1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Potatura del rosmarino prostrato

Discussione in 'Orto e frutteto' iniziata da CoPi, 19 Novembre 2018.

  1. CoPi

    CoPi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    12 Novembre 2016
    Messaggi:
    19
    Località:
    Avellino, 600m s.l.m. [inverno freddo e piovoso, estate calda]
    Ciao a tutti,

    ho cercato in rete informazioni circa la corretta potatura del rosmarino prostrato trovando informazioni discrepanti. Le domande sono due:

    1. Quale è il periodo migliore? Alcuni dicono marzo, altri ottobre, altri fine luglio.

    2. Non ho capito se vanno spuntate solo le cime, oppure si possono fare tagli radicali senza rischiare di perdere la pianta.

    Attualmente ho un aiuola fittissima, ed in alcune zone ho avuto il disseccamento di due piante grandi, in passato ho scritto anche qui sul forum (link discussione). Forse la causa è stato il marcio radicale dovuto allo scorso inverno estremamente piovoso. Mi è stato consigliato di fare un po' di spazio togliendo un terzo delle nuove cime, riducendo della metà i rami portanti sotto. Ma ho paura di fare danni, voglio capire bene quanto posso tagliare e quando lo devo fare.

    A proposito del marcio radicale, c'è un modo chimico per prevenire questi funghi radicali? Qualche prodotto/trattamento consigliato?

    A presto
    Pietro
     
  2. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Apprendista Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    4.489
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    Ciao,
    ho anche io il rosmarino prostrato e, grazie alla mia esperienza, posso aiutarti.
    Le mie piante le poto in più periodi dell'anno.
    A maggio, con il clima piovoso, interi rami disseccano senza un motivo apparente: la causa sono dei funghi che attaccano i fiori della pianta stessa.
    Effettuo, quindi, una potatura di rimonda eliminando tutti i seccumi.
    Poi faccio una seconda potatura in luglio: spunto gli apici di ogni ramo (taglio via un 10-15 cm) in quanto le mie piante ricadono da un terrapieno e, in questo modo, evito che i rami tocchino per terra lo scivolo di accesso del garage. E elimino tutti i rami secchi.
    Se serve, eseguo l'ultima potatura a settembre (la leggera cimatura) altrimenti niente.
    E' importante ricordare che, occorre lasciare sempre dei ciuffi di aghi sui rami potati: se si lasciano grossi rami nudi, questi seccano senza germogliare.
    Allego foto di agosto 2018 delle mie piante: tre individui fatti da talea nel 2007
     

    Files Allegati:

    A kiwoncello piace questo elemento.
  3. CoPi

    CoPi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    12 Novembre 2016
    Messaggi:
    19
    Località:
    Avellino, 600m s.l.m. [inverno freddo e piovoso, estate calda]
    Ciao Stefano

    grazie per la tua risposta. La tua pianta è bellissima, ammazza quanto è grossa! Seguirò il tuo calendario di potatura. Però adesso mi resta il problema che non ho ho fatto nessun taglio a fine estate. Quindi adesso le piante sono belle folte e disordinate come vedi in queste foto

    [​IMG]
    [​IMG]

    [​IMG]

    Secondo te mi conviene fare una riduzione adesso o aspettare la fine dell'inverno? Ho paura che essendo troppe folte il problema dei funghi si presenta ancora di più. Scusa se ti rompo, ma

    1. di quanto posso ridurre al massimo, un terzo?

    2. posso eliminare una parte dei rami grossi sotto in modo da fare spazio e far circolare più aria? Ho sempre paura di tagliare i rami grossi e legnosi.

    Grazie di tutto
    Pietro
     
  4. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Apprendista Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    4.489
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    Purtroppo non vedo le foto. Avevo visto però quelle del thread dedicato e un'idea ce l'ho.
    Poichè anche da te l'inverno è freddo e piovoso rimanderei la potatura vera e propria a primavera.
    Elimina solo i seccumi e basta.
    In primavera potrai: accorciare tutti i rami eliminando gli ultimi 20 cm (una spanna).
    Eliminare totalmente alla base uno o due rami dei più grossi da ogni pianta per far circolare di più l'aria.
    Per la tua aiuola bastavano, come numero, metà piante rispetto al numero di piante che hai attualmente.
    PS: non rompi per niente: il forum serve proprio per porre domande e avere risposte.
    Stefano
     
  5. CoPi

    CoPi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    12 Novembre 2016
    Messaggi:
    19
    Località:
    Avellino, 600m s.l.m. [inverno freddo e piovoso, estate calda]
    Ciao Stefano

    ho avuto problemi a caricare le foto, adesso dovrebbero essere a posto.

    Si hai ragione, le piante sono decisamente troppe, il fornitore mi aveva consigliato di mettere 3 piante lungo i vertici di un triangolo equilatero di un metro. Non avendo tempo ho chiamato un giardiniere che ha fatto di testa sua mettendone molte di più.

    Grazie ancora, ti terrò aggiornato

    Buona serata
    Pietro
     
  6. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Apprendista Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    4.489
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    Ho visto: sì le piante son troppe.
    Bastava una sola pianta all'interno di un quadrato con il lato di un metro, un metro e mezzo.
    Adesso elimina solo tutto ciò che è secco.
    Stefano
     
  7. CoPi

    CoPi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    12 Novembre 2016
    Messaggi:
    19
    Località:
    Avellino, 600m s.l.m. [inverno freddo e piovoso, estate calda]
    Ciao Stefano,

    ultima (giuro!) domanda: tu dai concime e/o rame al rosmarino in qualche periodo dell'anno?

    A presto
    Pietro
     
  8. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Apprendista Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    4.489
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    Questa può tranquillamente non essere l'ultima domanda.
    Al mio rosmarino non do nè concimi nè trattamenti.
    E' pianta adatta a vivere in suoli poveri. La povertà del terreno favorisce uno sviluppo più lento e compatto della pianta.
    E' pianta rustica che non si ammala. Una volta fatta la rimoda dal secco loro sono a posto.
    Stefano
     

Condividi questa Pagina