• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Chiazze gialle...fungo o troppo concime?

Niky_86

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti,

mi sono appena iscritta e avrei bisogno del vostro parere.

Ci siamo trasferiti sei mesi fa fuori città e per la prima volta abbiamo un giardino con circa 120 mq di prato a cui teniamo moltissmo. Purtroppo non avendo mai avuto il giardino primo, siamo proprio alle prime armi e temo che abbiamo combinato un guaio...

A fine aprile abbiamo fatto mettere in un'area di circa 30 mq dove prima cerano rocce e siepi un nuovo tappeto erboso in rotoli. I giardinieri che l'hanno messo ci hanno raccomandato di bagnarlo tanto tanto tanto soprattutto i primi due mesi, e di non preoccuparci che non avremmo mai potuto bagnarlo troppo.

Ha fatto come sapete un mese di maggio e un giugno piuttosto piovosi e i giardinieri passando hanno detto che eravamo proprio fortunati...ma comunque di bagnare e bagnare... Non abbiamo l'impianto di irrigazione, ma con tuttociò bagnavamo tre volte al giorno, mattina, dopopranzo e sera, anche perchè avendo 4 cagnolini volevamo tenere il prato "lavato" dalla loro pipì. E infatti il tutto sembrava funzionare bene, sia sul prato nuovo che su quello già esistente del resto del giardino. Una ventina di giorni fa abbiamo visto che in alcune aree del prato nuovo iniziavano a spuntare dei funghetti marroncini...che rimuovevamo sempre tempestivamente. Anche questa cosa sottoposta a chi ci ha fatto il lavoro che però ha alzato le spalle come se la cosa non avesse importanza. Abbiamo chiesto se stava ricevendo troppa acqua, ma loro hanno detto "no no, bagnate bagnate"...

Una precisazione: il nuovo prato è in piano e siccome hanno sempre insistito di bagnarlo tanto, lì usiamo il classico diffusore che copre tutta l'area diciamo un'oretta al giorno, verso metà pomeriggio, più le due lavate antipipì una la mattina e una la sera.
Il vecchio prato invece, che abbiamo in parte riseminato a inizio primavera, si trova in pendenza e qui annafiamo solo a mano perchè è difficle che un diffusore copra correttamente ogni punto. Comunque il terreno è sempre fresco, mai secco, quindi a noi profani sembrava a posto. In più l'erba piantata questa primavera era cresciuta una bellezza.

Scusate la lunghezza della descrizione, ma era per far capire il tipo di giardino e le azioni messe in atto...

Ora, a inizio maggio abbiamo dato una concimata a tutto il prato con Flortis per manti erbosi in granuli e ha dato un ottimo risultato. Ci è stato consigliato da chi ha messo il prato di ripetere la concimazione a metà giugno, e così sabato abbiamo rimesso il concime...ma i risultati sono stati disastrosi! Si sono create delle aree gialle e secche, specialmente sulla parte di prato nuova... i giardinieri guardando distrattamente DA FUORI hanno detto che potrebbe essere colpa dei funghi ma sono andati via dicendo che sarebbero tornati a guardare meglio e sono spariti nel nulla!!! Non rispondono neppure al telefono!!

A me è venuto il dubbio che possa c'entrare anche il concime, perché nelle aree più colpite cerano ancora dei granuli non disciolti (premetto che abbiamo bagnato per mezz'ora dopo la concimazione).

Ora vorrei capire un po' di cose:

Se è stato il concime, dato sabato sera, a 36 ore di distanza ha finito i suoi effetti o può ancora peggiorare?

C'è qualche strategia che posso mettere in atto per salvare il salvabile? In certi punti vedo che la base dell'erba si è salvata, mentre in altri punti mi sembra proprio che siano andate le radici e da quello che ho letto qui sul forum se è così non posso fare altro che aspettare settembre e riseminare le aree danneggiate...giusto?

Come capisco se invece si tratta di una malattia fungina? Perché non vorrei somministrare al prato un funghicida che magari non gli serve e potrebbe magari (ditemi voi) fare ulteriori danni...

