• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Riproduzione rose per talea, consigli per un principiante

Tchaddo

Giardinauta
scusate l'intrusione e la domanda da principiante (quale sono), ma per fare una talea va bene anche uno stelo che porta la fioritura o dev'essere un ramo che non ha portato fiori?
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
scusate l'intrusione e la domanda da principiante (quale sono), ma per fare una talea va bene anche uno stelo che porta la fioritura o dev'essere un ramo che non ha portato fiori?

Ma che intrusione, anzi mi fa piacere che la discussione inizi ad interessare ad altri utenti :)

Cmq da quello che so si può usare anche uno stelo che porta la fioritura.
Però una domanda che anch io mi pongo è: con quali rami le talee hanno piu successo? Quelli con il fiore o senza?
 

monikk64

Master Florello
In rete i pareri sono discordi...
C'è chi le fa con successo anche da rami che hanno portato fiore...ma in generale consigliano di preferire gli altri.
In certe varietà è difficile avere rami non fioriti.... :D
 

Tchaddo

Giardinauta
In rete i pareri sono discordi...
C'è chi le fa con successo anche da rami che hanno portato fiore...ma in generale consigliano di preferire gli altri.
In certe varietà è difficile avere rami non fioriti.... :D

io ho una rosa piccolina comprata a marzo che fino ad ora gli unici rami che ha fatto sono stati quelli della fioritura (1 a marzo, 1 a luglio e 1 adesso)... non ho molte alternative :confused:
 

monikk64

Master Florello
Tempo fa @Stefano Sangiorgio mi ha spiegato che esistoni ormoni, le Auxine, che promuovono la formazione di radici (vengono usate anche di sintesi dai professionisti).
Questi ormoni nella pianta vengono prodotti dai germogli.
Questi i fatti.
Quindi per ragionamento : quando una talea germoglia grazie alle sostanze di riserva è cosa buona perché i germogli producono le Auxine promotrici della formazione e crescita delle radici.
Il ragionamento fila, prof.????
Se tutto questo è vero, coccoliamoci le fogliette e mettiamole nelle condizioni migliori (ombra luminosa e umidità) per far loro produrre un sacco di Auxine:)

Lo so che è già quel che facciamo tutti, ma è interessante sapere il perché e percome.... :D
 

Tchaddo

Giardinauta
Tempo fa @Stefano Sangiorgio mi ha spiegato che esistoni ormoni, le Auxine, che promuovono la formazione di radici (vengono usate anche di sintesi dai professionisti).
Questi ormoni nella pianta vengono prodotti dai germogli.
Questi i fatti.
Quindi per ragionamento : quando una talea germoglia grazie alle sostanze di riserva è cosa buona perché i germogli producono le Auxine promotrici della formazione e crescita delle radici.
Il ragionamento fila, prof.????
Se tutto questo è vero, coccoliamoci le fogliette e mettiamole nelle condizioni migliori (ombra luminosa e umidità) per far loro produrre un sacco di Auxine:)

Lo so che è già quel che facciamo tutti, ma è interessante sapere il perché e percome.... :D

questo è molto interessante ma non spiega come mai i rami che portano la fioritura sarebbero meno adatti al taleaggio... magari i fiori si ciucciano tutte queste auxine, o producono altri ormoni che le inibiscono :cautious:
 

monikk64

Master Florello
questo è molto interessante ma non spiega come mai i rami che portano la fioritura sarebbero meno adatti al taleaggio... magari i fiori si ciucciano tutte queste auxine, o producono altri ormoni che le inibiscono :cautious:
Nono, infatti era un discorso totalmente slegato dalla questione fiori-non fiori, avrei dovuto scrivere 'piccola parentesi', scusate, pensavo l'argomento fosse esaurito...
Era più che altro una curiosità :whistle:
:D
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Eccomi dinuovo con qua con ulteriori 3 aggiornamenti:

Aggiornamento numero 1:
Questa e' una rosa tirata fuori da uno dei bicchieri di plastica coperti con il sacchetto (le talee messe la seconda volta):

https://ibb.co/5LLm5xs
https://ibb.co/sgkS8wm

Spero riuscite a vedere, dovrebbero essere queste le mini radici? Cmq pero la talea e quasi tutta marrone e inizia a perdere le foglie :( era la piu' rigogliosa di tutte :cautious:
L'ho comunque rimessa piano piano nel bicchiere ma dubito succeda il miracolo.

