• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Pergola addossata con materiali di recupero

fedroillupo

Aspirante Giardinauta
Buongiorno,
vorrei costruire una pergola addossata rnella mia casa in campagna recuperando dei vecchi pali con cui mio suocero voleva costruire un garage.
A parte alcuni ormai marciti i pali sono in buone condizioni ma alcuni di loro presentano profonde spaccature che però non ne intaccano la robustezza e la stabilità.
Metto uno schema del lavoro che intendo fare e prima possibile allegherò anche qualche foto dei pali.
La larghezza è 7/8m per una profondità di 4m
Voglio piantare tre pali di circa 15cm di diametro nel terreno (in figura sono indicati con b) a sorreggere una trave quadrata formata dall'unione di due pezzi (c e c1); quest'ultima trave sarà collegata alla casa con 2 o 3 traversine (a). In seguito monterò una serie di travi leggere alternati a fili paralleli al trave su cui far correre la una vite.

Dopo aver piallato e carteggiato i pali mi sono accorto che mi serve una mano per diverse cose quindi vi espongo i miei quesiti sperando di non dimenticare nulla.

1 - posso interrare i pali senza cementarli? Per la stabilità non credo ci siano problemi dato che i pali, oltre ad essere piantati in terra sono ancorati anche alla casa stessa ma non so se potrebbe dare problemi di conservazione il contatto diretto con il terreno.
C'è qualche trattamento che posso fare alla parte bassa dei pali per poterli interrare direttamente e in maniera duratura(bruciatura, gomma liquida, catramina, bruciatura + gomma liquida...)?
2 - le spaccature longitudinali su un palo sono molto profonde. Come dicevo prima non ho dubbi sulla stabilità del palo (sono pali molto grossi) ma ho paura che possa ristagnarvi acqua e dare origine a marcescenze o a insediamenti di insetti.
Devo fare qualcosa per recuperare i pali, vanno bene in quel modo o meglio cercare altri pali?
3 - quali trattamenti mi consigliate di fare sui pali (impregnante, vernice, catramina,...)?
4 - volevo procedere in quest'ordine:
- preparazione pali
- interraggio pali
- cimatura pali (scomodissimo da fare sulla scala con i pali piantati ma non posso essere sicuro che siano in bolla se lo faccio prima... se avete qualche consiglio per questo mi risparmiate tanta fatica)
- posizionamento trave
- posizionamento traversine
è corretto?

Come sempre vi ringrazio e aspetto sonsigli e correzioni.
 

Allegati

  • 195158.jpg
    195158.jpg
    311,5 KB · Visite: 5

fedroillupo

Aspirante Giardinauta
Ecco le foto dei 3 pali verticali (a sinistra) e della trave principale (a destra).
Ho messo in primo piano il palo più rovinato.
Mio padre mi ha consigliato di riempirli con un po' di cemento.
Che dite?

IMG-20210326-WA0004.jpg IMG-20210326-WA0006.jpg
 
Ultima modifica:

ironbee

Guru Giardinauta
Nei Brico vendono dei picchetti per sorreggere i pali dei gazebi, magari possono fare il caso tuo.
Il legno, per quanto trattato, non è eterno, soprattutto se esposto al sole e alle intemperie, quindi metti in conto di sostituirne qualcuno, prima o poi.
Non hai specificato come fissi la trave orizzontale ai pali, in ogni caso penso sia più semplice, anziché accorciare quelli più lunghi, mettere degli spessori su quelli più corti.
 

fedroillupo

Aspirante Giardinauta
Nei Brico vendono dei picchetti per sorreggere i pali dei gazebi, magari possono fare il caso tuo.
Il legno, per quanto trattato, non è eterno, soprattutto se esposto al sole e alle intemperie, quindi metti in conto di sostituirne qualcuno, prima o poi.
Non hai specificato come fissi la trave orizzontale ai pali, in ogni caso penso sia più semplice, anziché accorciare quelli più lunghi, mettere degli spessori su quelli più corti.
Ti ringrazio ma i picchetti di brico che ho visto io sono per pali standard e questi sono decisamente grandi poi trattandosi di una casa in campagna non ho problemi a scavare buche (a parte la fatica).
Il legno non è eterno ma ho una pergola fatta con pali simili che fece mio nonno 50 anni fa che rivernicio ogni 5/6 anni e ancora sta ben salda. Purtroppo mio nonno non c'è più da parecchio e non ho la minima idea di come abbia trattato la parte interrata.
Per il fissaggio pensavo di usare dei chiodi forgiati simili a questi
o anche dei tirafondi.
Il tutto coperto con lamierino di allumino a fasciare per sicurezza (la trave sopra non è proprio leggerissima - c nello schema).
Con gli spessori è sicuramente più semplice ma il lavoro risulta meno pulito. Per quanto sia in una casa di campagna preferisco faticare qualche minuto in più (non so se quando sarò sulla scala a segare la penserò ancora così) ma poi avere un lavoro migliore per anni.
 

