• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Rose "nuove" resistenti

MargiM

Giardinauta
Buongiorno cari forumisti,
Apro questo 3d facendo seguito alla discussione scaturita nel 3d "le rose di Rosa" e che riguarda la scelta di varietà resistenti alle malattie.
Chiederei anche ai moderatori , se possibile, di spostare qui i post "andati fuori tema".
Come già descritto da @Rea e @Jc123 molte varietà belle di 20/30 o più anni fa, oggi non reggono il confronto con quelle selezionate successivamente e che spiccano proprio per la resistenza, oltre che per qualità del fiore.
Io ho preso, da principiante quale ero, 5-6 anni fa diverse rose da importante rosicoltore, non solo sue. Sono tutte a terra e prendono almeno 5-6h/die di sole.
Posso dire ora con cognizione come si comportano ed elenco (2-3 per cominciare) in ordine di impianto/posizione in giardino:)
1. Jasmina, clg, Kordes, sanissima, fiori a mazzi di colore rosa lilla, profumati, abbondante la prima fioritura, successivamente fiori più piccoli e sporadici. Piuttosto steccosa e difficile da guidare sulla ringhiera/rete di recinzione.
2. Paolo Pejrone Giardiniere, Barni, arbustiva, raggiunge 130-150cm, fiori giallo ambrati, semidoppi, profumo scarso, abbastanza resistente a ticchiolatura/oidio. Tuttavia, spesso viene attaccata dall'argide della rosa che danneggia i getti florali. Fioritura di maggio abbastanza generosa, riprende con qualche fiore a settembre fino a dicembre. Rami abbastanza rigidi.
3. Bella di Todi, Barni, arbustiva, raggiunge 150-180 cm. Fiori stradoppi gialli, profumatissimi ( non a distanza). Purtroppo, la prima fioritura è puntualmente rovinata dalle cetonie, le tolgo in continuazione, ma a maggio difficilmente riesco a godermi un fiore sano. Soffre la ticchiolatura e foglie ingiallite rimangono sulla pianta a lungo. Rifiorisce a settembre e fino ai geli di dicembre.
Ne avrei altre da descrivere, ma per ora vi chiedo, visto che intendo spostarle e riempire il loro posto (sarebbero 4 rose, disposte in fila) con altre più resistenti cosa cerco? Non vorrei trovarmi a ottobre che i vivai (Vik p.es. )abbiano esaurito le varietà migliori...
Grazie a tutti!


Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 

Jc123

Giardinauta
Ciao! Come dicevamo appunto sull'altro thread, i caratteri da selezionare per una rosa sono moltissimi ed è praticamente impossibile per un ibridatore trovare una pianta che sia eccellente in tutti gli aspetti. Bisognerà dunque scegliere tra:
- colore del fiore
- forma del fiore
- numero di petali (sia per le rose a fiore semplice che per quelle a fiore molto pieno)
- durevolezza del fiore
- profumo del fiore
- dimensioni del fiore
- resistenza dei fiori alla pioggia
- quantità di fiori
- velocità nella rifiorenza
- abbondanza nella rifiorenza
- forma armonica del cespuglio
- fogliame uniforme e di bell'aspetto
- internodi brevi o lunghi a seconda dello scopo (pianta da giardino o per fiore reciso)
- scarsità di spine
- dimensioni desiderate della pianta, solitamente compatte
- possibilità di coltivazione in vaso
- vigore nella crescita
- resistenza alla ticchiolatura (orizzontale o verticale)
- resistenza all'oidio
- resistenza alla ruggine
- resistenza alla downy mildew (mi sfugge il nome in italiano)
- resistenza agli afidi
- resistenza al caldo
- resistenza al freddo
- resistenza alla pioggia
- resistenza alla siccità
- resistenza all'ombra
- resistenza al pieno sole estivo
- adattabilità climatica
- facilità di riproduzione tramite talea
- vigore se autoradicata
- facilità di riproduzione tramite innesto
- percentuale elevata di piante di prima scelta quando riprodotta per innesto
- compatibilità con i principali tipi di portainnesto
- produzione abbondante di fiori già dalla prima stagione per la vendita di piante in vaso in primavera
- resistenza della pianta al trasporto

Come facilmente si capirà, la compresenza di tutti questi fattori (e di sicuro ho dimenticato qualcosa) in una sola varietà è praticamente impossibile e bisognerà dunque selezionare ciò che per noi coltivatori è più importante e scegliere di conseguenza nel panorama delle varietà presenti sul mercato.

