• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Riparazione prato e gestione

nioken181

Giardinauta Senior
Buonasera a tutti,
come accennato nella discussione dedicata alle malattie del prato, durante l’inverno il mio prato e’ stato colpito da una patologia e l’effetto disastroso e’ quello della foto allegata.
A questo punto, come consigliato da Filippo, bisogna rimediare alla cosa traseminando le zone colpite. Le domande pero’ sono molte. Le faccio di seguito per evitare di intasare altre discussioni e aspettando con trepidazione le vostre risposte.
Prima di tutto nelle mie zone siamo a temperature medie giornaliere di 7,5 gradi.
A parer mio per la trasemina si puo’ aspettare ancora un paio di settimane giusto?
Il prato pero’ ha ripreso a crescere quindi, tempo permettendo, posso iniziare a tagliare e’ corretto?
Stessa cosa con lo spoon; posso seguire la mia tabella di marcia gia collaudata.
Quando sara’ il momento di traseminare volevo dare una passata di ortiva a scopo preventivo (dato che dovro’ poi tenere umido tutto il t.e. Per la trasemina)
Dopodiche’ taglierei basso e darei un arieggiata leggera con le molle.
Quindi gratterei con il rastrello le zone specifiche ingiallite, butterei semi e velo di terriccio e terrei umido.
Il tutto ovviamente continuando i tagli e lo spoon (al momento della nascita della trasemina eliminando il ferro).
E’ corretta la tabella di marcia? Altri consigli?
Attendo le vostre risposte e grazie come sempre.
141c29bd0cafcf825b0aaf2b66475255.jpg



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Phil

Esperto Sez. Prato
Tutto ok, taglia alla solita altezza prima della trasemina localizzata.. o leggermente sotto. Non ha senso stressarlo per questo motivo magari andandolo a scalpare.
Aspetta a traseminare comunque, almeno quando avrai massime sopra i 17/18 gradi.
 

nioken181

Giardinauta Senior
Tutto ok, taglia alla solita altezza prima della trasemina localizzata.. o leggermente sotto. Non ha senso stressarlo per questo motivo magari andandolo a scalpare.
Aspetta a traseminare comunque, almeno quando avrai massime sopra i 17/18 gradi.
In genere taglio sempre alla tacca piu’ bassa del tagliaerba perche’ si comporta bene. Quindi lo terro’ cosi’ anche quest’anno. Per lo spoon partiro’ nel prossimo weekend. Vi terro’ aggiornati con delle foto. Come massime ora siamo sui 16 gradi alle 15 del pomeriggio, ma a 1 grado di notte. Attendo magari che si alzino un po’ le minime anche.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
In genere taglio sempre alla tacca piu’ bassa del tagliaerba perche’ si comporta bene. Quindi lo terro’ cosi’ anche quest’anno. Per lo spoon partiro’ nel prossimo weekend. Vi terro’ aggiornati con delle foto. Come massime ora siamo sui 16 gradi alle 15 del pomeriggio, ma a 1 grado di notte. Attendo magari che si alzino un po’ le minime anche.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Scusate, ma non è meglio sospendere lo spoon prima di una trasemina per via della competizione? O vale solo una volta traseminato?
 
Ultima modifica:

nioken181

Giardinauta Senior
Scusate, ma non è meglio sospendere lo spoon prima di una trasemina per via della competizione? O vale solo una volta traseminato?
Anche io sapevo questa cosa ma nelle varie trasemine che ho fatto non l’ho mai sospeso ed e’ sempre nato bene tutto. L’unica cosa che sospendo e’ il ferro perche’ puo’ danneggiare i nuovi nati.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

nioken181

Giardinauta Senior
Volevo poi chiedere un altra cosa. Su un altro prato ho lo stesso problema. Questo t.e. e’ sempre di royal blue ma e’ per buona parte della giornata all’ombra. Volendo traseminare con qualcosa di piu’ adatto all’ombra cosa posso usare. Non ho problemi di imbastardire il tutto tanto e’ un prato a bassa manutenzione dove l’importante e’ vedere un po’ di verde.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Bolo

Giardinauta
Volevo poi chiedere un altra cosa. Su un altro prato ho lo stesso problema. Questo t.e. e’ sempre di royal blue ma e’ per buona parte della giornata all’ombra. Volendo traseminare con qualcosa di piu’ adatto all’ombra cosa posso usare. Non ho problemi di imbastardire il tutto tanto e’ un prato a bassa manutenzione dove l’importante e’ vedere un po’ di verde.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Ciao ,per quanto possa esserti utile la mia esperienza , anche io ho il tuo stesso problema. Seminato con royal blue ma avendo due grossi alberi e anche alberi del vicinato che mi fanno ombra mi ritrovo spesso a fine stagione con alcuni punti molto diradati. Ho provato a seminare nei punti più all'ombra con sementi in purezza di festuca fine ma al di là delle differenza tra le due specie i risultati non sono stati esteticamente belli. Dallo scorso anno ho acquistato delle sementi "sun&shade" di everris che mi pare si adattino molto meglio alle mie esigenze e non si differenziano molto dal resto del mix.
Mi pare anche,leggendo sulle varie discussioni , che anche la padana sementi abbia un miscuglio per ombra e sole.
Per questo saprà certamente consigliarti meglio il nostro "maestro" @white sand .
 

