• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Ficus Ginseng perde foglie (FOTO)

Robmad

Aspirante Giardinauta
olio essenziale di pino…….e che è?...:barefoot:...ma soprattutto chi te lo ha consigliato?:cautious:
di certo hai un problema di cocciniglia ma che è solo causato da errori di coltivazione che hanno indebolito la pianta e resa facile preda di parassiti. la cascola delle foglie può essere causata da illuminazione insufficiente...quasi sempre così….
per la cocciniglia devi trattare con un insetticida possibilmente sistemico...come ad esempio il confidor che è quello che uso io….
per quanto riguarda la pianta ora l'unica cosa che devi fare è cercare di non inumidire troppo e come ha detto Puntina innaffia solo quando vedi il terriccio asciutto….sempre....
magari accorcia un po' i rami lasciando sempre qualche foglia su di esso….giusto per alleggerire il carico alle radici che sicuramente sono in difficoltà….
elimina dal tuo vocabolario la nebulizzazione…...anche questa potrebbe essere causa di problemi…..
elimina i rami secchi (basta scortecciarli appena e vedere se son verdi o meno)….
per ora non vedrai cambiamenti o miglioramenti data la stagione….ma se riesci a mantenerla in vita allora a primavera vedrai che si riprende….

Grazie Aurex per i consigli, ok per l'eliminazione dei rami secchi e toglierò anche il sottovaso

ti rispondo qui di seguito :

1)L'olio di Pino (Cocciniglia stop, Fito) mi è stato consigliato dal garden dove avevo acquistato il Ficus. Ad oggi dopo due applicazioni non c'è traccia di cocciniglia Mi confermi che non è un prodotto adatto?

2)Illuminazione : Purtroppo non ci sono alternative, si trova di fronte ad una finestra al piano terra dove in effetti non entra molta luce, le altre piante come lo Spatifillum non ne hanno mai sofferto... Il Ficus quindi è più sensibile sotto questo aspetto?

3) Annaffiatura: il terreno, dopo circa tre settimane, ieri era visibilmente (e anche al tatto) parecchio secco, ho quindi provveduto ad annaffiarla con acqua piovana a temperatura ambiente senza esagerare


Anche oggi Toccando leggermente le foglie se ne sono staccate parecchie, seguirò i tuoi consigli e posterò le foto
Resto in attesa dei tuoi commenti e ti ringrazio



Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:

Stefano-34666

Florello Senior
3) Annaffiatura: il terreno, dopo circa tre settimane, ieri era visibilmente (e anche al tatto) parecchio secco, ho quindi provveduto ad annaffiarla con acqua piovana a temperatura ambiente senza esagerare

Ciao,

con il termine "senza esagerare" cosa intendi?
Quando bagni devi farlo bene, fino a quando l'acqua in eccesso non esce dai fori di scolo del vaso.
In questo modo tutta la zolla è bagnata e tutte le radici ricevono acqua in modo uniforme.
In alternativa puoi mettere la pianta dentro ad una bacinella con 2 dita di acqua. Lasciarla li per una mezz'oretta e poi toglierla. La pianta avrà succhiato tutta l'acqua che le serve.

Se la terra ha il giusto drenaggio ed il vaso ha i fori di scolo puoi anche lasciare la pianta sotto al rubinetto aperto o sotto ad un temporale. La terra, una volta zuppa, non assorbirà più e l'acqua in eccesso andrà via.
Quindi, con il giusto terreno ed il giusto vaso, puoi anche esagerare in quantità. Sprechi solo acqua.
Certo non devi esagerare come frequenza. Se la allaghi tutti i giorni la pianta marcisce.

Bagnando invece "poco", la zolla non rimane tutta umida. Alcune radici ricevono acqua ed altre no (specie quelle in profondità). Si creano scompensi e la pianta soffre.

Ste
 

Robmad

Aspirante Giardinauta
Ciao,

con il termine "senza esagerare" cosa intendi?
Quando bagni devi farlo bene, fino a quando l'acqua in eccesso non esce dai fori di scolo del vaso.
In questo modo tutta la zolla è bagnata e tutte le radici ricevono acqua in modo uniforme.
In alternativa puoi mettere la pianta dentro ad una bacinella con 2 dita di acqua. Lasciarla li per una mezz'oretta e poi toglierla. La pianta avrà succhiato tutta l'acqua che le serve.

Se la terra ha il giusto drenaggio ed il vaso ha i fori di scolo puoi anche lasciare la pianta sotto al rubinetto aperto o sotto ad un temporale. La terra, una volta zuppa, non assorbirà più e l'acqua in eccesso andrà via.
Quindi, con il giusto terreno ed il giusto vaso, puoi anche esagerare in quantità. Sprechi solo acqua.
Certo non devi esagerare come frequenza. Se la allaghi tutti i giorni la pianta marcisce.

Bagnando invece "poco", la zolla non rimane tutta umida. Alcune radici ricevono acqua ed altre no (specie quelle in profondità). Si creano scompensi e la pianta soffre.