E ultima cosa, come mi regolo a questo punto con le innaffiature? Qui leggevo che andrebbe innaffiato solo una volta al giorno e al mattino, cosa che purtroppo non sapevo... che faccio, cambio repentinamente abitudini o devo farlo a poco a poco? Inoltre posso dare lo stesso un altro paio di lavate al prato nel corso della giornata per levare l pipì dei cani, oppure fa meno danni una chiazzetta gialla rispetto alla troppa acqua?

Scusate il post lunghissimo e grazie a chi vorrà perdere un momento per rispondermi. adesso provo a fare qualche foto da allegare in modo da farvi capire meglio la situazione

Niky
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
Queste le immagini relative all'area di prato nuovo, una generica e due delle aree più colpite.

Ah aggiungo che sabato, prima di dare il concime, avevamo anche tagliato l'erba e dato una leggera bagnata...

Grazie ancora in anticipo per le risposte
 

Allegati

  • IMG_20180619_124546.jpg
    IMG_20180619_124546.jpg
    308,1 KB · Visite: 31
  • IMG_20180619_124600.jpg
    IMG_20180619_124600.jpg
    323 KB · Visite: 29
  • IMG_20180619_124631.jpg
    IMG_20180619_124631.jpg
    284,8 KB · Visite: 25

herrdoctor

Giardinauta Senior
1) 4 cagnolini te lo stresseranno cmq parecchio quel prato. In ogni caso se il cane fa pipì che vuoi lavare, molto probabilmente brucerà il prato.
2) Attendi che ti rispondano utenti + esperti ma tieni sotto controllo le macchie.
3) Dopo 15 gg dall'installazione dei rotoli si deve passare a irrigazioni meno frequenti, mai di sera, ma devi valutare quanta acqua arriva sul prato (vedi le FAQ)
4) Il concime se a lento rilascio non ha perso la sua efficacia
 

carulli

Aspirante Giardinauta
come dice? bagnare bagnare bagnare? cioe' sono 2 mesi che buttate acqua 3 volte al giorno tra cui una di ben 1 ora? di questo passo a settembre sara' completamente raso al suolo dal pythium....certo i cagnolini non aiutano proprio , la pipi' di un cagnolino ancora si puo' "controllare" ma di 4 non credo proprio....tra cani e acqua sovradimensionata ti stai giocando il tappeto erboso...per ora chiudi l'acqua fai asciugare il tappeto erboso tanto in 2 mesi di metri di acqua sicuramente ha fatto le radici , poi comincia ad irrigare ogni 2 giorni per una volta sola al mattino presto...e cerca di far fare la pipi' nel terreno non sul prato ai cagnolini...poi qualche dottore del forum ti sapra' dire di piu'.
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
come dice? bagnare bagnare bagnare? cioe' sono 2 mesi che buttate acqua 3 volte al giorno tra cui una di ben 1 ora? di questo passo a settembre sara' completamente raso al suolo dal pythium....certo i cagnolini non aiutano proprio , la pipi' di un cagnolino ancora si puo' "controllare" ma di 4 non credo proprio....tra cani e acqua sovradimensionata ti stai giocando il tappeto erboso...per ora chiudi l'acqua fai asciugare il tappeto erboso tanto in 2 mesi di metri di acqua sicuramente ha fatto le radici , poi comincia ad irrigare ogni 2 giorni per una volta sola al mattino presto...e cerca di far fare la pipi' nel terreno non sul prato ai cagnolini...poi qualche dottore del forum ti sapra' dire di piu'.
Grazie mille per la risposta. I cagnolini sono abbastanza bravi, non scavano e non fanno danni e poiché ho una Magnolia con attorno una aiuola con ghiaia e il più delle volte vanno lì a fare pipì, anche se ogni tanto qualcosa scappa altrove, perché due sono cuccioli... ma di questo sono consapevole, amo i miei cani e non ci pretendo il prato perfetto anche perché la casa col giardino l'abbiamo voluta anche per loro. Comunque i segni sul tappeto nuovo non sono lasciati dai cani, ma appunto da azioni sbagliate che ci hanno fatto mettere in atto quelli che l'hanno messo, i quali sostenevano che senza l'impianto di irrigazione non sarebbe mai radicato e piuttosto di lasciare lo spruzzino acceso anche tutta notte!! Ora leggendo voi esperti mi rendo conto che mi hanno detto un mare di fesserie e non capisco il perché!!

