1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Ficus benjamina e massiccia caduta delle foglie in periodo invernale: fenomeno fisiologico?

Discussione in 'Piante da appartamento e Tropicali' iniziata da michelerossi, 31 Gennaio 2019.

  1. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    Muffa?:eek: Dipende da cosa? Come posso intervenire?
     
  2. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    6.021
    Località:
    Biella
    Ciao,

    la potatura deve essere, oltre che per irrobustire la pianta, anche estetica.
    Taglia via i rami secchi e quelli stantii (troppo fini).
    Poi taglia in modo tale che la pianta abbia un aspetto armonico e ricorda che più poti e più la pianta si infoltisce.

    Se la pianta ha della muffa devi controllare che non ci sia troppa umidità (ambientale o nel vaso). Inoltre puoi dare una spruzzata con un antifungino (tipo verderame). Male non gli farà di certo.

    Ste
     
  3. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    Potatura - Quindi il ramo lo taglio proprio alla base del ramo stesso? Non ne lascio una parte? Quello intendevo.

    Muffa - Sicuramente l'ambulatorio è molto umido: piano terra, palazzo in tufo dell'Ottocento (ho dovuto rivestire le pareti con dei pannelli in cemento isolante Aquapanel®). Temo, tuttavia, che l'eccesso di umidità sia a livello del vaso, visto che i ficus amano l'ambiente umido. Eppure sto innaffiando ogni 12-15 giorni e con pochissimaaaaa acqua. Adesso ho paura che l'eccesso di umidità possa aver causato la perdita delle foglie. E' una paura infondata? Altra domanda: le foglie con quella punteggiatura son poche: devo comunque passarci il verderame? :(
     
  4. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    6.021
    Località:
    Biella
    Ciao,

    il ramo lo puoi tagliare dove vuoi. Il ficus benjamin è una pianta che si presta alle potature, anche alla topiaria. Quindi rimuovi completamente i rami secchi e quelli vuoti (o brutti). Gli altri decidi tu, ad occhio, cercando di dare alla chioma una bella forma (o comunque quella che vuoi tu).

    Il verderame non fa' male alla pianta. anche se servisse per poche foglie è comunque una buona prevenzione contro le malattie fungine

    Per vedere se la terra è zuppa e non si asciuga non puoi fare altro che svasare. In questo modo vedrai lo stato delle radici, della terra ed, in generale, della base della pianta. Senza svasare non puoi sapere se le radici sono marce, se la terra non drena, se ci sono insetti etc.

    Ste

    PS: non si bagna mai poco. Si bagna fino a quando l'acqua non esce dai fori di scolo del vaso, si butta l'acqua in eccesso e non si bagna più fino a quando non serve. Bagnando poco non tutte le radici verranno irrorate uniforme. Avrai radici sempre umide (quelle appena sotto alla superficie) ed altre che non vedono acqua da molto tempo. Anche questo scompenso idrico provoca la caduta delle foglie
     

    Files Allegati:

  5. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    Fuori tema.
    Sai che non conoscevo il termine topinaria?

    In tema.
    1. Allora taglierò i rami secchi completamente, dal punto in cui si diramano dal tronco. Avevo timore che poi non nascessero altri rami. Vedo che quando si pota la parte bassa del tronco la pianta cresce ad alberello e temevo di ritrovarmi con il tronco a metà altezza senza rami.
    2. Sì, hai ragione: ho fatto una grossa sciocchezza a mettere acqua in quantità tale da non farla uscire dalla base del vaso. Temevo marciumi perchè non so se c'è argilla sul fondo del caso e - data la mole delle piante (altezza intorno ai 2 metri) - mi pesava svuotare i sottovasi. D'altronde quello del ristagno nei sottovasi causa problemi solo se le radici arrivano a fondo vaso e non c'è argilla ad un livello superiore a quella del bordo del sottovaso, esatto?
    3. Altro fenomeno strano che vorrei sottoporvi. Guardate queste foglie bicolori (prima foto con e seconda foto senza flash)... spiegazioni? Non è che tutti questi guai alle foglie me li ha combinati l'Oliocin o l'insetticida sistemico che - peraltro - ho usato inutilmente*?

