• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Talee di Edera per interno

Alan82

Aspirante Giardinauta
Buongiorno amici !

Vorrei fare delle talee di edera da mettere in casa per "depurare" un po' gli ambienti.

Le talee le prenderei da un'edera adulta molto grande presente nel giardino, di cui vi allego foto.

IMG-20200407-WA0056.jpg IMG-20200407-WA0057.jpg IMG-20200407-WA0058.jpg

Ho raccolto molte info sia quí che sul web ma ho bisogno ancora di qualche precisazione.

1) sapete dirmi che tipo di edera possiedo ?
2) per quanto riguarda il procedimento per le talee:
- per talee da rami giovani basta interrare le radici aeree e ok (c'è un video abbastanza chiaro su youtube).
- per talee da rami adulti invece, non ho capito che parte devo interrare e di quante foglie e di quanto interro il gambo , oppure se interro (e di quanto) la "quasi radice" o come si chiama.

Vi allego qui sotto foto per farmi capire così mi dite se è meglio quella di sinistra (con più foglie e la "quasi radice", oppure quella di destra (singola foglia e sua gambetto).

IMG-20200407-WA0055.jpg


3) quale è il periodo migliore per fare le talee di edera ?
4) una volta preparata la talea,prima di interrarla devo lasciarla per qualche tempo (e quanto) all'aria aperta, oppure la interro subito nel vaso ?

Grazie mille intanto ! :)
 
Ultima modifica:

Alan82

Aspirante Giardinauta
Buongiorno amici !

Vorrei fare delle talee di edera da mettere in casa per "depurare" un po' gli ambienti.

Le talee le prenderei da un'edera adulta molto grande presente nel giardino, di cui vi allego foto.

Vedi l'allegato 550892 Vedi l'allegato 550894 Vedi l'allegato 550897

Ho raccolto molte info sia quí che sul web ma ho bisogno ancora di qualche precisazione.

1) sapete dirmi che tipo di edera possiedo ?
2) per quanto riguarda il procedimento per le talee:
- per talee da rami giovani basta interrare le radici aeree e ok (c'è un video abbastanza chiaro su youtube).
- per talee da rami adulti invece, non ho capito che parte devo interrare e di quante foglie e di quanto interro il gambo , oppure se interro (e di quanto) la "quasi radice" o come si chiama.

Vi allego qui sotto foto per farmi capire così mi dite se è meglio quella di sinistra (con più foglie e la "quasi radice", oppure quella di destra (singola foglia e sua gambetto).

Vedi l'allegato 550900


3) quale è il periodo migliore per fare le talee di edera ?
4) una volta preparata la talea,prima di interrarla devo lasciarla per qualche tempo (e quanto) all'aria aperta, oppure la interro subito nel vaso ?

Grazie mille intanto ! :)



Nessuno ???? :( :(
 

CLEMETIS68

Master Florello
sapete dirmi che tipo di edera possiedo ?
Le varietà di edera sono moltissime e tutte molto simili ....ed è difficile riconoscerle
io quella di sinistra (
questa sicuramente ..
quale è il periodo migliore per fare le talee di edera ?
Ora è perfetto ...
non ho capito che parte devo interrare e di quante foglie e di quanto interro il gambo , oppure se interro (e di quanto) la
Interra un pezzo che abbia le ventose ... prende con molta facilità ..non è importante le lunghezze ...certamente non 50 cm
farebbe troppa fatica a dissetare
oppure la interro subito nel vaso
interra subito e tienila all'ombra luminosa fino a quando comincia a mettere foglie nuove
Mi sembra di aver risposto a tutte le tue perplessità ..ma se ne hai altre chiedi pure
ma tranquillo l'edera è facilissima da moltiplicare ..sia da talea che da seme
:ciao::ciao:
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
Grazie mille !
Ti/vi terrò aggiornato/i. :)
Spero prendano davvero facilmente, visto che con le sansevierie invece ho o
Dimenticavo è una pianta da esterno ...in casa campa poco e male


Ecco infatti per quello sono un po preoccupato ma tenterò comunque e vediamo come va, visto che con le sanseviere ho fallito quindi spero con l'edera di trovare una valida alternativa per avere delle piante depurative (ma con crescita veloce e buona capacità rigenerativa) appunto in casa.
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
Dunque, ho optato per la riproduzione in acqua, visto che subito nel terreno sono sfortunato ed è più scomodo.
Ho letto infatti che in acqua è anche maggiore la probabilità di successo. IMG-20200426-WA0004.jpg IMG-20200426-WA0005.jpg


