• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Prima esperienza prato Zoysia (Japonica o Matrella)

Babbo

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti,
dopo aver letto tante discussioni su questo forum sto per avventurarmi nella creazione del mio primo giardino. Ho appena terminato l'impianto di irrigazione (fatto da me con supervisione sul posizionamento degli irrigatori) e l'impianto ellettrico per l'illuminazione.
Sono quindi ora alla scelta del prato. Premetto che sono in Puglia a c.2km dal mare. Il prato misura c. 100mq e sarebbe quasi integralmente in pieno sole tutto il giorno. Allego alcune foto sotto.

Non ho un pozzo quindi vorrei economizzare sui consumi di acqua e per questo prediligo una macroterma in particolare la Zoysia Japonica di cui ho già letto pregi e difetti. Cercando nei vivai nelle vicinanze (incluso questo sito che dista poco da casa) non sono riuscito a trovare la Japonica ma solo la Matrella. Il ben noto sito Bindi dice che non riesce a spedire in Puglia quindi l'unica alternativa sarebbe noleggiare un furgone e farsi la sfacchinata in giornata.
Esteticamente la Matrella mi piace anche di più per via delle foglie sottili ma sono spaventato dalle maggiori difficoltà di gestione (in particolare le infestanti di cui ho letto in questa discussione) e dalla minore resistenza alle basse temperature.
Che mi consigliate quindi la Japonica con annessa sfacchinata andata/ritorno a Roma? o la Matrella che mi farei spedire sul posto?

Mi piacerebbe inoltre avere qualche consiglio sulla preparazione del substrato. Io pensavo 1-2 settimane prima della posa del prato di rivangare tutto con la motozappa, livellare ed aggiungere un concime starter. Altro?
Vi ringrazio in anticipo per i preziosi consigli e vi terro aggiornati anche con foto sull'evoluzione del giardino.

Foto giardino vista 1.jpeg Foto giardino vista terrazzo.jpeg
 

mttbalsamo

Maestro Giardinauta
Ciao a tutti,
dopo aver letto tante discussioni su questo forum sto per avventurarmi nella creazione del mio primo giardino. Ho appena terminato l'impianto di irrigazione (fatto da me con supervisione sul posizionamento degli irrigatori) e l'impianto ellettrico per l'illuminazione.
Sono quindi ora alla scelta del prato. Premetto che sono in Puglia a c.2km dal mare. Il prato misura c. 100mq e sarebbe quasi integralmente in pieno sole tutto il giorno. Allego alcune foto sotto.

Non ho un pozzo quindi vorrei economizzare sui consumi di acqua e per questo prediligo una macroterma in particolare la Zoysia Japonica di cui ho già letto pregi e difetti. Cercando nei vivai nelle vicinanze (incluso questo sito che dista poco da casa) non sono riuscito a trovare la Japonica ma solo la Matrella. Il ben noto sito Bindi dice che non riesce a spedire in Puglia quindi l'unica alternativa sarebbe noleggiare un furgone e farsi la sfacchinata in giornata.
Esteticamente la Matrella mi piace anche di più per via delle foglie sottili ma sono spaventato dalle maggiori difficoltà di gestione (in particolare le infestanti di cui ho letto in questa discussione) e dalla minore resistenza alle basse temperature.
Che mi consigliate quindi la Japonica con annessa sfacchinata andata/ritorno a Roma? o la Matrella che mi farei spedire sul posto?

Mi piacerebbe inoltre avere qualche consiglio sulla preparazione del substrato. Io pensavo 1-2 settimane prima della posa del prato di rivangare tutto con la motozappa, livellare ed aggiungere un concime starter. Altro?
Vi ringrazio in anticipo per i preziosi consigli e vi terro aggiornati anche con foto sull'evoluzione del giardino.

