1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Esperienza di semina di Jacaranda mimosifolia

Discussione in 'La semina' iniziata da Lord Garland, 6 Giugno 2013.

  1. RobertoB

    RobertoB Giardinauta

    Registrato:
    21 Febbraio 2019
    Messaggi:
    606
    Località:
    Vestignè
    Età reale e apparente?

    La mia jacaranda sopravvissuta (la storpia) che come già avevo detto da quando era stata danneggiata dalla grandine, è stata seppur in salute praticamente ferma fino ad ora.
    osservandola meglio avevo notato come l'infausto chiccho avesse danneggiato l'apice.
    Oggi mi sono fermato a guardarla con attenzione e ho notato che ha già usato questo tempo per sviluppare una minuscola gemma ascellare.
    È decisamente più tosta di sua sorella.
     
    A META, danielep e monikk64 piace questo elemento.
  2. monikk64

    monikk64 Apprendista Florello

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    4.176
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    Questa è l'altra faccia della medaglia: da un lato le morti quasi inspiegabili o inevitabili nonostante mille cure di alcune piante e dall'altro la tenace, irriducibile volontà di vivere di altre, su cui non avresti scommesso un euro.....
    Così è stabilito e basta.
    Non resta che prenderne atto.
    :V
     
    A META, danielep e RobertoB piace questo elemento.
  3. danielep

    danielep Giardinauta Senior

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    1.591
    Località:
    san donà di piave
    Così parlò il Platone di Borgo san Dalmazzo:ROFLMAO::ROFLMAO::ROFLMAO:
    Oddio, come per tutte le cose (anche la salute personale :smoke::smoke::smoke:) una mano possiamo darla per predisporle al meglio.
    Poi ci pensa il Fato (o altri Enti, secondo la fede personale);)
     
    A monikk64 e RobertoB piace questo messaggio.
  4. RobertoB

    RobertoB Giardinauta

    Registrato:
    21 Febbraio 2019
    Messaggi:
    606
    Località:
    Vestignè
    Si certamente è vero che bisogna predisporre le condizioni giuste altrimenti non c'è da stupirsi dei fallimenti.
    È però anche vero che le due piante erano nate insieme, rinvasate insieme nello stesso terreno in vasi simili, poste a una spanna l'una dall'altra.
    Una viene grandinata e muore l'altra :LOL:

    A sto punto contro i funghi radicali (ho eseguito l'autopsia che ha confermato l'ipotesi) consiglio un leggero trattamento a base di grandine:ROFLMAO:

    A parte tutto, premesso che non mi piaciono i trattamenti preventivi sono contento di aver trattato la superstite non appena l'altra ha iniziato a deperire. Non ne avrò mai la certezza ma sono convinto che sia servito
     
    A monikk64 e danielep piace questo messaggio.
  5. monikk64

    monikk64 Apprendista Florello

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    4.176
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    :)non era mia intenzione fare la filosofa, non sono qualificata per_ :)però (le cure e prevenzioni le davo per scontate) anche per gli animali è vero: quanti randagi sopravvivono a condizioni di vita inimmaginabili e i nostri domestici, curati e "medicalizzati" se ne vanno senza che possiamo porre rimedio...
    Anche senza scomodare gli Enti ma solo la genetica... noi proponiamo e gli altri dispongono.... (ma un briciolino gli Enti c'entrano comunque..:):V)
    :D
     
    A danielep e Waves piace questo messaggio.
  6. RobertoB

    RobertoB Giardinauta

    Registrato:
    21 Febbraio 2019
    Messaggi:
    606
    Località:
    Vestignè
    Ah le variabili di un essere vivente sono moltissime e molte sono così sottili da sfuggirci.
    In ogni caso anche a volerle considerare tutte c'è uno scarto tra la nostra coscienza e la realtà.
    Indipendente da come uno lo voglia considerare o entificare ci sarà sempre, e continuerà sempre a produrre effetti che ci sfuggono.
    Ma proprio perché al di fuori della coscienza è inutile ragionare su qualcosa di cui siamo inconsapevoli finché non ne diverremo consapevoli.
     
    A danielep, Waves e monikk64 piace questo elemento.
  7. monikk64

    monikk64 Apprendista Florello

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    4.176
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    Quindi si torna al "non resta che prenderne atto" :)
     
    A RobertoB piace questo elemento.
  8. RobertoB

    RobertoB Giardinauta

    Registrato:
    21 Febbraio 2019
    Messaggi:
    606
    Località:
    Vestignè
    Razionalmente si. Emotivamente......
     
  9. monikk64

    monikk64 Apprendista Florello

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    4.176
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    ... è tutt'un'altra storia!...
     
