1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Se per una volta fiorissero i miei cymbidium!

Discussione in 'Orchidee - ibridi e botaniche' iniziata da susie, 8 Novembre 2019.

  1. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    Ciao, dopo tanti anni sono ancora alle prese coi cymbi che passano per essere le orchidee più facili da coltivare. Magari lo sono: basterebbe avere una bella serra con temperature medio-basse, immagino.
    Comunque la mia esperienza coi cymbi, che ho cercato di sistemare dentro casa in inverno nei posti più adatti, ma non ideali, ed in giardino in estate/autunno, è sempre stata un fallimento. Quelle poche volte che mettevano gli steli da fiore, sviluppavano i boccioli fino ad un certo punto, poi, inesorabilmente, i fiori appassivano prima della completa formazione o non si aprivano proprio. Sto parlando di fioriture sia autunnali che primaverili. Ricordo che avevo letto che ad un certo punto della formazione degli steli da fiore bisognava diminuire drasticamente le innaffiature, anche se il substrato sembrava secco. Il difficile era capire quando bisognasse iniziare a farlo. Io non so se queste indicazioni fossero giuste o meno, fatto sta che non sono servite. Poi mi sono stancata, vedevo le fioriture dei vicini, magari provvisti di serra, e ho abbandonato i miei cymbi al loro destino. Vegetavano ma non fiorivano. Quest'anno, sarà perché questa estate ho pensato di concimare anche loro, mi ritrovo con un cymbi con due steli (meglio che niente) con boccioli. Adesso la pianta è fuori, ma le temperature stanno cambiando e abbassandosi, per quanto non sia ancora freddo (12-6 gradi). Se qualcuno mi dicesse cosa devo fare per farli fiorire, gli sarei davvero grata. Devo lasciarli fuori finché le temperature non si abbassano molto e non innaffiare più; devo portarli dentro in un ambiente fresco e non innaffiarli più, oppure devo innaffiare pochissimo quando il substrato è asciutto? Insomma, che devo fare?
     
  2. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.195
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    Anche i miei sono fuori, contro il muro di casa rivolto a sud, credo che nel giro di un paio di settimane li metterò al riparo, per intenderci in garage.
    Niente annaffiature già da un po’, anche se han preso l’acqua di questi giorni, ma solo di striscio

    Niente serra, solo tanta luce e fresco

    Ho 3-4 piante con stelo, molto abbandonate in questi ultimi 2-3 anni, manco concimati
     
    A susie piace questo elemento.
  3. danielep

    danielep Maestro Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    2.569
    Località:
    san donà di piave
    Non sono un esperto di orchidee, ma ne possiedo uno (inizialmente almeno era uno) che ho prima regalato a mia madre un Natale di mille anni fa, poi l' ho sottratto alle sue "amorevoli" cure.
    Ora fiorisce ogni anno, stelo più stelo meno, lasciandolo fuori al sole finché quasi gela ed emette gli steli da fiore (tra novembre e anche 31 dicembre, una volta). Poca acqua durante il periodo autunnale. Fertilizzante 10/20/30 in dose leggera durante tutta la stagione primavera-estate.
    Lo scorso inverno la pianta madre è fiorita su 13 steli. Quest'a primavera ho dovuto suddividerla, era una piovra ( fatta una pianta grande e 5 medio/piccole).
    Non so ancora se quest'anno fiorirà.
     
    Ultima modifica: 8 Novembre 2019
    A susie piace questo elemento.
  4. danielep

    danielep Maestro Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    2.569
    Località:
    san donà di piave
    Ho anche pubblicato la foto lo scorso dicembre, ma non trovo il thread.

    Riposto la foto
    2018-12 cymbidium 2 - Copia.JPG
     
    A Lucylu', annalisa58, Mile e ad altre 6 persone piace questo elemento.
  5. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    Anch'io li ho addossati al muro. E adesso sono protetti dalla pioggia. Quindi faccio come te: aspetto un paio di settimane o più, a secondo di come vanno le temperature, poi li metto dentro in un ingresso, sperando che abbiano abbastanza luce. I miei hanno preso più acqua però. Grazie
     
  6. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    Ecco, questi per me sono prodigi :):V Intanto complimentissimi per la bellissima pianta in foto! E poi fammi capire: quando comincia a produrre gli steli, la lasci fuori anche se è molto freddo? E quando si avvicina alla fioritura? Immagino che quando ha fatto quella superfioritura tu l'avessi in casa.
     
