1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

La mia echeveria

Discussione in 'Piante grasse' iniziata da Dani7, 3 Dicembre 2018.

  1. Dani7

    Dani7 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    27 Settembre 2018
    Messaggi:
    111
    Località:
    Sassuolo
    Ho acquistato questa bellissima pianta,
    ha una dimensione piu o meno di 20cm!
    Da quando l ho portata a casa ha cominciato a vegetare e apprezzare il clima caldo di casa.
    Chiedo a voi piu esperti di grasse qual e il miglior momento per effettuare un travaso e quale terreno preferiscono.
     

    Files Allegati:

  2. Zenais

    Zenais Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Giugno 2010
    Messaggi:
    1.362
    Località:
    Como
    Diciamo che per adesso fino a primavera puoi tenerla in quel contenitore(anche perchè è già grandicello e potresti tenercela ancora ma temo che sia messa in torba)... verso aprile la puoi mettere in un contenitore leggermente più largo. Per il terriccio va bene uno generico per cactacee, come concime prendine uno per piante grasse e lo usi secondo indicazioni.
     
    A Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  3. MaryFlowers

    MaryFlowers Fiorin Florello

    Registrato:
    15 Giugno 2012
    Messaggi:
    27.056
    Località:
    Rossano Calabro
    In genere le piante succulenti la l’ora stagione ideale per travaso,farli a talea ecc è in primavera in poi fino tutto l’estate perché molto attivi e rigogliosi di crescita e di sviluppo.ora sono un po’ come fossero in riposo vegetativo in casi estremi con problematiche si consiglia i travaso ,la vedo così bella la tua in foto che basta darle l’acqua al bisogno perché in casa riscaldata:)
     
    A Dani7 e Stefano Sangiorgio piace questo messaggio.
  4. Dani7

    Dani7 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    27 Settembre 2018
    Messaggi:
    111
    Località:
    Sassuolo
    Riesumo questo topic per chiedere consiglio.
    L echeveria in questione la devo posizionare in sala sopra di una madia, pensavo di comprare un coprivaso che ho gia visto.
    Il vaso e di 20cm, è corretto prensere il coprivaso da 24 e riempirlo con dell argilla espansa?
     
  5. reginaldo

    reginaldo Florello Senior

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    7.967
    Località:
    Bologna
    Il coprivano non alto, cioè solo sottovaso. Credo si tratti di Echeveria x Crinoline Ruffles Se la tieni in casa e vista che nel sottovaso vorresti mettere argilla espansa potrebbe essere utile mantenere l'argilla umida sempre se in casa hai una temperatura alta (20°). Quando sarà il momento di rinvaso eliminare tutta la torba, pulendo bene le radici. Molto probabilmente perderai qualche radici e quindi sarà necessario aspettare almeno una settimana per far rimarginare ferite prima del rinvaso. Il terriccio va fato con vaso più gambe dell'attuale di diametro più grande di almeno 2 cm dell'attuale usando un terriccio com molto materiale drenante. Al momento non ricordo se nel forum di giardinaggio ci siano report che spiegano il rinvaso e quindi ti segnalo che sito di cactofili sezione coltivazione ci sono diversi link che possono aiutare a mantenere in salute le nostre piante: rinvasi, tipo di inerti, innaffiare.........
     
  6. Dani7

    Dani7 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    27 Settembre 2018
    Messaggi:
    111
    Località:
    Sassuolo
    Chiedo consiglio.
    Osservavo la mia echeveria questa mattina e non presentava nulla.
    Tornato a casa questa sera ho visto questi due petali neri.
    L ho acquistata ad inizio dicembre e innaffiata una volta sola.
    Ho posizionato il vaso dentro un coprivaso con alla base akadama.
    Ho eliminato tutti i petali morenti alla base da far respirare meglio il terreno.
    Immagino sia marciume per eccessiva umidita.
    Se cosi fosse rinvaso subito con pura pomice e ghiaino.
     

    Files Allegati:

  7. reginaldo

    reginaldo Florello Senior

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    7.967
    Località:
    Bologna
    Probabilmente nel sottovaso è rimasta acqua, non avendo l'accortezza di verificare l'acqua scolata è stata assorbita dal terreno non adatto e quindi ha portato alle condizioni che hai verificato. Svasa e togli lentamente tutto il terriccio liberando le radici anche aiutandoti con mezzi artificiali, poggia la pianta su carta da cucina, tutta libera per qualche giorno, poi rinvasa con miscela di terriccio (1/3) e materiale inerte (2/3) per far asciugare le eventuali ferite e l'acqua in eccesso.
     
  8. Dani7

    Dani7 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    27 Settembre 2018
    Messaggi:
    111
    Località:
    Sassuolo
    Dici di tenerla un paio di giorni senza vaso con le radici all aria?
    Sicuramente effettuero il rinvaso.
    Questa e la seconda echeveria che prendo, la prima è morta,evidentemente per eccesso d acqua.
    Da quello che ho capito non è una pianta che ama l acqua.
    Meno ne ha e meglio sta.
    Anche perche da come si vede in foto tira fuori un sacco di nuovi germogli.
     
  9. Stefano-34666

    Stefano-34666 Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    6.553
    Località:
    Biella
    Ciao,

    un paio di giorni con le radici all'aria ad asciugare (in posizione ombreggiata, mi raccomando).
    Se la miscela di terra è giusta, ed il vaso ha i fori di scolo liberi, non ci sono problemi idrici. Si bagna bene tutta la terra fino a quando l'acqua in eccesso non esce dai fori di scolo del vaso, poi non si bagna più fino a quando la terra non è asciutta.
    I marciumi radicali (a meno che non siano dovuti a patologie fungine etc.) sono sempre dovuti alla terra sbagliata oppure al vaso senza foro/i.
    Con tanti drenanti puoi anche bagnare spesso ma l'acqua andrà via da sotto.

    Ste

    Eppoi ricorda un principio valido per tutte le grasse. Meglio una annaffiatura in meno che una di troppo. Nel primo caso si recupera in fretta ricominciando a bagnare con regolarità. Nel secondo i "salvataggi in corner" sono più difficili.
     
  10. Dani7

    Dani7 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    27 Settembre 2018
    Messaggi:
    111
    Località:
    Sassuolo
    Grazie mille.
    Faro sicuramente come mi dici
     

Condividi questa Pagina