1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Fico d'India

Discussione in 'Piante grasse' iniziata da lorenzo.2l, 16 Aprile 2018.

  1. lorenzo.2l

    lorenzo.2l Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Aprile 2017
    Messaggi:
    32
    Località:
    Trento
    Ciao a todos! :)
    Ho appena acquistato un Fico d'India che desideravo da tempo!

    Il vaso mi sembra troppo piccolo, va bene rinvasarli in uno grande il doppio? Oppure mi conviene tenerli in due vasi separati?
    Inoltre quanto tempo conviene aspettare per metterli a dimora nel giardino?
    (Preannuncio che ahimè abbiamo avuto - in Abruzzo, a 20 minuti dalla costa - due inverni veramente molto rigidi e hanno fatto soffrire tantissime piante)

    Volevo chiedervi per finire due curiosità, se è sia più o meno facile reperirlo nei vivai? Io personalmente era la prima volta che lo vedevo.
    E...in che zone d'Italia se ne trovano in abbondanza (in natura intendo)? Immagino la Sicilia, ma vi dirò, sono stato spesso a Viterbo e anche lì ne ho visti in abbondanza tanto che ironicamente c'era un sentiero chiamato "Viale della Fica d'India" ahahah

    Grazie a tutti, un saluto e buona giornata!
     

    Files Allegati:

  2. reginaldo

    reginaldo Florello Senior

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    7.801
    Località:
    Bologna
    Temo fortemente che sia una pala tagliata dalla pianta madre in quanto difficilmente prima fiorisce poi fruttifica se non in vasi molto capienti, quindi: controllo se ha già emesso radici, dubito, poi cercare di farla radicare in materiale molto sabbioso meglio se in pomice usando un vaso con diametro maggiore di almeno 2 cm più grande del maggior diametro della pianta e controllare continuamente la pianta e sperare che i getti che si vedono sulla pianta si sviluppano. Operare alla luce, ma non a sole diretto, aspettare che la pianta cresca prima trattarla come adulta ivi compreso le innafiature. Personalmente visto che le pale sono molto grandi userei due vasi.
    Alle nostre latitudine è necessario dare un ricovero in invernale anche se per brevi periodi resistono bene sotto zero. Non crescono velocemente.
     
  3. keven17

    keven17 Giardinauta Senior

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Capo d'Orlando (ME)
    Ciao, non è il classico fico d'India (Opuntia ficus-indica) ma un Opuntia humifusa, molto piú resistente a freddo e intemperie rispetto all'altra specie. Se ricordo bene può reggere fino a -20/-30 anche per periodi prolungati se completamente asciutto. Da me è abbastanza diffuso, soprattutto vicino al mare in quanto resiste meglio di altre Opuntia alla salsedine ma si può incontrare anche oltre i 1200 m sulle rocce vulcaniche dell'Etna, so che è anche diffuso nel nord Italia, mi pare c'è ne siano molti nei dintorni di Bolzano. Io li metterei in due vasi distinti con lapillo vulcanico puro o con un 20% di torba e terra da giardino per aumentare un po' la velocità di crescita.
    Dove abiti?

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
     
  4. Icchy92

    Icchy92 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    2.302
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Keven quale differenza c'è tra il fico d'india originale e quest'altra specie?
     
  5. keven17

    keven17 Giardinauta Senior

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Capo d'Orlando (ME)
    L'Opuntia ficus-indica è molto più grande, fino a 3/4 metri di altezza, l'Opuntia humifusa non sono sicuro raggiunga il metro... In alcuni casi si limita a strisciare.
    L'humifusa presenta cladodi molto più piccoli del ficus-indica, grandi la metà o anche meno. I frutti del ficus-indica sono grandi, il colore varia dal verde-giallo al rosso acceso e presentano delle spine, quelli dell'humifusa sono viola, grandi la metà, non hanno spine e non sono commestibili (non ne sono certo, ma nessuno qui li mangia, aggiungo che macchiano più dei gelsi neri).

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
     
  6. lorenzo.2l

    lorenzo.2l Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Aprile 2017
    Messaggi:
    32
    Località:
    Trento
    Opuntia Humifusa? Mi è crollato un mondo :eek: speravo in un'Opuntia Ficus-Indica, mannaggia, maledetti vivai che non mettono i nomi delle piante che vendono...

    Per fortuna invece le radici c'erano!

    [​IMG]

    Ora li ho divisi come mi avete consigliato in due vasi molto più grandi di quelli in cui erano con terriccio con sabbia e granulato di lava.

    [​IMG]

    Abito in Trentino, dove attualmente ho le due piantine sul balcone, ma ho una casa in Abruzzo con grande giardino, dove ho intenzione di metterle a dimora quando sarà il momento.

    Ecco, a tal riguardo? Quale stagione è migliore per metterle a dimora? E quanto tempo devo aspettare, un annetto?

    Come si fa a riconoscere la differenza tra le due specie?
     
  7. keven17

    keven17 Giardinauta Senior

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Capo d'Orlando (ME)
    Qui ho scritto le differenze tra le due specie.

