1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Composto per succulente

Discussione in 'Piante grasse' iniziata da pigrecoq, 2 Aprile 2019.

  1. pigrecoq

    pigrecoq Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    3 Agosto 2018
    Messaggi:
    69
    Località:
    La Spezia
    Buonasera,
    oggi al Bricofer ho visto questi materiali, gemme di argilla e perle di pomice. Unite a sabbia e terriccio, possono rappresentare un buon composto per piante grasse?
    Eventualmente, in quali proporzioni?
    Perfettamente mescolate oppure a strati?
    Grazie. IMG_20190402_180906.jpeg IMG_20190402_180900.jpeg

    Inviato dal mio Redmi Note 2 utilizzando Tapatalk
     
  2. Icchy92

    Icchy92 Guru Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    3.382
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Sicuramente l'argilla no, al massimo sul fondo del vaso ma è meglio usarla per altre piante. La pomice non so che pezzatura ha ma potrebbe andare.
     
  3. Sofia D.

    Sofia D. Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Marzo 2018
    Messaggi:
    1.249
    Località:
    Cesena
    Ciao, l'argilla espansa non va bene come non va bene la sabbia... puoi usare 1/3 pomice, 1/3 lapillo e 1/3 terra da gerani
     
    A danielep piace questo elemento.
  4. pigrecoq

    pigrecoq Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    3 Agosto 2018
    Messaggi:
    69
    Località:
    La Spezia
    Ok, allora comprerò le perle di pomice.
    Non ho idea di dove trovare il lapillo, ne sono forniti i vivai?
    Grazie.


    Inviato dal mio Redmi Note 2 utilizzando Tapatalk
     
  5. Sofia D.

    Sofia D. Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Marzo 2018
    Messaggi:
    1.249
    Località:
    Cesena
    Guarda, li dipende dalla quantità di piante che hai. Se hai 3-4 piante grasse ti conviene prendere un terriccio già pronto, senza stare a miscelare o a procacciare elementi. Tieni conto che Brico non è economico, io ho pagato 50 litri di pomice 6€ in vivaio, quindi 4€ per un sacchettino da freezer di "perle di pomice" mi senbra un furto...
    Ieri mi sono dimenticata di specificarti perché non bisognerebbe usare sabbia e argilla espansa: la sabbia trattiene tantissimo l'acqua, specie se è a granulometria fine e viene associata con la torba (esperienza personale, 100% di piante piantato in in composto con sabbia fai da te perse nel giro di un inverno), mentre l'argilla espansa tende a smuovere il terreno risalendo in superficie e a trattenere molto l'umidità.
    Buona giornata e buona coltivazione :cool:
     
    A pigrecoq piace questo elemento.
  6. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.610
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    bah, io con il mix 1/3 torba, 1/3 sabbia e 1/3 pomice (o lapillo) e usando i vasi di coccio mi trovo benissimo....poi ovvio non uso la sabbia fine da intonaco ma quella più grossolana da calcestruzzo.
    Il lapillo lo trovi anche nei magazzini edili ad un prezzo onesto.
    La mia è una questione di praticità e costi: la torba professionale ce l'ho gratis dato il lavoro dei miei. Avevo anche usato del terriccio derivante da latame di mucca compostato: in quel caso miscelavo 1/3 torba, 1/3 sabbia e 1/3 pomice e poi univo anche lo stesso mix ma sostituendo la torba con il terriccio e poi mischiavo il tutto, ma l'ho usato per le succulente più che per i cactus.
    Ieri ho trovato questo articolo molto interessante (ma siamo su altri livelli).
    Adesso, man mano che le svaso cerco di migliorare i mix di terra in base alle varie piante grazie ai consigli dei GURU del forum ;)
     
    Ultima modifica: 3 Aprile 2019
  7. Sofia D.

