1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Ragnetto rosso nell' orto

Discussione in 'Parassiti e Malattie' iniziata da nicola.alleg, 15 Luglio 2008.

  1. nicola.alleg

    nicola.alleg Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    75
    Località:
    Parma prov.
    Ciao a tutti,
    purtroppo ho quasi tutti i fagiolini, le melanzane, cetrioli, alcuni peperoni e le angurie infestate dal ragnetto rosso. E ahimè i danni si stanno facendo sentire non solo da un punto di vista "estetico" (foglie decolorate) ma è palese una crescita a rilento delle piante.
    Io in genere sono molto permissivo, lascio che a volte persino gli afidi facciano i loro comodi, mi limito ad un po' di verderame, zolfo e se proprio proprio qualche spruzzata di piretro. Ma sono ormai 2 anni che il ragnetto non mi molla.
    Io ora sono stufo, per quest' anno ancora passi ma dall' anno prossimo vorrei dotarmi di un acaricida che riesca a limitarne la popolazione.
    Mi rivolgo agli esperti di fitofarmaci del forum: qual è un acaricida per orticole che possa avere un senso applicato a livello hobbystico? Cerco quindi bassa tossicità e brevi tempi di carenza...
     
  2. miciajulie

    miciajulie Fiorin Florello

    Registrato:
    16 Febbraio 2008
    Messaggi:
    21.492
    Località:
    alghero... milano...
    Località:
    .
    mi spiace che nessuno ti risponda... perchè un consiglio farebbe comodo anche a me in merito... aspettiamo pazienti... ciao ciao
     
  3. valentinaTS

    valentinaTS Giardinauta Senior

    Registrato:
    30 Marzo 2004
    Messaggi:
    1.248
    Località:
    Trieste - Opicina
    Ciao, ma secondo voi le foglie attaccate dal ragnetto si possono mangiare ??

    Io non ho a disposizione un orto ma di solito dedicavo un paio di vasi del terrazzo alla coltivazione del basilico per farmi delle riserve di pesto da utilizzare in inverno e a qualche foglia di prezzemolo da utilizzarsi fresco in cucina.
    Sono alcuni anni che ho il terrazzo INFESTATO dal ragnetto che mi deturpava ovviamente anche il basilico e il prezzemolo. Alla fine ho deciso di rinunciare alle aromatiche in terrazzo, in quanto non sapendole trattare con rimedi non nocivi per noi, non mi piaceva neanche l'idea di mangiarmi le foglie ormai "imbiancate" dal ragnetto.
     
  4. Alessandro2005

    Alessandro2005 Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    26 Settembre 2005
    Messaggi:
    5.437
    Località:
    Provincia Torino. Per giardinaggio anche Bordigher
    Prova con i fitoseidi.
    Non costano molto e dovrebbero funzionare se ci sono sufficienti prede, almeno per un po' (in ambiente non confinato potrebbero disperdersi). Phytoseiulus persimilis ad es. ha un ciclo più breve del ragnetto rosso bimaculato e la femmina di questo acaro predatore è capace di eliminare giornalmente 20 uova oppure 12 neanidi oppure 5 adulti del ragnetto dannoso, dunque ha tutte le carte in regola per essere un efficace antagonista; devi però tener inumidita la vegetazione con nebulizzazioni, perchè sotto il 60-70% di U.R. è svantaggiato rispetto al nemico. Anche nella distribuzione devi seguire le avvertenze del produttore altrimenti rischi di spargerlo in modo non omogeneo.
    Per l'acquisto senti Intrachem-Bio oppure Bioplanet oppure Koppert-Italia (cerca in rete e troverari numeri telefonici).
    Ciao
     
  5. miciazza

    miciazza Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Agosto 2008
    Messaggi:
    148
    Località:
    Pavia-prov.Lecce
    :froggie_r Sono perfettamente d'accordo con alessandro, ma purtroppo i costi non sono esattamente contenuti. Gli insetticidi non servono a niente e lo zolfo (che li terrebbe lontani, ma andrebbero da un'altra parte)rischia di ustionare la vegetazione in pieno sole.Potresti provare con prevenzione a base di olio bianco ESTIVO con alto grado di insulfonabilità(oltre ilo 95%):è ammesso anche in agricoltura biologica e , se rispetti i dovuti tempi di carenza, è in grado di distruggere le uova dell'acaro:hehe::hands13:
     
  6. RosaMundi

    RosaMundi Giardinauta Senior

    Registrato:
    5 Maggio 2008
    Messaggi:
    1.152
    Località:
    Vicenza
    l'olio bianco l'ho provato io sulle rose ma ha fatto effetto solo sugli ibridi moschata che sono piante dalla guarigione sempre veloce ho notato. Sulle altre rose ha fatto poco nulla. Siccome sono un pò stanca di spruzzarlo adesso mi limiterò a bagnare le foglie nelle ore calde per indispettire il ragno :D in caso peggiorassero ho l'acaricida Zapi pronto e appena comprato.
     
  7. miciazza

    miciazza Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Agosto 2008
    Messaggi:
    148
    Località:
    Pavia-prov.Lecce
    rosamundi! così però rischi l'oidio sulle rose!!!Cos'è peggio?cat:
     
  8. RosaMundi

    RosaMundi Giardinauta Senior

    Registrato:
    5 Maggio 2008
    Messaggi:
    1.152
    Località:
    Vicenza
    ehehe, l'oidio non lo temo più, so come combatterlo :smok: tra l'altro è più temibile l'acaro dell'oidio, ma le rose antiche (quelle mie appunto ne sono infestate), in genere, fanno molta più fatica ad ammalarsi gravemente delle moderne :eek:k07: più che altro temo di bruciare le foglie porelle, ma le rose sono piante resistenti.
     
    Ultima modifica: 4 Agosto 2008

Condividi questa Pagina