Per esempio, tra le varietà che offrono una resistenza alla ticchiolatura più consistente si trovano quelle di William Radler, un ibridatore amatoriale statunitense noto principalmente (ma non solo) per la collezione delle Knock Out. Per ottenere varietà con un'ottima resistenza all malattie Radler ha deciso di sviluppare principalmente una resistenza orizzontale alla ticchiolatura. In pratica, la pianta non è immune alla malattia, ma una volta infettata il decorso è molto lungo (se presente) e non apporta assolutamente danni alla pianta né esteticamente né a livello di salute. Questa scelta è stata fatta perché la ticchiolatura della rosa (Diplocarpon rosae) presenta diverse "razze" (paragonabili alle attuali varianti del Covid), e i quattro geni ad oggi noti per la resistenza nella rosa conferiscono alla pianta resistenza solo per alcune "razze". Una pianta particolarmente resistente in un giardino, in cui si trova una particolare "razza" di ticchiolatura, potrebbe dunque essere estremamente suscettibile in un altro. Se però la resistenza orizzontale alla ticchiolatura è elevata, lo è per tutte le "razze", e dunque le Knock Out sono resistenti in tutti i giardini. Le rose di Radler oltre alla resistenza alle malattie hanno molti altri pregi, come la forma del cespuglio, il vigore, il fogliame di bell'aspetto, la colorazione vivace dei fiori, la quantità dei fiori, la rifiorenza eccellente, sono autopulenti e molto altro. Tuttavia mancano della raffinatezza dei fiori, e del profumo, che sono tra i fattori più apprezzati dai giardinieri.

Kordes seleziona varietà solitamente con un'ottima resistenza alle malattie, fiori belli, spesso profumati e vigore, ma non sempre è apprezzabile l'architettura della pianta (nelle Ibride di tea)

Austin ha sicuramente come punti a favore la forma del fiore, il profumo e la forma del cespuglio. Ultimamente anche la resistenza alle malattie e alla scarsità di luce, ma non è sempre stato così.

Le rose di Tantau sono abbastanza equilibrate tra i vari aspetti



in sostanza bisogna capire bene quali sono per te i fattori più importanti e poi si decide :)
 

MargiM

Giardinauta
Buongiorno e grazie infinite! Come sempre risposta dettagliata e articolata!
Allora, in quella posizione vorrei delle rose dal portamento arbustivo, che formino dei bei cespugli compatti, con bei fiori e ovviamente rifiorenti. È un punto del giardino che ho sempre davanti agli occhi. Seguendo i vari threaf e post mi sembrano le inglesi e tantau le più adatte. Ma quali? Lasciando dov'è la Jasmina, toglierei a seguire la P.Pejrone Giardiniere, la Bella di Todi, la Roberto Cappucci (Barni, fa un fiore o due a stagione, che delusione) e la Etrusca (che fa dei bei fiori, profumati, talvolta a mazzi di 3-4 ma la pianta è sgraziata calzante la descrizione di @Rea ).


Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 
  • Like
Reactions: Rea

MargiM

Giardinauta
Proseguo con la descrizione delle mie rose:
4. Roberto Cappucci, Barni, arbustiva. Il fiore è molto bello, un po' profumato, doppio, colore rosa cipria. Purtroppo, la pianta rimane spoglia alla base e come altre HT i rami sono abbastanza rigidi. Non è molto vigorosa secondo me. Tende a rifiorire lentamente e con pochi, pochi fiori.
5. Etrusca, Barni, arbustiva, è stata molto bene descritta da @Rea . Aggiungo che i fiori al sole deperiscono rapidamente e danno alla pianta un aspetto usurato...
6. Berenice, Barni, (floribunda?). Rimane bassa, 40-50cm, direi una tappezzante, fiori a mazzi rosa, non profumata, senza spine. Rifiorisce ma i fiori sono sporadici. L'ho già spostata una volta, perché mi sembrava prendesse troppo sole. In effetti ora è in un angolo defilato e prende circa 3-4 ore di sole per la maggior parte dell'anno, forse qualcosa di più in piena estate, ma sembra gradire...
Metto a seguire qualche foto


Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 

MargiM

Giardinauta
1. Jasmina, Kordes
2. Paolo Pejrone Giardiniere (foto 2 e 3)
3. Etrusca (foto 4)
8dd864264b924a28021b05f390b25ca4.jpg
816eeced428ad116fef59ae090a9e837.jpg
c28972a39d69c63ac57515dcbbb7adfb.jpg
a6bdfb0825ee37cec641a5f4feb46fbc.jpg


Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 

Jc123

Giardinauta
La scelta migliore sarebbe quindi uno shrub. Da quello che ho capito sarebbe in pieno sole, quindi bisogna scegliere delle varietà resistenti al caldo (cosa non ovvia con le austin, ma in generale con nessuna). Con combinazione di colore, se rimane la Jasmina (rosa chiaro), piace abbinare il rosa al giallo chiaro. Se mi confermi che è pieno sole possiamo cercare le varietà specifiche
 

