1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Ragnetto rosso

Discussione in 'Lotta biologica e rimedi naturali' iniziata da Muriel, 27 Giugno 2020.

  1. Muriel

    Muriel Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Aprile 2020
    Messaggi:
    88
    Località:
    Monte san pietro
    Salve a tutti, qualcuno ha avuto esperienze con lo spidex contro il ragnetto rosso? Funziona? Grazie
     
  2. Icchy92

    Icchy92 Guru Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    3.152
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Non so dove intendi comprarlo, ma è una buona scelta a patto di seguire le istruzioni di distribuzione ecc. ma di quante piante stiamo parlando?
     
  3. Muriel

    Muriel Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Aprile 2020
    Messaggi:
    88
    Località:
    Monte san pietro
    Ciao l'ho trovato sul web dovrei trattare una quarantina di alberi da siepe alti mt. 2,5 di leyland sono infestati ed è già due anni che non so come liberarmene...
    Riguardo le istruzioni non so nulla spero che me le indichi il venditore, tu pensi sia meglio lo spidex o le larve di coccinella? Io non so nulla di lotta biologica
     
  4. Icchy92

    Icchy92 Guru Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    3.152
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Contro il ragnetto rosso si usa il phytoseiulus persimilis, in italia conosco un'azienda che lo produce (non so se si possono fare nomi sul forum ma è tra i primi risultati su google). Ti dicono loro come usarlo ma in pratica viene fornito in flaconi con un substrato inerte, visto che questi acari sono molto piccoli, che va disperso alla base delle piante o sulle foglie. Bisogna ovviamente evitare di usare prodotti chimici ed è meglio fare il lavoro quando non è prevista pioggia per i giorni successivi, quindi va valutata la data di acquisto.
     
  5. Muriel

    Muriel Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Aprile 2020
    Messaggi:
    88
    Località:
    Monte san pietro
    Esatto lo acquisterei proprio da uno dei primi della ricerca su google, però non ho idea di quanti ne avrei bisogno e in quanto tempo riescono a debellare il ragnetto
     
  6. Icchy92

    Icchy92 Guru Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    3.152
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Ti conviene contattarli spiegando la situazione, sapranno consigliarti al meglio. Mi pare abbiano la sede di produzione a cesena e di solito il pacco arriva in 24h
     
  7. Muriel

    Muriel Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Aprile 2020
    Messaggi:
    88
    Località:
    Monte san pietro
    Si li avevo contattati ma il prodotto non era disponibile da mesi fino a qualche giorno fa, il dubbio è se fatto il trattamento dovesse cambiare il tempo improvvisamente e iniziare a piovere, per quello volevo un idea di quanto tempo occorra per ripulire le piante
    Grazie mille delle info
     
  8. Icchy92

    Icchy92 Guru Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    3.152
    Località:
    Sesto san Giovanni
    In base alla quantità rilasciata ci possono volere giorni o settimane per vedere i risultati, si devono acclimatare e se tutto va bene continueranno a tenere sotto controllo i parassiti per tutta la stagione o anche negli anni successivi se sopravvivono all'inverno. Per consigli più specifici però ti sapranno dire loro direttamente.
     
  9. Muriel

    Muriel Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Aprile 2020
    Messaggi:
    88
    Località:
    Monte san pietro
    Ok ho capito grazie mille
     
  10. Icchy92

    Icchy92 Guru Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    3.152
    Località:
    Sesto san Giovanni
    In ogni caso ho letto che amano l'umidità, quindi se riesci ad annaffiare o nebulizzare le siepi nei periodi più caldi e asciutti è meglio.
     
  11. Muriel

    Muriel Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Aprile 2020
    Messaggi:
    88
    Località:
    Monte san pietro
    È due anni che combatto corpo a corpo bagnando annaffiando e nebulizzando tutte le piante, hanno vinto loro non ce la faccio più
     
  12. Alessandro2005

    Alessandro2005 Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    26 Settembre 2005
    Messaggi:
    6.445
    Località:
    Provincia Torino. Per giardinaggio anche Bordigher
    Immagino che tu abbia fatto o fatto fare una perizia per arrivare alla conclusione di un danno apprezzabile da r. rosso su leylandii ( per inciso il tetranichide più comune su cipresso è Oligonychus ununguis): a mio parere è la premessa per decidere se e cosa impiegare (viene indicata una soglia di 5-10 forme mobili per ramo).

    Considera che la dose curativa forte viene indicata in 20-50 unità/m2 (da replicare una volta), che è come dire che con un flacone da 2000 unità ci si fanno al max 100 m2: problema, come calcolare su un filare di 40 cipressi alti 2,5 m? Bisognerebbe chiedere, ma io dubito che di flaconi ce ne vogliano diversi con relativo costo (un flacone da 10.000 individui costa circa € 80,00, quelli da 2.000 circa € 20,00).

    Circa il predatore più efficace con il r.rosso delle conifere in prove di laboratorio è risultato essere Amblyseius fallacis (questa specie non è disponibile in Italia, ma dello stesso genere ce ne stanno altre, anche in grado di sopravvivere in assenza del bersaglio).

    In alternativa si può ragionare sulla maltodestrina (autorizzata come acarida su ornamentali), che è una sostanza di origine vegetale e grazie alla viscosità imbratta gli acari impedendone il movimento e asfissiandoli per otturazione degli spiracoli repiratori.
    [​IMG]
    Prove presentate due anni fa alle Giornate Fitopatologiche hanno mostrato che ad es. su fragola si ottiene una perfomance simile ad esempio a quella che si ottiene con l'abamectina e di poco inferiore a quella di uno specifico acaricida di nuova generazione (spiromesifen).
    Online la tanica da 5 l costa circa € 50,00 (dose 2,5 litri per ettolitro).
     
  13. Muriel

    Muriel Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Aprile 2020
    Messaggi:
    88
    Località:
    Monte san pietro
    Ciao, non ho fatto fare una perizia però oltre a vedersi ad occhio nudo sono piene di ragnatele. Sono due anni che provo di combatterli bagnando spesso ma puntualmente, essendo in un clima molto secco e ventilato non serve a nulla
     
  14. Alessandro2005

    Alessandro2005 Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    26 Settembre 2005
    Messaggi:
    6.445
    Località:
    Provincia Torino. Per giardinaggio anche Bordigher
    I tetranichidi sono assai piccoli e ci vuole buona vista per vederli; alcuni fanno tele, come Tetranychus urticae, ma sono molto lievi e non paragonabili di certo a quelle dei ragni: questa specie peraltro non è segnalata su cipresso: https://www.cabi.org/isc/datasheet/53366
    Ma se sei sicuro altro non ho da aggiungere.
     
  15. Icchy92

    Icchy92 Guru Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    3.152
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Sarebbe meglio vedere delle foto dell'infestazione per capire se è davvero ragnetto rosso o no
     
  16. Muriel

    Muriel Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Aprile 2020
    Messaggi:
    88
    Località:
    Monte san pietro
    Si, ma non è facile perché si vede la sera al buio la ragnatela e mentre annaffio e bagno tutta la chioma si vede il ragnetto che scappa attaccato al filo della tela, è un impresa fotografarlo però ci posso provare
     

Condividi questa Pagina