1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Cultivar di Salvia resistenti all'oidio

Discussione in 'Spontanee, aromatiche e officinali' iniziata da echinopsis, 19 Febbraio 2018.

  1. echinopsis

    echinopsis Giardinauta Senior

    Registrato:
    31 Gennaio 2015
    Messaggi:
    1.052
    Località:
    prov. di Vicenza
    Visto che da anni, nonostante tutti i miei tentativi e le soluzioni adottate, a casa mia le piante di Salvia officinalis fanno veramente pena, in particolar modo a causa dell'oidio, sapete dirmi se esistono per caso delle Cultivar più resistenti e più adatte alle condizioni di umidità, tipiche delle mie parti?
    Grazie
     
  2. Icchy92

    Icchy92 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    2.222
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Ma dove le tieni? In casa o all'aperto?
     
  3. echinopsis

    echinopsis Giardinauta Senior

    Registrato:
    31 Gennaio 2015
    Messaggi:
    1.052
    Località:
    prov. di Vicenza
    Sono all' aperto, sia nel giardino che sul terrazzo.
     
  4. Icchy92

    Icchy92 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    2.222
    Località:
    Sesto san Giovanni
    E tutte quante prendono l'oidio? Ma in modo grave? Perché in certi periodi un po' si forma sempre ma (almeno a me) non ha mai causato problemi. Sicuramente conta moltissimo l'esposizione, più sono al sole e meglio è.
     
  5. echinopsis

    echinopsis Giardinauta Senior

    Registrato:
    31 Gennaio 2015
    Messaggi:
    1.052
    Località:
    prov. di Vicenza
    Si, sono da anni che nell' orto ormai ci ho rinunciato a causa dell'esposizione. Allora ho messo 2 piante nuove in un bel vaso grande rettangolare sul terrazzo, con esposizione SW.
    Ma anche lì è stato un disastro, tanto che sono stato costretto a dare il fungicida per l' odio e a tagliare a zero.
    E una delle due piante è morta.
     
  6. Icchy92

    Icchy92 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    2.222
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Molto strano, vediamo se qualcuno ha altri consigli, magari abitando anche nella stessa zona.
     
  7. echinopsis

    echinopsis Giardinauta Senior

    Registrato:
    31 Gennaio 2015
    Messaggi:
    1.052
    Località:
    prov. di Vicenza
    Veramente la salvia è una delle mie disperazioni.
    E pensare che fino a 20 anni crescevano benissimo nel mio orto... Mah
     
  8. Tino

    Tino Guru Giardinauta

    Registrato:
    26 Dicembre 2015
    Messaggi:
    3.159
    Località:
    Calabria
    Località:
    Calabria
    Stesso problema anche io..l’unica che non mi da problemi è la salvia greggii microphylla..le altre..NO COMMENT!


    T
     
  9. META

    META Giardinauta Senior

    Registrato:
    26 Febbraio 2016
    Messaggi:
    1.420
    Località:
    arsiero
    Purtroppo l'oidio é uno di quei funghi la cui presenza la si deve dare quasi sempre scontata nel terreno anche perché non sempre dipende da noi ma magari dai vicini. Non ho ricercato se vi sono tipi resistenti tuttavia sono le solite regole che mi pare adotti. Detto ciò se l'attacco è pesante a parte eliminare il non salvabile l'unica è far più trattamenti con zolfo con relative limitazioni per uccidere il fungo e quindi verde rame come ostacolo e prevenzione. Ovviamente ciò comporta il non usare l'automatica per del tempo ma dovrebbe permettere una riduzione significativa e quindi una futura migliore gestione. Il trattamento va fatto anche al terreno vicino superficialmente più volte.
    Non credo riuscirai ad eliminare il problema, la vera soluzione sarebbe terreno sterilizzato e piante sane, ma anche così in breve a seconda delle condizioni di impianto ricompare.
    Vista la stagione riassumendo ti consiglio: potatura a zero. Aspirazione primissimo strato terreno (anche se le spore saranno comunque presenti sotto).Trattamento con verderame subito dopo compreso terreno. Alla crescita dei nuovi rami quando raggiungeranno diciamo dieci centimetri nuovo trattamento verde rame (attenzione ai tempi tra i trattamenti). Successivo trattamento al bisogno. Questo vale anche per le piante vicine. Lo zolfo purtroppo con queste temperature non ha efficacia. Quanto sopra per usare metodi classici che per aromatiche li ritengo i meno dannosi.
    Ovviamente tenere potato nel tempo per permettere ottima areazione nonché acqua solo ad esterno bisogno (che tra l'altro ti permette di concentrare gli oli essenziali).
    Per ora mi viene in mente questo.

    Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
     
    A echinopsis e Tino piace questo messaggio.
  10. Tino

    Tino Guru Giardinauta

    Registrato:
    26 Dicembre 2015
    Messaggi:
    3.159
    Località:
    Calabria
    Località:
    Calabria
    Grazie Meta!!!


    T
     
    A META piace questo elemento.

Condividi questa Pagina