Vedi l'allegato 704886 Vedi l'allegato 704889

Ciao, che zona della Puglia?
Sinceramente con tutte quelle ore di sole valuterei anche altro…la zoysia la prendi se vuoi una marco ma non hai molte ore di sole. Ci ce l’ho ma ho 4/5 ore di sole.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Babbo

Aspirante Giardinauta
Sono a nord della puglia sul Gargano. Riguardo all'ombra solo la zona di prato vicino alla recenzione sarà un po in ombra quando il falso gelsomino che ho piantato sarà cresciuto.
Tu quale prato mi consiglieresti in alternativa? considera che sono con l'acquedotto e non vorrei fare crescere troppo la bolletta.
 

mttbalsamo

Maestro Giardinauta
Sono a nord della puglia sul Gargano. Riguardo all'ombra solo la zona di prato vicino alla recenzione sarà un po in ombra quando il falso gelsomino che ho piantato sarà cresciuto.
Tu quale prato mi consiglieresti in alternativa? considera che sono con l'acquedotto e non vorrei fare crescere troppo la bolletta.
guarda io ho la zoysia da 6 mesi e prima avevo solo esperienza con festuca/poa quindi sono la persona meno adatta per consigliare. Però volevo solo farti ragionare sul fatto che in generale tutte le macroterme hanno un fabbisogno idrico inferiore al classico prati di festuca, se è questo il tuo cruccio. Quindi perchè optare proprio per la zoysia che in zona tua non trovi?
Cosa trovi dalle tue parti?

Io vivo a Roma ma sono originario della provincia di Foggia, a Ortanova dovrebbe stare un produttore

Sembra che tra le varie cose produca anche zoysia japonica, oltre a tante altre varietà di macroterme. Chiamali e vedi dove producono, anche se la produzione è più giu (es: bari / lecce) possibile che a Ortanova abbiano comunque dei plot dimostrativi cosi ti rendi conto della differenza tra le varie specie
 

Babbo

Aspirante Giardinauta
Grazie per la risposta. E' probabile che mi sia "fissato" con la zoysia senza aver valutato a fondo le altre alternative di macroterme e dedicherò a questo un po' di riflessione come suggerisci. In effetti il mio cruccio del risparmio idrico è anche una forma di rispetto per la zona in cui vivo, ma al prato non vorrei rinunciare. Ecco perché la scelta delle macroterme.
Il sito che hai citato l'ho già sentito (in effetti nel primo post ho messo un link sbagliato) ma mi scrivono: "al momento la Zoysia non è disponibile e crediamo che per quest’anno non lo sarà mai. Abbiamo disponibilità solo di Festuca Arundinacea - Poa Pratense". Ho anche provato con www.ipratidimarinella.it (vicino Taranto) ma anche li non è disponibile la Z.J. in alternativa mi propongono lo stenotaphrum. In fine ho provato con un grosso vivaio a Foggia che mi riesce a trovare la Zoysia matrella.
Mi prendo ancora qualche giorno per riflettere ma essendo alla mia prima esperienza confesso che sono molto indeciso.
Per curiosità tu perché sei passato dalla festuca/poa alla Zoysia? solo per via dell'ombra? come ti trovi con la Z.J.?
 

mttbalsamo

Maestro Giardinauta
Grazie per la risposta. E' probabile che mi sia "fissato" con la zoysia senza aver valutato a fondo le altre alternative di macroterme e dedicherò a questo un po' di riflessione come suggerisci. In effetti il mio cruccio del risparmio idrico è anche una forma di rispetto per la zona in cui vivo, ma al prato non vorrei rinunciare. Ecco perché la scelta delle macroterme.
Il sito che hai citato l'ho già sentito (in effetti nel primo post ho messo un link sbagliato) ma mi scrivono: "al momento la Zoysia non è disponibile e crediamo che per quest’anno non lo sarà mai. Abbiamo disponibilità solo di Festuca Arundinacea - Poa Pratense". Ho anche provato con www.ipratidimarinella.it (vicino Taranto) ma anche li non è disponibile la Z.J. in alternativa mi propongono lo stenotaphrum. In fine ho provato con un grosso vivaio a Foggia che mi riesce a trovare la Zoysia matrella.
Mi prendo ancora qualche giorno per riflettere ma essendo alla mia prima esperienza confesso che sono molto indeciso.
Per curiosità tu perché sei passato dalla festuca/poa alla Zoysia? solo per via dell'ombra? come ti trovi con la Z.J.?

