• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Oggi e' un grande giorno

Sevi

Fiorin Florello
Vabbè...la fede può mai portar disprezzo verso gli altri?

Nel suo concetto + puro credo proprio di no :)

Se il disprezzo c'è, l'ho spiegato bene, è per ciò che viene detto, propagandato, pensato, creduto...ovvero se trattasi di idee che io non posso accettare.

P.S. e sì, io condanno sempre certe "idee", come il razzismo ad esempio.
Ed è + che ovvio che non potrei mai votare per chi porta avanti, come base del suo "credo" politico, qualcosa di così assurdo, e così lontano dalla mia mentalità.
Tutto qui :)

Sarebbe un paradosso, non trovi?
E lo sarebbe anche verso altri casi, o partiti, perché c'è un ideale di fondo che accompagna l'appartenenza a una parte politica.

Poi lo so pure io che gli ideali spesso non vengono rispettati, non sono così poco realista :baf:
Ma sto dalla parte dei + deboli da sempre, ecco perché non posso mai sostenere la carica politica di chi difende il + forte, so già che...qualunque programma mi presenti...andrà contro i miei princìpi.

Sorry, ci ho messo un secolo a "editare" , causa di forza maggiore, sai com'è :astonished:


P.P.S. cmq la risposta è sempre quella, anche se io cerco di ampliarla, e tu di non leggerla :martello2 :)ros:)
Gli ideali, i princìpi, chiamali come vuoi...ma di quello si tratta, in ogni ambito della vita :flower:
 
Ultima modifica:

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
I tetti delle case perché tutti non pensano ai tetti e subito si buttano sui campi non abbiamo più bisogno di grandi centrali abbiamo bisogno di mini centrali personali
forse perchè stai proponendo della fantapolitica?
mi spiego green in italia al momento lo stato non vuol mollar l'osso (ne "con questi " ma neppure "gli altri") vero che "solo in teoria" tutti possono prodursi l'energia MA prima la devi "vendere (aha ahah) allo stato che poi te la rivende a seconda di quanto consumi .....
ergo lo stato la incamera SEMPRE e poi la distribuisce SEMPRE LUI guadagnandoci è chiaro (ecco perchè non molla l'osso nessuno)
1) sorge una domanda viste le leggi odierne che monopolizzano la distribuzione secondo te lo stato spenderebbe di più a produrre lui in un unica centrale o meglio risparmierebbe a "trasportare" l'energia da migliaia di tetti in un punto di raccolta e poi distribuirla nuovamente ?
2) ammesso che con le leggi attuali si possano espropriare o monopolizzare tutti i tetti ,chi e dove troverebbero l'unanimità dei consensi per farlo e a quali costi ? (ad esempio se tu mi adoperi il tetto quanto mi paghi per l'uso che ne fai?)
3) una produzione più frammentata se non può, come la legge impone, essere prodotta e usata a scopi individuali .....secondo te è meno costosa o più costosa ,in esercizio d'uso, un unica centrale e solo in posto ( energia solo prodotta e SUBITO distribuita e quindi senza il "passaggio della raccolta") ?
4) secondo te tutti questi passaggi aggiuntivi chi li pagherà ? NOI NELLE BOLLETTE come già ora stiamo facendo .......
e.....5) con le leggi attuali nessuno di noi può usare DIRETTAMENTE l'energia che produce quindi
tetti di case uguale fantascienza ......
se poi ci mettiamo che tanta unione nel voto NON VUOL ASSOLUTAMENTE DIRE
unione d'intenti e volontà per mettere TUTTI a disposizione i nostri tetti (la nostra proprietà) e a gratis per il bene comune...........già ci scorniamo per un misero posto a sedere o in fila .....che so su un autobus ......o alle poste
il 99 % dei votanti del si.... sta aspettando che sia qualcun altro a "scoprire" come fare ......ha votato ed tornato a casa alla sua realtà e aspetta che siano altri a sistemare questo qualcosa ......e questa non è fantapolitica
magari potessimo produrre ognuno il necessario della nostra energia,senza sprechi di sorta tanto uso tanto produco di conseguenza....
egoistico forse, ma da altri mi aspetto, per il momento, poco e amo per questo il faidate
:astonished:questo sarebbe stato un ottimo referendum o una bella legge d'iniziativa popolare "volete LA VERA LIBERALIZZAZIONE nel produrre ed usare dell'energia? " ........
.............ed ecco perchè si tolgono i campi da coltivare e nessuno pensa ai tetti
 
