• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Ciclamini: un tallone d’Achille

Puntina

Maestro Giardinauta
Ciao a tutti, come ogni anno in un modo o nell’altro arriva a casa qualche ciclamino che però puntualmente non riesco a mantenere sano.
Non capisco proprio quale sia il mio errore.
10 giorni fa sono arrivati 4 piccoli ciclamini strabordanti di radici, mercoledì scorso ho trovato il tempo per rinvasarli e così li ho sistemati in un vaso “a ciotola” senza toccare il pane originario.
Ho utilizzato un composto costituito principalmente da torba, sabbia e perlite sopra uno strato di sassolini.
Dopo il rinvaso ho bagnato praticamente solo il fondo perché il terriccio originario delle piante era già umido.
Ho riposizionato il vaso dove si trovavano in precedenza ovvero sul vano scale esterne, luogo in cui non arriva mai sole diretto.
Sono stata lontano da casa da venerdì a domenica ed al mio rientro erano tutti assetati con foglie basse così li ho annaffiati per bene cercando di evitare fiori e foglie.
Due si sono ripresi abbastanza bene mentre gli altri due continuano ad ingiallire le foglie ed ammorbidire i fusti dei fiori.
Il terriccio ha già asciugato per il 95% perciò non capisco questo afflosciarsi dei fusti e questo ingiallire delle foglie.
Ok che sono piante pompate e che ora non dovrebbero essere in fiore, ma manco le avessi annaffiare con la candeggina!
50b2cc3dfafada8aae60ae0704aa6dc0.jpg
 

Mile

Florello Senior
Secondo me non è colpa tua. I ciclamini ora sono troppo forzati e fanno fatica ad adattarsi al clima "reale". Lasciali in un posto ombroso, mantieni umido il terriccio, potrebbero fare nuove radici e nuove foglie.
 

Puntina

Maestro Giardinauta
Li bagno per immersione o è troppo?
Non so, a volte credo che preoccuparsi della dimensione del vaso e del composto sia più deleterio che lasciarli come si comprano, e non mi riferisco solo ai ciclamini.
Pure mia zia ha acquistato dei ciclamini palesemente forzati ma non li ha rinvasati e sono tutt’ora spettacolari.
 

Stefano Sangiorgio

Guru Master Florello
Quando si comprano i cicla non vanno mai rinvasati.
Si lasciano nel loro vasetto originale senza toccarli mettendoli in un posto luminoso non al sole diretto e fresco.
Anche quando vanno a riposo, a fioritura finita, non si toccano.
Solo quando rispuntano allora si rinvasano avendo cura di lasciare sporgere l'apice del tubero dalla terra.
In generale si bagnano bene gettando via l'acqua dal sottovaso poi si ribagnano solo quando le foglie perdono il turgore per evitare la Phytophtora terribile fungo che li collassa irrimediabilmente nel giro di 24-48 ore.
Semplice no?
 

Mile

Florello Senior
Ti dico come faccio io. Solitamente quando il vaso è piccolo svaso appena comprato, cerco di rompere poco il pane di terra e uso un vaso da 18 cm.
Se il vaso è adeguato aspetto la fine della fioritura.
Bagno da sopra e poi vuoto il sottovaso.
 

Puntina

Maestro Giardinauta
Quando si comprano i cicla non vanno mai rinvasati.
Si lasciano nel loro vasetto originale senza toccarli mettendoli in un posto luminoso non al sole diretto e fresco.
Anche quando vanno a riposo, a fioritura finita, non si toccano.
Solo quando rispuntano allora si rinvasano avendo cura di lasciare sporgere l'apice del tubero dalla terra.
In generale si bagnano bene gettando via l'acqua dal sottovaso poi si ribagnano solo quando le foglie perdono il turgore per evitare la Phytophtora terribile fungo che li collassa irrimediabilmente nel giro di 24-48 ore.
Semplice no?

No, direi di no.
Li ho riuniti tutti e quattro in un vaso più grande senza toccare il panetto di terra quindi non vedo proprio come potrei averti infastiditi.
Ora presentano foglie gialle come se avessi dato troppa acqua ma direi proprio che questo è escluso, anzi, la terra è ben asciutto, sarei tentata di immergerli così da non bagnare foglie e fiori.
La parte aerea del primo sofferente è completamente andata, ricaccerà?
 

Stefano Sangiorgio

Guru Master Florello
No, direi di no.
Li ho riuniti tutti e quattro in un vaso più grande senza toccare il panetto di terra quindi non vedo proprio come potrei averti infastiditi.
Ora presentano foglie gialle come se avessi dato troppa acqua ma direi proprio che questo è escluso, anzi, la terra è ben asciutto, sarei tentata di immergerli così da non bagnare foglie e fiori.
La parte aerea del primo sofferente è completamente andata, ricaccerà?
Non so aiutarti allora.
 

cerastium

Giardinauta Senior
Due si sono ripresi abbastanza bene mentre gli altri due continuano ad ingiallire le foglie ed ammorbidire i fusti dei fiori.
Il terriccio ha già asciugato per il 95% perciò non capisco questo afflosciarsi dei fusti e questo ingiallire delle foglie.
Ok che sono piante pompate e che ora non dovrebbero essere in fiore, ma manco le avessi annaffiare con la candeggina!
50b2cc3dfafada8aae60ae0704aa6dc0.jpg
Puntina, se solo potresti figurare un terricio ascutto a 95% (le succulenti per esempio ringrinziscono di brutto) credo che ti sarebbe facile capire che li stai uccidendo di sete. E' una pianta non poi tanto stizzinosa e da adesso è la sua stagione - trattali in modo normale.
Rifletti poi anche sul "fenomeno " ciotola - contenitore che geometricamente non basta per 4 posizioni perche tutte le 4 piante sono in efetti messe al bordo, con quasi senza di profondita giusta per le tadici. Una ciotola non tanto ampia casomai permette 3 e addiritura ravvicinate verso il centro.
 

Puntina

Maestro Giardinauta
Oh grazie allora mi confermi che il problema è proprio la mancanza di acqua, i gusti molli mi hanno “destabilizzato” facendomi pensare che magari la zolla originaria era rimasta umido troppo a lungo...
Allora li tratto come una qualsiasi altra pianta in vaso...zolla asciutta = annaffiatura abbondante.
Riguardo il vaso l’ho scelto perché i ciclamini sembrano essere di quelli “taglia piccola” ma sono disponibile a cambiarlo se serve.
 

cerastium

Giardinauta Senior
che magari la zolla o riginaria era rimasta umido troppo a lungo...
Allora li tratto come una qualsiasi altra pianta in vaso...zolla asciutta = annaffiatura abbondante.
Riguardo il vaso l’ho scelto perché i ciclamini sembrano essere di quelli “taglia piccola” ma sono disponibile a cambiarlo se serve.

Zolla originaria zuppa è sempre possibile!!!
Non scordiamoci che esistono piu disparati "calzini", e poi gli jiffy o come si chiamavano, delle torbe vengono usate di decine di tipi e sempre c'è la probabilità un vivaista di usare una qualche propria "miscella magica". Sei tu ad aver visto in che cosa stavano sti ciclamini nei vaseti.

Adesso è andata, secondo me lasciali in santa pace ma rispettando il fatto che tu adesso una vera zolla comune non ce l'hai ergo non la puoi gestire come tale - abbasa il terreno di 1 cm e innafia con mano decisa fino al bordo, aspetta e versa ancora acqua fino alla uscita dal fondo. Fatto un paio di volte questo pensa seriamente a concimare. Io uso da anni il concime liquido "Linfa" per Ciclamini e bulbose, lo uso anche per alcune succulenti, per la Kniphofia, per le calle, per le talee di crisantemo e c.t. e pur raramente aver superato il 30% della dose consigliata posso affermare che il coso sia una bomba :)
 
Alto