Ciao sono passato alle macro perchè non ne potevo piu dei problemi di funghi della festuca e avendo ora una bimba di 1 anno avevo il desiderio di farle usare il prato senza remore. Le uniche scelte erano la zoysia (che vuole almeno 4 ore di sole e io ci sto dentro giusto giusto) o lo steno che hanno proposto anche a te (comunemente detto gramignone) che tollera meglio l'ombra.

Ad oggi mi trovo benissimo, vedremo come procede il risveglio. Ho scritto qualcosina qui

Essenzialmente potresti valutare una bermuda, il paspalum, la zoysia, lo steno, o il pennisetum (c'è un produttore dalle parti di cisternino se non sbaglio, te lo cerco).

Le altre specie che ti ho detto sono molto piu veloci della zoysia, per cui se vuoi risparmiare puoi valutare anche di piantare dei piccoli plot e aspettare che chiuda, con la zoysia sono invece d'obbligo i rotoli.

Quale sarebbe il grande vivaio di Foggia? Piccolo Giardino?

Hai provato a chiedere a Ricciotti? Secondo me stando più vicino al Gargano lavora piu spesso su giardini con le tue stesse caratteristiche e magari riesce a consigliarti anche altro.
 

mttbalsamo

Maestro Giardinauta
Ecco il produttore di Monopoli di cui ti parlavo.

Sul loro sito parlano di paspalum, ma io andai a trovarli di persona (conobbi il proprietario Luca Sardella una persona veramente a modo e molto disponibile) e qualche anno fa avevano anche iniziato la produzione di Pennisetum, che volendo potresti anche valutare.

Per il discorso terreno, fai un giro sul forum e troverai un sacco di info su composizione del terreno, % di sabbia richiesta etc etc....è molto importante curare questi aspetti prima di impiantare il prato, sebbene le macro siano un po meno sensibili rispetto alla festuca a questi problemi
 

Babbo

Aspirante Giardinauta
Ho sentito il produttore di Monopoli, come macroterme hanno il paspalum, il pennisetum ed anche la Zoysia Japonica che però non sarà pronta prima della fine dell'estate. Sono stati molto gentili per telefono, mi piacerebbe, se riesco, nei prossimi giorni farci un giro per vederle dal vivo. Anche perché fino ad ora ho visto solo video e foto di questi prati.
Penso di prendere comunque il prato a rotoli, sia perché vorrei un risultato immediato sia perché il mio terreno si riempie velocemente di infestanti (attorno ci sono per lo più terreni incolti o orti).
Il vivaio a Foggia a cui mi sono rivolto è Ricciotti di cui non posso che parlare bene. Sono stati molto professionali e sono già venuti un paio di volte qui da me senza alcun impegno. Per il prato loro si sentono di consigliare quello che hanno testato con successo ovvero il miscuglio di micro prodotto da loro o la Z.J. (che prendono da altro produttore ma quest'anno non disponibile).
Riguardo al terreno ho cominciato a leggere un po in giro, in questi giorni provo il test della composizione sabbia/limo/argilla di cui si parla qui. A questo proposito Ricciotti mi dice che non c'è bisogno di aggiungere sabbia peraltro neanche facile da reperire.
Mi preoccupava invece l'acidità del terreno visto che fino a 3 anni fa c'erano due grossi pini che ho fatto rimuovere (incluso il grosso delle radici) perché lasciati crescere per anni senza alcuna cura e perché pericolanti/troppo vicini all'abitazione. Il test delle cartine tornasole, quanto affidabile non so, mi da un PH più vicino al 7 che al 6. Quindi sembra ok.
Ho dato un'occhiata al tuo giardino...eccezionale, complimenti.
Ti tengo aggiornato sui prossimi sviluppi e sulla scelta finale del prato. Grazie
 