Comunque da oggi applicherò subito i vostri consigli.

Per adesso vedi segni di fungo o c'è solo un danno da concime?

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

carulli

Aspirante Giardinauta
Grazie mille per la risposta. I cagnolini sono abbastanza bravi, non scavano e non fanno danni e poiché ho una Magnolia con attorno una aiuola con ghiaia e il più delle volte vanno lì a fare pipì, anche se ogni tanto qualcosa scappa altrove, perché due sono cuccioli... ma di questo sono consapevole, amo i miei cani e non ci pretendo il prato perfetto anche perché la casa col giardino l'abbiamo voluta anche per loro. Comunque i segni sul tappeto nuovo non sono lasciati dai cani, ma appunto da azioni sbagliate che ci hanno fatto mettere in atto quelli che l'hanno messo, i quali sostenevano che senza l'impianto di irrigazione non sarebbe mai radicato e piuttosto di lasciare lo spruzzino acceso anche tutta notte!! Ora leggendo voi esperti mi rendo conto che mi hanno detto un mare di fesserie e non capisco il perché!!

Comunque da oggi applicherò subito i vostri consigli.

Per adesso vedi segni di fungo o c'è solo un danno da concime?

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
io penso sia attacco di pythium , il concime se e' a lenta cessione non fa danni a meno che non ne hai gettato molto piu' del dovuto , aspetta il parere dei dottori e nel caso sia pythium devi trattare con prodotto specifico tipo ORTIVA dosi 40ml per 100mt in 10 lt di acqua (nel tuo caso se sono 120 mt dovresti usare 50 ml ) possibilmente con pompa a spalla, nel frattempo comunque non irrigare ancora perche' cosi se fossero pythium continuerebbe propagarsi per il resto del prato , tanto di acqua ne hai data fin troppa....lascia asciutto per un paio di giorni e gia' cosi l'infezione dovrebbe fermarsi nel frattempo aspetta una diagnosi piu' approfondita , se fai altre foto piu' dettagliate e piu' ravvicinate e' meglio.
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
io penso sia attacco di pythium , il concime se e' a lenta cessione non fa danni a meno che non ne hai gettato molto piu' del dovuto , aspetta il parere dei dottori e nel caso sia pythium devi trattare con prodotto specifico tipo ORTIVA dosi 40ml per 100mt in 10 lt di acqua (nel tuo caso se sono 120 mt dovresti usare 50 ml ) possibilmente con pompa a spalla, nel frattempo comunque non irrigare ancora perche' cosi se fossero pythium continuerebbe propagarsi per il resto del prato , tanto di acqua ne hai data fin troppa....lascia asciutto per un paio di giorni e gia' cosi l'infezione dovrebbe fermarsi nel frattempo aspetta una diagnosi piu' approfondita , se fai altre foto piu' dettagliate e piu' ravvicinate e' meglio.
Ok mille grazie!

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
io penso sia attacco di pythium , il concime se e' a lenta cessione non fa danni a meno che non ne hai gettato molto piu' del dovuto , aspetta il parere dei dottori e nel caso sia pythium devi trattare con prodotto specifico tipo ORTIVA dosi 40ml per 100mt in 10 lt di acqua (nel tuo caso se sono 120 mt dovresti usare 50 ml ) possibilmente con pompa a spalla, nel frattempo comunque non irrigare ancora perche' cosi se fossero pythium continuerebbe propagarsi per il resto del prato , tanto di acqua ne hai data fin troppa....lascia asciutto per un paio di giorni e gia' cosi l'infezione dovrebbe fermarsi nel frattempo aspetta una diagnosi piu' approfondita , se fai altre foto piu' dettagliate e piu' ravvicinate e' meglio.
Ho puntato il dito contro il concime perché avevo notato dei piccoli accumuli non del tutto disciolti nelle aree colpite... inoltre una manciatina di questo concime è stato messo nei vasi dove ho due glicini e tre myrtifolie.. e specie queste ultime hanno accusato il colpo, cioè le foglie sono diventate quasi bianche...il glicine invece ha le foglie un pochino increspate con qualche puntino guallo ma forse l'ha scampata... almeno lo spero! Di sicuro abbiamo dato il concime al momento sbagliato... però il dubbio del fungo arrivato in contemporanea mi resta...

