• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Riproduzione rose per talea, consigli per un principiante

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Salve a tutti, mi vorrei cimentare nella riproduzione autunnale delle rose trammite talea.

Ho letto molto online di vari metodi e tecniche ma vorrei sapere un consiglio da parte vostra da esperti e non sulle vostre esperienze, soprattutto se come me siete alle prime armi e siete riusciti a fare le nuove rose ☺️

Avrei un paio di dubbi sulle cose lette sul web perchè sono anche certe cose discordanti.

1. Ho capito che il ramo deve essere di quel anno, ma da un ramo posso ricavare più talee o solamente una? Inoltre posso prendere la talea da anche un ramo ramificato (con piu rami) o solo da un ramo singolo? Non so se mi avete capito
2. La mini serra fai da te è indispensabile? Nessun problema per farla con una bottiglia o sacchetto ma avrei paura per la troppa umidità all'interno, ho letto che neanche troppa fa bene. Deve esserci la condensa all'interno o deve essere asciutta la miniserra?
3. Le talee nel vaso posso poi tenerle sotto le fronde di un albero?
4. La terra migliore che si può usare ho capito che è un miscuglio di sabbia di fiume, torba o terra dei fiori e pietra pomice tritata. Mi confermate? Voi quale usate?
5. Che ormone radicante usate? Vorrei usarlo anch io se mi aiuta per la causa (non ho molta fiducia nelle mie capacità )
6. Il vaso deve essere per forza piccolo? Può essere un vaso più grande e ci metto 3-4 talee all'interno? Ho molti vasi alti neri di quelli dei olivi di 2 anni che si acquistano nei vivai... Possono andar bene?

Nel giardino ho molte rose grandi ed alte (giardino di mia zia in verità ) e quindi ho molto materiale per tentare di riprodurle cosi che ne farei di più sperando di riuscirci...

Grazie a tutti per le risposte e per i consigli
 

Stefano Sangiorgio

Master Florello
Guarda io le talee le faccio da giugno a tutto settembre prelevando rami dell'anno.
Da un ramo, se è lungo, si possono ricavare più talee lunghe, ognuna, 10-15 cm.
Si tolgono le foglie basse, si lasciano sole le tre-quattro foglie più alte e si interrano in vasetti nemmeno tanto grandi (in ogni vasetto devono starci 3-4 talee). Ho sempre usato normale terriccio universale ben setacciato.
Mai usato ormoni radicanti.
Bagno, incappuccio nel sacchetto trasparente e pongo a mezza ombra. Il sacchetto evita l'appassimento delle talee, finchè queste non sviluppano radici.
Ogni sera rivolto il sacchetto per eliminare la condensa di troppo.
Con questo sistema, per il tempo necessario alla radicazione (un mesetto) spesso non devo nemmeno più bagnare terra e talee.
Quando inizia la nuova vegetazione tolgo il sacchetto e controllo se sono uscite radici dai fori di drenaggio del vaso.
Se così è, le tengo ancora a mezza ombra e nella primavera seguente le metto a dimora definitiva (passano il primo inverno al riparo in una cantina luminosa).
Ho una percentuale di successo del 60-70% che basta e avanza!!
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Interessante, grazie per la risposta... Pensavo di provare questa prima volta con più metodi cosi vedo quale mi riesce meglio, una con serra e una senza. Qualcuno ha provato anche senza serra?
La posizione che ho scelto è sotto ad un albero, dalle 10 del mattino fino alle 17 sono sotto l ombra del albero e dopo le 17 sono su mezzo sole diciamo...
 

Stefano Sangiorgio

Master Florello
Interessante, grazie per la risposta... Pensavo di provare questa prima volta con più metodi cosi vedo quale mi riesce meglio, una con serra e una senza. Qualcuno ha provato anche senza serra?
La posizione che ho scelto è sotto ad un albero, dalle 10 del mattino fino alle 17 sono sotto l ombra del albero e dopo le 17 sono su mezzo sole diciamo...
C'è chi le fa senza serretta piantandole direttamente a terra in un luogo ombreggiato.
In questo caso le foglie rimaste dovrai mozzarle a metà per ridurre la traspirazione.
Si possono fare anche, sempre in terra, al momento della potatura a febbraio quando le gemme sono ancor ferme: in questo caso solo due-tre gemme apicali dovranno emergere dal terreno.
Prova pure più metodi e più periodi diversi dell'anno e vedi.
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Ho acquistato il necessario per questa mia prima prova.
Nell agraria mi hanno consigliato di mettere le talee nelle seminiere di polistirolo, cosi ne ho acquistato una. Poi terra universale come mi avete gia detto, quindi niente torba perchè avevano solo grandi sacchi da 250L.
E un stimolante per radici.

Quindi procedo con inserire la terra nella seminiera, premo bene per non lasciare aria fra la terra. Innaffio bene il tutto.
Ho tagliato le varie talee, la parte sotto appena sotto di una gemma e la parte sopra appena sopra di 2 foglioline che ho reciso a metà. Le altre foglie tutte tagliate via.
Le talee avevano dimensioni di circa 10 cm (certe anche meno pultroppo) a 15 cm. Grosse circa come una matita, qualcuna anche meno.
Ho messo il radicante su ogni talea per poi inserirle una in ogni buchetto del seminiere.
Finito tutto le ho collocate sotto al albero che vi dicevo.

