1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Phal congelata da salvare

Discussione in 'Phalaenopsis' iniziata da MollyAl, 23 Dicembre 2011.

  1. MollyAl

    MollyAl Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    6 Settembre 2010
    Messaggi:
    216
    Località:
    Carbonia-Iglesias
    Carissimi amici del forum oggi mi è arrivato un regalo di natale...congelato!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Come vedrete dalle foto non è in buone condizioni....è partita da milano con i -5° ed è arrivata 24 ore dopo con i 19°...dunque non so bene se è congelata o cotta....Mi potete aiutare a salvarla????????
     

    Files Allegati:

  2. Mr. Feelgood

    Mr. Feelgood Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    28 Maggio 2011
    Messaggi:
    397
    Località:
    Romagna
    Per me non c'è molto da fare....cerca semplicemente di tenerla come si deve e non farle subire alri shock...

    La pianta non mi sembra messa malissimo....aspetta e vedrai che si riprenderà da sola....magari nebulizza un pò le radici superficiali che sembrano un po secchine...
    In bocca al lupo...
     
  3. pretorian

    pretorian Guru Giardinauta

    Registrato:
    16 Maggio 2010
    Messaggi:
    3.216
    Località:
    roma
    allora, NON GLI DARE ACQUA

    attendi una settimana circa e tienila a temperature medie dai 14 ai 18 gradi per 4 giorni circa per poi passarla ai 20, 22 ... 25 nei restanti 4 giorni.

    Controlla le foglie, se dovessero "liquefarsi" o virare la colorazione o consistenza, informaci

    per ora c'e' solo da guardarla e sperare

    Importantissimo e' l'esposizione luminosa e niente spruzzature! ACQUA NIENTE! (solo dopo il riambientamento e se tutto va bene e sempre e solo per via radicale)
     
  4. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    17.490
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    .. si ma.. dove l'han lasciata per ridurla così? e soprattutto per quanto tempo? che peccato, era davvero una bella pianta

    la vedo complicata
    io attenderei per capire che succede, è a chiazze, quindi non è nemmeno possibile tagliare la parte che sta marcendo per salvare il resto

    sarò via per un po' di gg..vedrò il riepilogo del recupero quando rientro
    speriamo riesca a riprendersi

    ciao
     
  5. Ronin

    Ronin Esperto di Orchidee

    Registrato:
    14 Aprile 2006
    Messaggi:
    1.752
    Località:
    Cologna Veneta (VR)
    lascia perdere il consiglio sballato che ho quotato e tienila subito al caldo (20-22°C o anche più, se puoi): se deve campare lo farà certamente meglio al caldo piuttosto che a 14-18 gradi, che sono temperature (specie i 14°C) poco più di sopravvivenza per una phalaenopsis (le specie da cui derivano la stragrande maggioranza degli ibridi non hanno mai temperature sotto i 22 gradi, per cui...).
    Taglia ogni parte che dovesse rammollire lasciando solo i tessuti sani e poi aspetta... non c'è niente altro da fare.

    Nel caso avessi in casa un prodotto che contenga amminoacidi o vitamina E (specifici per le piante) puoi nebulizzarla con una soluzione contenente questi prodotti (alle dosi di etichetta), in quanto entrambi sono indicati in caso di stress, anche da freddo.
     
  6. MollyAl

    MollyAl Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    6 Settembre 2010
    Messaggi:
    216
    Località:
    Carbonia-Iglesias
    Grazie tantissimo per i consigli...........spero che si salvi perchè, oltre che essere una bella pianta, ha un fiore davvero meraviglioso....Cmq...in casa ho un prodotto che si chiama Stimolante 66f e mi sembra che si possa usare in caso di stress della pianta....credete mi possa aiutare?
     
  7. Ronin

    Ronin Esperto di Orchidee

    Registrato:
    14 Aprile 2006
    Messaggi:
    1.752
    Località:
    Cologna Veneta (VR)
    usalo, anche se non è espressamente indicato contro i danni da freddo: diciamo che è principalmente uno stimolante della radicazione... è comunque meglio di niente.
     
  8. MollyAl

    MollyAl Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    6 Settembre 2010
    Messaggi:
    216
    Località:
    Carbonia-Iglesias
    Queste sono delle nuove foto della phal "congelata"... la ho tenuta in cucina ad una temperatura di circa 22-24 gradi ed è vicino alla finestra. In settimana ha perso una foglia e la ho proprio dovuta innaffiare x immersione perchè ne aveva proprio bisogno....cosa ve ne sembra?
    Stavo pensando di tagliare la parte della foglia "dannegiata" ma non credo che poi ne rimanga molto....immagino che devo aspettare le nuove foglie....
     

    Files Allegati:

  9. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    17.490
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    ciao,
    io taglierei le parti mollicce (come ha indicato ronin)
    la foglia della prima foto sparisce quasi tutta -- la parte marrone sembra molle, oppure vedo male e tende a seccare? --
    della seconda e della 5 la parte della punta
    e poi vediamo come prosegue
    se le piccole parti di foglie rovinate asciugano, lasciamole come sono e speriamo faccia presto foglie nuove
     
  10. MollyAl

    MollyAl Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    6 Settembre 2010
    Messaggi:
    216
    Località:
    Carbonia-Iglesias
    :cry::cry::cry:Oggi purtroppo sono cadute tutte le foglie...sepur non fossero mollicce me secche...la parte bruciata intendo.....immagino che ora ci siano ben poche possibilità di salvarla....
     
  11. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    17.490
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    la vedo dura in effetti

    vuol dire che la pianta era già compromessa, e questo è stato solo il tempo tecnico per deperire.

    finchè gli eventuali steli reggono, lascia, sia mai che sopravviva il tempo sufficiente per produrre qualche keiki..
     

Condividi questa Pagina