Ultima modifica:

Giraffa

Maestro Giardinauta
... ma le industrie come farebbero a prodursi da sole le ENORMI quantità di energia che richiede la loro attività?
 

Violetta516

Maestro Giardinauta
Questi referendum c'entrano con la politica certo, nel senso che c'entrano con la gestione della vita pubblica, ma non c'entrano con i partiti, come in alcuni casi i risultati delle ultime amministrative Per come la vedo io è difficile sostenere di non avere un'idea politica, bisognerebbe vivere sulla luna per non averne una. Che poi al momento non ci si possa sentire rappresentati da nessuno dei partiti e degli uomini che li compongono è una cosa diversa.
Io credo in alcuni punti fermi, tra questi: giustizia sociale, difesa dei deboli, rispetto ferreo delle regole, diritto al lavoro, alla casa, all'assistenza sanitaria, libertà di scelta dell'individuo su come vivere la propria vita sessuale e su come e quando morire, certezza della pena per tutti i reati e legge uguale per tutti...Da una certa parte, come Sevi, non potrei mai votare, dall'altra ora come ora vedo il NULLA
 

carne

Florello Senior
@i marco.enne

..5) con le leggi attuali nessuno di noi può usare DIRETTAMENTE l'energia che produce quindi
tetti di case uguale fantascienza ...

Mi permetto di contraddirti, ho i pannelli solari da circa 3 anni e l'energia che produco, se mi serve, la utilizzo direttamente e non viene vista dal mio fornitore che è una municipalizzata quindi non risulta sulla bolletta.
Solo se non la utilizzo viene aasorbita dalla munuicipalizzata (non dallo stato) e mi viene restituita al bisogno.
Di questa energia prodotta prendo un tot di cent.mi a kw sia se la consumo sia se va alla munic.ta (dico tot perchè varia secondo il momento che si fa il contratto) dell'energia che consumo quando non la produco ma la prelevo dalla munic.ta, la devo pagare ma mi viene retribuita naturalmente non in toto.
In moneta, prima dei pannelli spendevo dai 200 ai 350 euro a bolletta, ora è scesa a 30/35 euro.
 

carne

Florello Senior
Ho letto tutti insieme i vostri discorsi ed è bello, sinceramente, leggere tanto entusiasmo; perchè finchè è possibile è bene avere entusiasmo, l'apatia non porta a niente ma...

.....sicuramente in giro in questo momento c'è gente Altamente seccata per la vittoria dei sì..... :fischio::fischio: e che proprio questa vittoria non cambi nulla,non lo credo!!! :D
(Parere Personale)
La gente che si secca di perdere, sbaglia comunque, ci sarà sempre un vincitore ed un vinto, vorrei solo (e questo è un'illusione) che il vincitore qualunque esso sia, vinca per convinzione delle proprie idee non per appartenenza di quelle altrui.

Beh che dire Nucleare o no per me è la stessa cosa dato che alcuni paesi stanno costruendo le centrali ai confini con l'Italia tipo la Francia... poi il fatto di votare tutti Si non è proprio unità ma una coincidenza...in questo paese ci sarà sempre una differenza tra quelli del nord che pensano che meridionali sono tutti disonesti e sfaticati e tra quelli del sud (come me) che cercano di trovare un modo per far capire che sud non equivale a mafia...
Purtroppo è un'etichetta che il sud si è incollata addosso ma, siine certo che quelli del nord sanno di non fare di un'erba un fascio. Sappiamo quanto viviate male ma le regole andrebbero rispettate solo che, sono modi di vita piuttosto diversi.
Se al nord parcheggi male, ti multano, se succede al sud è stato risposto ...avrà un'incombenza da fare e aspettano in coda; un esempio stupido ma ce ne sono altri.
Ora non vorrei che tu pensi che io giudico che quelli del sud siano peggiori, tutt'altro, ho avuto colleghi dalla sicilia, calabria e via dicendo... per i sacrifici che facevano, c'era grande rispetto e stima tra noi e loro la meritavano ma onestamente anche loro notavano una differenza di vita tra N e S.


