1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Informazioni su pesco

Discussione in 'Orto e frutteto' iniziata da pc3103, 10 Agosto 2017.

  1. pc3103

    pc3103 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    8
    Località:
    Grottammare
    Ciao a tutti,
    premetto che non sono esperto di questo mondo quindi chiedo a voi.
    Ho un pesco di circa 3 anni in vaso e, ahimè, è già dall'anno scorso che fa delle piccole pesche (per ovvi motivi, anche se quest'anno sono un pochino più grandi).
    Vorrei metterlo a dimora nella terra, per dargli uno spazio più consono.
    Voglio chiedervi questo: è il periodo giusto per trapiantarlo, considerando che ha delle pesche?
    Grazie in anticipo delle risposte
     
  2. Icchy92

    Icchy92 Giardinauta Senior

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.551
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Secondo me è meglio se aspetti febbraio/marzo. Ma è da seme o comprato?
     
  3. NicolaScru

    NicolaScru Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2015
    Messaggi:
    518
    Ha ragione Icchy92, meglio non toccarlo anche se è in vaso, tanto visto il periodo non guadagni niente di crescita e lo stressi inutilmente.
    Trapiantalo con tutto il suo pane di terra solo una volta che avrà perso le sue foglie (novembre/dicembre). Nel frattempo (anche ora), scava una buca larga e profonda (almeno 1x1m) e lascia che gli agenti atmosferici rendano la terra morbida e friabile.
    Quando lo toglierai dal vaso, vedrai che le radici avranno girato tutto intorno. Questo non è un bene perché la pianta potrebbe continuare a farle crescere circolarmente fino a soffocare. Quindi aprile più che puoi con le mani, tagliale se necessario (non è un problema) l'importante è che escano da quella posizione.
    Ciao
     
    A Alessandro2005 piace questo elemento.
  4. pc3103

    pc3103 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    8
    Località:
    Grottammare
    Grazie mille per le risposte. La pianta è nata da seme ma non voglio innestarla, voglio lasciarla fare le pesche che vuole lei.
    Un'altra domanda: ho notato che molto probabilmente ha contratto la cosiddetta bolla del pesco. Mi devo preoccupare o non succede niente alla pianta. Ho letto che per prevenirla bisogna dargli del rame in autunno e subito dopo l'inverno. È vero?
     
  5. NicolaScru

    NicolaScru Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2015
    Messaggi:
    518
    La bolla è improbabile che tu l'abbia vista ora.
    Compare con le nuove foglie a primavera.
    La malattia colpisce le foglie e le fa cadere. In questo modo la pianta spende molte energie a ricostituirle. Fa meno frutti e può morire se molto soggetta.
    È solo possibile prevenirla e non curarla. Se resti nel biologico puoi effettuare 3 trattamenti a base di rame: dicembre, gennaio, febbraio
     
  6. pc3103

    pc3103 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    8
    Località:
    Grottammare
    A base di rame sarebbe la famosa acqua ramata o solftato rameico, giusto?
     
  7. NicolaScru

    NicolaScru Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2015
    Messaggi:
    518
    Idrossido di rame, solfato di rame, poltiglia bordolese...tutti prodotti equivalenti in quanto efficacia. Io uso il solfato e mi trovo bene
     
  8. pc3103

    pc3103 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    8
    Località:
    Grottammare
    Grazie mille per le risposte.
    Avrei un'altra domanda: è da 3 anni che non lo poto (cioè mai). Mi potresti dare un consiglio su quali rami togliere e quali lasciare? Allego due foto, sperando che si vedano bene. DSC_0083.jpg DSC_0084.jpg
     
  9. NicolaScru

    NicolaScru Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2015
    Messaggi:
    518
    È difficile dare una impostazione se non hai mai potato. Io farei un taglio di ritorno a livello del rametto con le 3 pesche per non farlo crescere troppo in altezza
     
  10. pc3103

    pc3103 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    8
    Località:
    Grottammare
    Io ho inviduato 3 potenziali branche principali. Se quando la pianta sarà in riposo vegetativo la poto tagliando appena sopra i 3 rami e togliendo anche i rametti sotto di essi, può succedere qualcosa in fatto di germogliazioni e fioritura o posso stare tranquillo?
     
    Ultima modifica: 12 Agosto 2017
  11. NicolaScru

    NicolaScru Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2015
    Messaggi:
    518
    Si puoi farlo
     
  12. pc3103

    pc3103 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    8
    Località:
    Grottammare
    Grazie mille dei preziosi consigli!
    Ci risentiamo più avanti.
    P.S.: la buca l'ho fatta, ma sotto a 60 cm non sono riuscito ad andare :LOL:. Ho letto che alla base della buca va messo dello stallatico, poi un striscetta di terra e poi sopra la pianta che dovrà essere col colletto a pari del terreno. È giusto?
     
  13. NicolaScru

    NicolaScru Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2015
    Messaggi:
    518
    No. Lo stallatico si consuma col tempo e si creerebbe una depressione.
    Dovrai prima rimettere la terra dentro la buca (quella che era profonda deve tornare profonda e quella superficiale ritornare superficiale, non mischiarla. Questo perché la terra migliore per la pianta è nei primi 30cm e le radici corrono principalmente a questo livello.
    Lo stallatico lo devi mettere sopra il terreno, dopo aver chiuso la buca. La pianta lo assorbirà senza problemi col tempo
    Ciao
     
  14. pc3103

    pc3103 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    8
    Località:
    Grottammare
    Grazie infinite della precisazione. Per quanto riguarda il palo di sostegno, posso metterlo molto accostato al fusto e verticale o è meglio metterlo un po' inclinato come in alcune foto che ho visto?
     
  15. NicolaScru

    NicolaScru Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2015
    Messaggi:
    518
    Dipende.
    Se sei in zona soggetta ai venti meglio se lo inclini leggermente in direzione del vento (di solito nord), in modo che col tempo si raddrizzerà perché spinto. Anche la pianta va inclinata in direzione del tutore e legata a questo
    Utilizza tutori adatti e non stuzzicadenti come vedo in giro
    Ciao
     
  16. pc3103

    pc3103 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    8
    Località:
    Grottammare
    Grazie mille per la risposta.
    Ultima domanda (veramente :LOL:): le annaffiature dopo la messa a dimora come devono essere? Abbondanti e meno frequenti o frequenti ma con meno acqua?
     
  17. NicolaScru

    NicolaScru Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2015
    Messaggi:
    518
    Subito dopo la messa a dimora basta una sola innaffiatura, poi dimenticati di dargli acqua fino a maggio quando inizieranno i caldi...circa 1 volta ogni 10 giorni abbondante può bastare. Se piove non serve. Luglio è il mese più critico.
    Controlla l'acqua i primi 2 anni, poi si arrangia
    Ciao
     

Condividi questa Pagina