1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

ferita gatto - rogna?

Discussione in 'Cani' iniziata da Altro, 8 Aprile 2010.

  1. paolaas

    paolaas Guru Giardinauta

    Registrato:
    20 Maggio 2005
    Messaggi:
    3.342
    Località:
    Novara, Italy
    Tanto per informazione. La titntura di iodio non fa male, ci si fanno anche i gargarismi. Io da piccola la mettevo in bocca sulle ulcerette era un vero toccasana.
     
  2. Altro

    Altro Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Aprile 2009
    Messaggi:
    90
    Località:
    Sicilia
    Grazie a tutti, vi aggiorno:
    la terapia è iniziata, se non vedo miglioramenti lunedi andrò dal veterinario. Intanto il gatto sembra che stia benone -è sempre molto attivo!- a parte che nn si vuole fare assolutamente toccare la ferita da nessuno.
    Riguardo il Bassado vs Ronaxan vorrei sottolineare che c'è una differenza ingiustificata di prezzo. I prodotti specificatemente veterinari costano troppo!
    Grazie Piera!

    PS: forse ad andrea faceva un po' schifo la prima foto!
    Ciao.
     
  3. Piera58

    Piera58 Moderatrice Sez. Piccoli Amici Membro dello Staff

    Registrato:
    26 Settembre 2008
    Messaggi:
    15.564
    Località:
    Prov. Palermo Zona climatica 9b/10a (USDA) Tempera
    Guarda sui farmaci veterinari che hanno lo stesso principio attivo di quelli umani sul forum ne abbiamo parlato, che dire, pura speculazione.
     
  4. sabrina_77

    sabrina_77 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    19 Marzo 2010
    Messaggi:
    231
    Località:
    Ravenna
    E' un bel segno che il gatto stia benone (e, paradossalmente, anche che si ribelli se gli tocchi la ferita... vuol dire che è reattivo; se fosse mogio-mogio e si facesse toccare anche dove ha male, allora ci sarebbe di più da preoccuparsi...). Comunque sì, fai decisamente bene a portarlo lunedì, ottima decisione!

    Dei costi dei farmaci veterinari ne parlavo l'altro giorno con un collega inglese, il cui cane (che è con lui in Italia) ha avuto un problema agli occhi dovuto all'età avanzata e dunque è stato operato e deve prendere dei colliri e altri medicinali. Ignaro di come funzionino le cose nel nostro paese (evidentemente in Inghilterra funzionano diversamente), il mio collega si è presentato bel-bello in farmacia con la ricetta del dottore, e gli hanno presentato un conto da paura... Il problema secondo me è questo: anche io quando le mie micette devono prendere Synulox vado in farmacia a dire che mi serve dell'amoxicillina possibilmente con acido clavulanico, faccio vedere la ricetta dimostrando oltre ogni ragionevole dubbio che è per il gatto, e quindi prendo quello che costa meno, poi me lo doso da sola, ma il problema è che le case farmaceutiche marciano sul fatto che il 99.99% degli acquirenti non sa la formula del Synulox e, una volta "agguantato" il generico, non si fida comunque a dosarlo per un gatto. Sì, ha ragione Piera: è speculazione, legata probabilmente al fatto che il mercato del farmaco veterinario è più ristretto (sai quanti sono purtroppo i proprietari che, quando il cane/ gatto/ criceto/ furetto ecc. sta male, non vanno dal dottore?), ma le case produttrici non si rassegnano a questo fatto, e vogliono guadagnarci lo stesso tanto quanto ci guadagnano sui preparati uso umano che hanno più mercato. In questo purtroppo non si può negare che siano complici molti farmacisti che applicano alla lettera le regole, il che andrebbe bene se fosse fatto per tutelare il paziente anziché le case produttrici, e anche un bel po' di medici (è vero che il vet non può prescrivere farmaci per umani, tranne rari casi, ma nessuno gli vieta di dire al proprietario il nome del principio attivo, oltre a quello del preparato commerciale....)
     
  5. Violetta516

    Violetta516 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    4 Dicembre 2009
    Messaggi:
    2.608
    Località:
    Napoli
    Il mio veterinario cercava sempre di darmi farmaci per uso umano, magari prescrivibili, se poi proprio non esistevano dei corrispondenti allora ricorreva ai farmaci veterinari, era molto bravo su questa cosa. Anche il mio MILLO ebbe la micosi anni fa e la presi anch'io ma bastò mettere la "tintura del castellano" , credo sia tipo tintura di iodio ma era viola e poi anche un farmaco antifungino per via orale e andò subito via.
     
  6. sabrina_77

    sabrina_77 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    19 Marzo 2010
    Messaggi:
    231
    Località:
    Ravenna
    Brava Violetta, ad averla ricordata, grazie mille! Io non ci avevo pensato. La tintura di Castellani è un antimicotico potente ed economico, che va bene sia per noi umani sia per i nostri piccoli amici a 4 zampe... però ci vuole la prescrizione (il che ha senso perché, se a qualche pazzo per caso venisse in mente di ingerirla, la fucsina fenica che compone la tintura è molto velenosa... per uso topico invece non presenta rischi particolari, e ha la caratteristica di asciugarsi in un lampo, per cui anche il gatto difficilmente riuscirebbe a leccarsela via...).
     
  7. Altro

    Altro Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Aprile 2009
    Messaggi:
    90
    Località:
    Sicilia
    Bene, la ferita retrocede quasi a vista d'occhio (noi umani siamo molto più lenti per queste cose...) e il gatto non si gratta più :). L'antibiotico per quanti giorni devo devo darlo?
     
  8. Piera58

    Piera58 Moderatrice Sez. Piccoli Amici Membro dello Staff

    Registrato:
    26 Settembre 2008
    Messaggi:
    15.564
    Località:
    Prov. Palermo Zona climatica 9b/10a (USDA) Tempera
    Dieci giorni.
     
  9. giardiniera inesperta

    giardiniera inesperta Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    24 Maggio 2006
    Messaggi:
    208
    Località:
    Roma
    L'antibiotico (sto facendo anche io stessa tua terapia con Bassado ad un gatto della mia colonia) va preso per 5, 7, 10 o 15 giorni, dipende dalla gravità e dalla risposta dell'animale al trattamento.
    Ti consiglierei (almeno io da anni per i miei mici adotto questo sistema conislgiatomi dal mio veterinario) di iniziare per 7 giorni, se vedei che la ferita si è asciugata e richiusa completamente allora puoi sospendere (è pur sempre un antibiotico, può avere effetti collaterali quali dissenteria, controlla come va, altrimenti devi dare un pò di enterogermina) altrimenti, se vedi che c'è ne è ancora traccia prosegui per 10 o 15 giorni (al massimo).
    Calcola però che io l'ho fatto per 15 giorni solo ad un gatto che aveva un grosso ascesso sul collo che faceva fatica a guarire.
    Mi raccomando continua con il Betadine che è ottimo!
     
  10. Altro

    Altro Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Aprile 2009
    Messaggi:
    90
    Località:
    Sicilia
    Mi scuso con tutti voi, ho ritrovato questo post adesso e mi sono accorto che non vi ho detto come è andata a finire. IL GATTO STA BENONE!
    Grazie a tutti per i consigli.
    Ciao,
    A.
     

Condividi questa Pagina