• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Consigli Agrostide Penncross

Maxve

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti, sono nuovo del forum anche se vi leggo da settembre dello scorso anno da quando ho deciso di sistemare il giardino e di regalarmi un prato decente.
Ho seminato lo scorso autunno Agrostide Penncros nella dose di circa 4gr/mq.
Prima della semina ho corretto il terreno decisamente argilloso con circa 2,5 m3 di sabbia di fiume su circa 90 mq di superficie.
Ho utilizzato un fertilizzante starter dopo la semina.
Ho passato l'inverno a leggervi e rileggervi per imparare e comprendere lo spoon feeding 2.0 e MLSN.
Così recuperato tutto il necessario ho iniziato questa primavera a fertilizzare settimanalmente tramite Soon Feeding con Nitrato di Potassio e Urea con un dosaggio di 0,8 g di N e 0,4 di K alla settimana per 4 applicazioni. Per il P ho utilizzato uno starter per raggiungere 0,8 g di P e sottratto N dato dal calcolo settimanale.
Taglio un giorno si e uno no con un elicoidale Al-ko 2.8 settata al suo minimo ossia 14mm (sto vedendo di farmi tornire dei rulli di diametro inferiore per provare ad abbassare il taglio a 12mm)
Ho praticato un Top dressing con 300kg di sabbia più che altro per iniziare a livellare le imperfezioni del terreno.
Il risultato, anche se non ottimale, mi soddisfa abbastanza....

giardino100419.jpg


Vi chiedo dei consigli sul come regolarmi con la concimazione. Anche per la Penncross giovane si può puntare ai famosi 10g N anno ? Oppure devo tenere un programma un po' più spinto per il primo anno e scendere al prossimo ?

Vi ringrazio per ogni prezioso consiglio che vorrete darmi.

Un saluto

Massimo
-VE-
 

Phil

Esperto Sez. Prato
Ciao e benvenuto!
Un altro agrostidiano si è aggiunto alla clinica pare..
Niente male il punto di partenza e le potenzialità del sito.
Procedimento sembra corretto.
Hai presente quindi la percentuale di sabbia presente nei primi 10 cm di top soil?
Quest'anno potrai spingere un po' di più con l'N, anche per la cultivar datata che hai seminato e per aiutarla a chiudere per bene e sviluppare un buon apparato stolonifero.
Unico accorgimento che ti darei è quello di pensare a modificare le bordure andando a filo terreno per non lasciare l'erba più alta e irrigolare lungo i bordi.

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
 

Maxve

Aspirante Giardinauta
Ciao Phil,
mi fa piacere che mi abbia risposto tu, la convinzione di provare con l'agrostide mi è venuta proprio leggendo il tuo primo post. :)
La percentuale di sabbia è più o meno del 60-65%, non è ottimale ma confido di migliorarla nel tempo con delle carotature e relativo top dressing. ( mi sono già costruito la carotatrice ad olio di gomito)
Come riferimento per la concimazione ho modificato il file xls che ho trovato nelle discussioni sull'MLSN cambianto il valore di N teorico di 2,5 con 4. Può andare o è troppo elevato ?
Per il Potassio pensavo di continuare con il Nitrato di Potassio fino a fine Aprile per poi passare al Solfato Potassico Magnesiaco. Può andare come programma?
Un ultima domanda: per i valori mi appoggio alla stazione arpav di Mira ma non ho capito se la temperatura che devo inserire è quella del suolo a 0 cm / -10 cm o quella dell'aria.

Ti ringrazio

Massimo
-VE-
 

Jack1978

Apprendista Florello
Ciao @Maxve piacere di conoscerti sono molto contento di trovare un appassionato di Agrostide da quello che leggo già sei entrato nel “tunnel clinico” scherzo chiaramente...... hai le idee chiare di come gestire la situazione , per quanto riguarda l’inserimento della temperatura nel file devi usare quella media giornaliera , per il resto siamo qui ti saluto a presto.
 

Maxve

Aspirante Giardinauta
Ciao @Jack1978 intanto ti faccio i complimenti per la tua avventura con la Pen A-4 seguo il tuo post con molto interesse convinto che mi darà un sacco di dritte. ;)

Si ti confermo che, come si dice dalle mie parti, mi sono "intortato" parecchio :).