Vedremo che succede.
Ho tagliato un po' a caso visto che rami con evidenti radici aeree non ne ho trovati.
Speriamo bene.
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
Aggiornamento dopo la prima settimana :

Ho cambiato l'acqua nei barattoli e mentre per l'edera non ho notato cambiamenti (comunque mi paiono in salute) ,per le sansevierie (le misi a radicare in acqua pure loro in barattoli a parte) il cambiamento è più evidente : si inspessiscono sul fondo (vedi foto) e mi pare quindi in linea con quanto lessi :)

Tra un'altra settimana vi riaggiorno. :)

IMG-20200502-WA0001.jpg
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
Aggiornamento dopo la seconda settimana : praticamente nessuna news.
Non noto proprio nessun cambiamento nelle talee,ma almeno non mi paiono deperite quindi spero bene insomma.
Inizia oggi la terza settimana.
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
Terza settimana : nessuna news.
Nel senso che non vedo spuntate radici "classiche" .
Mah.
Le foglie sono comunque arzielle o comunque normali,mentre la parte in acqua è sempre molliccia verdognola ma non marcia.
Magari bisogna aspettare ancora ?
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
Un mese esatto.
Allora 4 talee hanno messo le radici (miracolo) :


IMG-20200523-WA0002.jpg


mentre però una buona ventina le ho dovute buttare.
Me ne restano una decina che vedremo come andranno.
Mi aspettavo in realtà una percentuale ben maggiore di successo.
Mah...


Leggendo in giro ho letto alcune cose :

1- forse avrei dovuto "picchiare" con un sasso il gambo delle talee per favorire radicazione prima di metterle in acqua... Sarà vero ?
2 - prima di metterle in acqua avrei dovuto lasciarle qualche giorno all'aria ?
3 - le 4 miracolate dovrei già metterle in terra o aspetto ancora ?
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
Allora mentre aspetto che le ultime crepino, già che c'ero ho iniziato anche un nuovo esperimento :
sempre talee di edera,ma stavolta tutte come questa (tagliando via buona parte della foglia)

IMG-20200524-WA0008.jpg

Inoltre le ho differenziate per :
- prese da rami giovani
- prese da rami adulti
- subito messe in acqua
- messe in acqua dopo 2 giorni
- bucate in 3 punti lungo il gambo
- non bucate

IMG-20200524-WA0009.jpg

Almeno vediamo se c'è un tipo /metodica che ha più successo di altre.
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
Dopo la prima settimana niente news per ora.
Forse forse quelle messe in acqua dopo 2 giorni fanno più fatica ma per ora è presto per tirare conclusioni.

Mi sono intanto sorti 2 dubbi riguardo la moltiplicazione in acqua (che poi parliamo di idroponica/idrocoltura alla fine se non sbaglio) :

1) dovrei aggiungere qualcosa all'acqua ?
Cioè un qualche tipo di fertilizzante per favorire la radicazione in acqua o comunque per compensare eventuali nutrienti poco presenti nell'acqua normale ?

2) ogni quanto dovrei cambiare l'acqua nei barattoli ?
Mai oppure una volta a settimana oppure solo se si fa' torbida/appannata ?
 

Amy

Giardinauta Senior
una valida alternativa per avere delle piante depurative (ma con crescita veloce e buona capacità rigenerativa) appunto in casa.
pothos o scindapsus aureo ... fortemente depurativo, necessita di poco terreno (al contrario dell'edera), luce non eccessiva e acqua quando il vaso è leggero. Le mie stanno bene appese al soffitto negli angoli dietro alle finestre (distanti dalla finestra quanto basta perchè l'apertura dell'anta non tocchi il vaso). Se le foglie oltre ad essere di un bel verde hanno anche delle striature chiare allora hanno abbastanza luce.
Si possono anche tenere in vasi sul pavimento e farli arrampicare su un tutore o una griglia.
Assorbono numerosi inquinanti e umidità dall'aria; se le nebulizzi quando l'aria è secca saranno felici (io lo faccio se e quando mi ricordo) meglio una volta al giorno.
Puoi cercare in internet la foto del pothos

Nemmeno l'edera helix sta bene in casa ...
Poi, giusto per fare un commento, ... Clemetis ti ha detto di interrare subito un 'ramo con ventose' (le ventose sono quelle piccole radichette che permettono all'edera di attaccarsi ai muri, agli alberi, ...) e io aggiungo bagnando abbondantemente per farle diventare radici a pieno titolo.
Perché fai la talea in acqua di foglie senza ramo?
Me lo sono domandato guardando le tue foto ...

