• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Perchè in inverno al freddo se, nel loro habitat, fa' caldo?

Stefano-34666

Florello Senior
Ciao,

mi sono sempre chiesto una cosa.
Conosco ed applico da sempre (soprattutto per problemi di spazio) la tecnica di mettere quasi tutte le grasse in serra fredda, affinchè abbiano il riposo vegetativo e fioriscano in primavera.
Ma, ammettendo di avere il posto in casa ed un'illuminazione solare sufficiente, non sarebbe meglio tenerle in casa?
Da noi le serre fredde in inverno arrivano a pochi gradi sopra zero e, per le piante, comunque è una tortura.
Avendo invece delle belle finestre esposte a sud, non sarebbe meglio tenerle al calduccio?
Quasi tutti i cactus hanno il loro ambiente naturale in zone desertiche, asiatiche, africane o centro americane.
In molte di queste la temperatura, anche di notte, non scende mai sotto i 15 gradi. C'è sole, caldo, siccità tutto l'anno.
Non sarebbe quindi più vicino al loro ambiente naturale una bella veranda illuminata e calda, piuttosto che una serra fredda e magari umidiccia?

Ste
 

Federica

Master Florello
Penso che sia perchè nel loro habitat fa caldo, ma c'è anche una forte escursione termica. Mettendole in serra fredda possiamo stimolare la fioritura anche qui da noi...aspettiamo l'esperto, io non lo sono! ciao
 

Stefano-34666

Florello Senior
Ciao,

per l'escursione termica, dipende comunque dalla zona. Ad esempio a Capo Verde, Canarie etc. in inverno si hanno pochi gradi di diversità tra il giorno e la notte. A Tenerife zona sud (dove sono stato quest'estate), ad esempio, in inverno la minima è di 16/18 gradi e la massima di 20/22. Diciamo come le normali case di tutti noi.
Ed in quelle zone le cactacee sono nel loro paradiso naturale.

Ste
 

Federica

Master Florello
Ho pensato così, ma io non sono esperta di questo genere di piante. So che da noi per farle fiorire hanno bisogno del riposo e del freddo...di più non so. ciao!
 

verdiana

Esperta Sez. Identificazioni
Non consideri che molte cactace provengono da zone desertiche montagnose, tipo le lobivie .
Quindi l'escursioni termiche e le basse temperature notturne ci stanno tutte.
C.que tutte le piante hanno bisogno di riposo vegetativo, da noi in massima parte lo sono in inverno.
 

Stefano-34666

Florello Senior
Avete in parte ragione.
Alcune piante vivono in posti montani, dove la temperatura in inverno scende anche vicino allo zero.
Altre piante vivono invece in zone dove la temperatura rimane sempre mite.
Ad esempio l'echinocactus lo si trova in entrambe le zone climatiche. Ma starà meglio in Centro America (quindi, durante l'inverno, al fresco di notte e, passatemi il paragone, in un ambiente simile alla serra fredda), oppure alle Canarie (con un clima sempre mite, paragonabile alla serra calda)?

Ste
 

Gianfranca Rota

Giardinauta Senior
Io ti posso dire che fino a quando in inverno le tenevo in casa non hanno mai fiorito ,mentre lo scorso inverno che le ho messe in serra fredda,considera che non l'ho mai aperta e di conseguenza ho avuto molte perdite ,ma quelle che si sono salvate hanno fiorito:flower:
 