  7. danielep

    danielep Maestro Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    2.569
    Località:
    san donà di piave
    No, non sono prodigi, solo il risultato da quando ho cominciato ad informarmi ed a curarla correttamente;)
    Premesso che non si può generalizzare, le condizioni di luce e calore che può ricevere a casa tua possono non essere uguali a quelle di altre abitazionio_O
    In genere, quando comincia a mostrare gli steli, se non minaccia freddo immediato la lascio ancora fuori, contrariamente la ritiro in posizione luminosa, in appartamento (ma sempre a steli formati), e fiorisce all' interno per un lungo periodo.
    Io direi che questa è l'opzione migliore, sole pieno se ce n'é e acqua quel poco perchè non si disidrati;)
     
    A susie piace questo elemento.
  8. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    Grazie. Guarda, quando ho cominciato ad occuparmi dei cymbi, così come delle altre orchidee, ho cercato di informarmi il più possibile, su siti di coltivatori, sui forum. Per anni. Con i cymbi semplicemente non ha funzionato. Informarsi non basta, bisogna anche capire e non tutti riescono:banghead: (Neanche con le miltoniopsis sono riuscita, a dire il vero, a parte una pianta sopravvissuta per un anno e rifiorita una volta). Le informazioni presumo fossero giuste. Sole, acqua (e concimazioni d'estate, coi soliti criteri, per quanto la mia vicina che ha fioriture splendide non concimi quasi mai), riparo in inverno (prima che le temperature vadano sottozero) in ambienti freschi e luminosi. Scarse innaffiature. Ecco, forse non ho gli ambienti giusti per l'inverno. Ma i risultati sono stati quelli descritti sopra. Spero di vedere bei fiori quest'anno. Ma non ci credo
     
  9. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.195
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    Beh insomma, dire che la pianta di Daniele non sia prodigiosa.....

    Io ho fatto di quei danni!!!! Bellissima

    Però devo ammettere che per quanto faccia danni qualcuno fiorisce sempre

    Susie incrociamo le dita! Una volta che inquadri il ritmo giusto....

    Io ora ho un serissimo problema di cocciniglia per quasi tutte le piante, sto combattendo da un paio d’anni

    Alcune non piacciono proprio, ma altre... tra cui i cymbi
     
    A susie piace questo elemento.
  10. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    :( :mazza::):V
     
  11. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    Alla fine si apriranno due o tre boccioli e gli altri si seccheranno tutti. Come le altre volte. La mia spiegazione è che forse la pianta, per quanto fossi convinta di averla messa in una posizione riparata, è troppo vicina alla porta di ingresso e che i boccioli vengano colpiti dall'aria fredda. L'alternativa è una posizione molto meno luminosa e distante dalle finestre. Non credo che aver bagnato un poco la pianta quando il substrato era completamente secco abbia causato l'avvizzimento dei boccioli. Il prossimo anno sono tentata di tenerli in soggiorno a temperature più alte, ma almeno in piena luce e protetti dall'aria fredda. Comunque, ancora rammarico per l'ennesima fioritura mancata.
     
  12. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.195
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    Peccato. È più probabile che sia il caldo a far cadere i boccioli
     
  13. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    Guarda, io sto diventando idrofoba. Possibile che non riesca a far fiorire come si deve un maledetto cymbidium che non è certo un'orchidea difficile. Per gli altri. Questo ha emesso gli steli ad inizio autunno, con temperature calde, spesso sopra la media. L'ho lasciato fuori finché non c'è stato il rischio di gelate. L'ho messo dentro casa in un ingresso luminoso e fresco: credo che la massima adesso sia sui 12 gradi, ma non lo so con esattezza. Certo, se hanno bisogno di un ambiente più freddo, il prossimo anno provo a lasciarli fuori in una serretta di nylon.
    È possibile che la colpa sia di quel po' d'acqua che ho dato?
    A lasciarli fuori riparati che succede?
    Quasi quasi gli altri due che sono fermi e non hanno emesso ancora alcunché li riporto fuori...tanto peggio di così...
     
