• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

dopo tanta fatica... semina prato e gelata in arrivo

efferre

Aspirante Giardinauta
Ho seminato usando sementi Royal Blue il 26 di marzo scorso. Le temperature di notte nei giorni scorsi sono scese poco sotto i 10 gradi, praticamente non c'è stata pioggia (ho mantenuto abbastanza umido il terreno con irrigazione) e i primi fili d'erba sono cominciati a spuntare in alcune zone del terreno. Purtroppo oggi l'inverno ha deciso di dare un ultimo colpo di coda, le temperature sono scese parecchio e sono previste delle gelate nei prossimi 2 giorni (probabilmente di notte si arriverà ai -3°C e di giorno sui 10-15°C di massima).

Devo considerare la semina a rischio? Se la semina non dà i frutti sperati, come devo procedere? Entro quanto tempo posso aspettare il risultato della germinazione prima di adottare un piano B?
 

Marco_GE

Aspirante Giardinauta
Ciao, fossi in te aspetterei una settimana intera di temperature decenti per fare un bilancio. Se non spunta più niente risemini e se possibile lasci i semi scoperti per farli germinare nel più breve tempo possibile.
 

And7

Aspirante Giardinauta
Ciao, l'unica è avere pazienza ancora qualche giorno, siamo in tanti in questa situazione, mi sa....
Quello che mi chiedo è se con queste temperature ha senso bagnare il t.e. per favorire la germinazione o tanto vale attendere che le temperature si rialzino... che poi dovrebbe pure piovere.
Che ad irrigare a zero gradi ci esce una nevicata... :cautious::ROFLMAO:
 

Gaspe

Aspirante Giardinauta
Non so da che zona scrivi ma non fasciarti la testa più di tanto.
Il terreno qua al nord se esposto a pieno sole ha comunque modo di immagazzinare calore.
Alle ore 18 nonostante il fresco era a 17 gradi, qualche minuto fa era 12.
Discorso diverso per le zone d’ombra, le temperature sopra dividile per due.
 

efferre

Aspirante Giardinauta
Ciao, l'unica è avere pazienza ancora qualche giorno, siamo in tanti in questa situazione, mi sa....
Quello che mi chiedo è se con queste temperature ha senso bagnare il t.e. per favorire la germinazione o tanto vale attendere che le temperature si rialzino... che poi dovrebbe pure piovere.
Che ad irrigare a zero gradi ci esce una nevicata... :cautious::ROFLMAO:
Credo basta avere il terreno umido, se non fa caldo dopo la pioggia, la terra fatica ad asciugarsi e quindi non serve irrigare. Confermo che tra qualche giorno arrivano pure qua le piogge. Danza propiziatoria? :tupitupi:

Ciao, fossi in te aspetterei una settimana intera di temperature decenti per fare un bilancio. Se non spunta più niente risemini e se possibile lasci i semi scoperti per farli germinare nel più breve tempo possibile.
I royal blue vengono dati germinanti in 4-10 giorni in condizioni ottimali, in effetti hanno cominciato a spuntare a zone dopo circa 10 giorni anche con temperature non sempre sopra i 12°C richiesti. La cosa curiosa è che sono germogliati nelle zone meno soleggiate :)

Dici di riseminare senza mettere altro terriccio? La complicazione saranno i neo-germogli distribuiti a macchia di leopardo, risemino anche là? Altrimenti non dovrei camminare su quelle zone rischiando di uccidere i sopravvissuti :oops:

Non so da che zona scrivi ma non fasciarti la testa più di tanto.
Il terreno qua al nord se esposto a pieno sole ha comunque modo di immagazzinare calore.
Alle ore 18 nonostante il fresco era a 17 gradi, qualche minuto fa era 12.
Discorso diverso per le zone d’ombra, le temperature sopra dividile per due.
Pianura nord-est. Ieri notte le temperature dell'aria sono arrivate attorno allo zero e oggi le massime di giorno attorno ai 10. Stanotte le temperature saranno un po' più basse ma poi sono al rialzo per i prossimi giorni. I semi sono mediamente sotto qualche mm di terriccio, in alcune zone sono in superficie dato che l'irrigazione ha "lavato" il terriccio nonostante la rullatura. Mi preoccupano di più i germogli appena spuntati che si sono presi il freddo. Speriamo bene!
 

efferre

Aspirante Giardinauta
Dopo il freddo è arrivata pure la pioggia a secchiate un paio di giorni fa :-( Dovendo cercare un lato positivo ... l'erbetta aveva iniziato a germogliare e quindi i semi non sono stati spostati in massa dall'acqua. Comunque sul prato si vedono gli effetti della pioggia e del freddo, il terriccio è stato lavato e vedo moltissimi semi non germogliati raccolti in mini avvallamenti superficiali. Questo è il risultato a quasi tre settimane dalla semina:

Untitled.jpg
Guardando lateralmente a livello del terreno sembra un buon risultato ma già spostando il punto di osservazione più in alto (come nella foto) si vede che la copertura lascia a desiderare. Almeno credo, non ho esperienza in merito. Ora pensavo di lasciare passare ancora una settimana/10 giorni, sperando in un deciso rialzo delle temperature, per vedere come evolve la situazione.

Domande:

1. Tutti i semi non germogliati che stanno in superficie li posso considerare morti?
2. Credo sia normale che il prato non sia fitto all'inizio, ma quanto può essere rado?
3. Quanto irrigo ora?

Non avendo esperienza in merito, non so come sia meglio procedere ora. Grazie in anticipo per i consigli!
 

Marco_GE

Aspirante Giardinauta
Scusa, mi ero perso il tuo messaggio.

1) non è ancora detto

2) sì è normale, diciamo che dovresti vedere se si formeranno proprio dei buchi. Un vuoto di 20 cm di diametro, tanto per capirci, non si riempirà sicuramente senza una piccola risemina. Ovviamente si tirano le somme a germinazione conclusa.

3) continuerei a tenere umido per un po'. Quando non spunterà più niente allora passa ad una sola irrigazione ogni giorno al mattino.
 
Alto