Bene per il referendum....ma.....IL cambiamento vero, l'unico, l'alternativa ci sarà quando Tutti ci renderemo Davvero Consapevoli che bisogna CONSUMARE DI MENO.......anche meno energia. Riprogettare le basi sulle quali ci siamo sviluppati....dai metodi di costruzione degli edifici, dai trasporti, da studi e ricerca per le fonti alternative...Ma al centro ci siamo sempre noi (dove vogliamo andare e come.........)
Allora hai parecchio lavoro da fare, eliminate cell, tv, auto, pc...e non vado oltre ...quanti ce ne sono per famiglia? Chi rinuncerà a qualcosa per rispiarmare l'energia?

voto il programma e le idee al momento al di la di chi le propone, come dovresti fare tu invece di sceglere una parte.
E' proprio questo il nostro problema, sceglere una parte.
Non si deve scegliere un colore, un partito, ma si deve a mio avviso valutare le idee

Non posso che confermare quanto dici, votare sempre la stessa parte non si votano le idee nuove, anch'io ho cambiato partiti seguendo il programma non le persone...purtroppo siamo governati da uomini che andrebbero maggiormente controllati.
Obama sembrava un idolo ed ora quasi lo stanno scalzando.

Questi referendum c'entrano con la politica certo, nel senso che c'entrano con la gestione della vita pubblica, ma non c'entrano con i partiti, come in alcuni casi i risultati delle ultime amministrative Per come la vedo io è difficile sostenere di non avere un'idea politica, bisognerebbe vivere sulla luna per non averne una. Che poi al momento non ci si possa sentire rappresentati da nessuno dei partiti e degli uomini che li compongono è una cosa diversa.
Io credo in alcuni punti fermi, tra questi: giustizia sociale, difesa dei deboli, rispetto ferreo delle regole, diritto al lavoro, alla casa, all'assistenza sanitaria, libertà di scelta dell'individuo su come vivere la propria vita sessuale e su come e quando morire, certezza della pena per tutti i reati e legge uguale per tutti...Da una certa parte, come Sevi, non potrei mai votare, dall'altra ora come ora vedo il NULLA
l'ieda politica invece è votare un programma di governo. Quello che dici però giustizia sociale, difesa dei deboli, rispetto ferreo delle regole, diritto al lavoro, alla casa, all'assistenza sanitaria, libertà di scelta dell'individuo su
è il grande senno del popolo che non viene, se non nei piccoli accontentini, ascoltato.

Sul nucleare hanno vinto i sì ottenendo solo i rischi mentre chi, vicino a noi hanno i rischi ma pure i benefici, orgogliosi di essere ambientalisti anche se pagheremo di più. Forse, se si fosse chiesto un intervallo per un piano di nuova energia chiedento i tre test alle centrali vecchie e chiudere le obsolete... dico forse poteva essere ragionevole.
Anch'io temo le conseguenze del nucleare, aveva 3 anni mio figlio al precedente disatro di cernobyl ma votando si non mi sento lo stesso sicura anche se non ci saranno in Italia.
 

Mirko's

Giardinauta Senior
SSSSSSSSSubito!!!!!!!!!!! Adesso però posso solo dati una cittadina in provincia di Varese. Ma c'è un sindaco ed una giunta leghista, quindi qui non ti annoi.....Metto gli occhiali da sole al mio Primo:cool3: e ci mettiamo in macchina: destinazione Catania, gli metto nel trolley anche la tutina ignifuga per le gite sull'Etna:tupitupi:.