Phil

Esperto Sez. Prato
Allora, partiamo dal presupposto che le uniche specie che si adattano all'ombra oltre alla poa trivialis e poa annua (infestati) e parzialmente la festuca arundinacea (almeno 3/4 ore di sole al gg le deve avere però), sono le festuche fini.
Quindi, per lo scopo di integrare erba in un prato che tende a diradarsi per l'ombra, che senso avrebbe integrare sementi provenienti da un mix contenente solo una parte delle specie che ci interessano in questo caso --> le festuche fini e contenente anche specie che invece mal sopportano l'ombreggiamento? Non è meglio andare su solo di f.fini? Tutte le altre specie andranno sempre vs la sparizione graduale..
 

nioken181

Giardinauta Senior
Allora, partiamo dal presupposto che le uniche specie che si adattano all'ombra oltre alla poa trivialis e poa annua (infestati) e parzialmente la festuca arundinacea (almeno 3/4 ore di sole al gg le deve avere però), sono le festuche fini.
Quindi, per lo scopo di integrare erba in un prato che tende a diradarsi per l'ombra, che senso avrebbe integrare sementi provenienti da un mix contenente solo una parte delle specie che ci interessano in questo caso --> le festuche fini e contenente anche specie che invece mal sopportano l'ombreggiamento? Non è meglio andare su solo di f.fini? Tutte le altre specie andranno sempre vs la sparizione graduale..
Ok chiarissimo il discorso. Esiste allora qualche varieta’ che puo’ essere usata per “riparare” un prato diradato? O sempre meglio andare sul mix originale?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Jack1978

Apprendista Florello
Allora, partiamo dal presupposto che le uniche specie che si adattano all'ombra oltre alla poa trivialis e poa annua (infestati) e parzialmente la festuca arundinacea (almeno 3/4 ore di sole al gg le deve avere però), sono le festuche fini.
Quindi, per lo scopo di integrare erba in un prato che tende a diradarsi per l'ombra, che senso avrebbe integrare sementi provenienti da un mix contenente solo una parte delle specie che ci interessano in questo caso --> le festuche fini e contenente anche specie che invece mal sopportano l'ombreggiamento? Non è meglio andare su solo di f.fini? Tutte le altre specie andranno sempre vs la sparizione graduale..
Ciao Phil ti volevo fare una domanda : secondo te quale festuca fine si avvicina di più a livello cromatico ad un mix di Arundinacea e Poa 90/10 prevalentemente scuro ( Royal Blue - Sportplay SR )
 

Phil

Esperto Sez. Prato
La rubra rubra e la commutata sono verdi intenso e scuro..specie la comm. Le ovina e ovina duriuscula sono più chiare e tendenti all'azzurro..
Quindi direi le prime due.. Forse la r.rubra.
 

Phil

Esperto Sez. Prato
Ok chiarissimo il discorso. Esiste allora qualche varieta’ che puo’ essere usata per “riparare” un prato diradato? O sempre meglio andare sul mix originale?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Escludendo si tratti di una situazione in ombra, sempre meglio usare lo stessi mix usato in origine. O se non si possa, usare mix con stesse percentuali usate..meglio se con anche stesse cv.
 

nioken181

Giardinauta Senior
Avrei un altra domanda. Prima dei lavori dovrei anche la prima somministrazione di spoon della stagione.
Come da programma a marzo dovrei somministrare azoto sia sotto forma di urea e sia sotto forma di nitrato. Mi confermate che in questa stagione non e’ necessario irrigare dopo la somministrazione, anche se data nel primo pomeriggio?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Jack1978

Apprendista Florello
Ho fatto la prima concimazione il 13/03 e la seconda domenica ( come N metà urea metà nitrico ) non ho mai irrigato dopo , ancora le temperature sono bassine per bagnare L apparato fogliare.
 

nioken181

Giardinauta Senior
Ma in queste zone dove non si ha solo una macchia secca, ma una zona piu’ estesa, occorre proprio scoprire il terreno giusto?
3f422ef84505c9dfe367899626794778.jpg



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Phil

Esperto Sez. Prato
Sta per caso ricacciando? Se sì forse ti puoi anche risparmiare la trasemina là.. Se invece c'è solo secco trasemina sì.
 

manuvalu

Aspirante Giardinauta
Buongiorno a tutti mi aggrego questa discussione visto che sono nella tua stessa situazione in alcuni punti ho il palato secco è meglio togliere la parte di secco o procedo a buttare dei semi Grazie
Ma in queste zone dove non si ha solo una macchia secca, ma una zona piu’ estesa, occorre proprio scoprire il terreno giusto?
3f422ef84505c9dfe367899626794778.jpg



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

nioken181

Giardinauta Senior
Sta per caso ricacciando? Se sì forse ti puoi anche risparmiare la trasemina là.. Se invece c'è solo secco trasemina sì.
Qualche minuscolo stelo verde ma pochissima roba.
Vada allora per rastrellatura energica qualora l’arieggiatore non tirasse su tutto.
Qualche consiglio su come prevenire questa malattia invernale? Si parlava di annullare l’apporto di azoto in vista dell’inverno. Vuol dire stop alle somministrazione a fine settembre? Altro che potrei fare il prossimo anno?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Phil

Esperto Sez. Prato
Oltre a quello controlla in modo più tempestivo i primi segnali di patologie e intervieni subito col fungicida.
 
Alto