• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Suggerimenti mini stagno indipendente

Icchy92

Guru Giardinauta
Faccio il volontario in un giardino condiviso dove, qualche anno fa, è stato posizionato un piccolo stagno (grande poco più di 1 m2) con l'obiettivo di renderlo una zona "selvatica" per la biodiversità. Proprio per questo era stato deciso di non pulirlo, lasciando questo compito a lumachine e cozze, mentre due pesci rossi si sarebbero occupati delle larve di zanzara. Per l'ossigenazione e il riparo erano state messe anche delle piante acquatiche, appoggiate sul gradino della sagoma di plastica.
Da quanto ho capito però qualcuno ha continuato a cambiare l'acqua, ha effettuato pulizie varie e alla fine i vari molluschi si sono estinti e sono rimasti solo i due pesci, e siccome ho in programma un progetto simile mi sono offerto di informarmi per ripristinare una corretta gestione di questo piccolo laghetto.
Il fine come dicevo sarebbe quello di ottenere una piccola area di biodiversità, che sia il più possibile naturale e autogestito. Chiedo quindi a chi ha esperienza in merito come è meglio agire e quali accorgimenti vanno presi, quali piante è animaletti sarebbe meglio introdurre, ecc.
Qualche mese fa è stata anche installata una pompetta a energia solare per il ricircolo, può servire?
 

Puntina

Guru Giardinauta
Ciao, innanzitutto sarebbe bene conoscere i litri effettivi di questo laghetto perché i pesci rossi possono rivelarsi controproducenti in quanto sporcano moltissimo, richiedono davvero molto litri (circa 200 litri per due pesci rossi) e superano i 30 cm di grandezza se ben tenuti (e sono sicura faccia parte dell’obiettivo).
Se non dovesse essere adatto alla vita di questa specie consiglio di optare di altre specie ben più idonee all’ambiente; ma questo si approfondirà poi se necessario.
Pesci a parte, se si vuol ottenere un effetto wild si potrebbe optare per piante quali elodea/egeria densa, eichhornia azurea (da non confondere con la crassipes), mentha acquatica, najas gradalupensis, nimphoides peltata e magari anche una varietà di ninfea nanna.
Considerata la forte crescita di queste piante suggerirei di sceglierne due/tre e casomai introdurne altre solo in seguito.
Per ciò che riguarda la pulizia, van bene qualsiasi specie di lumachina rustica senza però esagerare in quanto a numero che tanto poi si moltiplicano in autonomia.
 

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
anche se sono moderatrice di sezione sono abbastanza ignorante in merito .. ma
ho una vasca da bagno che con 3 consigli di partenza e la mia pigrizia, è in pseudoautogestione da diversi anni

la cosa che faccio è ridimensionare le piante di tanto in tanto, perchè le ho collocate a fini estetici, quindi in quantità superiore all'equilibrio e crescendo affollano

ci sono, arrivate autonomamente con le piante acquistate
piccole lumachine, e delle "vongole" credo si chiamino, anche se d'acqua dolce, trovate facendo le pulizie
il primo anno non ho messo pesci, e a primavera mi sono trovata molte larve di libellula (notato mentre pulivo) quindi la scelta di mettere i pesci va a discapito di queste ultime, essendo piccolo il laghetto non si crea l'equilibrio per cui riescano a coesistere entrambi
l'anno successivo ho inserito 10 gambusie, non ho avuto nessun aumento eccessivo di pesciolini, le ritrovo ad ogni primavera quando faccio "l'appello" ma non ci son mai più state larve di libellula

il laghettino ha richiamato le rane,
non uso nessuna pompa, (ma appunto ho solo qualche gambusia) e l'acqua la aggiungo quando cala troppo per l'evaporazione, e in estate devo aggiungerne almeno una volta a settimana se non piove
il laghettino attira le api e tutti i vari insetti che col caldo devono bere in qualche modo, negli orari mattina e seretta c'è un "traffico" pazzesco di api vespe e bombi

non è un'autogestione assoluta, ma per scelta vedendo l'evoluzione dal primo anno, abbiam deciso di toccare solo il necessario, e anche qualcosa meno se devo essere sincera

non sono consigli proprio tecnici ma vagamente empirici, magari ti aiutano a farti un'idea
 

Icchy92

Guru Giardinauta
@Puntina allora i litri non saprei dire ma più o meno come una vasca da bagno, quindi penso un centinaio. I due pesci per ora sono ancora abbastanza piccoli ma ovviamente in futuro verranno trasferiti oppure dotati di una sistemazione più capiente. Come piante vorrei optare per sole piante autoctone del nostro continente, più che altro però non sappiamo bene come andrebbe gestita la manutenzione per mantenerlo quanto più possibile naturale, ad esempio immagino che ogni tanto le piante vadano potate, ma invece il fondo va pulito dal residuo che si accumula oppure no?

@Spulky ottimo stiamo cercando di ottenere più o meno la stessa cosa che hai tu, quindi sapere che può funzionare è rassicurante!
 
Alto