GORLA

Florello Senior
io per mia esperienza ,parlo delle euforbie ,quando le ho tenute in casa per diversi anni parlo di piante alte anche un metro e mezzo .e aloe di vario genere non fiorivano ma erano vive ,poi sentendo che dovevano stare fuori per la fioritura l anno scorso morte tutte e dico tutte anche la crassula ovattata con un bel diametro era un albero ,ma non credo per il freddo , e la pioggia insieme al gelo che le fa fuori ,e quello che ho sbagliato e che ho ricoperto le piante con tnt e sollevate dal pavimento del balcone con dei carrellini di legno ,e poi il vaso dentro ad un altro vaso ,oppure certe nei contenitori del pesce di polistirolo,ma la neve che e venuta fino dentro casa,le a congelate avrei dovuto oltre tnt ricoprirle tutte con un telo di plastica,ora lo so a miei spese ,l unica cosa che mi consola un pochino e che era il primo inverno che passavo in questa casa ,e non immaginavo che non ci fosse una protezione di grondai che proteggesse il balcone ,ora ho messo la tenda solare che tengo sempre giu ,ho quasi ,percio riassumendo niente umidita e piogge neve ,e poi ce una discussione sulle specie che possono arrivare fino a sotto zero e oltre
 
Ultima modifica:

giulia67

Maestro Giardinauta
Ciao, mi accodo a questo 3d per chiedervi un consiglio....ho la maggior parte delle ciccine in uno scaffale esposto a sud-ovest, premettendo che qui da me le temperature vanno raramente sotto zero, il vero pericolo sono le piogge abbondantissime in inverno, e il vento forte. Lo scaffale è sotto una pensilina però non completamente protetto e comunque esposto alle forti raffiche (ieri ho trovato i primi scombussolamenti della stagione!), stavo pensando di trasferirlo in una stanza vuota non riscaldata che ho sul terrazzo, vicino alla finestra. Che ne pensate????
 

Federica

Master Florello
Se è non è riscaldata credo che sia l'ideale, perchè il problema può essere il vento che ti sconquassa tutta la serra...non mi sembra male come soluzione...aspetta la risposta degli esperti. Ciao!
 

giulia67

Maestro Giardinauta
Infatti...è quello che penso anch'io....già ieri il vento mi ha fatto "sanguinare" l'Enopla!!!! L'ho trovata per terra accanto allo scaffale....:cry::cry::cry::cry::cry::cry:
 

elebar

Wonder Moderatrice Suprema
Membro dello Staff
Ciao, le africane sono per la maggior parte succulente, non "spinose" e sono più delicate, per cui se le temperature scendono di molto la serra fredda non è adatta. Le poche Crassule ed Euohorbie che ho io le tengo in casa.
Le cactacee spinose invece (tranne qualcuna, come ad esempio i Melocactus) provengono anche da zone di montagna per cui anche nel loro habitat sono sottoposte ad inverni rigidi.
 

Mor@

Moderatrice Sez. Cactacee e Succulente
Membro dello Staff
Anna, quando parliamo di far prendere freddo alle piante per stimolare la fioritura primaverile, parliamo quasi esclusivamente di cactacee, non di crassulacee né tanto meno di euphorbie. È per questo che bisognerebbe sapere che piante abbiamo in casa! :eek:k07:
Per quanto riguarda la domanda di Stefano, mi unisco alle risposte di Verdiana e Elebar, altro non so :embarrass
 

Stefano-34666

Florello Senior
Ciao,

le vostre risposte mi confermano una mia considerazione...il freddo, per le piante, è una forzatura per loro ed una comodità nostra.
Mi spiego.
Avendo la possibilità di tenerle fuori tutto l'anno (Tropici, Sicilia etc.) questa è la soluzione migliore. Con un comportamento (acqua e concime) simile per tutto l'anno.
In alternativa una stanza soleggiata, non riscaldata ed esposta a sud (riducendo l'acqua e sospendendo il concime).
In ulteriore ed ultima alternativa una serra fredda, con rischio di sofferenza per le piante ma, in mancanza di spazio in casa e del locale giusto, meglio che niente (con niente acqua e niente concime).
Le piante dovrebbero stare fuori ed al calduccio. Se non si può ci si adatta e si portano al limite della loro sopportazione per far loro passare l'inverno nel miglior modo possibile.

Siete d'accordo con me?

Ste
 

elebar

Wonder Moderatrice Suprema
Membro dello Staff
Ciao,

le vostre risposte mi confermano una mia considerazione...il freddo, per le piante, è una forzatura per loro ed una comodità nostra.
...
Siete d'accordo con me?