mttbalsamo

Maestro Giardinauta
Ho sentito il produttore di Monopoli, come macroterme hanno il paspalum, il pennisetum ed anche la Zoysia Japonica che però non sarà pronta prima della fine dell'estate. Sono stati molto gentili per telefono, mi piacerebbe, se riesco, nei prossimi giorni farci un giro per vederle dal vivo. Anche perché fino ad ora ho visto solo video e foto di questi prati.
Penso di prendere comunque il prato a rotoli, sia perché vorrei un risultato immediato sia perché il mio terreno si riempie velocemente di infestanti (attorno ci sono per lo più terreni incolti o orti).
Il vivaio a Foggia a cui mi sono rivolto è Ricciotti di cui non posso che parlare bene. Sono stati molto professionali e sono già venuti un paio di volte qui da me senza alcun impegno. Per il prato loro si sentono di consigliare quello che hanno testato con successo ovvero il miscuglio di micro prodotto da loro o la Z.J. (che prendono da altro produttore ma quest'anno non disponibile).
Riguardo al terreno ho cominciato a leggere un po in giro, in questi giorni provo il test della composizione sabbia/limo/argilla di cui si parla qui. A questo proposito Ricciotti mi dice che non c'è bisogno di aggiungere sabbia peraltro neanche facile da reperire.
Mi preoccupava invece l'acidità del terreno visto che fino a 3 anni fa c'erano due grossi pini che ho fatto rimuovere (incluso il grosso delle radici) perché lasciati crescere per anni senza alcuna cura e perché pericolanti/troppo vicini all'abitazione. Il test delle cartine tornasole, quanto affidabile non so, mi da un PH più vicino al 7 che al 6. Quindi sembra ok.
Ho dato un'occhiata al tuo giardino...eccezionale, complimenti.
Ti tengo aggiornato sui prossimi sviluppi e sulla scelta finale del prato. Grazie

Ciao,
per le infestanti sicuramente ti conviene per quanto possibile di tenere umido il terreno per farle uscire, e man mano che escono le diserbi con il glifosate cosi sfrutti questi gg di fermo per ripulire il terreno. Di solito i vivai non lo fanno e ti dicono che il prato soffocherà le infestanti, ma non è del tutto vero.

Se no ti è problematico, vai a Monopoli, ti fanno girare proprio per i campi di produzione e sono super disponibili!!
Prova a chiedere anche al vivaio Piccolo Giardino a Foggia.

Non hanno le dimensioni di Ricciotti, ma sono un ottimo punto di riferimento in zona. Magari hanno altri fornitori.
Su Roma c'è anche un altro produttore di Zoysia, si chiama Tevere Prati, prova a chiedere anche a loro se ce l'hanno disponibile e la spediscono.
 

Babbo

Aspirante Giardinauta
Allora ho sentito Tevere Prati che ha la Zoysia Japonica (peraltro ad un prezzo più interessante del vicino concorrente €7 al mq vs 10 al mq) tuttavia anche loro non trasportano in Puglia. Lui stesso con molto fairplay mi ha consigliato un'altro produttore in Puglia (vicino Taranto) www.pratoarotoli.it che tuttavia sembra che vende solo a professionisti. Comunque ho mandato una mail vediamo cosa mi dicono.

Giusto ieri ho fatto un giro di glifosate per le infestanti e seguirò il tuo consiglio di bagnare il terreno per fare uscire altre infestanti fino alla posa.