Ste

Ciao Ste,
Grazie per l'intervento
Intendo che credo di averlo fatto correttamente, normalmente bagno fino a quando l'acqua in eccesso non esce dai fori di scolo del vaso... L'annaffiatura per "immersione" non l'ho mai provata per paura di bagnare troppo le radici

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 

Robmad

Aspirante Giardinauta
olio essenziale di pino…….e che è?...:barefoot:...ma soprattutto chi te lo ha consigliato?:cautious:
di certo hai un problema di cocciniglia ma che è solo causato da errori di coltivazione che hanno indebolito la pianta e resa facile preda di parassiti. la cascola delle foglie può essere causata da illuminazione insufficiente...quasi sempre così….
per la cocciniglia devi trattare con un insetticida possibilmente sistemico...come ad esempio il confidor che è quello che uso io….
per quanto riguarda la pianta ora l'unica cosa che devi fare è cercare di non inumidire troppo e come ha detto Puntina innaffia solo quando vedi il terriccio asciutto….sempre....
magari accorcia un po' i rami lasciando sempre qualche foglia su di esso….giusto per alleggerire il carico alle radici che sicuramente sono in difficoltà….
elimina dal tuo vocabolario la nebulizzazione…...anche questa potrebbe essere causa di problemi…..
elimina i rami secchi (basta scortecciarli appena e vedere se son verdi o meno)….
per ora non vedrai cambiamenti o miglioramenti data la stagione….ma se riesci a mantenerla in vita allora a primavera vedrai che si riprende….
Aurex, l'olio essenziale di Pino sembra aver funzionato....
Perché sostieni non vada usato il sottovaso? Per quale motivo?

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 

Robmad

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti,
Vi aggiorno, come potrete leggere dai miei precedenti post a seguito del trattamento con l'anticcociniglia a base di olio di pino la caduta delle foglie si era arrestata, anzi nel giro di una decina di giorni avevano iniziato a formarsi tantissimi nuovi germogli

Il problema è che le foglioline che si sono formate sono flosce, deboli quasi accartocciate e ho più volte trovato ed eliminato la cocciniglia all'interno del tronco, ma chiaramente non posso andare a fondo.
Attualmente sto somministrando del fertilizzante specifico ogni due settimane ma non mi sembra ci siano risultati.
In sostanza la pianta non sta formando nuovi germogli e quelle che si formano sembrano flosce.
Vi posto delle foto e ringrazio chi mi saprà dare dei consigli, grazie
42a1c20c792e7ddf8bfdbe4a47c7dde9.jpg
6b8b2caf2ff4703f420e4db723126f21.jpg
e0be8e9a91e4cfbd479cb75ec551e449.jpg
8648d831d7b1cb9b8ebfb751b883f7c4.jpg


Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 

cacino

Aspirante Giardinauta
Secondo me due sono i problemi principali per questa pianta.
1) il terreno, a vederlo così mi sembra tutto terriccio universale.
A marzo avresti potuto rinvasarlo utilizzando un terriccio più drenante tipo pomice e un pugno di t.u.
Ora è tardi per farlo quindi occhio alle innaffiature.
2) lo tieni ancora dentro? Se si cerca di trovargli un posticino fuori, vedrai come ti ringrazierà!!
Ciao
 

Robmad

Aspirante Giardinauta
Secondo me due sono i problemi principali per questa pianta.
1) il terreno, a vederlo così mi sembra tutto terriccio universale.
A marzo avresti potuto rinvasarlo utilizzando un terriccio più drenante tipo pomice e un pugno di t.u.
Ora è tardi per farlo quindi occhio alle innaffiature.
2) lo tieni ancora dentro? Se si cerca di trovargli un posticino fuori, vedrai come ti ringrazierà!!
Ciao

Ciao Cacino,
1)Confermo é lo stesso terreno di quando l'ho acquistato

2)Lo tengo ancora dentro, vivo al nord medie massime 23° e minime 12° proverò a seguire il tuo consiglio e gli troverò un posto ombreggiato

-A cosa ti riferisci con occhio alle annaffiature?
-Per quanto riguarda la fertilizzazione continuo con cadenze di due volte al mese?

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:

cacino

Aspirante Giardinauta
Bagna solo quando senti che il terreno si sta asciugando e controlla che quando innaffi il terreno assorba bene l'acqua e che questa non scorra rapidamente dalle pareti interne del vaso senza penetrare bene.
Concime liquido non ne uso, però se vedi la pianta in sofferenza lascia stare per un po'.
 

Robmad

Aspirante Giardinauta
Bagna solo quando senti che il terreno si sta asciugando e controlla che quando innaffi il terreno assorba bene l'acqua e che questa non scorra rapidamente dalle pareti interne del vaso senza penetrare bene.
Concime liquido non ne uso, però se vedi la pianta in sofferenza lascia stare per un po'.

Grazie, seguirò i tuoi consigli. Ma non è un controsenso sospendere la concimazione liquida che ho iniziato da due settimane se l'obiettivo era quello appunto di far riprendere la pianta?

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 

cacino

Aspirante Giardinauta
Non è con il concime che si riprende una pianta ma con una giusta coltivazione, esposizione. Poi quando si sarà ripresa si potrà concimare.
 

Amy

Giardinauta Senior
non si concima mai una pianta in sofferenza ... è come dare del caffè a una persona che ha bisogno di dormire.
Il caffè non rigenera le energie ma spinge chi lo beve a utilizzare le energie che ha di riserva per andare avanti.
Inoltre, troppo concime può bruciare le radici.
Qui sul forum consigliano di dimezzare le dosi indicate sul flacone (quando la pianta sta bene)
Aggiungo un altro consiglio del forum: non si concima quando fa troppo caldo ne quando la pianta è nel periodo di riposo (inverno)
Quando la pianta si sarà ripresa interrompi la concimazione a luglio e agosto e nei mesi invernali (quando vedi che smette di crescere e fare foglie nuove).
 

Robmad

Aspirante Giardinauta
Grazie ad entrambi per le preziose informazioni, ho portato fuori la pianta, in un sotto tetto, sarà quasi perennemente in ombra... Speriamo bene e se qualcuno vuole aggiungere qualcosa sono qui

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 
Alto