1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

potatura gardenia

Discussione in 'Acidofile' iniziata da paoletta57, 22 Marzo 2013.

  1. paoletta57

    paoletta57 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    8 Settembre 2006
    Messaggi:
    84
    Località:
    L'isola che c'è"SANT'ANTIOCO
    Salve,posso potare ora la mia gardenia?Se sì,faccio delle cimature apicali,o faccio delle potature ai rami lignei?Grazie...
     
  2. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Puoi fare tutte e due le cose, ma è importante sfoltire la pianta nell'interno eliminando rametti coperti ed "inutili" in modo da favorire luce e passaggio d'aria. Concima anche con granulare a lenta in superficie.
     
  3. paoletta57

    paoletta57 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    8 Settembre 2006
    Messaggi:
    84
    Località:
    L'isola che c'è"SANT'ANTIOCO
    Ma eseguo la potatura in questi giorni,prima che spuntino i boccioli? Occorre un concime per acidofile?...Può consigliarmi un prodotto in commercio?Grazie...
     
  4. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Sì, proprio adesso; quanto al concime io uso il Nitrophoska Gold ma va altrettanto bene l'Osmocote per acidofile, ambedue a lenta liberazione ed applicabili due volte/anno (adesso ed a settembre).
     
  5. cleome

    cleome Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Agosto 2012
    Messaggi:
    1.112
    Località:
    provincia pisa
    La potatura è da effettuare dopo la fioritura, accorciando di due terzi i rami delle piante adulte. Durante l’estate si cimano gli apici dei rami delle piante giovani, per favorire l’infoltimento. Se poti adesso, secondo me, compremetti la fioritura, o no?


     
  6. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    No in quanto i boccioli non si sono ancora formati: spunteranno rapidamente quanto prima.
     
  7. cleome

    cleome Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Agosto 2012
    Messaggi:
    1.112
    Località:
    provincia pisa
    Ho potato la mia gardenia subito dopo la fioritura lìanno scorso e in estate l'ho cimata: pensi sia il caso di cimarla anche adesso? grazie
     
  8. frossie

    frossie Giardinauta

    Registrato:
    23 Novembre 2005
    Messaggi:
    612
    Località:
    BERGAMO
    ciao,
    una curiosità . Tenete le gardenie all'aperto o a casa ? io ho appena acquistato 2 gardenie al supermercato che stavano benissimo e le ho piantate in vaso fuori ( in terra acida ovviamente) .
    Ma vedo che soffrono tanto e stanno perdendo un sacco di germogli da fiore e le foglie sono moscie.
    Mi devo preoccupare o si stanno acclimatando ?
     
  9. cleome

    cleome Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Agosto 2012
    Messaggi:
    1.112
    Località:
    provincia pisa
    Le mie le tengo fuori, in vaso. Non sono gardenie particolari, sone le gardenie distribuite dall'associazione contro la sclerosi multipla.
     
  10. Francesco di Torino

    Francesco di Torino Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    7 Aprile 2005
    Messaggi:
    78
    Località:
    Torino
    Io l'ho tenuta fuori tutto l'inverno ma se la metti fuori ora perderai i boccioli, dovresti metterla in un locale fresco (15-17 °C) perchè la tua arriva da un locale al chiuso. Se la tieni in casa al caldo rischi lo stesso, se proprio non puoi fare diversamente mettila verso nord nel posto più fresco che hai (NON al sole) e nebulizza spesso le foglie. Appena le temperature minime rimarranno intorno ai 10 - 12 °C potrai metterle fuori, mai al sole pieno.
    Francesco
    Francesco
     
  11. carlod

    carlod Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    155
    Località:
    Baronissi, a 10 km da Salerno
    Non per contraddire nessuno, ma la mia gardenia ha formato i boccioli lo scorso autunno e mi sembra ovvio che se dovessi potarla ora che si stanno anche ingrandendo, perderei, almeno in parte, la fioritura! Perchè vuoi potarla? Hai qualche esigenza particolare che ti spinge a farlo?
     
  12. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    11.166
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Una porzione del "gardenieto"......