Lato preparazione del terreno, ho fatto il test del terreno (allego la foto sotto), sembra che poco più del 50% sia sabbia ed il resto limo. tu aggiungeresti altra sabbia?
Prima di fresare, per arricchire il terreno ed aiutarmi a livellare alcune zone, pensavo di aggiungere del terriccio universale (che trovo qui vicino a €3 per un sacco da 50l), del compost della mia enorme compostiera e un po di stallatico in pellet (che di solito uso per l'orto). Dopo aver livellato e qualche giorno prima della posa avrei aggiunto uno starter tipo compo floranid. che ti sembra come programma?
Ovviamente ringrazio sempre per i preziosi consigli.
WhatsApp Image 2022-04-07 at 09.01.18.jpeg
 

mttbalsamo

Maestro Giardinauta
Allora ho sentito Tevere Prati che ha la Zoysia Japonica (peraltro ad un prezzo più interessante del vicino concorrente €7 al mq vs 10 al mq) tuttavia anche loro non trasportano in Puglia. Lui stesso con molto fairplay mi ha consigliato un'altro produttore in Puglia (vicino Taranto) www.pratoarotoli.it che tuttavia sembra che vende solo a professionisti. Comunque ho mandato una mail vediamo cosa mi dicono.

Giusto ieri ho fatto un giro di glifosate per le infestanti e seguirò il tuo consiglio di bagnare il terreno per fare uscire altre infestanti fino alla posa.

Lato preparazione del terreno, ho fatto il test del terreno (allego la foto sotto), sembra che poco più del 50% sia sabbia ed il resto limo. tu aggiungeresti altra sabbia?
Prima di fresare, per arricchire il terreno ed aiutarmi a livellare alcune zone, pensavo di aggiungere del terriccio universale (che trovo qui vicino a €3 per un sacco da 50l), del compost della mia enorme compostiera e un po di stallatico in pellet (che di solito uso per l'orto). Dopo aver livellato e qualche giorno prima della posa avrei aggiunto uno starter tipo compo floranid. che ti sembra come programma?
Ovviamente ringrazio sempre per i preziosi consigli.
Vedi l'allegato 705510

Scusa se ti fai fare i lavori da Ricciotti chiedi a loro di comprarlo dal fornitore di Taranto. Al massimo ti diranno che non garantiscono sulla qualità delle zolle perché non ci hanno mai lavorato…ma è un rischio che hai con chiunque. Per il terreno stai fermo :) assolutamente no terriccio universale e altre cose…non stai facendo un orto! Leggiti dei post su come rifare il top soil


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Babbo

Aspirante Giardinauta
Sono stato preso dal lavoro in questi ultimi venti giorni ma allo stesso tempo ho avuto modo di viaggiare e visitare un paio di produttori: Bindi a Roma e iltuoprato.it a Monopoli. Confesso che tuttavia sono sempre più confuso.

Prima amara scoperta è che il mio piano di noleggiare un forgone e fare in giornata A/R a Roma non è praticabile: i due pallet di prato a zolle pesano circa 2.600kg e non sono trasportabili con un furgone noleggiabile con patente B.

Valentina di Bindi sulla base delle mie esigenze (poca manutenzione, poca acqua e tanto sole) mi consigliava, oltre alla Z.J, il Pennisetum Secundatum e Paspalum. Ho una preferenza per la Z.J e il Paspalum per via della foglia piu fine. Il vantaggio del Pennisetum sarebbe che dalle parti mie potrebbe non andare in dormienza affatto. Allego foto sotto nell'ordine Z.J, Paspalum e Pennisetum.

Il produttore di Monopoli, oltre al classico miscuglio di Festuca e Poa (rigogliosissimo e fittissimo ad inizio Aprile), mi ha fatto vedere una macroterma che diceva essere Pennisetum ma non ne sono sicurissimo (forse era Stenotaphrum secundatum). Sarà che era ancora in dormienza e piena di infestanti ma non mi ha dato voglia di acquistarla.

