• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Come seminare gli Aceri

acerpaul

Aspirante Giardinauta
Stai sereno, è molto più facile di quanto tu pensi.
Se vuoi fare come fa madre natura....attendi almeno metà novembre, li interri un pochetto in torba e sabbia, li piazzi in giardino, al freddo, al gelo e all'acqua (pacciamatura con foglioline secche di acero? sarebbe bello se puoi) e bagni al bisogno, ovvero quando vedi/senti che è secco.
Poi pazienza...fino a fine marzo / inizio aprile...poi ti diverti!

Ps. Ovviamente se codesti semi cinesi non sono una fregatura...Provaci, ma dai retta a me...fatti un giro in cerca di acerino giapponese e preleva :D
 

acerpaul

Aspirante Giardinauta
Che bello " codesta trafila" :);). E chi lo usa più il "codesto"? Non so neanche se lo insegnano più a scuola, ci vuole un toscano "verace" per usarlo:su::su::su:
Io la trafila la suggerisco principalmente per i semi di cui entri in possesso tardivamente e per un certo gusto di sperimentazione.
Per quelli che raccolgo personalmente provvedo secondo di tempi di Mamma Natura . Ad esempio ho dei semi di larice e quelli di un acero (che sottopongo al tuo riconoscimento in altro post) in ammollo per essere seminati domani.
Sulla raccolta in proprio, che è anche un invito ad osservare la natura ed i suoi ritmi, sfondi porte aperte:)
Gli è (passami questo "toscanismo") che molti si fanno abbagliare dalle proposte su Internet di favolose piante dalle foglie blu o dai fiori meravigliosi, salvo rendersi conto che (se nascono) si tratta di specie molto comuni o che devono aspettare dieci anni per vedere un fiore.:(

Capisco perfettamente la tua "trafila" @danielep ;) e soprattutto il tuo/nostro gusto di sperimentare!
Se posso ti darò mano per il riconoscimento del seme!
 

Ceci maurizio

Aspirante Giardinauta
Ieri sono andato un po’ in giro e ho trovato un bel po di aceri,qualcuno anche molto grande ,ma neanche uno aveva i semi.......non è in autunno il periodo di raccoglierli?
 

acerpaul

Aspirante Giardinauta
Certo che si.
Molto strano...:confused: solitamente fino a maturità non si vedono i semi (4-5 anni), ma mi pare di capire che tu hai osservato piante grandi.
Hai guardato per terra?
 

gtsolid

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti. Riprendo il discorso dopo che, dopo 1 anno, mi è stato regalato un acero in vasetto. e alto circa 30 cm.
Non so se questa è la sezione adatta, vorrei farlo diventare bonsai. Come procedo?
Lo tengo dentro/fuori? come lo innaffio e come lo curo?
 

Rosanna79

Aspirante Giardinauta
Questo tread darà una mano a tutti coloro che vogliono cimentarsi nella semina di una qualsiasi specie di acero.
Per poter germinare il seme ha bisogno di un periodo di stratificazione, ovvero di un periodo di freddo. La stratificazione del seme avviene naturalmente con l'inverno, ma si può anche forzare artificialmente con l'ausilio del frigorifero. Quest'ultimo procedimento viene definito stratificazione artificiale, e risulta senza dubbio molto più vantaggioso e veloce, visto che la temperatura del frigorifero è sempre costante a 3-4°. Questo processo deve durare almeno un mese, generalmente io stratifico per 45-50 giorni, che a temperatura costante di 4° è sufficiente. Bisogna ricordarsi che il seme ha bisogno di umidità costante, per cui si possono scegliere diverse strade per dare al seme l'umidità necessaria. Io li metto all'interno di una garza, poi all'interno di una scatola qualsiasi e infine umidifico bene il tutto e copro la scatola con la pellicola, in modo da mantenere meglio l'umidità (il frigorifero è un ambiente secco, per cui se non si copre con la pellicola l'umidità non si creerebbe e i semi si disidraterebbero, interrompendo così i processi di germinazione). Una volta passato il periodo di stratificazione, io metto a bagno i semi in acqua tiepida per 24h all'interno di una termos (per completare l'assorbimento di acqua e indebolire ulteriormente il tegumento esterno per facilitare l'uscita della radichetta) e il giorno dopo semino. Io preferisco far germinare i semi su materiale inerte (cotone, scottex, ecc..) sempre umido, perchè noto una % di germinazione maggiore e, soprattutto, si evitano marciumi e si possono controllare meglio temperatura e umidità (per gli aceri bastano 20° e un'umidità leggermente superiore al 60-65%). Dopo qualche settimana i semi radicheranno e a quel punto si potrà portarli in vaso, e dopo qualche giorno si vedranno spuntare le piantine.
Nelle foto che ho fatto non si vede la pellicola perchè l'ho tolta (la condensa non permetteva di vedere granchè).