MargiM

Giardinauta
Si, si assolutamente uno shrub. Sono al sole da novembre a marzo, primavera ed estate sono ombreggiate fino alle 10.30-11 da due aceri (decidui) della vicina. Da quell'ora e fino alle 18.30-19 prendono sole, solo sporadicamente schermato da altri arbusti alti circa 2 mt che si trovano a 7-8 mt di distanza.
Questa è una foto dell'anno scorso, per farti capire la posizione. L'est e gli aceri si trovano alle spalle delle rose a sx, mentre a dx della foto è l'ovest. È un angolo del giardino che vedo sempre perché davanti alla cucina e dopo 4/5 anni dall'impianto non sono soddisfatta dell'aspetto...
2b8bb42ce9a73cd07f1f5de4ff68a57f.jpg


Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 

Jc123

Giardinauta
A me verrebbe in mente (devo ancora controllare la resistenza al caldo) Tottering-by-gently - Eustacia Vye - Vanessa Bell - Olivia Rose Austin.

Cosa ne dici? Sono tutti shrub di Austin resistenti alle malattie, profumati e molto fioriferi. Questo accostamento, che varia leggermente tra i colori e un bel po' tra le forme dei fiori, secondo me darebbe un po' di movimento pur rimanendo alla fine elegante e abbastanza aggraziato
 

MargiM

Giardinauta
Grazissimo! Una più bella dell'altra, che dire! La tottering by gently, è a fiore semplice, non ce la vedo li. In generale non amo le rose a fiore semplice, ma ho la ch. Mutabilis e forse ci potrebbe stare bene vicino (sperando che abbia un portamento simile). Il giallo limone di Vanessa Bell è spettacolare! Ci starebbe bene con Jasmina e con eustacia vye, non so con Olivia, che pure è molto bella...forse una con fiori sull'arancio?
Queste che mi hai indicato sono tutte profumate? E che altezza dovrebbero raggiungere? Mi piacerebbe che la rete venisse schermata dalle rose e l'effetto fosse quello di tutto un bordo con le ortensie e le peonie della mia vicina.

Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 

Jc123

Giardinauta
Sì, sono tutte profumate, chi più e chi meno. L'altezza dovrebbe essere sui 120/150 cm direi. Mutabilis non ce la vedo troppo, se preferisci ci sarebbe The Country Parson, giallo chiaro che sfuma sul bianco, ma è nuova (2020) e non ci sono ancora tantissime recensioni (dovrebbe essere molto valida però). Sempre sul giallo Ci sarebbe Charles Darwin, ma la resistenza alle malattie leggermente inferiore (buona ma non ottima). Sui toni dell'arancio/pesca ci sarebbero Roald Dahl, Lady Emma Hamilton (che però con temperature fresche è più tendente al rosa) o Emily Bronte (bianca con il centro rosa/pesca). Altrimenti potrebbe starci bene Desdemona, bianca, molto resistente e molto fiorifera
 

MargiM

Giardinauta
Mi sa che aggiungo sia Emily Bronte che Desdemona. Lady Emma H non so. Sbirciando le tue rose...mi piace molto la Thomas à Becket. Potrebbe andare più giù, oltre la peonia arbustiva...

Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 

Jc123

Giardinauta
Thomas à Becket è molto bella, ma ha un portamento particolare che secondo me non si mischierebbe bene con le altre, ma se la metti in un altro posto va bene. Per apprezzarla al meglio a mio avviso è meglio seguire il più possibile la sua natura e farla crescere come preferisce e la pianta ricambierà ;)
 

MargiM

Giardinauta
Grazie infinite @Jc123 ! Da tuincentrum tutte queste nuove sono le più care e vedo che le spese di spedizione sono passate a 20, invece delle 14 che ho pagato 3-4 anni fa. Probabilmente per 5-6 rose sarebbe più conveniente rivolgermi a qualcuno che ha la licenza anche vicino. Un vivaio vicino casa, specializzato in perenni (e molto rinomato), le inglesi sono sui 25€ in vaso, standoci dietro trovi anche le varietà più recenti.
Hai invece esperienza diretta con le rose Tantau? Qualcuna con portamento cespuglioso simile alle inglesi? Sempre profumate...



Inviato dal mio Lenovo TB-8703X utilizzando Tapatalk
 

Jc123

Giardinauta
Di Tantau ho qualcosa, non tantissimo.

Artemis (quella nella mia immagine del profilo) è molto bella, sana e vigorosa; il profumo non è fortissimo, ma buono (di mirra, con note di anice). Ce l'ho da poco quindi non posso commentare sul sul portamento definitivo. Da me a mezz'ombra, con temperature massime estive non estreme (di solito rimangono sui 28°C circa) sta rifiorendo abbastanza bene, in mazzi con numerosi fiori, sempre ben formati e con molti petali.