In sintesi la scelta si restringe molto (non potendo prenderlo da Bindi e non volendo aspttare a Luglio la Z.J. di Pratopla):
  • La macroterma di iltuoprato.it (a €6 al mq escluso il trasporto) ma come diceva non mi dava molta voglia a vederlo;
  • Paspalum da lapietraprontoprato.it (altro fornitore che ho trovato in Puglia a Brindisi) e se ricordo bene era a €8 al mq escluso il trasporto;
  • Zoysia Matrella via Ricciotti a €16 al mq compreso di trasporto;
  • Ricciotti inoltre mi proponeva di provare con la semina in particolare di una bermudagrass della Bottos “royal bengal” ma sinceramente la semina mi scoraggia.
Lato preparazione del substrato passando da Bari ho caricato la macchina di sabbia silicea vagliata (20 sacchi) da Leroy Merlin. Ho deciso che aggiungerò solo questa (altra non ne trovo in zona) e uno starter.
La settimana prossima prenderò una decisione definitiva, ogni consiglio è più che benvenuto.

Zoysia J.jpeg Paspalum.jpeg Pennidetum.jpeg
 

Jack1978

Florello
Dai un’occhiata qui :


Spediscono tranquillamente in tutta Italia 3 anni fa ho provato un loro prodotto ( Patriot ) ibrido di Bermudagrass favoloso , ne seme ne rotoli , plugs ( mini piantine in alveoli ) dalle 16 alle 20 piantine al mq servono tempo 30/45 giorni hai il prato chiuso ( nel Forum c’è un mio thread dove c’è tutto ) il Dott Massimiliano Del Viva ( Agronomo ) persona preparatissima si spiegherà tutto , trovi un po’ di tutto anche la zoysia da te richiesta , per me il Paspalum è la miglior scelta
 

Jack1978

Florello
Qui dove puoi trovare le Cultivar

 

Babbo

Aspirante Giardinauta
Grazie Jack per la dritta. Essendo un neofita cercavo una soluzione a pronto effetto e minimo sforzo. Ora guardò il sito e considero l’acquisto se non trovo una macroterma a zolle che mi soddisfa in zona.
 

mttbalsamo

Maestro Giardinauta
Sono stato preso dal lavoro in questi ultimi venti giorni ma allo stesso tempo ho avuto modo di viaggiare e visitare un paio di produttori: Bindi a Roma e iltuoprato.it a Monopoli. Confesso che tuttavia sono sempre più confuso.

Prima amara scoperta è che il mio piano di noleggiare un forgone e fare in giornata A/R a Roma non è praticabile: i due pallet di prato a zolle pesano circa 2.600kg e non sono trasportabili con un furgone noleggiabile con patente B.

Valentina di Bindi sulla base delle mie esigenze (poca manutenzione, poca acqua e tanto sole) mi consigliava, oltre alla Z.J, il Pennisetum Secundatum e Paspalum. Ho una preferenza per la Z.J e il Paspalum per via della foglia piu fine. Il vantaggio del Pennisetum sarebbe che dalle parti mie potrebbe non andare in dormienza affatto. Allego foto sotto nell'ordine Z.J, Paspalum e Pennisetum.

Il produttore di Monopoli, oltre al classico miscuglio di Festuca e Poa (rigogliosissimo e fittissimo ad inizio Aprile), mi ha fatto vedere una macroterma che diceva essere Pennisetum ma non ne sono sicurissimo (forse era Stenotaphrum secundatum). Sarà che era ancora in dormienza e piena di infestanti ma non mi ha dato voglia di acquistarla.