Ora la domanda è: ogni quanto le devo bagnare? Le schizzo solo con un nebulizzatore o devo bagnare anche la terra?
La serra si o no?

Nei prossimi giorni proverò l'altro metodo, come mi ha consigliato Stefano ad inserire la talea direttamente nella terra. Ma in quel caso la talea deve essere più grossa? Deve essere sempre nata del anno corrente?

Auguratemi buona fortuna
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Oggi ho provato ancora con altre tallee, ho provato con più tecniche: togliere le foglie, con mini serra, senza mini serra, con taglio obliquo sotto, con taglio normale sotto, con la parte bassa "spellata", più lunghe talee, più corte talee... Ho provato un pò di tutto quello trovato online ☺️
 

monikk64

Master Florello
Però ti sei segnato quali sono quelle così e quelle cosà??????
Se no poi per quelle meglio riuscite non ricordi più quale fosse il sistema... riferito naturalmente a quel che non si vede (taglio normale, obliquo, spellato...)
:):):)
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Allora faccio un piccolo aggiornamento:
Ho provato a mettere certe rose nella miniserra con la bottiglia di plastica e quelle hanno parecchia umidità all interno quindi non le annafio. Le altre le bagno quando vedo che la terra è asciutta e ogni tanto le nebulizzo con l'acqua.
Quelle talee messe il primo giorno (oggi è il sesto giorno) certe iniziano a ingiallire...
Vi terrò aggiornati
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Aggiornamento del 9 settembre:

Le rose nella seminiera certe sono marroni, quindi da buttare, certe invece sono ancora verdi e mi sembra che si vede qualche piccola gemma cresciuta un po'.
Le altre prove di talee fatte invece piu o meno procedono tutte bene.
Ma quelle che per ora hanno gia' iniziato a sviluppare le foglioline (e quindi penso meglio riuscite) sono quelle messe "senza foglie" e dentro alla miniserra.
Se a qualcuno interessa posso scrivere anche le altre meno riuscite quali sono e che tecnica ho usato.

Oggi 14 settebre quindi ho messo ancora talee in altre miniserre tutte senza le foglie. Vi terro' aggiornati come si sviluppa la cosa ;)
 

Stefano Sangiorgio

Master Florello
Aggiornamento del 9 settembre:

Le rose nella seminiera certe sono marroni, quindi da buttare, certe invece sono ancora verdi e mi sembra che si vede qualche piccola gemma cresciuta un po'.
Le altre prove di talee fatte invece piu o meno procedono tutte bene.
Ma quelle che per ora hanno gia' iniziato a sviluppare le foglioline (e quindi penso meglio riuscite) sono quelle messe "senza foglie" e dentro alla miniserra.
Se a qualcuno interessa posso scrivere anche le altre meno riuscite quali sono e che tecnica ho usato.

Oggi 14 settebre quindi ho messo ancora talee in altre miniserre tutte senza le foglie. Vi terro' aggiornati come si sviluppa la cosa ;)
Attenzione che gemme in movimento non indicano radicazione: occorre un mese buono da quando hai taleato...
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Mi viene ancora un dubbio, non è che contenitore dove le ho messe sia troppo piccolo ora che hanno iniziato a fare le foglioline? Non vorrei che sia troppo piccolo e che non abbia abbastanza "nutrimento".
 

monikk64

Master Florello
Mi viene ancora un dubbio, non è che contenitore dove le ho messe sia troppo piccolo ora che hanno iniziato a fare le foglioline? Non vorrei che sia troppo piccolo e che non abbia abbastanza "nutrimento".
Come facciamo a risponderti se non metti una foto? :)tu vedi le dimensioni dei vasetti ma noi no!!!!!! ;)
Comunque no, prima che restino senza nutrimento ce ne passa..... Hanno piccole radici con piccole foglie, consumano poco!!!!!
Vedi già le radichette uscire dai fori di drenaggio???
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Come facciamo a risponderti se non metti una foto? :)tu vedi le dimensioni dei vasetti ma noi no!!!!!! ;)
Comunque no, prima che restino senza nutrimento ce ne passa..... Hanno piccole radici con piccole foglie, consumano poco!!!!!
Vedi già le radichette uscire dai fori di drenaggio???

Si giusto, appena posso tra poco spero vado a fargli un paio di foto cosi le posto qui, non ci sono ancora le radichette no, ma penso che dovrebbero esserci perchè 2 delle talee hanno sviluppato delle belle foglioline ☺️
 

Roberto1990

Aspirante Giardinauta
Ecco la rosa nel bicchiere in primo piano, da notare che 2 foglioline sono marcite sulla punta, probabilmente perchè erano appoggiate al sacchetto bagnato dall' umidità (miniserra)
https://ibb.co/10bTXYF

Ecco il bicchiere di plastica:
https://ibb.co/Wc0B71y

Questo invece è una bottiglia da 5 litri tagliata per metà:
https://ibb.co/gD1hpFL
2 talee sono migliori delle altre 2.

Ecco invece un primo piano delle due talee:
https://ibb.co/MpYZ8v7

Dovrebberò esserci le radici che dite?
 
Alto