Spero di essere stato d'aiuto!:D

Vedi l'allegato 129463 Vedi l'allegato 129465 Vedi l'allegato 129468
Quando inizi questo processo? Ora sarebbe tardi?
 

Roberto Ranieri

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti! Sono nuovo del forum.
Abbiamo da poco preso un acero aureum e sta facendo diversi fiori. Vorrei sapere quando è il momento migliore di raccogliere i semi e procedere alla semina.
Grazie a tutti.
 

Valerio1993

Aspirante Giardinauta
Questo tread darà una mano a tutti coloro che vogliono cimentarsi nella semina di una qualsiasi specie di acero.
Per poter germinare il seme ha bisogno di un periodo di stratificazione, ovvero di un periodo di freddo. La stratificazione del seme avviene naturalmente con l'inverno, ma si può anche forzare artificialmente con l'ausilio del frigorifero. Quest'ultimo procedimento viene definito stratificazione artificiale, e risulta senza dubbio molto più vantaggioso e veloce, visto che la temperatura del frigorifero è sempre costante a 3-4°. Questo processo deve durare almeno un mese, generalmente io stratifico per 45-50 giorni, che a temperatura costante di 4° è sufficiente. Bisogna ricordarsi che il seme ha bisogno di umidità costante, per cui si possono scegliere diverse strade per dare al seme l'umidità necessaria. Io li metto all'interno di una garza, poi all'interno di una scatola qualsiasi e infine umidifico bene il tutto e copro la scatola con la pellicola, in modo da mantenere meglio l'umidità (il frigorifero è un ambiente secco, per cui se non si copre con la pellicola l'umidità non si creerebbe e i semi si disidraterebbero, interrompendo così i processi di germinazione). Una volta passato il periodo di stratificazione, io metto a bagno i semi in acqua tiepida per 24h all'interno di una termos (per completare l'assorbimento di acqua e indebolire ulteriormente il tegumento esterno per facilitare l'uscita della radichetta) e il giorno dopo semino. Io preferisco far germinare i semi su materiale inerte (cotone, scottex, ecc..) sempre umido, perchè noto una % di germinazione maggiore e, soprattutto, si evitano marciumi e si possono controllare meglio temperatura e umidità (per gli aceri bastano 20° e un'umidità leggermente superiore al 60-65%). Dopo qualche settimana i semi radicheranno e a quel punto si potrà portarli in vaso, e dopo qualche giorno si vedranno spuntare le piantine.
Nelle foto che ho fatto non si vede la pellicola perchè l'ho tolta (la condensa non permetteva di vedere granchè).

Spero di essere stato d'aiuto!:D

Vedi l'allegato 129463 Vedi l'allegato 129465 Vedi l'allegato 129468

Scusate se risollevo il post. A me dovrebbero arrivare a giorni dei semi di acero rosso. Sul sito (francese) dove li ho presi si parla appunto di stratificazione a freddo dopo un ammollo di 24 ore. Alcune domande.
La stratificazione a freddo la posso fare in un contenitore per alimenti (abbastanza grande) con dello scottex o garze umide in frigo quindi? Ogni quanto dovrei controllare per vedere se tutto è ancora bagnato?
Come tempistiche se non ho letto male stiamo sui 70 giorni circa per poi passare alla radicazione su scottex sempre umido.
 