In sintesi la scelta si restringe molto (non potendo prenderlo da Bindi e non volendo aspttare a Luglio la Z.J. di Pratopla):
  • La macroterma di iltuoprato.it (a €6 al mq escluso il trasporto) ma come diceva non mi dava molta voglia a vederlo;
  • Paspalum da lapietraprontoprato.it (altro fornitore che ho trovato in Puglia a Brindisi) e se ricordo bene era a €8 al mq escluso il trasporto;
  • Zoysia Matrella via Ricciotti a €16 al mq compreso di trasporto;
  • Ricciotti inoltre mi proponeva di provare con la semina in particolare di una bermudagrass della Bottos “royal bengal” ma sinceramente la semina mi scoraggia.
Lato preparazione del substrato passando da Bari ho caricato la macchina di sabbia silicea vagliata (20 sacchi) da Leroy Merlin. Ho deciso che aggiungerò solo questa (altra non ne trovo in zona) e uno starter.
La settimana prossima prenderò una decisione definitiva, ogni consiglio è più che benvenuto.

Vedi l'allegato 712413 Vedi l'allegato 712416 Vedi l'allegato 712419

Ciao a Monopoli se ti hanno detto che è pennisetum mi fiderei
Non confrontare Monopoli con bindi, bindi ha dei plot molto piccoli per far vedere le specie, mentre a Monopoli ti hanno portato direttamente nei campi. È chiaro che fossero infestati ma quando te la rivendono sarà in piena vegetazione e senza infestanti.
Possibile che anche da Bindi se vai nei campi aperti trovi delle infestanti che comunque saranno diserbate prima di dichiarare il prato pronto per la vendita.

Comunque è vero…in Puglia spesso il pennisetum non va in dormienza. Inoltre se hai animali dicono che soffra la pipì dei cani. È pur vero che tu stai a monte Sant’Angelo e li in inverno le temperature sono rigide e può anche nevicare, o sbaglio?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Babbo

Aspirante Giardinauta
Non metto in dubbio la serietà di nessuno, sono io che non ricordo se mi ha detto SS o Pennisetum. Chiaro il discorso delle infestanti.
Comunque mi sto orientando sul Paspalum solo per una questione estetica. Richiamo anche "iltuoprato.it" che produce il paspalum per sapere quando sarà pronto. Il vivaio di Brindisi "lapietrapratopronto" mi ha detto che il paspalum da loro non sarà pronto prima di 10gg. In ogni caso ho capito che mi tocca aspettare ancora un po' :(.
Sono nel comune di Monte Sant'Angelo ma nella pianura vicina al mare quindi il clima è quello di Manfredonia, ovvero nevica molto raramente. Non ho cani solo qualche gatto randagio che cerco di tenere lontano il giusto.
 

mttbalsamo

Maestro Giardinauta
Non metto in dubbio la serietà di nessuno, sono io che non ricordo se mi ha detto SS o Pennisetum. Chiaro il discorso delle infestanti.
Comunque mi sto orientando sul Paspalum solo per una questione estetica. Richiamo anche "iltuoprato.it" che produce il paspalum per sapere quando sarà pronto. Il vivaio di Brindisi "lapietrapratopronto" mi ha detto che il paspalum da loro non sarà pronto prima di 10gg. In ogni caso ho capito che mi tocca aspettare ancora un po' :(.
Sono nel comune di Monte Sant'Angelo ma nella pianura vicina al mare quindi il clima è quello di Manfredonia, ovvero nevica molto raramente. Non ho cani solo qualche gatto randagio che cerco di tenere lontano il giusto.

Si aspetta, qualche giorno in più ti permette di averlo pienamente in forma. Le macro hanno un ciclo diverso dalla festuca che adesso è nel pieno dello splendore. Quando la festuca inizierà a soffrire, allora le macro inizieranno a godere delle alte temperature e velocizzeranno la crescita.

approfitterei di questo tempo come consigliato in precedenza per predisporre irrigazione e fare la falsa semina per ripulire quanto più possibile dalle infestanti.
Verifica anche quale sia la corretta altezza di taglio del paspalum, e inizia a informarti per un rasaerba adeguato....
 