I valori che da il sito dell'arpav sono tutti valori medi giornalieri ma non mi è chiaro se è più adatta la rilevazione al suolo o dell'aria.
http://www.arpa.veneto.it/bollettini/meteo60gg/Staz_167.htm


Sto realizzando la centralina per il mio impianto di irrigazione, ho previsto la rilevazione dell'umidità del terreno incrociata con le previsioni del tempo per stabilire se irrigare o meno.

Pensavo di inserire 2 soglie di intervento:
la prima più alta che in caso di previsione di pioggia entro le 24h non attiva l'irrigazione mentre se è previsto il bel tempo fa partire il ciclo
la seconda più bassa che attiva un ciclo ridotto in caso di previsione di pioggia.
Il mio dubbio è su che percentuale di umidità devo impostare le due soglie di intervento ?
Due punti di rilevamento possono bastare ?

Un saluto

Massimo
-VE-
 

Jack1978

Apprendista Florello
Nel file del GP inserisci la temperatura media giornaliera e poi la radiazione solare , per quanto riguarda l’impianto di irrigazione non saprei cosa consigliarti...... io sinceramente ho rifatto tutto e cercato di semplificare il più possibile : collettore esterno al T.E. programmatore semplice , posizionamento irrigatori per una buona copertura della superficie , divisione zone in base alle Cultivar ecc ecc , fornisco acqua al prato quando necessità non programmo più il giorno di irrigazione la durata per elettrovalvola si è impostata in base alla zona , la tua idea di realizzare una centralina con delle sonde di umidità è data dalla tua assenza per qualche giorno oppure per altro ? Ormai ho capito che per gestire una Bent si sta in campo giornalmente almeno è quello che faccio e che ho sempre fatto anche nell’esperienza passata gestendo un’altra tipologia di microterma , comunque nel Forum c’è anche una sezione che tratta impianti di irrigazione ecc ecc ci sono bravissimi ragazzi...... ciao.
Ciao @Jack1978 intanto ti faccio i complimenti per la tua avventura con la Pen A-4 seguo il tuo post con molto interesse convinto che mi darà un sacco di dritte. ;)

Si ti confermo che, come si dice dalle mie parti, mi sono "intortato" parecchio :).

I valori che da il sito dell'arpav sono tutti valori medi giornalieri ma non mi è chiaro se è più adatta la rilevazione al suolo o dell'aria.
http://www.arpa.veneto.it/bollettini/meteo60gg/Staz_167.htm


Sto realizzando la centralina per il mio impianto di irrigazione, ho previsto la rilevazione dell'umidità del terreno incrociata con le previsioni del tempo per stabilire se irrigare o meno.

Pensavo di inserire 2 soglie di intervento:
la prima più alta che in caso di previsione di pioggia entro le 24h non attiva l'irrigazione mentre se è previsto il bel tempo fa partire il ciclo
la seconda più bassa che attiva un ciclo ridotto in caso di previsione di pioggia.
Il mio dubbio è su che percentuale di umidità devo impostare le due soglie di intervento ?
Due punti di rilevamento possono bastare ?

Un saluto

Massimo
-VE-
 

Maxve

Aspirante Giardinauta
Non ho esigenze particolari, mi piace combinare le mie passioni, una di queste è l'elettronica/informatica/domotica. Mi piace sperimentare e ho intenzione di collegare il mio impianto di sub-irrigazione al mio sistema domotico.
Ho letto su un altro post di una soglia del 8% per irrigare partirò da quella. Poi vedrò come si comporta il T.E. di giorno in giorno.
Buona giornata.

Massimo
-VE-
 

Maxve

Aspirante Giardinauta
Nessuno che può dirmi se impostare N a 4 invece che a 2,5 sul file per MLNS può andare per la Penncross?
Dopo il primo sprint adesso vorrei seguire fedelmente il programma ma non sono sicuro di averlo impostato correttamente.

Grazie
Massimo
-VE-
 

Phil

Esperto Sez. Prato
Può andar bene sì. Dal prossimo anno andrai a correggerlo verso il basso.

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
 
Alto