• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

"Bonsai" di Cedrus deodara

Stefano Sangiorgio

Master Florello
Nella primavera 2015 avevo seminato 4 semi di Cedrus deodara.
Ne nacquero 4 piantine: una morì subito: ne rimasero tre che, fino all'aprile 2020, vennero tenute in un bicchiere trasparente (un vaso di una phal defunta) facendo un "falso rinvaso " ogni anno e lasciandole crescere liberamente e ricoverandole sempre su una finestra luminosa della cantina in inverno.
Nel luglio 2019 un "colpo di secco" fece quasi morire le piantine: a aprile 2020 le capitozzai e le misi in vaso bonsai. (vedi foto subito dopo la capitozzatura e la messa a dimora nel vaso nuovo). Il terriccio è semplice terriccio universale di buona qualità.
A furia di pizzicare solo con le mani i germogli e di tenerle a mezza ombra si sono sviluppate bene.
Perdonate per il pessimo sfondo delle foto attuali e per la rete antimerli sul vaso ma, sono contento.
 

Allegati

  • aprile 2020.JPG
    aprile 2020.JPG
    369 KB · Visite: 11
  • ottobre 2020.JPG
    ottobre 2020.JPG
    124,8 KB · Visite: 9
  • ottobre 2020 (2).JPG
    ottobre 2020 (2).JPG
    130,6 KB · Visite: 5
  • ottobre 2020 (3).JPG
    ottobre 2020 (3).JPG
    137 KB · Visite: 10

monikk64

Master Florello
Bravissimo!
Per tutto, non ultimo l'aver neutralizzato un colpo di secco!!!!
In primavera vogliamo vedere le candele... :love::love::love:le fa il cedrus deodara, vero?
 

danielep

Apprendista Florello
Complimenti per il risultato di coltivazione, Stefano.:)
Ti converrebbe però separarli e studiarti qualche immagine di cedro deodara bonsai (poche, azzardo, senza neanche aver controllato);)
Poi, una volta assestate nei vasi, comincia a dare una formazione al tronco col filo rivestito (il filo o il tronco).
Non la trovo un essenza da boschetti né da "minibonsai", per cui devi farli sviluppare, senza ridurli bensì in crescita libera, per ingrossare :ciao:
 

Stefano Sangiorgio

Master Florello
Complimenti per il risultato di coltivazione, Stefano.:)
Ti converrebbe però separarli e studiarti qualche immagine di cedro deodara bonsai (poche, azzardo, senza neanche aver controllato);)
Poi, una volta assestate nei vasi, comincia a dare una formazione al tronco col filo rivestito (il filo o il tronco).
Non la trovo un essenza da boschetti né da "minibonsai", per cui devi farli sviluppare, senza ridurli bensì in crescita libera, per ingrossare :ciao:
Ottimi consigli: sta primavera le separo e, intanto mi guardo immagini in rete per capire.
 

Stefano Sangiorgio

Master Florello
Anch'io l'ho guardato per dieci minuti per capire come fosse possibile.... :banghead:
:LOL:
:LOL:
Notare anche: le cassette di plastica rovesciate per tenere i vasi lontani da terra (sennò radicherebbero nel terreno!), l'ala gocciolante e, non si vede ma c'è, l'antigrandine. In una parola abbiamo un altro califfo.
I bonsai sono quasi tutti da esterno: credo che non li ripari con nulla in "inverno" (le virgolette indicano la mitezza degli ultimi inverni).
 

danielep

Apprendista Florello
:LOL:
Notare anche: le cassette di plastica rovesciate per tenere i vasi lontani da terra (sennò radicherebbero nel terreno!), l'ala gocciolante e, non si vede ma c'è, l'antigrandine. In una parola abbiamo un altro califfo.
I bonsai sono quasi tutti da esterno: credo che non li ripari con nulla in "inverno" (le virgolette indicano la mitezza degli ultimi inverni).

Già... In altre discussioni raccontava di copiosissime nevicate che gli facevano qualche danno....
È un super califfo. Su questo non ci piove....

L'avete scoperto ora? Lo seguo ( ed imparo) da anni su altri Forum dedicati ai bonsai;)
Ho avuto modo di ammirare le foto della sua megacollezione sotto 50/70 cm di neve (fatto non inusuale dalle sue parti).:eek:
Il nebari del Cedro ti deve far ragionare, Stefano, non esistono scorciatoie; per ottenere "età apparente" ci vuole un bel po' di età reale;)
Quindi, per i tuoi cedri, ad esempio, potresti perseguire un risultato a lunga scadenza per ottenere qualcosa di simile a quello di Franco, unitamente a qualcosa di "meno lunga" scadenza che, data l'essenza, non riesco a raffigurarmi bene. Per questo ti indicavo una ricerca in rete. Magari copiando da modelli di altre essenze (larici???o_Oo_Oo_O) ed adeguandoli alle caratteristiche del cedro.
L'effetto ottico è dato dal fatto che la ceppaia si trova in un vaso più basso; nessun bonsaista di esperienza (non di certo Franco) farebbe una cosa del genere cioè piantare due essenze diverse, con esemplari da esporre singolarmente, nello stesso vaso.:cautious:
Altra cosa sono i paesaggi in vaso (bonkei, mi sembra) composti da essenze diverse, ma con piante di minor importanza;)
 

Stefano Sangiorgio

Master Florello
L'avete scoperto ora? Lo seguo ( ed imparo) da anni su altri Forum dedicati ai bonsai;)
Ho avuto modo di ammirare le foto della sua megacollezione sotto 50/70 cm di neve (fatto non inusuale dalle sue parti).:eek:
Il nebari del Cedro ti deve far ragionare, Stefano, non esistono scorciatoie; per ottenere "età apparente" ci vuole un bel po' di età reale;)
Quindi, per i tuoi cedri, ad esempio, potresti perseguire un risultato a lunga scadenza per ottenere qualcosa di simile a quello di Franco, unitamente a qualcosa di "meno lunga" scadenza che, data l'essenza, non riesco a raffigurarmi bene. Per questo ti indicavo una ricerca in rete. Magari copiando da modelli di altre essenze (larici???o_Oo_Oo_O) ed adeguandoli alle caratteristiche del cedro.
L'effetto ottico è dato dal fatto che la ceppaia si trova in un vaso più basso; nessun bonsaista di esperienza (non di certo Franco) farebbe una cosa del genere cioè piantare due essenze diverse, con esemplari da esporre singolarmente, nello stesso vaso.:cautious:
Altra cosa sono i paesaggi in vaso (bonkei, mi sembra) composti da essenze diverse, ma con piante di minor importanza;)
Io è da poco tempo che leggo anche, qui sul Forum, le sezioni sui bonsai in modo approfondito per questo sono andato "ad intuito".
Non da molto ho iniziato a seguire te e, presto, lo farò con @francobet.
Grazie per le tue precise spiegazioni: l'ho capito anche io che, per avere "età apparente" occorre una "età reale" abbastanza alta.
Poi c'è chi, come te ed altri, che, per accelerare l'ingrossamento del tronco, allevano le piantine in terra per un pò di anni con una piastrella che limita lo sviluppo radicale e altri trucchi che, solo chi pratica da anni questa arte, conosce.
Quanto a Monica, molto bene che segua da anni @francobet: a questo punto, però, dovrebbe cimentarsi anche lei con essenze "facili" tipo tridenti, olmi, aceri campestri e via dicendo: in fondo ha "solo" 55 anni (età reale:LOL:).
 
Alto