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
     
  8. Icchy92

    Icchy92 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    2.302
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Io anni fa ho raccolto una pianta in liguria ma ora mi sorge il dubbio che sia un'humifusa, non è strisciante ma i frutti sono simili a quelli. Poi aprirò una discussione nella sezione riconoscimento :confused:
     
  9. keven17

    keven17 Giardinauta Senior

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Capo d'Orlando (ME)
    Non è per forza strisciante, ho detto che a volte si comporta così: quando cresce sulle pietre e molto esposto al vento. Altrimenti cresce come i fichi d'India comuni solo che rimane molto più piccolo.

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
     
  10. lorenzo.2l

    lorenzo.2l Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Aprile 2017
    Messaggi:
    32
    Località:
    Trento
    Certo, ho letto, però la piantina è ancora piccola, praticamente è solo una pala, mi chiedevo appunto come l'avesse distinta dal classico Fico d'India.


    Comunque qualche giorno fa sono stato nuovamente al vivavio dove ho acquistato questa pianta e allora per curiosità ho chiesto a loro se sapessero dirmi che specie fosse, una delle tipe che vedo sempre lì non sapeva neanche che ci fossero più specie di fichi d'india, alla mia domanda "Che specie di fico d'india è questa?" la risposta è stata ripetutamente "E' un fico d'india". Poi ha chiesto al tipo che se ne occupa ed anche lui si è limitato a dire che è un fico d'india, anche quando gli ho fatto notare che ci sono delle notevoli differenze tra le due specie la risposta è stata "Ok, ma è comunque un fico d'india". Bha...che tristezza. Fatto sta che sono uscito da quel vivaio senza avere una risposta.

    Comunque, le pallette presenti stanno crescendo fortunatamente, invece quella che non le presentava è rimasta così com'è :)
     
    A Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  11. keven17

    keven17 Giardinauta Senior

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Capo d'Orlando (ME)
    È adulta come pianta, presenta già cladodi adulti e frutti, leggi le differenze tra la dimensione delle pale e le caratteristiche dei frutti e capisci di che specie si tratta. Anzi te le riscrivo qui= Ficus-indica: pale grandi il doppio e frutti dal giallo-verde al rosso dotati di spine. Humifusa: frutti viola/purpurei di piccole dimensioni e senza spine.
    Se ho tempo oggi faccio una foto ad una pala di humifusa sopra una di ficus-indica e invio la foto.

    Quasi tutti i vivaisti sono ignoranti anche perché la maggior parte dei clienti si accontenta di sapere il nome generale e qualcosa sulla coltivazione.

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
     
    A _Orchidea_Rara_ e Stefano Sangiorgio piace questo messaggio.
  12. lorenzo.2l

    lorenzo.2l Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Aprile 2017
    Messaggi:
    32
    Località:
    Trento
    Perfetto! Tutto più chiaro.
    La foto sarebbe apprezzatissima!
     
  13. keven17

    keven17 Giardinauta Senior

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Capo d'Orlando (ME)
    Eccole:
    [​IMG]
    Entrambe pale dell'estate scorsa.

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
     
  14. lorenzo.2l

    lorenzo.2l Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Aprile 2017
    Messaggi:
    32
    Località:
    Trento
    Wow, non avrei mai pensato ci fosse una così abissale differenza, ma quanti cm sono all'incirca?
     
  15. keven17

    keven17 Giardinauta Senior

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Capo d'Orlando (ME)
    La pala dell'Humifusa è lunga +o- 10/15cm.

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
     
  16. lorenzo.2l

    lorenzo.2l Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Aprile 2017
    Messaggi:
    32
    Località:
    Trento
    Tutto chiarissimo ora. Grazie mille :)
    Magari vi terrò aggiornati ogni tanto sul loro sviluppo!
     
  17. lorenzo.2l

    lorenzo.2l Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Aprile 2017
    Messaggi:
    32
    Località:
    Trento
    A distanza di quindici giorni dall'acquisto le pale che c'erano sono cresciute molto.
    Invece l'altra è rimasta tale e quale.

    [​IMG]
     
    A njnye piace questo elemento.
  18. keven17

    keven17 Giardinauta Senior

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Capo d'Orlando (ME)
    Bene bene, tienile al sole altrimenti filano.

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
     
  19. Stefano De C.

    Stefano De C. Florello Senior

    Registrato:
    22 Dicembre 2011
    Messaggi:
    8.292
    Località:
    Roma
    Le Opuntie sono tra le cactacee più resistenti ai forti geli (non le uniche comunque), la humifusa e la engelmannii si sono addirittura in alcuni casi naturalizzate anche nel Centro Europa, (dato che vogliono un po' più acqua rispetto ad altre cactacee) sono originarie del Canada
     
  20. lorenzo.2l

    lorenzo.2l Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Aprile 2017
    Messaggi:
    32
    Località:
    Trento
    Ciao di nuovo! Volevo aggiornarvi anche sulle mie due Humifusa che oramai sono diventate due signore.
    Quando mi consigliate di metterle a dimora? E per metterle a dimora, devo seguire qualche accortezza particolare?
    Grazie!

    [​IMG]

    [​IMG]
     

Condividi questa Pagina