1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Problema alla base della pianta

Discussione in 'Piante grasse' iniziata da neko23, 25 Aprile 2020.

  1. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Salve non sapevo come specificare meglio il titolo della discussione, ma il problema in realtà è quello ossia che durante il rinvaso di alcune piante grasse mi sono accorto che queste due che vi posto nella foto hanno questo problema alla base della pianta; voi che ne dite, di che si tratta?

    Screenshot_20200425_210430.jpg

    Screenshot_20200425_210402.jpg
     

    Files Allegati:

  2. reginaldo

    reginaldo Florello Senior

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    8.448
    Località:
    Bologna
    Normale suberificazione, se il tessuto non è molle ( nelle cactacee succede spesso). piuttosto devi pulire per bene le radici togliendo tutta la torba presente lasciare asciugare per qualche giorno e poi rinvasare secondo criteri riportati in https://forum.cactofili.org/viewforum.php?f=2
     
  3. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Suberificazione? Il tessuto non mi sembrava molle. Ho tolto il terriccio ma ho subito rinvasato senza innaffiare però. Io pensavo fosse un problema di esposizione. Ho preso una serie di piantine grasse nell'euforia generale ma senza informarmi... So che c'è differenza tra succulente e cactacee ma non so in cosa consiste e che differenze di coltivazione ci siano...
     
  4. reginaldo

    reginaldo Florello Senior

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    8.448
    Località:
    Bologna
    Metti una foto e ti indicheranno come si chiamano e il modo di coltivare
     
  5. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Hai ragione, ne ho prese una decina :rolleyes:
    Pensando che sono piante resistenti ho tralasciato di informarmi ma occorre farlo. Grazie
     
  6. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.005
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    Nelle foto che hai postato ci sono un Astrophytum e una Euphorbia. Però come ti hanno indicato fai delle belle foto a tutte e apri un post nella sezione dedicata alle identificazioni
     
  7. reginaldo

    reginaldo Florello Senior

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    8.448
    Località:
    Bologna
    L'Euphorbia sembra una pianta del gruppo enopla (forse atrispina)
     
  8. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Esatto sul cartellino c'era scritto euphorbia enopla su, alcune di quelle che ho preso c'è il nome su altri invece c'è un più generico mix cactus
     
  9. reginaldo

    reginaldo Florello Senior

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    8.448
    Località:
    Bologna
    Foto e riceverai i nomi corretti
     
  10. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Comunque riguardando meglio l'Astrophytum e tastandola meglio mi sa che la parte è morbida, soprattutto appare scavata..... (n) sento odore di marciume....è spacciata?
     
  11. cmr

    cmr Giardinauta

    Registrato:
    16 Maggio 2018
    Messaggi:
    885
    Località:
    Castelli Romani
    Gli astrophytum (forse A. ornatum) in vasetto del 5, con quelle dimensioni, devono essere tutti verdi: sono ancora troppo giovani per avere parti in suberificazione. Questo in foto mi sembra abbia qualche serio problema. E anche l'euphorbia non sta al top.
     
  12. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.005
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    mi sa di si
     
  13. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Se va inesorabilmente incontro alla morte posso provare con qualche esperimento? Tipo prelevare una parte sana per riprodurlo o cose del genere, una sorta di talea? Parlo da profano quindi forse sto farneticando....
     
  14. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.005
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    No no certo che puoi provare, l'ho fatto pure io (purtroppo però era malato troppo in profondità e ho dovuto buttarlo).
    Devi tagliare, con un coltello pulito e disinfettato. Tagli sopra alla parte molliccia e vedi in che stato è: deve essere un bel verde cetriolo. Diversamente tagli finché non è tutto verde disinfettando bene il coltello tra un taglio e l'altro.
    Se il tuo astrophytum è veramente molliccio e ti sembra vuoto prova. Di più, non potendo avere la pianta sottomano, non saprei dirti.
     
  15. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Temo di sì, ma una volta tagliata la parte che si fa? Ho cercato materiale o video sulla talea del fusto per le grasse ma non ho trovato un granché....
     
  16. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.005
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    Te lo avrei detto dopo il taglio: allora se è tutto ok, ovvero bello verde cetriolo, lasci asciugare al riparo dal sole su un pezzo di giornale. La parte tagliata si deve asciugare, quando la tocchi deve essere asciutta e non preoccuparti se raggrinzisce, è normale, un po' come le nostre ferite.
    Quando sarà asciutta la appoggi su un vasetto pieno di pomice e te la dimentichi, ogni tanto la controlli per vedere se ha tirato fuori le radici, ma ci vorrà un po'. Magari provi a spruzzare acqua sulla pomice in modo che stimoli la pianta ma aspetta un po' a farlo.
     
  17. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Pomice non ne ho, ho perlite, argille espansa e al max il terriccio per piante grasse.... Va bene uno di questi?
     
  18. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.005
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    Non saprei dirti, forse la perlite.
    Ma hai già provato a tagliarlo?
     
  19. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    477
    Località:
    Puglia
    Non ancora, mi sto informando prima per essere sicuro di aver il materiale necessario. Sto tentennando ma la voglia di tagliare è sempre più forte. Anche perché lo vedo ballerino nel vaso e non voglio che quella zona scura si estenda di più e poi sarebbe troppo tardi.....
     
  20. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.005
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    Con la pomice vai sul sicuro, se riesci a trovarla.
    Diversamente aspetta altri pareri.
    Se nel frattempo vuoi già tagliare lo puoi fare, tanto prima che asciughi ce ne vuole.
     

Condividi questa Pagina