    1.jpeg 2.jpeg

    *per chi non sa perchè dico inutilmente: Cocciniglia o fenomeno fisiologico
     
  6. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    6.021
    Località:
    Biella
    Ciao,

    il termine giusto è ARTE TOPIARIA, ed è la tecnica con la quale si "scolpiscono" le piante e gli arbusti.

    1. Il ficus è comunque un albero ad alto fusto. Il suo portamento naturale non è cespuglioso, ma a fusto. Di conseguenza la pianta, anche sanissima, avrà sempre un fusto spoglio ed una chioma.
    2. Il ristagno nei sottovasi non provoca problemi solo se le radici arrivano in fondo al vaso stesso. Anche se sul fondo del vaso c'è solo terra questa assorbe, come una spugna, l'acqua dal sottovaso e questa terra bagnata finisce per mantenere umido tutto il pane di terra ad eccezione della parte superficiale che asciuga per evaporazione. Di conseguenza sembra che la terra sia asciutta ma, pochi centimetri sotto la superficie, è bagnata. Il problema si accentua poi con i vasi in plastica che non traspirano e, tipicamente, hanno tanti fori per riassorbire l'acqua dal sottovaso.
    In ogni caso, prima o poi, devi svasare per capire cosa c'è dentro al vaso. Nell'occasione rifai tutto. Lava il vaso. Pulisci le radici. Cambia terra. Rifai il drenaggio.
    3. Le foglie bicolor sono comunque malate. La parte scura credo sia "molliccia" o comunque meno turgida della parte verde. Anche quelle stanno "marcendo". Non credo che l'insetticida abbia fatto danni.

    Ste
     
    A michelerossi piace questo elemento.
  7. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    Stefano, grazie ancora. :)
    1.No mi ero chiesto semplicemente se tagliando a zero i rami ad una certa altezza del tronco, a quella stessa altezza poi venissero emessi altri rami.
    2 e 3. Tra un mese - credo sia il periodo adatto - farò quanto mi dici: mi tocca una bella sfacchinata. :unsure:
     
  8. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    6.021
    Località:
    Biella
    Ciao,

    il ficus non è come una draceana oppure una yucca che subito al di sotto del taglio emettono i rami nuovi.
    Il ficus emette rami anche a metà dei rami vecchi.
    La potatura (detta "di ritorno") infatti serve per infoltire la chioma "ritornando" la posizione di inizio fogliatura.

    Ricorda una cosa. Quando poti metti un paio di guanti in lattice e copri il pavimento con dei giornali o una plastica. Dalle ferite (sui rami sani) esce un lattice che, in alcuni casi, può essere leggermente urticante. Inoltre è appiccicaticcio e, se non viene lavato, può macchiare i pavimenti.

    Ste
     
  9. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    Grazie. Sono dermatologo, conosco le fitodermatiti. ;) Tu pensa che nell'antichità il lattice veniva utilizzato, ad esempio, per assottigliare le verruche. :D Inoltre, quando ho erogato l'Oliocin mi sono attrezzato con dei teli in plastica acquistati da Leroy Merlin che normalmente si usano quando si tinteggia casa. :cool:
     
  10. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    6.021
    Località:
    Biella
    Ciao,

    se non li hai buttati quelli vanno benissimo.

    Ste
     
  11. lilith

    lilith Master Florello

    Registrato:
    4 Novembre 2013
    Messaggi:
    12.289
    Località:
    Marina di Carrara
    Ecco, tanto per farvi vedere quante foglie perde il mio ficus.
    Queste in solo 3 giorni 20190213_121501.jpg
     
  12. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    La differenza, però, che le mie foglie son tutte versi, a te molte gialle/secche. E scommetto che se ci metti una foto non è affatto diventato spoglio come il mio.
     