Aggiornamento numero 2:
Parlando poi delle talee messe la prima volta, quelle nel semenziario messe 2 mesi fa, sicuramente una decina di talee hanno sviluppato le foglie. Quindi sono resistite 1 mese e qualche settimana per poi iniziare a mettere le foglie :confused:
Chi mi riesce a spiegare come hanno fatto? Non erano coperte con nessuna miniserra. Ma lo stesso sono riuscite a fare le foglie...

Aggiornamento numero 3:
Le talee messe la seconda volta, messe nel bottiglione (quindi con miniserra fai da te), modalita: tagliate giu in diagonale sotto la gemma, su lasciate un paio di foglie. Queste sono ancora belle verdi, non si vedono gemme nuove ma sono ancora verdi dopo 2 mesi pieni. Buon segno o non vol dire niente ancora?

@monikk64 e @Stefano Sangiorgio scusate il disturbo ma che dite voi? :)

PS: quando aprite il link con le foto premete il pulsante caricamento a risoluzione grande cosi vedete meglio le sospette mini radici
 

Charles_b

Aspirante Giardinauta
Non sono mini-radici, sembra che la talea stia morendo. Io ho fatto decine di talee quando le miniserre non le avevano ancora inventate, e nemmeno gli ormoni radicanti, ma funzionavano anche allora...
Le rose sono talee abbastanza facili, anche in questo momento ho fuori una cassetta con 16 talee di rose, fatte all'antica, senza serra e senza niente. Credo che almeno la metà diverranno piante. Perché? Perché le talee e gli innesti si son sempre fatti sin dal tempo dei Romani. Le miniserre, le bottiglie di plastica, gli ormoni, sono dei facilitatori. Ovvio che uno che ha la mano, fa i tagli nel giusto periodo, lascia le gemme che servono, scarta i rami che difficilmemte attecchiranno, inumidisce quando la sua sensibilità glielo suggerisce, è coe un ottimo cuoco che fa un piatto particolare. Ha una mano migliore di tanti principianti... Poi, qua e là, ci sarà anche qualcuno che lo supera!

Charles
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Non sono mini-radici, sembra che la talea stia morendo. Io ho fatto decine di talee quando le miniserre non le avevano ancora inventate, e nemmeno gli ormoni radicanti, ma funzionavano anche allora...
Le rose sono talee abbastanza facili, anche in questo momento ho fuori una cassetta con 16 talee di rose, fatte all'antica, senza serra e senza niente. Credo che almeno la metà diverranno piante. Perché? Perché le talee e gli innesti si son sempre fatti sin dal tempo dei Romani. Le miniserre, le bottiglie di plastica, gli ormoni, sono dei facilitatori. Ovvio che uno che ha la mano, fa i tagli nel giusto periodo, lascia le gemme che servono, scarta i rami che difficilmemte attecchiranno, inumidisce quando la sua sensibilità glielo suggerisce, è coe un ottimo cuoco che fa un piatto particolare. Ha una mano migliore di tanti principianti... Poi, qua e là, ci sarà anche qualcuno che lo supera!

Charles

Ok, ed ora io mi chiedo: mi puoi spiegare quale sarebbe questo periodo giusto e quali rami siano i giusti e altri consigli che daresti ad un principiante come me? Io fino ad ora in 3 volte ho messo circa 100 talee di rosa, sperando che qualcuna riuscirà a fare le radici ma se appunto vado a culo non è che mi possa aspettare un granchè...
Vorrei imparare le tecniche giuste e non fare talee a culo :D:D:D

Quindi mi puoi spiegare il metodo che hai provato personalmente con riuscita migliore?
 