Ste
Assolutamente NO. Sempre facendo i dovuti distinguo, cioè in funzione delle piante di cui stiamo parlando. Ci sono alcuni cactus che nel loro habitat vivono IN ALTA MONTAGNA, resistendo a temperature anche minori di quelle a cui le esponiamo noi (e non parlo della Sicilia, ma del nord Italia). E anche molte di quelle che non sono propriamente "di montagna" in inverno sono comunque sottoposte a basse temperature, escludendo quelle provenienti dai Caraibi, dove ci sono 20 °C anche in inverno (vedi appunto i Melocactus)!

Casomai, quello che da noi è deleterio per loro è l'umidità che dalle nostre parti è associata al freddo; la serra fredda serve e a ripararle da questa, non dal freddo, o almeno non più di tanto (se fuori c'è - 10°C non penserai mica che in serra fredda possano esserci temperature sopra allo zero... :eek:k07:).

Quindi non è per "sadismo" che dobbiamo tenerle AL FREDDO ma proprio perchè il loro ciclo vitale lo richiede (la dimostrazione è appunto nel fatto che senza freddo non fioriscono), ripeto, per quelle che lo richiedono.

Per cui è fondamentale conoscere quali piante si possiedono e da dove provengono per capire come dobbiamo tenerle in inverno, per la LORO salute, non per la nostra comodità.

Leggi QUESTO link per farti un'idea della provenienza delle varie piante e delle relative esigenze...
 

Stefano-34666

Florello Senior
Ciao Ele,

ho letto il link ed è molto interessante.
Volevo però fare una piccola considerazione. Le globose e spinose (echinocactus etc.) nel loro ambiente naturale subiscono periodi di freddo/secco di durata molto inferiore ai nostri autunno/inverno freddi ed umidi.
Anche se le temperature notturne vanno vicine o passano lo zero termico, la temperatura diurna arriva velocemente ed abbondantemente sopra lo zero durante tutto l'anno (vedi Texas, Arizona, Messico etc.).
Da noi invece il periodo "di riposo" dura circa 6 mesi (da metà ottobre a metà aprile) con periodi in cui la temperatura non sale mai sopra lo zero.
E' questo che giudico una forzatura. Loro vorrebbero più caldo ed un periodo di riposo molto più breve.
Diciamo che da noi devono stare in serra troppo tempo.
L'ideale, forse, sarebbe un mesetto in serra fredda, il resto dell'inverno in casa (in ambiente però soleggiato, lontano dai termosifoni etc.) ed il restante tempo fuori all'aria ed al sole.
Certamente ogni pianta ha le sue esigenze e ci si deve regolare di conseguenza.

Ste

Poi c'è un'altra cosa da dire.

Ho visto, ad esempio alle Canarie, esemplari enormi di echinocactus, echinocereus, ferocactus fioriti e bellissimi.
Eppure la temperatura minima non scende mai sotto i 15/18 gradi.
Quelle piante non hanno il periodo di riposo al freddo, eppure vivono perfettamente.
Significa quindi che il freddo non è, in assoluto, una condizione così necessaria per fiorire.

Ste

Non prendete la mia discussione come una polemica.
Conosco la teoria per la coltivazione (sono anni che coltivo, con buoni risultati, le spinose e le succulente). Ogni tanto però ho dei dubbi e mi pongo delle domande per migliorare lo stato e la salute delle piante.
Viaggiando mi guardo in giro, vedo esemplari enormi, sani e bellissimi e cerco di fare in modo che, anche le mie, possano divenatare così. Cerco quindi di riprodurre, il più fedelmente possibile, il loro ambiente, anche se da noi manca quasi tutto rispetto ai tropici.
Diciamo che mi piace sperimentare e, devo dire, che alcuni risultati sono ottimi (le mie foto credo lo dimostrino).

Eppoi mi piace discutere, confrontarmi con gli altri, carpire i trucchi e segreti di quelli più esperti di me, farmi consigliare ed, ogni tanto, dare alcuni consigli dettati dall'esperienza.

Ste
 
Ultima modifica di un moderatore:
Alto