• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Terriccio Argilloso per rose

Baruch

Aspirante Giardinauta
In giro leggo per internet leggo ripetutamente che il terriccio migliore nel quale piantare le rose in vaso è un terriccio possibilmente argilloso con l'aggiunta di torba. Quindi io mi chiedo come si faccia a riconoscere un terriccio di tipo argilloso, dato che nella zona in cui vivo sono circondato da numerose campagne, quindi procurarmi la terra non dovrebbe essere difficile.
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

il terreno argilloso è quello che contiene argilla, di conseguenza drena poco. Ha un colore che va dal giallo scuro al rosso.
Più il terreno è ricco di argilla e più è simile al Pongo. Questa terra, quando è bagnata, diventa plasticosa, la puoi modellare come fosse creta.

Mi sembra strano che consiglino il terreno argilloso in quanto è povero di nutrimenti e, quando diventa compatto, sembra un mattone.
Sempre meglio, secondo me, terreno da campo, scuro, ricco, morbido, ricco di humus e materiale in decomposizione (foglie, legno etc.)
Diciamo terreno da orto.

Ste
 

Baruch

Aspirante Giardinauta
Ciao,

il terreno argilloso è quello che contiene argilla, di conseguenza drena poco. Ha un colore che va dal giallo scuro al rosso.
Più il terreno è ricco di argilla e più è simile al Pongo. Questa terra, quando è bagnata, diventa plasticosa, la puoi modellare come fosse creta.

Mi sembra strano che consiglino il terreno argilloso in quanto è povero di nutrimenti e, quando diventa compatto, sembra un mattone.
Sempre meglio, secondo me, terreno da campo, scuro, ricco, morbido, ricco di humus e materiale in decomposizione (foglie, legno etc.)
Diciamo terreno da orto.

Ste

oh, quindi la terra che trovo qui in giro non va per nulla bene. Sapresti consigliarmi un terriccio ottimo che si trova in commercio?
 

Datura rosa

Guru Master Florello
Il terreno qui da me è piuttosto argilloso. Io nei vasi miscelo terra del mio giardino e buon terriccio acquistato.
 

Baruch

Aspirante Giardinauta
Sì perché leggendo sui manuali e soprattutto su internet trovo ribadito quasi fino alla nausea che il miglior terriccio per coltivare le rose in vaso è un terreno argilloso successivamente "alleggerito" con torba e stallatico, ovviamente stando attenti al Ph che non deve superare 7,5 o scendere al di sotto di 6,5, e in caso aumentare il drenaggio con della perlite o pomice (è sottinteso lo strato di argilla espansa nel fondo del vaso). Quindi il mio problema rimane decretare con che tipo di terriccio ho a che fare quando lo vado a reperire in campagna. È un terriccio piuttosto chiaro, molto pesante, con una granulometria abbastanza fine, quando lo si bagna diventa compatto, rimane umido a lungo (nel senso l'acqua ci mette un po' di giorni prima di evaporare) e quando asciuga forma una sorta di crosta in cima e le classiche "spaccature". Ovviamente ha uno scheletro piuttosto consistente, ma questo è facilmente rimediabile attraverso un setaccio per terriccio. Gli agricoltori qui in zona piantano quasi ogni tipo di ortaggi con successo e inoltre sono presenti vasi agrumeti e oliveti. Ho usato questo tipo di terra in purezza (quindi senza aggiungere nient'altro, a parte della paglia e degli escrementi di coniglio sul fondo) per coltivare delle piante di girasole che con mio grande stupore stanno crescendo alla perfezione. Vi allego le foto che magari potrebbero esservi d'aiuto per capire meglio con cosa ho a che fare! WhatsApp Image 2017-06-16 at 16.03.58.jpeg WhatsApp Image 2017-06-16 at 16.04.06.jpeg
 

Fearan

Maestro Giardinauta
Quella è terra argillosa Baruch!!! E confermo che per le rose è assolutamente PERFETTA!!!!
 
Ultima modifica:

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

il tuo terreno è argilloso.
Lo devi "tagliare" con terriccio universale (quello che si trova nei sacchi), inerti (tipo sabbia) e stallatico o letame maturo (quello di coniglio è forte, usane poco).

Da voi il vantaggio grosso è il clima. Anche se il terreno è poco nutriente (più la terra è scura e più e ricca di nutrimenti) il caldo ed il sole compensano. Alla fine basta che ci sia l'acqua (senza di quella il sole farebbe solo danni) ed avete molte più possibilità di coltivare rispetto a noi al nord. Da noi, un terreno così tanto "grasso" in inverno non asciugherebbe mai e le piante rischierebbero sia di marcire sia di gelare.

Ste
 

Fearan

Maestro Giardinauta
Vorrei aggiungere tra l'altro che chimicamente è un terreno mooolto fertile (non a caso la maggior parte degli orti viene coltivata su questo tipo di terreno) e che ha un ottima capacità di trattenere acqua. Ci vuole solo un pò di pazienza nel drenarla molto bene (in natura il terreno argilloso è quasi sempre molto sassoso) e nell'alleggerirla un pò con un pò di materiale organico (torba, stallatico cornunghi...). Solitamente ha ph basico.
 
Alto