felo1992.ff

Aspirante Giardinauta
Scusate se risollevo il post. A me dovrebbero arrivare a giorni dei semi di acero rosso. Sul sito (francese) dove li ho presi si parla appunto di stratificazione a freddo dopo un ammollo di 24 ore. Alcune domande.
La stratificazione a freddo la posso fare in un contenitore per alimenti (abbastanza grande) con dello scottex o garze umide in frigo quindi? Ogni quanto dovrei controllare per vedere se tutto è ancora bagnato?
Come tempistiche se non ho letto male stiamo sui 70 giorni circa per poi passare alla radicazione su scottex sempre umido.
Lascia perdere, segui il loro ciclo vitale naturale é quello che rende molto di piu , io con le stratificazioni ho ottenuto sempre piante deboli, attendi l autunno, seminali e mettili sotto a un albero, cosi ricrei il suo habitay naturale ( sempre se i semi non hanno 15 anni e ti hanno fregato i soldi)

Inviato dal mio moto x4 utilizzando Tapatalk
 

Shantaram

Aspirante Giardinauta
:ciao:Ciao a tutti, ho appena iniziato a sperimentare con i semi di acero giapponese e sto incorrendo in un sacco di confusione :banghead:
Ho seguito come guida il primo post di questa discussione. Quindi ho raccolto dei semi da degli aceri giapponesi (acer palmatum), li ho messi in delle scatole separati da garza, ho umidificato e chiuso con una busta trasparente di quelle per alimenti, dopodichè ho messo in frigo per attendere la primavera. Poi se ho capito bene: finito il periodo in frigo devo metterli in acqua tiepida per 24 ore, per poi seminare, giusto?
1) Sto sbagliando qualcosa?
2) Dovrei fare dei fori alla busta per permettere il passaggio d'aria? O dovrei lasciare chiuso per mantenere meglio l'umidità?

Grazie mille a chiunque riesca a farmici capire qualcosa:D:D
 

danielep

Apprendista Florello
:ciao:Ciao a tutti, ho appena iniziato a sperimentare con i semi di acero giapponese e sto incorrendo in un sacco di confusione :banghead:
Ho seguito come guida il primo post di questa discussione. Quindi ho raccolto dei semi da degli aceri giapponesi (acer palmatum), li ho messi in delle scatole separati da garza, ho umidificato e chiuso con una busta trasparente di quelle per alimenti, dopodichè ho messo in frigo per attendere la primavera. Poi se ho capito bene: finito il periodo in frigo devo metterli in acqua tiepida per 24 ore, per poi seminare, giusto?
1) Sto sbagliando qualcosa?
2) Dovrei fare dei fori alla busta per permettere il passaggio d'aria? O dovrei lasciare chiuso per mantenere meglio l'umidità?

Grazie mille a chiunque riesca a farmici capire qualcosa:D:D

Devi monitorare i semi ogni due settimane circa, e dar aria, per vedere che non insorgano muffe e che non emettano già la radichetta.
Un bagnetto (preventivo) in anticrittogamico avrebbe giovato o, se si manifestasse la muffa, provvedi subito ad effettuarlo.
Attento che in frigo la temperatura è spesso adatta alla germinazione di alcune specie (4-5 ° C) e la primavera potrebbe manifestarsi anche là.
Quando avverrà provvedi a seminarli e non commettere l'errore di tenerli in casa per paura del freddo, ma mettili fuori, in posizione riparata e tienili moderatamente umidi;)
 

ares333

Aspirante Giardinauta
Salve a tutti, pensavo di acquistare dei semi di acero (consigli sul dove acquistare?) volevo capire se potrei farlo in questo periodo (siamo a fine marzo) e se potrei iniziare la stratificazione adesso per poi effettuare la semina verso giugno (quindi in estate). Leggevo che per la semina vanno bene i 20°, ma se sono 25/30° è un problema?
Per quanto riguarda la stratificazione i semi vanno messi all' interno di un contenitore traspirante? con qualche foro? o completamente sigillato? inoltre i semi vanno coperti dalla garza umida? e per evitare il marciume che precauzioni bisogna adottare? pensavo di inserire all' interno della vaschetta con i semi, una vaschetta più piccola piena d'acqua che, evaporando, mantiene l' umidità sempre elevata, ha senso? però non so se andrebbe bene.
 
Alto