    [​IMG]
     
  13. carlod

    carlod Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    155
    Località:
    Baronissi, a 10 km da Salerno
    Mamma mia che bellezza kiwo!!! D'estate io ci dormirei là sotto...immagino poi il profumo
     
  14. bausettete

    bausettete Moderatore Sez. Acidofile Membro dello Staff

    Registrato:
    27 Agosto 2007
    Messaggi:
    4.282
    Località:
    Livorno
    ricordo, l'unico rammarico che ho è di non essere venuto a farti visita nel periodo delle fioriture, mi immagino com'è
     
  15. susie

    susie Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2009
    Messaggi:
    762
    Località:
    faenza
    è davvero una meraviglia...
     
  16. paoletta57

    paoletta57 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    8 Settembre 2006
    Messaggi:
    84
    Località:
    L'isola che c'è"SANT'ANTIOCO
    Ma tutta questa meraviglia è in vaso?
     
  17. giulio51

    giulio51 Esperto di Gardenie

    Registrato:
    27 Novembre 2012
    Messaggi:
    596
    Località:
    Toscana: Prato e Marina di Massa
    Località:
    Prato e Marina di Massa
    DSCF2645 a.jpg DSCF2646 a.jpg DSCF2650 a.jpg DSCF2648 a.jpg DSCF2649 a.jpg Questa è la nonnina delle mie diverse gardenie, più di 30 anni che è con me, presumo abbia circa 40 anni, ed ha superato indenne la gelata del 1985 (-16°). E’ in una conca di “plastica” di 80 cm diam. interno (non mi piace la plastica, ma sapete quanto costa e quanto pesa una conca di pari dimensioni in cotto antigelivo di una fornace dell’Impruneta, compreso il trasporto?). La pianta misura, o meglio misurerebbe, un diametro di 3,20 m. per un altezza di 2 m. fuori vaso. Sono stato costretto ad “ovalizzarla” legando parte dei rami, per motivi di spazio. La cv. è la Coral Gables, è la più grande delle gardenie che ho, non la più alta, questo primato appartiene ad una coltivata a spalliera che raggiunge i 2,50 m. ed è in una conca di 75 cm (sempre plastica). Proverò a seguire il metodo della signora Kiwo, che ringrazio, per cercare di riprodurla, perché ha un fiore veramente doppio. L’anno scorso questa pianta ha avuto, nel periodo di massima fioritura, quasi 100 fiori sbocciati contemporaneamente! (La scopa non è una dimenticanza, ma per dare un’idea delle dimensioni)
     
  18. bausettete

    bausettete Moderatore Sez. Acidofile Membro dello Staff

    Registrato:
    27 Agosto 2007
    Messaggi:
    4.282
    Località:
    Livorno
    curiosità: come la tratti al livello di rinvaso? Perchè ha 40 anni ma non vedo un vaso eccessivamente grande, come hai fatto?
     
  19. giulio51

    giulio51 Esperto di Gardenie

    Registrato:
    27 Novembre 2012
    Messaggi:
    596
    Località:
    Toscana: Prato e Marina di Massa
    Località:
    Prato e Marina di Massa
    Una delle differenze fra il cotto e la plastica è: se fai un passaggio di diametro troppo ampio fra un vaso e l'altro, nel cotto le radici sentono la porosità del vaso, raggiungono i bordi del vaso velocemente e non sfruttando a pieno il terriccio a loro disposizione; nella plastica il comportamento delle radici è più simile alla piena terra, nel senso che l'espansione è più graduale e le radici sfruttano lentamente il terriccio a loro disposizione. Difetti della plastica (ne ha tanti!): si deve aumentare la capacità di drenaggio del vaso e del terriccio, altrimenti si compatta, provoca marcescenze alle radici, accumulo di salinità dei fertilizzanti, ecc. Però... però il vaso in plastica, se saputo utilizzare, quando arrivi ad un diametro tale che il passaggio ad un nuovo vaso di cotto più ampio diventa problematico (peso, maneggevolezza, ecc.), puoi passare ad un diametro molto più ampio (nel mio caso da interno 50 a 80 cm.), considerando quest'ultimo il vaso definitivo, perché non potrò più riuscire a svasare una pianta di dimensioni e pesi tali da richiedere una gru per sollevarla! Lo so che in natura niente è definitivo, ma la pianta che hai visto in foto è in quel vaso da oltre 10 anni; non dico che sia l'ideale per lei, ma diciamo che "fa buon viso a cattiva sorte!". Un saluto!
     
  20. bausettete

    bausettete Moderatore Sez. Acidofile Membro dello Staff

    Registrato:
    27 Agosto 2007
    Messaggi:
    4.282
    Località:
    Livorno
    interessante, grazie!
     

Condividi questa Pagina