1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Odontoglossum??

Discussione in 'Identificazione orchidee' iniziata da 68Marco, 13 Settembre 2020.

  1. 68Marco

    68Marco Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2018
    Messaggi:
    80
    Località:
    Roma
    Come da titolo??
    Se si, mi potete dare un link o indicazioni per coltivarle? (acqua, terra, vasi, potature ecc...)
    Ho un giardino grande sono a Roma con temperature da 35 38 estate fino a 0 in inverno
    Dentro casa ci sono 21 gradi in inverno ma arrivo a 26 28 in estate.

    Grazie mille
     

    Files Allegati:

  2. miki00

    miki00 Giardinauta Senior

    Registrato:
    12 Settembre 2012
    Messaggi:
    1.048
    Località:
    brescia
    Come da titolo sono tutti ibridi di odontoglossum. Richiedono leggermente più acqua rispetto alle phalenopsis. Bisogna però annaffiare solamente quando il vaso e leggero e quasi asciutto. Se tenute all'esterno un posto umido all'ombra va benissimo altrimenti in casa dietro una finestra con una tenda leggera per schermare i raggi diretti del sole. Rispetto alle phalenopsis adorano le notti piú fresche quindi nelle giornate d'estate una vaporizzazione ogni tanto le aiuta a sopportare il caldo. In inverno comunque sono da riportare in casa dato che non sopportano minime inferiori ai 10/14°.

    Richiedono sempre un substrato ben drenante: solitamente io uso bark di pezzatura media.
    Una volta sfioriti gli steli seccano da soli e li puoi tagliare tranquillamente.
     
  3. 68Marco

    68Marco Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2018
    Messaggi:
    80
    Località:
    Roma
    Grazie mille Miki. Solo un altra domanda , l'acqua ogni quando va data in estate e in inverno e come (immersione come le phale?)

    Grazie mille ancora
     
  4. miki00

    miki00 Giardinauta Senior

    Registrato:
    12 Settembre 2012
    Messaggi:
    1.048
    Località:
    brescia
    Non c'è una regola precisa. Molto dipende da temperature, substrato, umidità, ventilazione e dimensioni del vaso e della pianta.
    Ad esempio le mie in estate tenute in un corteccia di pezzatura media fuori in giardino le bagno a giorni alterni nei giorni più caldi mentre in inverno con minimi di 13/14 gradi le bagno ogni 10/15 giorni. Ma queste sono le condizioni in cui coltivo io, le tue sono quasi certamente diverse. In generale il substrato deve quasi asciugare completamente tra un annaffiatura e l'altra.
    Se le piante sono i ottime condizioni dovresti avere gli pseudobulbi che hanno generato i fiori completamente gonfi. Non appena il substrato asgiuga si cominceranno a formare del grinze e rughe su questi pseudobulbi. É quello il momento di annaffiare. Nel giro di un giorno dovrebbero tornare gonfi come prima, se ciò non accadesse quasi sicuramente la pianta ha qualche problema.
    Per quanto riguarda il metodo é indifferente l'importante è arrivare a sera con le foglie asciutte.
     
  5. 68Marco

    68Marco Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2018
    Messaggi:
    80
    Località:
    Roma
    allora io le coltivo a casa con una temperatura di 21° in inverno e purtroppo arriva anche a 28 in estate...
    sono accanto ad una finesta quindi hanno luce , ma filtrata bene.
    in questo momento sono nei loro classici vasetti bianchi di plastica (prese da leroyn merlin) bucati sotto.
    hanno un terrento misto + bark medio/piccolo.
    ho messo un sottovaso con delle palline di argilla. (ho messo una immagine se non si vede bene la rifaccio per far vedere gli pseudobulbi), ma lo pseudobulbo è quella specie di "cipollotto" alla base della pianta? si vede bene credo nel vaso che sta di fronte gli altri.
    le ho innaffiate 2 giorni fa facendole stare in immersione 10-15 min, poi scolate bene...ma come faccio a capire se il substrato è asciutto? lo capisco se in generale il terreno è molto secco?
    fuori non posso tenerne: in inverno scendono le temperature troppo e in estate forse a nord potrei metterle, perchè è in ombra, ma ho una temperatura molto elevata che va anche oltre i 35°
    che fare per ora?
    grazie
     

    Files Allegati:

    Ultima modifica: 18 Settembre 2020
  6. miki00

    miki00 Giardinauta Senior

    Registrato:
    12 Settembre 2012
    Messaggi:
    1.048
    Località:
    brescia
    Il substrato attuale assorbe molte acqua. Se decidi di immergere la pianta fallo per pochi secondi non qualche minuto. Non lo devi inzuppare devi semplicemente inumidirlo in modo tale che si asciughi velocemente. Fossi in te in primavera rinvaserei in un terreno più gestibile. Le condizioni che hai in casa vanno più che bene.
    Capire quando il momento giusto di bagnare non é facile: c'è chi si basa sul peso del vaso é chi invece infila uno stuzzicadenti nel terreno.
    Io come ti ho già detto osservo la pianta e non appena mostra segni di disidratazione annaffio.
    Comunque gli pseudobulbi sono i "Cipollotti" alla base.
     
  7. 68Marco

    68Marco Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2018
    Messaggi:
    80
    Località:
    Roma
    grazie mille!!! :) :su: :V:V:V
     
  8. 68Marco

    68Marco Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2018
    Messaggi:
    80
    Località:
    Roma
    ecco come stanno gli pseudobulbi dopo 2gg di acqua.
    nella terza immagine si vedono dei "solchi" o rughe, ma il bulbo è comunque bello tosto.
    che ne pensi? seconda domanda: quel vermetto che si vede nell'ultima foto va tolto?
    grazie in anticipo
     

    Files Allegati:

    Ultima modifica: 19 Settembre 2020
  9. miki00

    miki00 Giardinauta Senior

    Registrato:
    12 Settembre 2012
    Messaggi:
    1.048
    Località:
    brescia
    Le piante per ora stanno benissimo. L'importante è che il composto si asciughi in fretta poi se sbagli di un giorno o due ad annaffiare non è un dramma.
    Se invece rimane bagnato troppo a lungo le cose si complicano...
     
  10. 68Marco

    68Marco Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2018
    Messaggi:
    80
    Località:
    Roma
    Perfetto grazie mille :)
     
  11. 68Marco

    68Marco Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2018
    Messaggi:
    80
    Località:
    Roma
    Salve a tutti. Dopo alcuni gg dall'acquisto (1 mese circa) ecco le mie piantine.
    Le ho sistemate in un vasetto con argilla (meglio lasciarla o la tolgo?) le innaffio ogni volta che sento che la terra sta per seccarsi e poi lascio scolare, dopo di che le rimetto nel vaso.
    Ha perso 3 foglie...le vedete vicino al vaso di cui una è caduta da uno pseudobulbi (foto annessa).
    È posizionato sopra un mobile in un salotto in cui ci sono 2 belle porte finestre grandi, quindi c'è luce.
    Ah dimenticavo... Gli steli che si seccano, devo tagliarli? Quando si cambia la terra/vaso? Come per le phale?
    Sbaglio qualcosa? Consigli, opinioni?
    Grazie mille :)
     

    Files Allegati:

    Ultima modifica: 6 Ottobre 2020
  12. 68Marco

    68Marco Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2018
    Messaggi:
    80
    Località:
    Roma

Condividi questa Pagina