    Sofia D. Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Marzo 2018
    Messaggi:
    1.249
    Località:
    Cesena
    Aah io sabbia mai più, brecciolino è un altro conto
     
  8. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello Senior

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    8.034
    Località:
    Biella
    Località:
    A dieci minuti da Biella
    Ciao,

    che l'argilla espansa non vada usata perché viene in superficie è correttissimo.
    Che non venga usata perché trattiene acqua è assolutamente falso. Anzi, è proprio il contrario.
    Si usa pomice, lapillo e cocci tritati perché, se bagnati, trattengono un po' di umidità e la rilasciano nei periodi di siccità.
    L'argilla invece non assorbe quasi nulla se non nello strato più superficiale.
    Prendi due palline di argilla, due pezzi di coccio, due pezzi di pomice e due di lapillo e metti tutto in acqua.
    Dopo mezz'ora togline uno per tipo e rompili.
    L'argilla, la pomice ed il lapillo saranno umidi dentro e fuori. L'argilla espansa all'interno sarà asciutta.
    Rifai la stessa cosa dopo un giorno con le palline rimaste. Il risultato sarà identico.
    Significa che argilla, pomice e lapillo assorbono una quantità costante di acqua. L'argilla espansa non assorbe quasi nulla.

    Anche la ghiaia non trattiene umidità ma resta in profondità e rende il terreno drenante, sciolto.

    Ste
     
  9. cmr

    cmr Giardinauta Senior

    Registrato:
    16 Maggio 2018
    Messaggi:
    1.062
    Località:
    Castelli Romani
    Ho visto l'articolo indicato da cri1401. Quando ho letto a proposito del lapillo "...Semplicemente, spinge un po’ troppo le piante... Al di là di questo, con alcune succulente di mia semina uso ancora questo substrato, giusto per velocizzare un po’ la crescita nei primi anni. In tutte le altre composte, invece, il lapillo l’ho abolito. Tende ad assorbire l’acqua, come la pomice, e la trattiene troppo a lungo." mi sono chiesto che tipo di lapillo abbia mai usato. Tutti i coltivatori di Roma e dintorni hanno usato e usano il lapillo. Non faccio eccezione io che ho tutte le cactacee coltivate in lapillo in purezza e tutta 'sta spinta proprio non la vedo! Se ci pensiamo un attimo, le piante in lapillo puro si possono assimilare a una coltivazione di tipo idroponica: se non metti acqua e concime le piante "vivacchiano" ma non crescono. Poi non spiega perche la torba sia usata da tutti i vivaisti malgrado le sue deleterie qualità; basta aver frequentato qualche vivaio di succulente per capirlo: condizioni climatiche (temperatura, luce, umidità) e di coltivazione assolutamente irripetibili in casa o in una piccola serra fanno si che la torba diventi un substrato come tanti, col pregio di essere economico! Anni fa in Germania coltivavano succulente in torba di cocco: costava piu il substrato che la pianta che c'era coltivata e infatti è stata eliminata; adesso si trova qualcosa coltivata in pula di cereali....
    E, poi, la sabbia di fiume...o mettersi a misurare il valore del pH della torba...servono i RIS di Parma.
    La verita è che 'ste piante si adattano a vivere in ogni porcheria di substrato gli diamo, hanno una resilienza alle nostre "ricette per il terriccio perfetto" che noi nemmeno ce la sognamo. Altro che percentuali. ;)
     
    A pNino, pigrecoq e cri1401 piace questo elemento.
  10. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello Senior

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    8.034
    Località:
    Biella
    Località:
    A dieci minuti da Biella
    Ciao,

    che le piante siano adattabili a vari tipi di terreno, questo è assolutamente vero.
    Che le piante stiano meglio se assecondiamo le loro esigenze, è altrettanto vero.
    Purtroppo le piante (e vale per tutte le piante) andrebbero lasciate nei loro habitat naturali.
    Cercare di portare, ad esempio, un cactus messicano a Roma o Biella è una tortura per la pianta.
    Il clima è diverso, le condizioni pure e la vita in un vasetto non è certo l'ideale.
    Per il nostro egoismo di volerci circondare di piante strane, le piante sicuramente non vivono al meglio delle loro possibilità.
    Cercare di dargli luce, calore e terreno più simili ai loro habitat naturali, è il minimo che possiamo fare.