Ahah beh che dire i posso ospitarti nel mi paesino ai piedi dell'etna anche qui non ti annoieresti sai qui tutto quello che accade all'interno del municipio viene trasformato dai paesani in barzelletta...dopo tutto è sempre Sicilia! :D
 

carne

Florello Senior
al precedente

al precedente scritto, spezzato per la lunghezza eccessiva, vorrei dire 2 cose sul referendum per l'acqua.
Questa è la dispersione nella rete idrica delle regioni italiane: (scrivo tutto in minuscolo per comodità)
piemonte 47%; val d'aosta 49%; lombardia 27%; trentino a.a. 27%; veneto 43%;
friuli v.g. 68%; liguria 39%; emilia rom. 32%; toscana 38%; umbria 48%; marche 34%; lazio 55%; abruzzo 77%; molise 78%; campania 63%; basilicata 49%; puglia 87%; calabria 50%; sicilia 54%; sardegna 85%.

prendendo la puglia, significa che se invio 100 litri di acqua ne arrivano solo 13, cosa cambierebbe se fosse passata al privato, non arriverebbero nemmeno quei 13?
 

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
@i marco.enne

..5) con le leggi attuali nessuno di noi può usare DIRETTAMENTE l'energia che produce quindi
tetti di case uguale fantascienza ...

Mi permetto di contraddirti, ho i pannelli solari da circa 3 anni e l'energia che produco, se mi serve, la utilizzo direttamente e non viene vista dal mio fornitore che è una municipalizzata quindi non risulta sulla bolletta.
Solo se non la utilizzo viene aasorbita dalla munuicipalizzata (non dallo stato) e mi viene restituita al bisogno.
Di questa energia prodotta prendo un tot di cent.mi a kw sia se la consumo sia se va alla munic.ta (dico tot perchè varia secondo il momento che si fa il contratto) dell'energia che consumo quando non la produco ma la prelevo dalla munic.ta, la devo pagare ma mi viene retribuita naturalmente non in toto.
In moneta, prima dei pannelli spendevo dai 200 ai 350 euro a bolletta, ora è scesa a 30/35 euro.
se tu hai qualche forma di "esperimento in corso " non lo so ma non credo .........
il tuo è semplice "conto energia" ed è schematizzato e spiegato proprio dettagliatamente negli appositi siti ....... mi sa che qualcosa non torna ....... (qui come si installa e come vengono "connessi gli impianti alla rete" http://www.conto-energia-online.it/ è obbligatorio)
e poi vorrei ricordare che tutte le "municipalizzate" sono a conpartecipazione statale cioé sono delle SOCIETA' PER AZIONI pubbliche dove uno dei soci E' LO STATO .......che poi la gestione sia del comune o della provincia o della regione poco importa .......le uniche differenze sostanziali esistono SOLAMENTE nelle regioni autonome
 
Ultima modifica:

Ari68

Florello
Ho letto tutti insieme i vostri discorsi ed è bello, sinceramente, leggere tanto entusiasmo; perchè finchè è possibile è bene avere entusiasmo, l'apatia non porta a niente ma...


La gente che si secca di perdere, sbaglia comunque, ci sarà sempre un vincitore ed un vinto, vorrei solo (e questo è un'illusione) che il vincitore qualunque esso sia, vinca per convinzione delle proprie idee non per appartenenza di quelle altrui.

Anch'io temo le conseguenze del nucleare, aveva 3 anni mio figlio al precedente disatro di cernobyl ma votando si non mi sento lo stesso sicura anche se non ci saranno in Italia.

Ciao carne, quella risposta faceva parte di un discorso....sia chiaro che sono contenta che abbia vinto il sì perchè spero in un cambiamento.....non mi interessa vincere per fare rabbia a qualcuno...lungi da me!!!

Riguardo alle centrali nucleari ....certo non saremo mai sicuri..... ma a suo tempo avevamo già espresso di non volerle....tanti stati stanno facendo marcia indietro (forse si sono resi conto che sono incontrollabili?) e noi che siamo i furbi del villaggio le ricostruiamo???

Comunque io non sono per le polemiche....con le polemiche non si và da nessuna parte..... chi piu' e chi meno tutti abbiamo esternato i nostri pensieri e vi dico che non sono sbagliati neppure quelli che non condivido.

Alla base di tutto ragazzi c'è solo una cosa che ci può salvare....dire no al consumismo,ritornare a utilizzare solo lo stretto necessario....se mi guardo intorno vedo troppo spreco,uno spreco che contribuisce poi ai problemi che abbiamo.

Certo tornare indietro è difficile, ma a volte fare un passo indietro è segno di intelligenza e grande responsabilità.

:Saluto:
 

carne

Florello Senior
Risposta molto sensata che mi aspettavo ...anche perchè.. bello è confrontarsi ed esprimere le proprie idee accettando di capire le altrui...non è detto che le proprie siano quelle giuste, lo si capisce solo informandosi e ascoltare, ascoltare e ascoltare...ciao carissima.
 

Ari68

Florello
Risposta molto sensata che mi aspettavo ...anche perchè.. bello è confrontarsi ed esprimere le proprie idee accettando di capire le altrui...non è detto che le proprie siano quelle giuste, lo si capisce solo informandosi e ascoltare, ascoltare e ascoltare...ciao carissima.



:Saluto::love_4:
 

carne

Florello Senior
se tu hai qualche forma di "esperimento in corso " non lo so ma non credo .........
il tuo è semplice "conto energia" ed è schematizzato e spiegato proprio dettagliatamente negli appositi siti ....... mi sa che qualcosa non torna ....... (qui come si installa e come vengono "connessi gli impianti alla rete" http://www.conto-energia-online.it/ )
e poi vorrei ricordare che tutte le "municipalizzate" sono a conpartecipazione statale cioé sono delle SOCIETA' PER AZIONI pubbliche dove uno dei soci E' LO STATO .......che poi la gestione sia del comune o della provincia o della regione poco importa .......le uniche differenze sostanziali esistono SOLAMENTE nelle regioni autonome

Forse ho inteso male, ma riferendoti ai tetti delle case ho pensato ai pannelli solari privati; in quanto alle municipalizzate è vero che sono compartecipate, la nostra, A2A è quotata in borsa ed il principale azionista è il comune.
 

scardan2

Maestro Giardinauta
Lo spreco lo vedo soprattutto tra chi ha di meno.
Conosco alcune persone ricchissime che però sono spilorce come me, nel senso che come me se c'è una luce accesa in una stanza vuota vanno a spegnerla, e non è certo quella lucina a mandarli sul lastrico. In fondo, non manderebbe sul lastrico nemmeno un poveraccio come me.

Vedo invece che spesso chi corre per avere il vestito griffato, il gadget di ultima generazione, cambiare spesso tutto, la mega tv, la vacanza esotica e se ne frega di consumi etc è poi spesso una persona a basso reddito che invece dovrebbe cercare di risparmiare il piu possibile.

Per me è un mistero, sarà che di molti dei cosiddetti lussi non me ne frega niente, e alcuni sprechi mi danno proprio fastidio: anche se l'acqua me la paghi tu, a me vedere un rubinetto che corre a vuoto dà proprio fisicamente fastidio. Fare l'agosto in un albergo affollato all'estero costretto a stare in cravatta per mangiare, o su una spiaggia affollata, mi sa di incubo, non di vacanza. Se me la paghi, la cedo volentieri ad altri.

Scusate se sono andato un po' OT ma non volevo parlare dei massimi sistemi. Io vivo piu terra-terra.
 
Ultima modifica:

Olmo60

Guru Master Florello
Ho letto tutti insieme i vostri discorsi ed è bello, sinceramente, leggere tanto entusiasmo; perchè finchè è possibile è bene avere entusiasmo, l'apatia non porta a niente ma...