    A RobertoB piace questo elemento.
  10. danielep

    danielep Giardinauta Senior

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    1.591
    Località:
    san donà di piave
    Ne prendo atto:su:
     
    A monikk64 e RobertoB piace questo messaggio.
  11. META

    META Giardinauta Senior

    Registrato:
    26 Febbraio 2016
    Messaggi:
    1.814
    Località:
    arsiero
    Stasera mi son preso la briga (in realtà son cotto!) Di leggermi un po'di arretrati.
    Senza dilungarmi posto la mia, felicemente posta in compagnia di ortaggi e di un brachy. Entrambe, senza volerlo, stanno diventando bonsai. Le tengo in vasetto perché mi diverto a seminare ma poi... Non ho terreno per dimorarle . Le gemelle, grandi tre volte, sono state regalate.
    Giusto perché non ho terreno per queste ho appena seminato sequoie giganti, abeti, ecc.... Tanti poi Daniele saprà dare istruzioni!
    Foto fatte di fretta.[​IMG][​IMG][​IMG][​IMG]

    Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
     
  12. monikk64

    monikk64 Apprendista Florello

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    4.176
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    :LOL: :LOL: :LOL:
    Sequoie giganti, abeti.... per chi non ha spazio sono la scelta certamente più azzeccata!!!!!

    Bellissime tutte, bellissima giungla, lì da te..... Complimenti!!!!
     
    A Stefano Sangiorgio, danielep e META piace questo elemento.
  13. danielep

    danielep Giardinauta Senior

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    1.591
    Località:
    san donà di piave
    Stanno veramente bene, dev'essere la compagnia tra piante.
    Noto la costante dei tuoi vasi, la corteccia di pino per acidificare e mantenere l'umidità:):su:
    Appena hai tempo raccontaci delle tue semine, ho già qualche esperienza di sequoie, abeti e pini;)
    L'importante è muoversi bene all'inizio, ma, a giudicare da questi e precedenti risultati, ci sai fare:V:V:V

    E' vero, ma @META , in pectore, è già un bonsaista, sta solo aspettando di avere materiale, per varcare la linea fatale :LOL:
     
    A META, Stefano Sangiorgio e monikk64 piace questo elemento.
  14. META

    META Giardinauta Senior

    Registrato:
    26 Febbraio 2016
    Messaggi:
    1.814
    Località:
    arsiero
    eh già, prima o poi mi cimento a dovere con più essenze...e so a chi poi rivolgermi per gli opportuni consigli!

    Per la corteccia si. Siccome non credevo all'acqua calda allora ho voluto inventarla io .
    Dopo anni di esperimenti senza e con, su vasi e aiuole, confermo senza dubbio che:
    -eccellente effetto trattenimento umidità nel terreno per ottima limitazione irraggiamento diretto
    -cessione molto lenta sostanza organica per poi diventarlo integralmente
    -buona regolazione eccesso umidità
    -mantenimento superficie soffice del terreno e quindi buona penetrazione acqua ed aria
    -buon"alloggio" per la micro fauna utile
    -effetto pacciame contro infestanti
    -festa per le radici
    -graziosa estetica
    -ecc solo di positivo
    Insomma consiglio vivamente.

    Inoltre ho riscontrato ciò che si sostiene da sempre. La biodiversità incentiva la crescita e la salute delle piante, sia per mutua protezione, sia per creazione microclima e microambiente non omogeneo, sia per comunicazione delle piante.
    Per quest'ultima negli ultimi anni ricerche che ho letto (mi pare su Le Scienze ma non ne sono sicuro) hanno dimostrato azioni elettrochimiche tra piante di specie diverse a testimonianza di una sorta di comunicazione a noi ancora estranea ma i cui effetti sono visibili.
    Con il mio lavoro ho avuto prove di sinergie tra gli organismi che a tutt'oggi non si sa spiegare.
    Tenendo piante in vaso separate e poi in compagnia era apprezzabile il miglioranto di vigore.
    Da non sottovalutare l'effetto delle cure umane.
    Ho detto tutto ciò che voi già sapete ma mi entusiasma parlarne.

    Per le semine non mancherò.
    Metà semi posti a dimora l'altra in stratificazione, anche se sono in ritardo. Proviamo!






    Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
     
    A Fedecolmenares, monikk64 e Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  15. RobertoB

    RobertoB Giardinauta

    Registrato:
    21 Febbraio 2019
    Messaggi:
    606
    Località:
    Vestignè
    @META occhio al seccume basale, è una malattia che falcidia le giovani piante di sequoia e taxodiacee in genere. Vai deciso di anticrittogamici
     
    A META piace questo elemento.
  16. META

    META Giardinauta Senior

    Registrato:
    26 Febbraio 2016
    Messaggi:
    1.814
    Località:
    arsiero
    Grazie del consiglio, spero vivamente presto di avere qualcosa su cui trattare

    Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
     
    A monikk64 e RobertoB piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina