1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Calathea... forse non fanno per me...

Discussione in 'Piante da appartamento e Tropicali' iniziata da tartina, 21 Agosto 2020.

  1. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    Ma anche un cantiere edile qualsiasi li trovi i sacchetti così! Se sei fortunata trovi pure il ghiaietto!
    I nuovi getti potrebbero essere marciti per l'acqua venuta dall'alto se non è venuta dal basso. Oppure un eccesso idrico, che le ha rovinato la crescita. Se le radici sono tutte ben messe, ben venga allora!
    Si, bagna domani se il rinvaso lo hai fatto oggi!
     
  2. tartina

    tartina Florello

    Registrato:
    13 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.113
    Località:
    ferrara provincia a 10 km. dal mare
    aggiornamento... le piante sembrano essersi stabilizzate, stanno tutte bene, nonostante tre situazioni di terriccio e vasi diversi...

    oggi devo fare le pulizie, quindi le ho mandate in vacanza in giardino sotto un grande albero... speriamo di non far danni... anzi, tanotte danno 24% con umidità 90%, se non piove le lascio lì...
     
    A Rea piace questo elemento.
  3. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    Occhio al ragnetto rosso
     
  4. tartina

    tartina Florello

    Registrato:
    13 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.113
    Località:
    ferrara provincia a 10 km. dal mare
    allora mi sa che appena ho lavato in terra, le rimetto dentro... stavano così bene...
     
  5. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    Le piccole io le tengo fuori all'ombra alcune. Basta fare attenzione e prevenire il ragnetto, tutto lì
     
    A tartina piace questo elemento.
  6. tartina

    tartina Florello

    Registrato:
    13 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.113
    Località:
    ferrara provincia a 10 km. dal mare
    @Rea ho bisogno del tuo aiuto...

    dopo la divisione ed il rinvaso della stromanthe, e il rinvaso della roseopicta, non ho visto nessuna crescita, ma nemmeno peggioramenti, sono stazionarie...
    la maui, quella che stava talmente bene da non richiedere nessun rinvaso, comincia a dare qualche segnale strano... le punte delle foglie, solo delle nuove, diventano così

    20201001_101512.jpg

    ed oggi mi sono accorta che alcune mettono puntini... questa è quella che ce li ha più grandi ed evidenti

    20201001_101523.jpg
     
  7. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    A me sembrano delle normali bruciature quelle ai bordi della foglia. I puntini anche la mia li ha fatti su qualche foglia, può succedere quando bagni le calathea con acqua fredda, niente di particolare
    Per le altre che non crescono, non c'è problema, le calathea appena rinvasare fanno crescere prima le radici, poi la parte aerea.

    L'importante è non bagnare mai troppo, se hai regolato bene le annaffiature il gioco è fatto! Ricorda che la roseopicta chiede meno acqua delle altre che hai.
     
    A tartina piace questo elemento.
  8. tartina

    tartina Florello

    Registrato:
    13 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.113
    Località:
    ferrara provincia a 10 km. dal mare
    scusami @Rea se continuo a disturbarti...

    visto che oggi ho acquistato la nuova calathea mi chiedevo: ma se se di solito si ritiene che i terricci delle piante acquistate vadano cambiati in fretta perchè spesso inadatti, come mai le piante sono così belle ed in salute? non sono state coltivate in quei terricci?

    so che tu lo fai perchè cambi anche i vasi mettendo quelli di coccio, ma visto che io utilizzo quelli di plastica, che ne pensi se stavolta aspetto un pò è vedo come sta la pianta?
     
  9. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    Si, ma devi pensare anche che le piante sono tenute in serra sotto luci UV perenni per farle crescere velocemente, pompate con concimi vari e imbottite di insetticida e antifungini. E anche così non sai quante non superano il test per essere vendute negli scaffali. Ne buttano parecchie! Essendo che ne creano in quantità industriali, viene da sé che il terriccio utilizzato è quello economico, altrimenti la pianta non potrebbero venderla a 2.99€. diverso il discorso per le medesime calathea che prendi a vivaio a e paghi il triplo che hanno un terriccio di tutto rispetto e sono di "marca" diciamo (attenzione, succede anche che ti vendono calathea a 20€ col terriccio di merda).
    Detto questo, il terriccio che ho visto nella Maui Queen presa al Lidl non era malissimo, ma nemmeno un terriccio molto dreante. Al rinvaso ne ho tolto il più possibile e la piante, infatti, sta molto bene. Tenendo un terriccio non drenante e senza fondo drenante sul fondo del vaso, bisogna fare attenzione il doppio se non il triplo quando si bagnano. Si possono tenere, certo, ma il rischio è maggiore e l'attenzione da fare pure! Senza contare che il vasetto piccolo in cui stanno non le permette di crescere. Quindi si, il rinvaso è sempre consigliato.
    Mi permetto di aggiungere: se ci vendessero le piante nei terricci giusti e nei vasi grandi a sufficienza e tutto le piante morirebbero molto meno e il mercato calerebbe. E poi ci sarebbero molte più persone capaci di fare sopravvivere le piante!

    Poi io ho tenuto anni piante grasse, ciclamini e via dicendo nei vasetti con terriccio universale e sono campati comunque. Altri però mi sono morti perché non ho prestato minima attenzione!

    Io sostengo che le calathea nei vasi di coccio stiano benissimo. Ne ho tenute alcune nella plastica e stanno bene ugualmente, ma il coccio trasuda umidità quando evapora l'acqua e crea proprio l'ambiente favorevole e la giusta umidità alle calathea. Poi io i vasi di coccio lo pago pure meno al mio vivaio...
     
    A Stefano Sangiorgio e tartina piace questo messaggio.
  10. tartina

    tartina Florello

    Registrato:
    13 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.113
    Località:
    ferrara provincia a 10 km. dal mare
    hai ragione in tutto... mi attrezzo per rinvasarla... appena posso cercherò pure vasi in coccio...
     
    A Rea piace questo elemento.
  11. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    @tartina come stanno le piccole? (Sia le nuove che quelle prese ormai due mesi fa)
     
  12. tartina

    tartina Florello

    Registrato:
    13 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.113
    Località:
    ferrara provincia a 10 km. dal mare
    ciao @Rea, grazie dell'interessamento...

    tutto sommato, considerando la non ottimale illuminazione ed i vari errori di terricci, non stanno male...

    le due stromanthe, la pianta originale l'avevo divisa in due durante il secondo rinvaso, ai lati dei bulbi (son bulbi?) stanno emettendo di nuovi piccoli getti, quindi direi che si stia ambientando...

    la roseopicta è stazionaria dopo il secondo rinvaso, sono bruttine due foglie esterne, ma credo siano le più vecchie, forse una evoluzione naturale, mentre il resto della pianta è bello turgido, ma nessun getto nuovo...

    la maui, rinvasata solo la prima volta, quindi con terriccio normale non per grasse come le altre, continua a emettere foglie nuove... la lascio stare...

    l'ultima, la zebrina nuovo acquisto non l'ho ancora rinvasata perchè sta continuando ad emettere foglie nuove anche lei... unica differenza con le altre, è che lei la bagno riempiendo il sottovaso e non da sopra...

    ecco la mia piccola giungletta

    IMG_0901.JPG
     
    A peppeorchid, Stefano Sangiorgio, Mile e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  13. monikk64

    monikk64 Master Florello

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    11.962
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    Bellissima giungletta!!
     
    A tartina piace questo elemento.
  14. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    483
    Località:
    Puglia
    Salve, scusate l'intrusione ma volevo chiedere in cosa consiste la prevenzione per il ragnetto rosso
     
    A Rea piace questo elemento.
  15. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    Sono bellissime e mi sembrano anche stare abbastanza bene! La stromanthe sanguinea dà tanta soddisfazione ed è abbastanza semplice da tenere. Comunque la Zebrina che hai preso è foltissima, che bella! Cresce velocissimo lei... E per ora fai bene a bagnarla così, perché ha il vasetto piccolo e le radici prendono direttamente da sotto. A lei metterei però un vaso un po'più grosso se puoi!
    La roseopicta va a periodi, a volta cresce a volte no.

    1 litro d'acqua 5 gr di sapone molle potassico e 1,5/2 ml di olio di neem e consiglio di passarlo sulle foglie inumidendo il panno nel composto. Nebulizzandola bisogna fare attenzione perché il composto va a stagnare tra le canaline delle foglie facendo marcire il rizoma. Quindi se si nebulizza, una nebulizzazione molto lieve e a distanza, in modo che non si creino le gocce che percorrono all ' interno dei gambi delle foglie

    Se il rangetto rosso c'è già aumentare le quantità di neem. Mai superiore a 8 ml , altrimenti la calathea rischia di andare in fitotossicità e fare questa operazione solo prima dei mesi estivi e una volta finiti.
    Se sono state attaccate dal ragnetto, fare un trattamento a settimana per 3 settimane, non di più
     
    A Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  16. tartina

    tartina Florello

    Registrato:
    13 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.113
    Località:
    ferrara provincia a 10 km. dal mare
    il riscaldamento comincia ad accendersi, quindi ho dovuto spostarle, ma per ragioni di spazio, qualcuna è rimasta troppo vicina, e qualcuna è andata in un angolo un pò troppo buio, dove non c'è spazio per aggiungere luci...

    speriamo bene :rolleyes:

    per la zebrina ho paura proprio a toccarla, è così bella, ma appena decido di farlo credo che proverò a non mettere drenaggio sul fondo, così da poter continuare a bagnare da sotto... magari, se la pianta lo permette, la divido in due e provo a rinvasarne una parte così, e l'altra col drenaggio...
     
  17. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Master Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    12.953
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    La soluzione c'è: tubi al neon per luce supplementare!!
     
    A tartina piace questo elemento.
  18. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    No, il drenaggio a fondo vaso è fondamentale.... E anche se metti il drenaggio sotto, le radici arrivano comunque al fondo del vaso quando crescono. Se metti tutta terra rischi solo di aumentare la probabilità dei marciumi
     
  19. tartina

    tartina Florello

    Registrato:
    13 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.113
    Località:
    ferrara provincia a 10 km. dal mare
    lo so, ci ho pensato anch'io, ma finchè le radici non arrivano al fondo dove la prendono l'acqua che metto nel sottovaso se c'è il drenaggio?
     
  20. Rea

    Rea Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Aprile 2020
    Messaggi:
    348
    Località:
    Torino (To)
    Bagni da sopra. A parte che io ho provato a bagnarle dal sottovaso, ma non gli bastava l'acqua. Almeno, quelle coi baia grandi. È una cosa già più fattibile quelle nel vasetto piccolo
     

Condividi questa Pagina