Bene per il referendum....ma.....IL cambiamento vero, l'unico, l'alternativa ci sarà quando Tutti ci renderemo Davvero Consapevoli che bisogna CONSUMARE DI MENO.......anche meno energia. Riprogettare le basi sulle quali ci siamo sviluppati....dai metodi di costruzione degli edifici, dai trasporti, da studi e ricerca per le fonti alternative...Ma al centro ci siamo sempre noi (dove vogliamo andare e come.........)



Allora hai parecchio lavoro da fare, eliminate cell, tv, auto, pc...e non vado oltre ...quanti ce ne sono per famiglia? Chi rinuncerà a qualcosa per rispiarmare l'energia?

e allora continuiamo a discutere...spero che l'entusiasmo da solo abbia risolto qualche problema da qui a 50 anni.....
 

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
Io credo in alcuni punti fermi, tra questi: giustizia sociale, difesa dei deboli, rispetto ferreo delle regole, diritto al lavoro, alla casa, all'assistenza sanitaria, libertà di scelta dell'individuo su come vivere la propria vita sessuale e su come e quando morire, certezza della pena per tutti i reati e legge uguale per tutti...Da una certa parte, come Sevi, non potrei mai votare, dall'altra ora come ora vedo il NULLA

tanta bella demagogia, anche io credo a queste belle favole
però se le aziende non riescono a produrre competitivamente.... sai come lo difendo il diritto al lavoro
se io azienda pago in Italia la corrente il doppio rispetto ad altri paesi europei perchè io italiano non voglio il nucleare, e non voglio le pale eoliche sul campo davanti casa
e i pannelli costano un sacco e per convincermi ad usarli lo stato mi versa al KWH il doppio di quanto pago la corrente.. differenza che poi spalmo sulla bolletta nazionale e quindi anche e soprattutto sulle aziende...
il costo del lavoro (in proporzione al netto percepito) è almeno il 20% + alto
..... dimmi come faccio a creare posti di lavoro?? per non parlare del costo di servizi assistenziali scaricati pari pari sulle spalle dell'azienda
belli i diritti, ma costano
il diritto alla casa.... com'è che a me non l'hanno mai data?
assistenza sanitaria...
perchè a milano un neo in fronte pago per toglierlo
e altrove invece ti passano anche i massaggi se dici di aver dolore alla cervicale? poi però in alcuni posti la sanità è allo sfascio in altri no

ok ai diritti di base, no all'approfittarsi, e ricordiamoci che niente è gratis, dovremmo fare 4 conticini prima di dire ho il diritto a questo e a quello.

e per tornare alla corrente...vedrai tra 30 anni cosa verrà fuori per smaltire il silicio dei pannelli

(niente di personale neh :) ma il tuo messaggio riassumeva bene tutti i punti)

vorrei solo far capire che per riuscire a garantire i diritti alle persone, dobbiamo cercare di costruire le risorse per pagarli questi diritti.

mi hanno rubato il futuro 20 anni fa bloccando un settore come il nucleare, ora lo stanno rubando alle nuove leve
ci siamo asfaltati i polmoni con centrali a combustibili fossili, bel guadagno vero, cancro ai polmoni sicuro contro un "magari succede un incidente"
dove ci sono le centrali nucleari nemmeno i combustibili per il riscaldamento bruciano, usano la corrente per scaldare le case
da noi sarebbe impensabile troppo costoso
però intanto lì il problema delle polveri sottili non ce l'hanno.
purtroppo gli italiani non l'hanno capito... troppa demagogia e poche verità spiegate.
e vogliamo anche pagare l'acqua più cara.. e tenerci gli acquedotti che non funzionano, si sa che quando una cosa è pubblica in italia non la curiamo, la cosa divertente è che anche i promotori della privatizzazione delle acque.. progetto iniziale di Prodi con Bertani ministro poi han deciso che faceva + audience la propaganda.. bella coerenza (vale per entrambe le fazioni il voltafaccia sul nucleare non l'ho proprio digerito)