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

herrdoctor

Giardinauta Senior
Quindi potrebbero essere bruciatura da concime e non un fungo. Attendi il parere degli esperti prima di comprare o somministrare.
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
Infatti... È questo che mi ha fermato ...anche perché non vedo "camminare" queste bruciature... ma essendo inesperta non conosco i tempi di propagazione del phytium...
Quindi potrebbero essere bruciatura da concime e non un fungo. Attendi il parere degli esperti prima di comprare o somministrare.

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
Metto qualche foto anche degli effetti su Myrtifolie e glicine più qualcun'altra più ravvicinata delle bruciature del prato...
 

Allegati

  • IMG_20180620_135812-748x561.jpg
    IMG_20180620_135812-748x561.jpg
    255,6 KB · Visite: 10
  • IMG_20180620_135838-748x561.jpg
    IMG_20180620_135838-748x561.jpg
    268,6 KB · Visite: 15
  • IMG_20180620_135856-748x561.jpg
    IMG_20180620_135856-748x561.jpg
    250,1 KB · Visite: 15
  • IMG_20180620_135853-748x561.jpg
    IMG_20180620_135853-748x561.jpg
    269,7 KB · Visite: 15
  • IMG_20180620_135845-748x561.jpg
    IMG_20180620_135845-748x561.jpg
    265,8 KB · Visite: 13
  • IMG_20180620_135938-748x561.jpg
    IMG_20180620_135938-748x561.jpg
    117,7 KB · Visite: 9
  • IMG_20180620_135959-748x561.jpg
    IMG_20180620_135959-748x561.jpg
    232,3 KB · Visite: 10
  • IMG_20180620_140016-748x561.jpg
    IMG_20180620_140016-748x561.jpg
    209,8 KB · Visite: 10

carulli

Aspirante Giardinauta
si se hai anche problemi alle piante concimate con lo stesso concime allora e' probabile che siano bruciature e non pythium, in questo caso o ne hai dato troppo ( quantita' e modalita' di rilascio? ) o hai utilizzato uno ricco di azoto e ferro che in questo periodo andrebbero dati in piccola percentuale...attendi comunque il parere degli esperti ma nel frattempo facci sapere che tipo di concime hai dato e le quantita'...cosi chiudiamo il cerchio
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
si se hai anche problemi alle piante concimate con lo stesso concime allora e' probabile che siano bruciature e non pythium, in questo caso o ne hai dato troppo ( quantita' e modalita' di rilascio? ) o hai utilizzato uno ricco di azoto e ferro che in questo periodo andrebbero dati in piccola percentuale...attendi comunque il parere degli esperti ma nel frattempo facci sapere che tipo di concime hai dato e le quantita'...cosi chiudiamo il cerchio
Allora il concime che ho dato è questo:

https://www.leroymerlin.it/catalogo/concime-granulare-per-prato-ferro-plus-flortis-10-kg-35459004-p

Granulare e pronto all'uso.

Il sacco era da 6 kg e l'ho diviso tra il prato di circa 100 mq e le piante, una manciatina a vaso.
Avevamo già fatto la stessa cosa ad aprile, con lo stesso concime, e i risultati erano stati ottimi, ma forse adesso col caldo e qualche accumulo dato dal fatto che abbiamo distribuito a mano può essersi creato il problema...


Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

carulli

Aspirante Giardinauta
Ahia....quindi avrai dato tipo 5 kg al prato e 1 kg alle piante ? 5kg significa che hai dato 50gr al mq....la giusta dose per mq e' di 20/30 gr....se poi consideriamo che hai dato un concime dozzinale ( in cui non ci sono scritte nemmeno le percentuali npk ) a base di solfato di ferro nel mese di giugno con questo caldo e' altissima la probabilita' che si sia bruciato per colpa del concime...altra cosa come lo hai sparso? a mano , col carrellino a cascata o centrifugo?
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
Ahia....quindi avrai dato tipo 5 kg al prato e 1 kg alle piante ? 5kg significa che hai dato 50gr al mq....la giusta dose per mq e' di 20/30 gr....se poi consideriamo che hai dato un concime dozzinale ( in cui non ci sono scritte nemmeno le percentuali npk ) a base di solfato di ferro nel mese di giugno con questo caldo e' altissima la probabilita' che si sia bruciato per colpa del concime...altra cosa come lo hai sparso? a mano , col carrellino a cascata o centrifugo?
A mano mi sa che ho proprio fatto un erroraccio da inesperta!! Mi servirà da lezione per il futuro...ora posso solo aspettare settembre e riseminare vero?

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

Grappino

Esperto Sez. Prato
Purtroppo ciò che hai dato non è neanche concime ma semplice solfato ferroso. Di solito annerisce ( necrotizza) il tessuto fogliare a dosi eccessive ma la pianta non muore e col tempo tagliando la parte necrotica viene asportata; ma con quei quantitativi mostruosi onestamente ci spero poco. Non ti resta che attendere e vedere se si riprende. Occhio ai mattonati che macchia da morire!
 

carulli

Aspirante Giardinauta
A mano mi sa che ho proprio fatto un erroraccio da inesperta!! Mi servirà da lezione per il futuro...ora posso solo aspettare settembre e riseminare vero?

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
non disperare , gli errori li abbiamo commessi tutti alle prime armi....il danno si ripara ma non ora , si a settembre potrai riseminare e sistemare il danno se non si brucia tutto il prato...ora se puoi cerca di togliere quel "concime" dal prato quello che non si e' ancora sciolto...praticamente hai dato solo solfato di ferro , ho letto l'etichetta e la composizione non prevede altro che solfato di ferro piu' qualche altro microelemento ma non c'e' potassio che servirebbe in questo periodo ne azoto in piccole quantita'....il solfato di ferro si da in primavera e in autunno a basse temperature per prevenire il muschio in inverno e rinverdire le piantine in primavera....quindi ricapitolando concime e quantita' errati , ora fai una pulizia togli i pallini non sciolti , poi ricomincia con le irrigazioni , non troppa acqua circa 15 mm ogni 2 giorni , se fa molto caldo a giorni alterni , sperando che ricresca qualcosa poi a settembre vediamo di fare una risemina come si deve...ti aiutiamo noi stai serena.
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
non disperare , gli errori li abbiamo commessi tutti alle prime armi....il danno si ripara ma non ora , si a settembre potrai riseminare e sistemare il danno se non si brucia tutto il prato...ora se puoi cerca di togliere quel "concime" dal prato quello che non si e' ancora sciolto...praticamente hai dato solo solfato di ferro , ho letto l'etichetta e la composizione non prevede altro che solfato di ferro piu' qualche altro microelemento ma non c'e' potassio che servirebbe in questo periodo ne azoto in piccole quantita'....il solfato di ferro si da in primavera e in autunno a basse temperature per prevenire il muschio in inverno e rinverdire le piantine in primavera....quindi ricapitolando concime e quantita' errati , ora fai una pulizia togli i pallini non sciolti , poi ricomincia con le irrigazioni , non troppa acqua circa 15 mm ogni 2 giorni , se fa molto caldo a giorni alterni , sperando che ricresca qualcosa poi a settembre vediamo di fare una risemina come si deve...ti aiutiamo noi stai serena.
Grazie mille, siete tutti gentilissimi e molto preparati! E intanto ho già imparato molto e modificato le abitudini in fatto di irrigazione!!

Per fortuna il danno non è troppo esteso, e ora che inizia a ricrescere l'erba, che avevo tagliato sabato, si nota un po' meno. I granuli li ho rimossi appena ho avuto il dubbio che fosse stato il concime a fare danni e ora non ce n'è più.

A questo punto mi devo aspettare danni ulteriori o si stabilizza così? In questi giorni non l'ho visto peggiorare e sono ormai passati 5 giorni.