  14. biro46

    biro46 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    18 Gennaio 2013
    Messaggi:
    2.240
    Località:
    provincia Varese
    I Cymbidium per fiorire hanno bisogno solo di poche cose

    Estate
    • Tanta luce e anche sole diretto nelle ore meno calde - il colore delle foglie verde giallino va bene un verde intenso hanno poca luce (i miei stanno al sole dalla mattina alla sera)
    • Tanta acqua in estate (li bagno tutti i giorni)
    • Tanto ma tanto fertilizzante se organico meglio (uso lo stallatico di cavallo sfarinato nel substrato o tra i pseudobulbi a manciate se non rinvaso e alcuni amici bagnano con frequenza con il te di cavallo (stallatico di cavallo fatto macerare in acqua questo puzza un po se poi si tiene in casa)

    Inverno
    • Freddo con limite di 5°C (li tengo anche a 0°C)
    • Tanta luce e anche sole diretto (sono esposti a sud-ovest)
    • Niente o pochissima acqua (nebulizzo ogni tanto un poco di acqua)
    • Nessuna fertilizzazione
     
    A susie, danielep e Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  15. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    Grazie mille per le informazioni. Per l'estate tutto ok, il problema si pone in autunno quando si formano gli steli. Si sviluppano parecchio, finché le piante sono fuori con temperature ancora elevate. Quest'autunno poi abbiamo avuto un caldo davvero fuori della norma. Quello che io mi chiedo è se, con steli che si sono sviluppati al caldo, devo lasciare fuori la pianta il più possibile, anche quando la temperatura è vicino allo zero. Se sì, è chiaro che poi posizionarle in un ingresso a 12 gradi circa non va bene. Non avendo altre possibilità, li lascerò fuori tutto inverno in una "serretta" di quelle col nylon. Davvero non so cos'altro fare
     

    Files Allegati:

  16. biro46

    biro46 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    18 Gennaio 2013
    Messaggi:
    2.240
    Località:
    provincia Varese
    io le tengo fuori normalmente fino a fine novembre o meglio fino alla prima brinata leggera poi li ritiro e adesso stanno facendo gli steli
     
    A susie piace questo elemento.
  17. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza
    È una situazione diversa. I tuoi fanno gli steli ora. I miei li avevano già ben sviluppati alla fine di ottobre quando appunto era ancora caldo. Per questo diventa difficile gestire gli sbalzi di temperatura, credo.
     
  18. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.195
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    I cymbi a seconda della varietà fanno steli dall’autunno a Pasqua, io ne ho di ogni data

    Quello che in genere fioriva prima, quest’anno, non per colpa sua, ha saltatao... cioè lui stava per sbocciare.. e io ho certo di imbacchettare lo stelo.... e ops spezzato!!! L’ho messo in acqua, è sbocciato ha retto un mesetto.... :cautious:

    Alcuni sono in fiore ora

    E se ho fatto bene il mio lavoro per Pasqua arrivano gli ultimi due, che poi sono i primi due che mi han regalato. Trattati e tenuti tutti allo stesso modo..

    Devi solo trovare l’inghippo...
     
    A susie piace questo elemento.
  19. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    694
    Località:
    faenza

    Peccato per lo stelo spezzato...
    Sì, anche i miei fioriscono in periodi diversi. Il problema più grande è quello che fa gli steli in autunno, perché comincia col caldo ma poi le temperature cambiano. E io non ci prendo mai. Un boccio sta aprendosi. Ecco, uno. Sono soddisfazioni :unsure:
     
    Ultima modifica: 3 Gennaio 2020
    A Lucylu' piace questo elemento.

Condividi questa Pagina