altro punto la legge uguale per tutti... ci vorrebbero dei giudici invece che dei buffoni, e parlo solo ed esclusivamente per esperienza personale diretta.
giudici che ti si rivolgono con preconcetto.. un giudice??!!!! ridicolo.. però loro si sentono sopra la legge, additano chi e come vogliono, con o senza prove, e poi impiegano 20 anni a finire una causa e non scrivono le sentenze... le leggi le abbiamo, e anche fatte bene
peccato che peggio di così la giustizia non so se possa essere.. però non sono responsabili.. poverini troppo carico di lavoro....per quei 2 soldi che li paghiamo.
sanità... asl così lottizzate da avere + amministrativi che personale medico e poi non pagano i fornitori "privati"... che hanno vinto una fornitura.. e al sollecito ti rispondono pure "beh ma lo sapevate che con le asl funziona così" però se tu azienda non hai pagato i contributi per tempo, loro non ti pagano la fattura... cioè non ti pagano lo stesso (esperienza personale pure questa una asl del lazio...) e per la cronaca non è vero che tutte le asl sono così

quindi non parliamo di diritti.. ma di privilegi che qualcuno si è preso nel corso degli anni e ora non vuole lasciare

questi referendum fanno un po' di movimento politico ma all'atto pratico solo la solita immobilità italiana
mai fare niente prima che qualcuno si offende e poi non mi vota più :D

in fondo mi spiace per chi ha figli, credo che sia un discreto passo indietro.. quando siamo già indietro di 10/15 passi

soprattutto sul fronte energia
 

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
piccole puntualizzazioni, dai francesi compriamo solo quando c'è necessità e non in maniera continuativa, l'energia francese costa meno ed è più conveniente di quella prodotta in italia, e... pensa te, compriamo per la maggior parte energia prodotta dalle idroeettriche appena oltrefrontiera.
Senza contare che se tutte le nostre centrali funzionassero a pieno ritmo produrremmo il 150% del fabbisogno nazionale nei momenti di picco massimo, il che vuol dire che è un proiblema di infrastrutture, non di mancanza di corrente.


tutte le centrali spalmate sul nostro confine.. sono quanto meno sospette in zone montuose dove il fabbisogno locale è decisamente basso...
il problema della produzione interna italiana è che deriva per un'alta % da combustibili fossili, quindi dipendenza economica e politica dai produttori (che non siamo noi) e inquinamento atmosferico garantito, con relativa asfaltatura dei nostri polmoncini.
però siamo abituati ai tumori ai polmoni, diamo la colpa ai fumatori(per prevenire battute :D non ho mai fumato in vita mia) e ci teniamo le centrali a carbone e a petrolio pensando che siano la soluzione giusta, quando invece oltre ad essere costose sono anche fortemente inquinanti (ovviamente nessuno le vuole vicino a casa propria) a parte c'è chi dice che non è ecologica nemmeno l'idroelettrica perchè disturba l'ambiente..

la sola alternativa è tornare all'età della pietra a volere essere coerenti con tutti questi no

:Saluto:
 

Olmo60

Guru Master Florello
Si sono dette molte cose, in questo 3d. Un problema che ha molti aspetti, ha quindi anche molte verità, da entrambi gli "schieramenti", se vogliamo chiamarli così...io notato diverse cose: 1) chi dice che il referendum è stato politicizzato (da chi NON sostiene il governo) e quindi la sinistra ha voluto fare "campagna elettorale" dando a questo atteggiamento una valenza negativa, sbaglia, perchè è stato politicizzato anche dal primo ministro, il quale ha espresso il suo parere incitando a non votare...siamo alla pari...Poi: perchè dire che è ANCHE un referendum politico dovrebbe essere motivo di biasimo?..2) Molti credono che la nostra sia davvero una democrazia (e qui mi bannano..) mentre è una democrazia imperfetta...Se fosse davvero Democrazia, per 50 anni non sarebbero state IMPEDITE libere elezioni, Moro non sarebbe stato ucciso, Gladio non sarebbe esistita, e neanche la P.2.....non è un caso che dopo la caduta del muro di Berlino, sia caduta (solo allora) il sistema di potere cinquantennale della D.C....non è un caso che in un mese sia nato un partito che ci governa da 17 anni.......
 