Ho poi un paio di HT/floribunda. Aquarell è carina, ma un po' di ticchiolatura se la prende e la rifiorenza è abbastanza lenta. Acapella rifiorisce bene ed è più o meno sana, ma ha il portamento tipico da HT e i fiori non mi piacciono tanto.

Soul l'ho ordinata per quest'inverno, dovrebbe essere un'ottima varietà, molto resistente e profumata
 

MargiM

Giardinauta
Grazie mille ancora, anche per la pazienza .
La Artemis ho un po' guardato in rete... è molto bella e con ottime referenze :) segnata. Farò un giro in settimana in un paio di vivai in zona che so che hanno rose di Austin, e un altro poco più distante che ha anche Tantau e Kordes. Così osservo le piante anche fuori dal periodo di fioritura

Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 

MargiM

Giardinauta
Neanche mi avessero sentito o letto...al rientro dopo due settimane la mia Bella di Todi è piena di fiori...e ha un fiore bello aperto e un bocciolo anche Roberto Cappucci...
Avevo chiesto ad una vicina di dare un po' di acqua alle mie piante in caso di assenza di piogge...
e08e0a77531fb12446f8d1139d2c8084.jpg
3daf1e32dc66c2d34ba53d5ca2169827.jpg


Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 
  • Like
Reactions: Rea

Rea

Aspirante Giardinauta
Buongiorno, non avevo ricevuto le notifiche al topic...
Allora parliamo di inglesi vedo! Le rose che ti ha consigliato @Jc123 sono fantastiche non si può che non concordare con le varietà che ha consigliato, molte di quelle che ha citato le ho ordinate anche io per questo autunno (vedi Emily Bronte, Eustacia, Desdemona e Roald Dahl).
Roald Dahl ho visto molte foto/video e recensioni prima di prenderla, la cosa che mi ha convinto di più però è stata la resistenza al caldo e alla siccità, resistenza più alta rispetto ad altre inglesi. Perché Andrà sicuramente in un posto abbastanza assolato! Sul sito di Austin c'è scritto che la Roald dovrebbe essere sul colore albicocca, però dipende dalle condizioni ambientali di dove viene coltivata. Molti pareri che ho visto, soprattutto delle zone con il clima più simile al nostro, dicono che tenda molto di più verso il giallo che al colore albicocca. Poco male, a me piace tantissimo il giallo!

La Olivia Rose Austin come vi dicevo nell'altro topic l'ho osservata da vicino: la cosa che più mi ha colpito è che non si arresta. Molte altre rose con il troppo caldo smettono di produrre rami e nuovi fiori, lei praticamente no, continua. Secondo me però in una posizione troppo assolata patirebbe, quando fa molto caldo si affloscia un po', soprattutto gli steli nuovi. Fa esattamente come la Lady Hamilton!

Chi notato tollerare il caldo tra le inglesi è la Boscobel. La biscobel gode anche di una discreta salute, ce l'ho da quest' anno ma non ho ancora visto nessuna foglia ticchiolata e nessun tipo di problema. Inoltre le afidi non la attaccano nemmeno tanto. Sono abbastanza soddisfatto da questa varietà.

Parlando di Kordes: allora io non posso che consigliare le rose che ho scelto io Però in genere le rose con certificato ADR (nel caso non sappiate che sia la sigla: Allgemeine Deutsche Rosenneuheitenprüfung) e se non sapete che concorso sia: un processo che testa le rose per 3 anni riguardo la rifiorenza, la bellezza, il portamento, l'adattabilità e soprattutto in particolare alla resistenza delle malattie. Le rose che vincono sono davvero resistentissimissime, anzi quelle che ho io sono immuni, un caterpillar.
Io ho la Sunny Sky che è molto bella, ha anche un profumo molto gradevole e molto fiorifera. Ho letto di alcuni che la tengono in piena terra che ce l'hanno fiorita davvero per molto tempo, fa molti fiori.
La Kosmos: Adoravo molto il colore. È davvero una rosa magnifica. Anche lei molto resistente alle malattie, non ha un profumo particolarmente intenso, ma mi piace. Anche se non profumano tantissimo io mi accontento se il fiore è bello e la pianta è sana. Come la Olivia Austin di cui abbiamo parlato, non profuma tantissimo, ma compensa con tutto il resto!

Della Kordes adesso ero incuriosito dalla Novalis che è sempre una adr. La tengo d'occhio!

P.S. stupenda la Artemis di JC
 

MargiM

Giardinauta
Vi aggiorno... poiché l'autunno è po' lontano e siccome c'è questa rosa che avevo deciso già l'anno scorso di prendere, ma era esaurita... oggi l'ho ordinata.
Trattasi di una rampicante profumata "Garden Club Biella" e insieme anche due Massad profumate (Cybelle e Bruno Perpoint). Qualcuno le conosce?

Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 
Alto