Altra info, se stai ancora leggendo: le radici in acqua non sono adatte alla crescita in terra, quando sposterai in terra le piante con le radici (aspetta fino a quando non sono tantissime) tieni mooolto bagnato il terreno per tanto tempo, così le radici da acqua avranno modo di far crescere la protezione che serve per la terra.
Io faccio il contrario: aggiungo qualche palettata di terra una volta alla settimana fino a quando il terreno nella bottiglia non appare compatto e la pianta non dà segni di sofferenza; poi faccio dei buchi sul fondo della bottiglia per far uscire l'acqua e quando la pianta appare pronta per il travaso e la terra è un poco più asciutta taglio la bottiglia senza rompere il pane di terra e metto nel vaso definitivo.
 

Alan82

Aspirante Giardinauta
pothos o scindapsus aureo ... fortemente depurativo, necessita di poco terreno (al contrario dell'edera), luce non eccessiva e acqua quando il vaso è leggero. Le mie stanno bene appese al soffitto negli angoli dietro alle finestre (distanti dalla finestra quanto basta perchè l'apertura dell'anta non tocchi il vaso). Se le foglie oltre ad essere di un bel verde hanno anche delle striature chiare allora hanno abbastanza luce.
Si possono anche tenere in vasi sul pavimento e farli arrampicare su un tutore o una griglia.
Assorbono numerosi inquinanti e umidità dall'aria; se le nebulizzi quando l'aria è secca saranno felici (io lo faccio se e quando mi ricordo) meglio una volta al giorno.
Puoi cercare in internet la foto del pothos

Nemmeno l'edera helix sta bene in casa ...
Poi, giusto per fare un commento, ... Clemetis ti ha detto di interrare subito un 'ramo con ventose' (le ventose sono quelle piccole radichette che permettono all'edera di attaccarsi ai muri, agli alberi, ...) e io aggiungo bagnando abbondantemente per farle diventare radici a pieno titolo.
Perché fai la talea in acqua di foglie senza ramo?
Me lo sono domandato guardando le tue foto ...

Altra info, se stai ancora leggendo: le radici in acqua non sono adatte alla crescita in terra, quando sposterai in terra le piante con le radici (aspetta fino a quando non sono tantissime) tieni mooolto bagnato il terreno per tanto tempo, così le radici da acqua avranno modo di far crescere la protezione che serve per la terra.
Io faccio il contrario: aggiungo qualche palettata di terra una volta alla settimana fino a quando il terreno nella bottiglia non appare compatto e la pianta non dà segni di sofferenza; poi faccio dei buchi sul fondo della bottiglia per far uscire l'acqua e quando la pianta appare pronta per il travaso e la terra è un poco più asciutta taglio la bottiglia senza rompere il pane di terra e metto nel vaso definitivo.


Ciao e grazie Amy per le preziose info !
Si si ci sono ancora e sono felice che ci sia qualcuno che si sia interessato. :)

Dunque confermo che proverò altri tipi come il Pothos.
Vi farò sapere a riguardo appena inizio. :)

Per le edere era solo un esperimento dato che ne ho in abbondanza in giardino ma cmq direi esperimento fallito perché poche hanno messo radici acquatiche e ancora non so' dire se poi messe in terra effettivamente partino, quindi confermo quanto detto da te e Clemetis. :)

Ora devo fare mente locale e appena ho tempo ( non a brevissimo) vedo su che pianta puntare x l'obiettivo depurazione.

Mia sorella si sta trovando con lo Spatifillo quindi valuterò tra tutte in base a :
- crescita veloce
- dedizione necessaria (insomma quanto posso "abbandonarla"
- resistenza
- ricrescita nel caso faccio errori
- riproducibilità nel caso ne volessi altri senza doverle comprarle e via così.
La bellezza diciamo la guardo proprio per ultima. :)
 

Amy

Giardinauta Senior
Il pothos risponde a tutti i criteri oltre ad essere la pianta che mi è sopravvissuta.
Le talee di pothos vivono anche in acqua o si ripiantano nel terreno della pianta madre.
Informati serenamente ... facci sapere cosa scegli :ciao:
 
Alto