Ari68

Florello
Forse un referendum lo meritava anche il primo articolo della costituzione Italiana:

L'Italia è una Repubblica democratica,fondata sul lavoro. :(


Fondata su che :eek:.....ogni giorno alla tv si sente di fabbriche che chiudono i battenti,la mia li ha chiusi l'altro giorno 1300 persone a casa :(....di giovani che terminano i loro studi e sono in balia di un lavoro che non c'è.....

Forse tutto il clamore per questi referendum è nulla difronte a non avere un lavoro che ti permette di portare a casa onestamente la pagnotta....anche limitando gli sprechi e le cose inutili (alle quali io non ho mai dato importanza perchè cresciuta con determinati principi....condivido il post di Scardan) quale futuro avranno i nostri figli???

Scusate lo sfogo....al contrario di quello fatto sulle centrali questo è davvero spinto dall'emotività....vorrei davvero un mondo politico giusto,leale,onesto che si preocupasse dei veri problemi.....ma sò che tutto questo è e rimarrà un sogno....la politica non è fatta per aiutare il popolo ma è fatta per arrichire le tasche dei furbi!!! :storto:

Perchè a parlare bene sono capaci tutti,ma poi al momento fatidico quando si trovano seduti in quella poltrona.... vengono investiti dal potere che acceca ogni buon proposito. :(

Ps chiedo scusa a Belvedere...ti abbiamo portato fuori rotta il tuo 3d..... :(:(:(
 
Ultima modifica:

bausettete

Moderatore Sez. Acidofile
Membro dello Staff
Vabbè...la fede può mai portar disprezzo verso gli altri?

Nel suo concetto + puro credo proprio di no :)
Nel suo concetto più puro no, ma in politica non ritengo esista questo concetto
Punti di vista

Se il disprezzo c'è, l'ho spiegato bene, è per ciò che viene detto, propagandato, pensato, creduto...ovvero se trattasi di idee che io non posso accettare.
A mio avviso ciò che viene detto viene puntualmente rivisto e travisato da chi ha convenienza a far apparire certe cose in certo modo, noi siamo solo vittime di un’informazione violentata.
Quello che sostieni nel paragrafo successivo lo testimonia

P.S. e sì, io condanno sempre certe "idee", come il razzismo ad esempio.
Ed è + che ovvio che non potrei mai votare per chi porta avanti, come base del suo "credo" politico, qualcosa di così assurdo, e così lontano dalla mia mentalità.
Tutto qui :)
Tanto per essere chiari, tolte di mezzo le frange estremiste dalla politica, nessuno è razzista, affatto!!
Il fatto è che ti fanno credere che chi vuole solo stranieri in regola e lavoratori e gli altri fuori dai bal è razzista, in realtà non è così mio avviso, c'è solo fame di giustizia.
Forse però a qualcuno fa comodo credere certe cose.
Testimoniami un atto razzista vero di un partito politico, io dico che non ne trovi

Sarebbe un paradosso, non trovi?
E lo sarebbe anche verso altri casi, o partiti, perché c'è un ideale di fondo che accompagna l'appartenenza a una parte politica.
Si sarebbe un paradosso ma non lo è perché il fatto non sussiste, ci sono solo e soltanto due modi diversi di affrontare lo stesso problema, poi c’è chi sfrutta questo per denigrare l’avversario, ma questa è un'altra questione.

Poi lo so pure io che gli ideali spesso non vengono rispettati, non sono così poco realista :baf:
Ma sto dalla parte dei + deboli da sempre, ecco perché non posso mai sostenere la carica politica di chi difende il + forte, so già che...qualunque programma mi presenti...andrà contro i miei principi.
Sicura che chi dice di difendere i deboli lo faccia davvero?
Io non ne sono convinto, tutta facciata, e ho toccato con mano.
 
Ultima modifica:
Alto