• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Consigli su abbinamenti!

MartaCal

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti!
Ho una miriade di piantine succulente,piccole e medie che mi sono state regalate. Vorrei cercare di reinvasarle per gestirle con più facilità (spostamenti, annaffiature ecc...).
So che le composizioni di piante grasse sono sempre un rischio e vanno sapute fare... Per questo vi chiedo consiglio.
Va bene se le raggruppo per macrofamiglia? (cactacee, agavacee,crassulacee, ecc..)?!?

(In foto delle composizioni in cui me le hanno regalate... Ma secondo me non vanno bene )

Grazie =)
 

Allegati

  • Screenshot_20200424_084232.jpg
    Screenshot_20200424_084232.jpg
    605,7 KB · Visite: 12
  • Screenshot_20200424_084147.jpg
    Screenshot_20200424_084147.jpg
    373,5 KB · Visite: 4
Ultima modifica:

mariated

Giardinauta
Ciao a tutti!
Ho una miriade di piantine succulente,piccole e medie che mi sono state regalate. Vorrei cercare di reinvasarle per gestirle con più facilità (spostamenti, annaffiature ecc...).
So che le composizioni di piante grasse sono sempre un rischio e vanno sapute fare... Per questo vi chiedo consiglio.
Va bene se le raggruppo per macrofamiglia? (cactacee, agavacee,crassulacee, ecc..)?!?
Grazie =)
No. All'interno di una stessa famiglia ci possono essere esigenze diverse (resistenza alle basse o alte temperature, ed esempio), e, inoltre, una può essere più invadente di un altra e finire per soffocarla. Al limite puoi riunire piante dello stesso genere, ma neanche sempre.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
 

MartaCal

Aspirante Giardinauta
Grazie della risposta...
Quindi le associazioni che sono state fatte nelle foto non vanno bene... Giusto?
Come le raggrupperesti te?
 

cri1401

Apprendista Florello
Io metterei ognuna in un vasetto separato, hai praticamente tutte piante con esigenze diverse in vasi, tra l'altro, dove il filo del terreno è troppo distante dal bordo del vaso e le piante più piccole non prendono mai luce. Nella prima foto, la mammillaria a ore 1 è eziolata. Sempre nello stesso vaso l'astrophytum ha il colletto troppo scoperto secondo me.
Quando si mettono più piante nello stesso vaso bisogna fare in modo che, partendo dal presupposto che abbiano tutte le stesse necessità di esposizione, le alte vanno sul retro mentre le basse sul davanti.
Nel secondo vaso la gasteria (la pianta sul davanti a sinistra) deve prendere al massimo il sole del mattino se no si brucia, ed è una pianta molto invasiva come quella a fianco che mi sembra una sansevieria, anche quella non va esposta al sole troppo forte.
 

Sofia D.

Giardinauta Senior
Ciao,
Mi spiace essere sempre quella drastica... Ma le tue piante hanno la priorità di essere salvate, non di essere abbinate. Come puoi notare dalle deformità di quelle nella prima foto, devi cambiare completamente approccio di coltivazione, utilizzando un terreno adatto ed una esposizione adatta. Per il resto ti hanno adeguatamente risposto.
Io personalmente abbino non più di 3 piante per vaso e cerco di farlo solo fra congenerici, per rispettare le esigenze di coltivazione simile. Ecco un esempio di abbinamento come lo faccio io
PhotoPictureResizer_200424_223931934_crop_458x482.jpg
Eventualmente puoi informarti preventivamente sui nomi e guardare da che biotopo vengono. Oppure ancora creare dei vasincon cactus tutti uguali (tipo tutti gymnocalicium baldianum) per avere delle bellissime fioriture
 
Ultima modifica:

MartaCal

Aspirante Giardinauta
Grazie mille a tutti!!
Sto seguendo i vostri consigli.
Intanto le ho tolte dai vasi e "lavato" le radici. Dopo che sono asciugate, le rinvaseró.
Sia chiaro che la mia domanda sugli abbinamenti non era per una questione di estetica ma per capire come farle sopravvivere senza che si cannibalizzino a vicenda con "vicinanze" sbagliate. ☺️
 

Sofia D.

Giardinauta Senior
In realtà avendo quasi tutti degli apparati radicali piccoli (cioè, per le piante che sono sono enormi in proporzione, ma risultano comunque meno ingombranti di altre essenze) non tendono a sottrarsi nutrienti a vicenda, figurati che esistono persone che non li concimano nemmeno (e non capisco come facciano, io sono malata di concime :LOL:).
Il problema sorge su esigenze idriche e insolazione... Ad esempio se metti un astrophytum al regime di un echinopsis, hai il 100% di probabilità che esploda.
 

MartaCal

Aspirante Giardinauta
Grazie... È proprio questa il genere di risposta che cercavo per la mia domanda.=)
Ps. In riferimento all'es. che hai dato è perché l'astrophytum non vuole sole diretto ma l'echinopsis si... Giusto?!

Pps. Ogni quanto glielo dai il concime alle tue succulente?
 

Sofia D.

Giardinauta Senior
In realtà non vogliono la stessa quantità di acqua, ed in genere gli astro crescono coperti da altre piante

Noi li possiamo tenere al sole nel nostro clima ma solo se abituati gradualmente

Io ho un concime con tenori particolari che uso 4-5 volte l'anno, i concimi normali 2 o 3 volte l'anno, (sempre parlando di primavera ed estate
 
Alto