : concimazione organica ? N annuo in base alla varietà , rapporto NPK + microelementi , modalità di somministrazione (micro granulare mensile - fogliare settimanale )
Chiaramente tutto sarà proporzionale all’altezza in cui viene tenuta impensabile 3 mm come un green ( PGA tour ) ma 6/9 mm ci si potrebbe provare........
Ciao Jack, ho provato per due anni, nel mio vivaio, la A4, ( poi l'anno scorso a Luglio e' caduto un pino marittimo sulle prove e ha distrutto tutto) . Come colore tutte le Agrostis della serie Penn sono sul chiaro, molto più' chiare delle altre cultivar , le colorazioni piu' scure che ci sono le produce la Jacklin Seed con T1, Alpha, mentre la Barracuda si assomiglia molto alla A4, sia come portamento ( rimane molto bassa , crescita "nana") come colore e come densità'. Infatti T1, A4 e Barracuda si assomigliano molto come portamento , come colore la T1 pero' e' molto piu' scura. Sono sincero; la A4 secondo me e' piu' da taglio ultra basso , mi piace che non fa grumi e viene su' un prato molto liscio e scorrevole . Ti mostro alcune foto dell'anno scorso a taglio "casereccio " 12 mm .Preciso che non si sono mai ammalate le ho concimate solo con concime organico ever 5 ed ever 10. Vorrei postare una foto, dove ci sono le agrostis interessate ma non so se ci sto' riuscendo
https://imgur.com/vzbNVGk

questa e' la A4
https://imgur.com/YCih1SW
 

alessandro1773

Aspirante Giardinauta
Ba riguardo alle agrostidi , come poi ogni varietà', ognuno di noi sceglie il metodo di concimazione che predilige , dipende da come sta' l'erba , da come reagisce e della altezze di taglio. Altezza fairway per esempio non ho una scaletta da rispettare e nemmeno me la impongo, cerco di capire solo cosa vuole l'erba. Posso dirti che ho una concimazione di base totalmente organica una volta ogni 30 giorni , con 10-2-4 da marzo a maggio + ogni 10 giorni vado con azoto organico fogliare miscelato con prodotti a base di alghe . A Giugno inizio a dare il 5-1-12 , a luglio solo fogliare uso un prodotto herbatech ( rubisco) ogni 10 gg e due volte al mese vado con induttori alla resistenza. Poi da settembre inizio con i prodotti che ho dato da Marzo a Maggio. Grazie dei complimenti ma credo che sulle agrostidi Ce chi e' molto piu' esperto di me in questo forum, ma questo già' lo sai credo , tipo White!
 

Jack1978

Apprendista Florello
Sottoscrivo tutto Alessandro ognuno di noi decide come programmare/gestire il suo piano di concimazione , interessante l’utilizzo del concime organico , per quanto riguarda MLSN applicato su una Bent la vedo dura vedremo in futuro. Stavo dando un’occhiata al programma di fertilizzazione scheda tecnica “Tee2Green” riguardo la A4 se ho tradotto bene riporta questi dati :
N annuo 2/4 lbs = 900gr/1,8Kg P annuo 2/3 lbs = 900gr/1,3Kg K annuo 6/10 lbs = 2,7Kg/4,5Kg superficie di riferimento 1000 sq. ft. = 93 mq
Consigliano di fornire 0,1 lbs di N x 1000 sq.ft. = 45 grammi x 93 mq ogni 2 settimane
Spero di non aver fatto errori....... sinceramente il rapporto NPK non mi quadra molto ( io ) partirei con un fabbisogno annuale al mq di NPK 18/4/9 + microelementi e tutto il resto magari seguendo sempre la crescita potenziale...... che ne pensate ?
 
Ultima modifica:

Phil

Esperto Sez. Prato
Complimenti Jack per la tua nuova futura bimba.. Allora avevo intuito bene che era lei in arrivo..

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
 

Jack1978

Apprendista Florello
Grazie @Phil , si avevi intuito bene l’altro giorno tu le Agrostidi le fiuti in lontananza...... è da tempo che avevo in mente di provare e così mi sono convinto vedremo in futuro la curiosità è tanta e la vostra esperienza mi aiuterà a conoscere questa nuova cultivar , preparati Greenkeeper !!!
Complimenti Jack per la tua nuova futura bimba.. Allora avevo intuito bene che era lei in arrivo..