    Ste
     
    A cri1401 piace questo elemento.
  11. peppeorchid

    peppeorchid Giardinauta Senior

    Registrato:
    24 Aprile 2014
    Messaggi:
    1.702
    Località:
    acquacanina (mc)
    Località:
    monti sibillini
    del ceramis granulato e del ceramis spezial substrat fur kakteen/sukkul mi sapete dire qualcosa ? ho adoperato altri prodotti di questo marchi, li ho trovati un po' cari ma di qualità
     
  12. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello Senior

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    8.034
    Località:
    Biella
    Località:
    A dieci minuti da Biella
    Ciao,

    io non l'ho mai usato. In genere io non compro mai terreni già pronti. Prendo terra da giardino (scavo nell'orto e prendo un po' di terra) alla quale mescolo sabbia grossolana, pomice, lapillo, ghiaia e cocci tritati.
    Di solito faccio 1/3 terra, 1/3 sabbia grossolana ed 1/3 inerti.
    Con questa miscela mi sono sempre trovato bene.

    Ste
     
  13. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.610
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    :ROFLMAO::ROFLMAO: l'ho pensato anche io. Io cerco di fare del mio meglio, secondo i vostri consigli e in base anche alle mie possibilità. Insomma, coltivo queste piante per divertimento e perché mi piacciono, se devo mettermi li ad analizzare tutto no, non ne vale più la pena...ho già il lavoro che mi stressa.
     
  14. pigrecoq

    pigrecoq Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    3 Agosto 2018
    Messaggi:
    69
    Località:
    La Spezia
    Solo una domanda: perché specifichi di utilizzare vasi in coccio? A parità di composto, cambia qualcosa nella coltivazione tra l'utilizzo di vasi in plastica e in coccio, oltre al fatto che quest'ultimo è poroso, per cui immagino richieda un maggiore apporto di acqua.
    Grazie.

    Inviato dal mio Redmi Note 2 utilizzando Tapatalk
     
  15. Mile

    Mile Florello

    Registrato:
    18 Settembre 2017
    Messaggi:
    6.327
    Località:
    Prov. Asti
    Località:
    Prov. Asti
    Anche io ho utilizzato la pomice di quella marca. L'avevo trovata presso un'altro brico. Unica cosa, spezzo con un martello le parti più grosse. Stessa cosa con il lapillo (sacchetto comprato all'esselunga un po' grosso) le "pietre" più grandi le rompo con il martello.
     
  16. pNino

    pNino Maestro Giardinauta

    Registrato:
    15 Luglio 2011
    Messaggi:
    2.462
    Località:
    Roma
    Con le piante grasse il vaso in coccio e' utile per far asciugare prima la composta. Specie con i cactus e con i lithops che richiedono un drenaggio buono ( e per i lithops l'asciugatura del composto in 3gg) aiuta a evitare di lasciarli per troppo tempo con le radici umide.
     
    A cri1401 piace questo elemento.
  17. cri1401

    cri1401 Guru Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    3.610
    Località:
    Asti
    Località:
    Asti
    So che Mollo in Corso Alessandria ha il lapillo 3-5mm (così mi ha detto mio padre) e da Pregno trovi la Pomice 8-12mm (mi sembra) a 12€ il sacco forse da 50l (non mi ricordo benissimo è passato del tempo :confused:)
     
    A Mile piace questo elemento.
  18. Mile

    Mile Florello

    Registrato:
    18 Settembre 2017
    Messaggi:
    6.327
    Località:
    Prov. Asti
    Località:
    Prov. Asti
    grazie:)
     
  19. pigrecoq

    pigrecoq Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    3 Agosto 2018
    Messaggi:
    69
    Località:
    La Spezia
    Si, questo è comprensibile, anche se vedo nei vari gruppi Facebook che seguo, foto di decine di piante (di privati, non vivai) - anche lithops - tutte allineate e nel loro orribile vaso di plastica nero. :)
     
  20. pNino

    pNino Maestro Giardinauta

    Registrato:
    15 Luglio 2011
    Messaggi:
    2.462
    Località:
    Roma
    il vaso nero, specie se quadrato e' usato per comodità, visto che sono piu' leggeri e si riescono a incastrare meglio nelle mensole; tanto piu' se coltivi cactus da anni e hai fatto l'occhio per l'acqua da dargli.
     

Condividi questa Pagina