1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

gardenia - aggiornato

Discussione in 'Acidofile' iniziata da msilani, 2 Ottobre 2016.

  1. msilani

    msilani Giardinauta

    Registrato:
    22 Marzo 2016
    Messaggi:
    685
    Località:
    savignano sul rubicone
    [​IMG]

    Ecco la foto aggiornata della mia gardenia come la vedete?

    è da rinvasare corretto?

    o posso tenerla fino a marzo ancora?

    clem non me lo consiglia
     
  2. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Trovo che la pianta sia ben frondosa e stia bene; io di norma rinvaso a fine febbraio/marzo anche perché tendo a smuovere leggermente il pane radicale per favorirne la neoradicazione nel più largo. Con quelle molto grandi che spesso hanno un pane radicale compatto procedo drasticamente: potatura bassa, taglio del feltro radicale che aderiva alle pareti del vaso e delle radici basse, rinvaso. Le piante si riprendono benissimo, ringiovanite.
     
    A bausettete e msilani piace questo messaggio.
  3. danielep

    danielep Guru Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    3.337
    Località:
    san donà di piave
    La vedo abbastanza bene, per il rinvaso attenderei l'anno prossimo.
    Il periodo dipende anche dal clima: Kiwoncello sta in Liguria e può trapiantarla a fine inverno, nei nostri climi attenderei un mesetto in più oppure dopo la fioritura.
    Ora come ora le darei un' accorciata ai rami fuori sagoma e le farei passare l'inverno tranquilla (riparata, credo, da te?).
    Per il rinvaso mi sono trovato bene con un terriccio composto da : 3 parti di pomice (2/7 mm)- 3 p. lapillo fine-6 terriccio x acidofile-2 terriccio universale- 1/2 parte corteccia di pino sminuzzata-1/2 parte carbonella di legna sminuzzata.
    Lo so, sembro un maniaco (probabilmente lo sono) , ma mi sono preso nota della composizione di questo terriccio e, nel rinvasare le mie due, provenienti da talea (la pianta madre ce l'ho da 30 anni) e mediamente clorotiche, ho ottenuto ottimi risultati ed un netto miglioramento.
     
  4. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Danieleep, il tuo mix è ottimamente "progettato"; anch'io ricorro (per gardenie e camelie varie) ad un mix dove la parte torbosa è abbastanza ridotta a scapito di pomice bianca (ghiaiosa), bark di pino a pezzatura medio-piccola, cornunghia e se disponibile legno di pino decomposto. In realtà i vari terricci per acidofile commerciali sono a base quasi esclusiva di torba macinata che presto si compatta diventando asfittica, poco drenante ed idrorepellente in c aso di carenti annaffiature. Odio l'argilla espansa: la sfericità delle palline le fa collabire e mescolandosi con la terra finiscono col formare una specie di cemento impermeabile che mantiene inzuppato impedendo il drenaggio. Ormai mi sono standardizzato usando come drenante in fondo-vaso polistirolo spezzettato tratto da imballaggi vari....
     
  5. danielep

    danielep Guru Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    3.337
    Località:
    san donà di piave
    :su::su::su::su::su:

    Effettivamente, con me, sfondi porte aperte :) . Siamo in sintonia.
    Condivido il tuo odio per l'argilla espansa, per drenaggio io uso pomice grossa. Non ricordavo dell' uso del polistirolo anche se devo averne letto: è che lo considero anche un elemento così poco naturale, inquinante ed indistruttibile che ne metterei al bando la produzione:devilish::devilish::devilish:
    La cornunghia la metto anch'io e l'osmocote a lentissima cessione.
     
  6. msilani

    msilani Giardinauta

    Registrato:
    22 Marzo 2016
    Messaggi:
    685
    Località:
    savignano sul rubicone
    speriamo bene.
    il vivaista mi ha rinvasato la gardenia con tnt sul fondo,argilla espansa e terriccio per acidofile
    vaso di plastica poco piu grande del precedente

    lui dice che il vostro substrato è molto drenante ma la pianta deve comunque bere.
    secondo me ne sapete piu voi comunque l'importante è che la pianta stia bene.
    ora monitoro e incrocio le dita.
    l'ho rimessa nella stessa posizione in precedenza
     
  7. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    TNT sul fondo vaso?
     