  13. Zenais

    Zenais Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Giugno 2010
    Messaggi:
    1.047
    Località:
    Como
    Il fatto che perda le foglie è normale per ficus tenuti in appartamento che non ricevono molta luce, la pianta fa cadere le foglie perchè semplicemente o è stata spostata da fuori in autunno a dentro e quindi cambio ambientale tardivo... oppure la luce non è diretta o non sufficiente. Ma non è un problema. Comunque è bene potare bene a settembre in modo che la pianta in quel mese riesca a fare nuove foglie ma rimanere abbastanza compatta. In Primavera si riempirà di gemme nuove ma ti consiglio già di potarla per farla irrobustire. Fornire linfa a meno rami è più facile quando c'è meno luce e quindi meno energia. Le piante traggono la loro forza vitale dal sole... senza sole non producono abbastanza energia per essere vigorose, almeno non i ficus.
     
  14. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    Correggimi se sbaglio ad interpretare quanto mi hai scritto.
    Non aspetto metà marzo e già la poto adesso?
    A settembre potarla ogni anno in modo che la pianta riesca, essendo più piccola, a gestirsi meglio inverno col calo di luce e quindi di energie?
     
    A Zenais piace questo elemento.
  15. Zenais

    Zenais Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Giugno 2010
    Messaggi:
    1.047
    Località:
    Como
    Esattamente. se non fosse spogliato potresti non potarlo adesso ma secondo me gli fai risparmiare linfa ed energie se lo poti adesso e a marzo partirà con nuove gemme. Anzi capita che i rami spogli se non potati a volte seccano del tutto perchè la pianta non gli fa andare più linfa. Pota senza timore.
     
  16. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    6.021
    Località:
    Biella
    Ciao,

    come ho già scritto in precedenza la pianta più si pota e meglio sta.
    Si può potare durante tutto l'anno.
    Ad esempio per mantenere le forme strane, i giardinieri potano queste piante appena qualche ramo "scappa".

    Specie nei villaggi turistici in Spagna e Grecia ci sono molti ficus benjamin piantati in piena terra e potati per mantenere delle forme piene e compatte. Questa potatura avviene quasi settimanalmente. Appena un rametto esce dallo schema...zac!

    Ste
     
  17. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    Cari Zenais e Stefano-34666, ero convinto di dover potare a marzo perchè avevo letto che la potatura andava fatta a inizio primavera per dare ancora maggiore spinta alla ripresa vegetativa. Anzi, avevo sgridato mia madre che quando li aveva sul terrazzo di casa e li gestiva lei li potava a settembre. Ma come dice Zenais questo probabilmente può davvero ridurre la caduta delle foglie in inverno in quando la pianta si trova a dover spendere meno energie. Mi fido, come sapete, di voi e entro la prossima settimana provvederò a potare. Mi spiace solo che essendo tutti rami secchi non potrò fare delle talee. :(
     
  18. michelerossi

    michelerossi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    166
    Località:
    Napoli
    Amici del forum, in vista dell'imminente potatura, voglio rivolgervi un'altra domanda.

    Taglio maldrestro.jpeg

    Questo che vedete in foto è l'apice di uno dei tronchi principali. A tagliarlo in questo modo barbaro è stata mia madre, già tristemente nota qui sul forum per le sue capacità di potatura (per i più curiosi: Identificazione pianta). :sgrunt: Con quest'apice così, la pianta non crescerà in altezza, vero? :unsure: C'è qualcosa che posso fare o lo lascio così? Lei è, per la cronaca, anche fiera di quanto fatto: :cautious: "operai in questo modo affinchè non crescesse oltre l'altezza già raggiunta (2 metri,ndr): è così che la pianta si infoltisce!". o_O
     

Condividi questa Pagina