Charles_b

Aspirante Giardinauta
In tutto c'è una tecnica, anche nell'andare a culo, ma io non sono granché esperto...
I periodi giusti sono sostanzialmente due: Estate e Novembre. In Luglio-Agosto si piantano talee con legno dell'anno, rami dritti, senza biforcazioni. Si lascia solo unna fogliolina dell'utima foglia, le talee io le faccio da 3 oppure 4 gemme, di cui due interrate. In estate bisogna poi cercare di evitare la perdita d'umidità delle talee, con bottiglie, serrette, sacchetti o altro. La tale, se attecchisce, di solito emette una gemma a lego e fa uno o due rametti.
In Novembre si interrano sempre due gemme (io faccio così perché mi ha insegnato mio nonno, ma possono venire anche con una sola gemme interrata). Se non hanno perso tutte le foglie, se ne lasciano due foglioline sull'ultimo occhio. Il substrato che uso io è 1/3 torba, 1/3 sabbia e 1/3 ghiaia. sia in Luglio sia in Novembre.
Quando le talee hanno sete, vanno inumidite. Quando hanno sete? Ci si acquisisce un po' di sensibilità col tempo, ma quando tira vento, quando fa secco, quando il terreno è secco, un po' d'acqua è necessaria. In Novembre, ovviamente, ne hanno meno necessità.
Se sono talee invernali, vanno un po' riparate, non dal freddo, che è funzionale al loro attecchimento, ma dagli agenti atmosferici estremi (uragani, venti forti, bombe d'acqua...). La neve invece non da nessun problema.
Una volta che le talee hanno superato l'inverno, sia che siano di Luglio sia che siano di Novembre, bisogna lasciarle sviluppare a loro piacimento. Il primo anno non si pota!
Si tolgono i fiori sfioriti ed eventuali rami secchi. Stop. Contrariamente a quanto molti pensano, la potatura non rinforza, soprattutto una pianta che di forza non ne ha. Una pianta forte si sviluppa, magari non come vogliamo noi,ma si sviluppa. Una pianta debole si limita a vegetare, ed è inutile potarla. In Autunno successivo, le talee vanno tolte dalle cassette e piantate, meglio per un anno in vaso, e si comincia poi a potare il successivo inverno e a concimare all'inizio primavera.
Poi avrai belle piante di rose.

Charles

Ps: qualcuno fa cose diverse, le strade sono tante, la meta è sempre una.
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
In tutto c'è una tecnica, anche nell'andare a culo, ma io non sono granché esperto...
I periodi giusti sono sostanzialmente due: Estate e Novembre. In Luglio-Agosto si piantano talee con legno dell'anno, rami dritti, senza biforcazioni. Si lascia solo unna fogliolina dell'utima foglia, le talee io le faccio da 3 oppure 4 gemme, di cui due interrate. In estate bisogna poi cercare di evitare la perdita d'umidità delle talee, con bottiglie, serrette, sacchetti o altro. La tale, se attecchisce, di solito emette una gemma a lego e fa uno o due rametti.

Prima di tutto grazie per la spiegazione e per averci scritto la tua esperienza. :su:

Nelle mie svariate prove ho ricavato certe talee anche con questa tecnica che ci hai descritto. Sperando che attecchiscano.

Comunque che dici ora come ora posso togliere le mini serre, o meglio lasciarle avanti e toglierla ogni quel tanto per far asciugare un po la terra? Ho visto che in certi miei bottiglioni inizia a crescere il muschio :confused:

Se hai un po' di tempo per andare a leggere le prime pagine di questa discussione cosi vedi i miei tentativi di talee, magari mi dai un consiglio o noti tu qualcosa che ho sbagliato, te ne sarei grato :):):)
 
Alto