  8. msilani

    msilani Giardinauta

    Registrato:
    22 Marzo 2016
    Messaggi:
    685
    Località:
    savignano sul rubicone
    Si,infatti mi sono stupito.che ne pensi.a me piaceva piu il tuo. Substrato

    Inviato dal mio G7-L01 utilizzando Tapatalk
     
  9. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Le gardenie come del resto le camelie vogliono drenaggio: il tnt sul fondo del vaso finisce col favorire uno strato impermeabile che inevitabilmente provocherà stagnazione dell'acqua e radici terminali perennemente asfittiche per eccessiva umidità. Purtroppo tanti "vivaisti" sono improvvisati: quelli veri ormai sono pochi....
     
    A msilani piace questo elemento.
  10. msilani

    msilani Giardinauta

    Registrato:
    22 Marzo 2016
    Messaggi:
    685
    Località:
    savignano sul rubicone
    E' vero kiwo.ora controllero' lo stato della pianta.bisognerebbe fare da,soli ma non posso comprarmi sempre tutti I materiali

    Inviato dal mio G7-L01 utilizzando Tapatalk
     
  11. danielep

    danielep Guru Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    3.337
    Località:
    san donà di piave
    Anch'io ho molte perplessità circa l'utilizzo del TNT sul fondo del vaso. Chissà perché, poi?
    Non vedevo nemmeno l'urgenza del rinvaso.
    Comunque è fatta, non è il caso di malmenare ulteriormente la pianta.
    Sta solo attento che durante l'inverno il terreno non si mantenga costantemente umido.
     
  12. msilani

    msilani Giardinauta

    Registrato:
    22 Marzo 2016
    Messaggi:
    685
    Località:
    savignano sul rubicone
    si infatti daniele.
    di certo innaffio solo con acqua piovana o demineralizzata.
    oggi ho comprato un prodotto chiamato linfa acquolina che elimina il calcare dell'acqua del rubinetto.
    ho anche questa possibilità oltre all installazione di una cisterna da 300 l per la raccolta di acqua piovana dal pluviale che mi verrà installata a breve.

    di norma quando è corretto effettuare il rinvaso?
    dopo la fioritura delle piante? beh per la gardenia potrebbe anche andare bene ora.
     
  13. danielep

    danielep Guru Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    3.337
    Località:
    san donà di piave
    Anch'io raccolgo l'acqua piovana, per quanto possibile.
    Penso che, visto che le mie prima di fine giugno non fioriscono, dalle nostre parti si possano rinvasare in marzo inoltrato quando cominciano i primi tepori, così le radici lavorano subito.
    In tal modo non si dovrebbe perdere la fioritura.
    Credo che il rinvaso dopo la fioritura vada effettuato per fioriture precoci su piante forzate in serra.
    Ad esempio le azalee le rinvaso dopo la fioritura, ma questa avviene ben prima.
     
  14. msilani

    msilani Giardinauta

    Registrato:
    22 Marzo 2016
    Messaggi:
    685
    Località:
    savignano sul rubicone
    si infatti percio per le azalee che fioriscono a maggio-giugno il rinvaso corretto è inizio marzo percio' giusto daniele?
    ho rinvasato oggi due azalee una japonica e una mollis.
    speriamo di non aver compromesso la crescita.
     
  15. Icchy92

    Icchy92 Guru Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    3.102
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Kiwoncello ma poi quando devi rinvasare la terra come la separi dal polistirolo? Attenzione a consigliarlo in giro perché poi la gente cambia la terra e la butta nei parchi inquinando... al suo posto piuttosto si può usare la perlite che è inerte e naturale, altrimenti sempre pomice, lapillo, di varie pezzature.
     
    A CLEMETIS68 piace questo elemento.
  16. msilani

    msilani Giardinauta

    Registrato:
    22 Marzo 2016
    Messaggi:
    685
    Località:
    savignano sul rubicone
    e un substrato con lapillo vulcanico, terra per acidofile con dentro pomice non potrebbe andare bene?
    in questo caso lapillo vulcanico non sminuzzato.

    i vostri pareri?
     
  17. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Nessun problema, ricupero i pezzetti e li riutilizzo dopo una bella sciacquata: dicendo pezzetti intendo frammenti di circa 3-5 cm quindi facilmente distinguibili. Quanto a chi possa buttarli nei parchi bé, il civismo è un optional ahimé.
     
  18. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Sul lapillo vulcanico ho qualche incertezza in quanto inevitabilmente ricco di calcio e quindi potenzialmente alcalinizzante. Benissimo la pomice bianca che io appunto uso a iosa (quella ghiaiosa); la perlite è un buon componente del mix....
     

Condividi questa Pagina