smashzen

Aspirante Giardinauta
Ciao, allora per i pali ti consiglio di verniciarli con catrame liquido, esistono prodotti appositi per i pali in legno. Poi ti sconsiglio di cementarli, se fa una buca di 20/30cm con una vanga e ci pianti il palo dentro battendolo ben bene, una volta che copri la buca di terra e inizi a pressare la terra tutto intorno (operazione fondamentale) il palo non si muove nemmeno con un tornado.
Eviterei anche di riempirli di cemento, principalmente per un fatto estetico, se propio vuoi riempirli secondo me potresti usare la resina episodica.

Poi, per il tipo di trattamento al legno dipende tutto dal risultato che vuoi ottenere a livello estetico.
 

fedroillupo

Aspirante Giardinauta
Ciao, allora per i pali ti consiglio di verniciarli con catrame liquido, esistono prodotti appositi per i pali in legno. Poi ti sconsiglio di cementarli, se fa una buca di 20/30cm con una vanga e ci pianti il palo dentro battendolo ben bene, una volta che copri la buca di terra e inizi a pressare la terra tutto intorno (operazione fondamentale) il palo non si muove nemmeno con un tornado.
Eviterei anche di riempirli di cemento, principalmente per un fatto estetico, se propio vuoi riempirli secondo me potresti usare la resina episodica.

Poi, per il tipo di trattamento al legno dipende tutto dal risultato che vuoi ottenere a livello estetico.
Grazie mille.
I pali sono pronti e ho anche in mente più o meno come procedere
Pensavo di carbonizzare i pali dato che devo bruciare parecchio sfalcio e potrei sfruttare il fuoco ma credo che il catrame liquido possa andare lo stesso.
Vorrei fare una buca di almeno mezzo metro, pressare bene il fondo e mettere sul fondo una pietra larga per evitare che il palo affondi.
Quindi adagio il palo e lo blocco con pietre incastrate e sabbia.
Come bloccaggio non dovrebbe dare problemi tanto la terra, per quanto la pressi, alla fine si allenta ma con la trave in alto bloccata alla casa non so come potrebbe muoversi la struttura.
Per il riempimento inserisci delle stecchette di recupero e vinavil mischiato a colla e poi carteggio.
Dato che è una casa di campagna in cui vado per merende/cene e per lavori agricoli, il trattamento mi serve, più che per la finitura, per evitare che ci vadano ad "abitare" insetti vari.
Poi ci sta che alla fine li vernicio ma lo faccio soprattutto per la durata e per tenere lontani insetti e funghi.
Che dite, vado bene?
Resta il dubbio sul prodotto da usare.
 

fedroillupo

Aspirante Giardinauta
Bruciati i pali e messi in opera.
Purtroppo nel inchiodare la trave superiore uno dei pali usati come pilastro si è spaccato in testa. Domani cerco di mettere qualche foto. Intanto se qualcuno ha idee su come posso fare per ripararlo sono bene accette. Grazie
 

Allegati

  • index.jpeg
    index.jpeg
    696,9 KB · Visite: 9

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
Bruciati i pali e messi in opera.
Purtroppo nel inchiodare la trave superiore uno dei pali usati come pilastro si è spaccato in testa. Domani cerco di mettere qualche foto. Intanto se qualcuno ha idee su come posso fare per ripararlo sono bene accette. Grazie
a seconda del tipo di danno e a seconda della dimensione della testa del palo....
se non posti un paio di foto e qualche info in più anche del tipo di "rottura/danno".....difficile darti consigli appropriati....i sistemi ci sono.
 

cmr

Giardinauta Senior
Purtroppo nel inchiodare la trave superiore uno dei pali usati come pilastro si è spaccato in testa.
Puoi contenere la spaccatura montando in prossimità della testa del palo un collare da riparazione che si usa in idraulica; ce ne sono per tutti i diametri. Per ovviare a future rotture consiglio di fare un foro guida con il trapano.
Questo in foto è, naturalmente, un esempio; ne esistono di diversi modelli e dimensioni in base all'utilizzo.

R11_COLLARI-RIPARAZIONE-1-TIRANTE_COLLARI-RIPARAZIONE_KAMFLEX-EUROPE.jpg
 

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
Puo di certo essere una buona e sicura soluzione ....certo che se i pali NON sono a sezione tonda si deve preparare l'imbocco del collarino arrotondando la testa del palo
Tra l'altro mettendo PRIMA quei collarini ...POI DOPO si potrebbe anche ben avvitare una vite senza avere patemi sullo spaccare la testa del palo
 
Alto