Babbo

Aspirante Giardinauta
Cari amanti del giardinaggio, il 21 giugno ho finalmente posato il mio prato di paspalum vaginatum. Sotto le foto in fase di posa (di notte) appena posato ed oggi a distanza di otto giorni...bellissimo. Alla fine mi sono rivolto al produttore di Monopoli iltuoprato.it che mi ha rindirizzato verso un altro vivaio a Castellaneta “florapuglia”. La scelta del fornitore, come capirete leggendo il seguito, è stata ottima nonostante l’attesa dovuta alla difficolta di trovare un trasportatore che da Castellaneta si avvicinasse alle mie parti. Paspalum vaginatum appena posato.jpeg Paspalum vaginatum appena posato 2.jpeg
Paspalum vaginatum dopo una settimana 1.jpeg Paspalum vaginatum dopo una settimana 3.jpeg Paspalum vaginatum dopo una settimana 2.jpeg
Riguardo al tagliaerba, ho ordinato un Makita DLM432Z a batterie; avevo già caricatore e batterie per altri utensili e mi è sembrata la scelta più sensata. E’ appena arrivato e penso di utilizzarlo subito per il primo taglio a mio avviso già necessario.
Riguardo alla preparazione del terreno, come consigliato, ho approfittato del mese di attesa per fare falsasemina e diserbo. Poi ho fresato tutto a 15-20cm mischiando sabbia silicea e un po di stallatico. Ho poi aggiunto uno starter della compo, del terriccio per prati e rastrellato per fare una prima livellata. Non ho messo lo starter e il terriccio al momento della fresatura perché temevo andasse troppo a fondo. Ho sbagliato? Infine ho dato un’ultima livellata aiutandomi con una staggia e due binari per cartongesso come da foto sotto.
Preparazione terreno.jpeg Preparazione terreno 4.jpeg
Veniamo alla nota dolente di questa avventura. Purtroppo ho calcolato male le misure del mio giardino e non di poco. Di fatto avrei avuto bisogno di 130mq e non 100mq come pensavo. Quindi un’area di 30mq (per fortuna separata da quella principale di 100mq) non è stata coperta subito. Ho richiamato florapuglia che aveva impiegato varie settimane per trovarmi un trasportatore, offrendomi di andare a ritirare di persona i 30mq mancanti. Niet! Non vogliono che privati vadano a caricare le zolle. Per accellerare decido quindi di rivolgermi ad un altro vivaio a Brindisi. Non lo avessi mai fatto: le zolle sono piene di infestanti al punto che il paspalum neanche si vede, inoltre le zolle si sono sfaldate al momento della posa nonostante avessero messo una rete di plastica per tenere tutto insieme (foto sotto). Ho sbagliato a non farmi aprire una zolla prima di caricare, ma quel giorno andavo veramente di fretta per restituire il mezzo che mi era stato prestato. L’ho messo comunque a dimora perché il fornitore mi assicura che tra 15gg il paspalum prenderà il sopravvento sulle infestanti ma vi assicuro che è stata una pugnalata al cuore ad ogni zolla posata. Prossima primavera se la situazione non migliora, pensavo di diserbare tutto e riprendere dei plugs di paspalum per questi 30 mq. Che dite? Posso fare altro per cercare di salvare quest’area?
Prato la pietra 2.jpeg zolle la pietra 2.jpeg
C'è un modo per cambiare il titolo della discussione? visto che ormai non si parla più di zoysia japonica.
 

Allegati

  • Paspalum vaginatum appena posato 2.jpeg
    Paspalum vaginatum appena posato 2.jpeg
    217,9 KB · Visite: 10

Nicola Colaciello

Giardinauta Senior
Se posso darti un consiglio per quei 30 mq puoi fare così...quando andrà in completa dormienza (dicembre/gennaio) puoi tranquillamente usare un diserbante totale per togliere tutte le infestanti che ci saranno successivamente puoi usare un anti germiniello per limitare la crescita delle nuove infestanti.
Per il restante prato tutto ok ora devi preoccuparti solo di concimarlo
 
Alto