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
 

alessandro1773

Aspirante Giardinauta
Sottoscrivo tutto Alessandro ognuno di noi decide come programmare/gestire il suo piano di concimazione , interessante l’utilizzo del concime organico , per quanto riguarda MLSN applicato su una Bent la vedo dura vedremo in futuro. Stavo dando un’occhiata al programma di fertilizzazione scheda tecnica “Tee2Green” riguardo la A4 se ho tradotto bene riporta questi dati :
N annuo 2/4 lbs = 900gr/1,8Kg P annuo 2/3 lbs = 900gr/1,3Kg K annuo 6/10 lbs = 2,7Kg/4,5Kg superficie di riferimento 1000 sq. ft. = 93 mq
Consigliano di fornire 0,1 lbs di N x 1000 sq.ft. = 45 grammi x 93 mq ogni 2 settimane
Spero di non aver fatto errori....... sinceramente il rapporto NPK non mi quadra molto ( io ) partirei con un fabbisogno annuale al mq di NPK 18/4/9 + microelementi e tutto il resto magari seguendo sempre la crescita potenziale...... che ne pensate ?
Il programma di tee2green e' un programma di base, ci sono invece tante variabili che giocano un ruolo fondamentale: , esposizione , tessitura del terreno, ph, sostanza organica, presenza di potassio nel terreno , (che essendo un macroelemento poco mobile gioca un ruolo molto importante sulla pianta),pendenza ecc , per questo magari io , forse anche per facilitarmi un po la manutenzione, cerco di dare un concime di base organica e poi da li' navigo a vista. Mi parlavi di microelementi? li do' una volta all'anno in primavera per via fogliare, un mix di microelementi e si dovrebbe essere a posto. Invece giocano un ruolo molto importante mesoelementi: calcio, magnesio e Zolfo . ogni mese , nelle fasi vegetative, entro con polpetta con un mix di calcio e magnesio . Detto questo pero' devo dire che dopo 5 anni che ho sotto mano le agrostis , la scelta della concimazione fogliare ( spoon feeding) e' un buon metodo e su questo poso dire che se ce' qualcuno, più' in gamba di me , come c'e' ne sono su questo forum che hanno scelto questo tipo di manutenzione un motivo ci sarà'. Da parte mia , qualora ti servisse qualche consiglio non mi tirerò' certo indietro ma fidati ciecamente da White e Filippo.
 

Jack1978

Apprendista Florello
Ti dico la verità Alessandro mi piacerebbe molto gestire una Bent seguendo MLSN...... sono due anni che nutro il mio T.E. in questo modo con buoni risultati , non tornerei mai indietro sui granulari , ormai sono abituato settimanalmente a sciogliere concimi e partire con la pompa a spalla , scaricare giornalmente i dati riguardo la temperatura e la radiazione e capire ogni settimana quanto nutrimento reale serve al T.E. è un qualcosa di incredibile......... sicuramente la signorina “ A-4 “ non è come un mix 90/10 Arundinacea - Poa ma molto più esigente in tutto però questa tecnica sarà il mio punto di riferimento iniziale in mente ho molte idee vedremo in futuro........ grazie della disponibilità Ale e come non fidarsi di quei due........... tutto è partito da loro.
Il programma di tee2green e' un programma di base, ci sono invece tante variabili che giocano un ruolo fondamentale: , esposizione , tessitura del terreno, ph, sostanza organica, presenza di potassio nel terreno , (che essendo un macroelemento poco mobile gioca un ruolo molto importante sulla pianta),pendenza ecc , per questo magari io , forse anche per facilitarmi un po la manutenzione, cerco di dare un concime di base organica e poi da li' navigo a vista. Mi parlavi di microelementi? li do' una volta all'anno in primavera per via fogliare, un mix di microelementi e si dovrebbe essere a posto. Invece giocano un ruolo molto importante mesoelementi: calcio, magnesio e Zolfo . ogni mese , nelle fasi vegetative, entro con polpetta con un mix di calcio e magnesio . Detto questo pero' devo dire che dopo 5 anni che ho sotto mano le agrostis , la scelta della concimazione fogliare ( spoon feeding) e' un buon metodo e su questo poso dire che se ce' qualcuno, più' in gamba di me , come c'e' ne sono su questo forum che hanno scelto questo tipo di manutenzione un motivo ci sarà'. Da parte mia , qualora ti servisse qualche consiglio non mi tirerò' certo indietro ma fidati ciecamente da White e Filippo.
 

Jack1978

Apprendista Florello
@white sand una domandina Tempoverde consiglia di non superare le 80 - 140 unità di N annue che ne pensi ? Sicuramente le nuove cultivar sono meno mangione di quelle più datate , io nella testa andrei di MLSN però qualcosa mi frena.....comunque un 15 - 3 - 7 già è pianificato che ne pensi , notti insonni.
 

white sand

Moderatore Sez. Prato
Membro dello Staff
@white sand una domandina Tempoverde consiglia di non superare le 80 - 140 unità di N annue che ne pensi ? Sicuramente le nuove cultivar sono meno mangione di quelle più datate , io nella testa andrei di MLSN però qualcosa mi frena.....comunque un 15 - 3 - 7 già è pianificato che ne pensi , notti insonni.
Maggiore è l'azoto e maggiore saranno le notti insonni. Tagli, defeltrature e top dressing. È molto meglio tenere un basso profilo nutrizionale.
Il numero di culmi prodotti dalle nuove cultivars richiede meno azoto altrimenti si rischia l'effetto cuscinetto (difficile da recuperare).
Anche il taglio a livello fairway impone un approccio scarso di N.
Io starei sui 10 g di N anno.
Tempoverde fornisce una indicazione nutrizionale che riflette le indicazioni degli americani (che usano fitofarmaci a rotazione) poiché comunque essa si riferisce ad una manutenzione a livello golfistico e non hobbistico.
Ricordati che ad aggiungere fai sempre ora.


Inviato dal mio COL-L29 utilizzando Tapatalk
 
Alto