• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Distanza ottimale per creare siepe Photinia Red Robin

cescobianchi

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti, sono andato in uno dei vivai più grandi della mia città e ho parlato con la persona che molti reputano molto esperta. Devo fare 23m di siepe (ho optato per la photinia) e questa persona mi ha consigliato di mettere le piante ad una distanza di 1m l'una dall'altra. Mi ha detto che la maggior parte delle persone/giardinieri le mettono a 50/60cm di distanza ma così vicine soffrono e non crescono bene e spesso alcune piante addirittura muoiono ed è dunque difficile che cresca una bella siepe. Dice che a 1m di distanza tra di loro le piante avranno lo spazio per crescere forti e rigogliose.
Ho poi chiesto al giardiniere che mi fa spesso dei lavori in giardino e invece mi ha detto che le piante per fare una bella siepe fitta vanno messe a 50cm l'una dall'altra anche perchè la photinia tende a crescere sopra e sotto rimane sempre un pò vuota (a differenza del lauro ceraso) quindi se le metto a 1m di distanza tra loro non mi faranno mai una siepe fitta.

Ora sono in crisi! Chi dei due ha ragione e cosa consigliate?
 

monikk64

Guru Master Florello
Ho avuto una siepe di photinia, le piante della "mia" che ho conosciuto già adulte (ero in affitto) erano a un metro e la siepe era bella fitta ...ma ancor oggi non so quanti anni prima fosse stata piantata!
Occhio che cresce veloce e vigorosa, ti costerà in termini di tempo e fatica oppure di stipendio per il giardiniere.
Ma in primavera è bellissima, con le sue foglie nuove rosse.....
 

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
io sono per gli 80-100 cm
perchè crescendo poi tendono ad infastidirsi e soffocarsi

il problema del vuoto sotto lo risolvi semplicemente potando le piante basse i primi anni e alzando il livello di potatura progressivamente.. così la pianta, tagliata in cima, emette i rametti sotto
se la lasci crescere, avrai lunghi rami in altezza che impiegheranno anni a riempirsi sotto, rischiando di rimanere mezzi vuoti se ingrossano il tronco principale non avendo prodotto un numero sufficientemente alto di rametti riempitivi (anche il lauro ceraso, magari meno ma è una prerogativa un po' di tutte le piante)
 

cescobianchi

Aspirante Giardinauta
io sono per gli 80-100 cm
perchè crescendo poi tendono ad infastidirsi e soffocarsi

il problema del vuoto sotto lo risolvi semplicemente potando le piante basse i primi anni e alzando il livello di potatura progressivamente.. così la pianta, tagliata in cima, emette i rametti sotto
se la lasci crescere, avrai lunghi rami in altezza che impiegheranno anni a riempirsi sotto, rischiando di rimanere mezzi vuoti se ingrossano il tronco principale non avendo prodotto un numero sufficientemente alto di rametti riempitivi (anche il lauro ceraso, magari meno ma è una prerogativa un po' di tutte le piante)

Ciao.. più 80 cm o 100 cm? calcola che io voglio avere una siepe fitta che arriva ad un altezza di circa 1,80 cm max 2m, non di più.
Quando mi conviene potarle le piante nei primi mesi/anni? (come periodo.. in modo da essere sicuro che poi ributti rami nella parte bassa). Potare solo sopra i primi anni? Pensavo di prendere le piante di media grandezza così da avere già un pò di copertura.

Io pensavo, una volta messe a dimora le piante, di non dover potare mai la siepe fino al raggiungimento dell'altezza ideale e una volta raggiunta tagliare quando supera l'altezza prestabilità.. ma per fortuna ho chiesto a voi! bisogna quindi potarle sopra anche se sono piccole, quindi ci metterà di più a raggiungere i 1,80cm che mi servono però in questo modo si da il tempo alle piante per infoltirsi sotto. corretto?
GRAZIE
 

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
Corretto, io ti dico quello che faccio con le mie piccole siepi,
e sto seguendo i consigli che mi ha lasciato mio papà, che faceva il giardiniere nella seconda parte della sua vita lavorativa, quindi
Fossi in te tornerei dal giardiniere esperto che ritengo ti abbia consigliato bene e approfondirei.
Se hai fretta di vedere la siepe piena stai ad 80 cm, io voto sempre per il massimo, perché sono pigra e preferisco portare a misura la siepe nei tempi utili all’essenza utilizzata e fare in modo poi di dover lavorare il meno possibile, cioè
Se tengo distanza corretta tre le piante e altezza voluta della siepe il più possibile in linea con le caratteristiche della pianta scelta, una volta a regime, il mantenimento in potature è ridotto al minimo

Sempre meglio più potature leggere che una pesante, sempre per evitare di far lignificare troppo in fretta i rami prima che abbiamo raggiunto lo scopo prefissato

Poi, ripeto, molto dipende dall’essenza scelta

La photinia mi sembra comunque piuttosto elastica
 

cescobianchi

Aspirante Giardinauta
Grazie mille @Spulky per i tuoi suggerimenti! farò così! I miei dubbi derivavano dal fatto che ognuno dice una cosa diversa ma anche a me la prima persona con cui ho parlato mi aveva convinto anche perchè moooolto esperta. Mi aveva anche spiegato che certamente i vivaisti/giardinieri tendono a consigliare piccole distanze tra le piante (50cm) in modo da vendertene di più ma spesso in questi casi la siepe crescendo soffre perchè le piante sono troppo vicine.
Tenendo una distanza di 90-100cm tra una pianta e l'altra non si avranno sicuramente problemi e si otterrà comunque l'effetto desiderato di fitta copertura (basterà potarla sopra le prime volte in modo che si infittisca bene sotto e successivamente lasciare che cresca fino all'altezza desiderata)
 

cescobianchi

Aspirante Giardinauta
Una volta messe a dimora consigliate di mettere un tessuto non tessuto e sopra corteccia o simili oppure direttamente corteccia e simili?
perchè di fatto sotto il telo anche se "traspirante" il terreno va a morire e con l'andare del tempo ne soffrono forse anche le piante. Ne esistono alcuni che, per ovviare a questo problema, si biodegradano ma non so quanto senso abbia. Voi che pensate?
grazie
 

cescobianchi

Aspirante Giardinauta
Ciao @assodifiori però se non metto nulla tra la siepe cresceranno erbacce.. io pensavo di dividere giardino da siepe con bordura in corten e sotto la siepe mettere corteccia (senza mettere telo/tessuto sotto)
 

assodifiori

Maestro Giardinauta
Ciao guarda, quando la siepe sarà cresciuta e fitta automaticamente le erbacce diminuiranno. la corteccia sarà sempre piena di foglie e tener pulito è complicato, poi non pensare che non crescano erbacce, sopratutto senza telo. Poi creare un bordo non ti faciliterà il taglio del prato, anzi, dovrai utilizzare un taglia bordi aggiungendo lavoro a lavoro
 

cescobianchi

Aspirante Giardinauta
@assodifiori quindi a questo punto secondo te è meglio piantare la siepe senza bordura e senza corteccia o altro? quindi piantare la siepe senza delimitarla dal prato e basta. A livello economico sicuramente risparmierei perchè tra bordura in corten e corteccia sono altri 300-400€
 

assodifiori

Maestro Giardinauta
73475013_10216909254618047_3202962863035514880_n.jpg
 
Alto