Ultima domanda, per le piante in vaso... ho speranze che ce la possano fare? Il glicine non è ingiallito, come dicevo ha solo le foglie un po' come dire a bolle, ma vedo che sta fiorendo...dopo quanto tempo posso dirlo fuori pericolo?
Le myrtifolia invece hanno accusato di più il colpo e una in particolare ha le foglie quasi completamente bruciate...le radici possono essersi salvate? Devo potare i rami bruciati o finché non sono completamente secchi li lascio e vedo cosa succede?

Grazie mille ancora, mi state aprendo un mondo e una passione

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

carulli

Aspirante Giardinauta
Purtroppo ciò che hai dato non è neanche concime ma semplice solfato ferroso. Di solito annerisce ( necrotizza) il tessuto fogliare a dosi eccessive ma la pianta non muore e col tempo tagliando la parte necrotica viene asportata; ma con quei quantitativi mostruosi onestamente ci spero poco. Non ti resta che attendere e vedere se si riprende. Occhio ai mattonati che macchia da morire!
si dott, grappino e' vero il solfato di ferro non causerebbe bruciature come l'azoto se dato nelle giuste quantita' , ma qui l'amica ha dato 10 kg di ferro in 2 mesi...pensi che sia solo intossicato ? e le bruciature?
Grazie mille, siete tutti gentilissimi e molto preparati! E intanto ho già imparato molto e modificato le abitudini in fatto di irrigazione!!

Per fortuna il danno non è troppo esteso, e ora che inizia a ricrescere l'erba, che avevo tagliato sabato, si nota un po' meno. I granuli li ho rimossi appena ho avuto il dubbio che fosse stato il concime a fare danni e ora non ce n'è più.

A questo punto mi devo aspettare danni ulteriori o si stabilizza così? In questi giorni non l'ho visto peggiorare e sono ormai passati 5 giorni.

Ultima domanda, per le piante in vaso... ho speranze che ce la possano fare? Il glicine non è ingiallito, come dicevo ha solo le foglie un po' come dire a bolle, ma vedo che sta fiorendo...dopo quanto tempo posso dirlo fuori pericolo?
Le myrtifolia invece hanno accusato di più il colpo e una in particolare ha le foglie quasi completamente bruciate...le radici possono essersi salvate? Devo potare i rami bruciati o finché non sono completamente secchi li lascio e vedo cosa succede?

Grazie mille ancora, mi state aprendo un mondo e una passione

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
per quanto riguarda le piante non so , questo e' il forum del prato dovresti chiedere nelle sezioni apposite anche li c'e' gente molto competente che ti aiutera' , per il prato da quello che ho capito praticamente non hai concimato nulla ne quando hai impiantato il prato ne ovviamente ora che hai dato solo ferro...prendi un concime con bassa percentuale di azoto e alta di potassio a lenta cessione che ti durera' fino a settembre , poca quantita' tipo 20 gr al mq quindi 2kg per 100mt , prendi anche un carrellino spandiconcime a centrifuga non a cascata...considera che sei al limite delle temperature quindi devi fare in fretta ma almeno cosi il prato avra' la pappa per l'estate , non irrigare mai di sera solo di mattina presto tra le 5 e le 7 massimo
 

Niky_86

Aspirante Giardinauta
si dott, grappino e' vero il solfato di ferro non causerebbe bruciature come l'azoto se dato nelle giuste quantita' , ma qui l'amica ha dato 10 kg di ferro in 2 mesi...pensi che sia solo intossicato ? e le bruciature?

per quanto riguarda le piante non so , questo e' il forum del prato dovresti chiedere nelle sezioni apposite anche li c'e' gente molto competente che ti aiutera' , per il prato da quello che ho capito praticamente non hai concimato nulla ne quando hai impiantato il prato ne ovviamente ora che hai dato solo ferro...prendi un concime con bassa percentuale di azoto e alta di potassio a lenta cessione che ti durera' fino a settembre , poca quantita' tipo 20 gr al mq quindi 2kg per 100mt , prendi anche un carrellino spandiconcime a centrifuga non a cascata...considera che sei al limite delle temperature quindi devi fare in fretta ma almeno cosi il prato avra' la pappa per l'estate , non irrigare mai di sera solo di mattina presto tra le 5 e le 7 massimo
Mi sai consigliare una marca per non sbagliare di nuovo? Ho un po' paura adesso...

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 
Alto