• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Dubbi nuovo impianto irrigazione

emiliano75

Aspirante Giardinauta
Buongiorno a tutti,
sto cercando di progettare un impianto di irrigazione, automatizzato con programmatore a corrente da interno, per il mio prato che si estende, a grandi linee, su due rettangoli di 9x4 mt e 10x5 mt (area verde scuro nella piantina allegata) e il mio orto limitrofo.
Non avendo esperienza sto incontrando molte difficoltà dovute principalmente ai valori della portata (circa 20 l/min) e della pressione (circa 1,7 bar) garantiti dall'acquedotto cittadino.
Nel dettaglio i miei dubbi primari sono questi:
1. Considerati i valori di portata e pressione, è strettamente necessaria l'installazione di una pompa? Tipologia (di rilancio, con serbatoio, ecc..) ?
2. Quale tubo e sezione scegliere per la linea principale e per le secondarie che raggiungono gli irrigatori?
3. Quali irrigatori scegliere? Statici puri, statici con testine rotanti, dinamici?
4. Quale schema di collegamento scegliere per minimizzare le perdite di carico?

Grazie a chi vorrà condividere la propria esperienza :)

progetto_giardino_v2.jpg
 

Mania2

Giardinauta
va capito come hai preso i valori di portata e pressione, perchè quello che serve è il valore della pressione quando il rubinetto è parzialmente aperto. cerca sul forum la cosidetta "pressione dinamica", ci sono diverse discussioni che spiegano come misurarla. Solo con i valori di portata e pressione misurati in questo modo si potrà sapere se necessiti di una pompa di rilancio.
 

emiliano75

Aspirante Giardinauta
va capito come hai preso i valori di portata e pressione, perchè quello che serve è il valore della pressione quando il rubinetto è parzialmente aperto. cerca sul forum la cosidetta "pressione dinamica", ci sono diverse discussioni che spiegano come misurarla. Solo con i valori di portata e pressione misurati in questo modo si potrà sapere se necessiti di una pompa di rilancio.
Grazie Mania2, verifico nuovamente i valori. Nel frattempo ho letto alcuni thread come consigliato.
 

Gattaccio

Aspirante Giardinauta
Con la portata indicata, utilizzando degli irrigatori specifici (ad esempio, Hunter MP rotator), potresti anche riuscire a trovare una quadra. Il problema è la pressione, davvero al limite di funzionamento di qualsiasi sistema di irrigazione automatica.
Posso chiederti come hai calcolato pressione e portata?

Poi, per aiutarti a chiarire molti dubbi, dai un'occhiata a questo manuale: https://www.hunterindustries.com/it/guida-alla-progettazione-di-sistemi-con-irrigatori-residenziali


Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
 

emiliano75

Aspirante Giardinauta
Questo è il modo corretto per fare la misura:

Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
Grazie mille per il supporto.
Ho realizzato un manometro come nel video e l'ho collegato ad una fontanella vicino quello che sarà il punto di partenza dell'impianto e misurato i valori di pressione e portata:
- pressione statica --> 2,1 | portata --> 0 l/m
- pressione dinamica --> 1,7 | portata --> 6,6 l/m
Credete sia possibile realizzare un impianto senza installare alcun apparato per aumentare pressione e portata?
 

Mania2

Giardinauta
Grazie mille per il supporto.
Ho realizzato un manometro come nel video e l'ho collegato ad una fontanella vicino quello che sarà il punto di partenza dell'impianto e misurato i valori di pressione e portata:
- pressione statica --> 2,1 | portata --> 0 l/m
- pressione dinamica --> 1,7 | portata --> 6,6 l/m
Credete sia possibile realizzare un impianto senza installare alcun apparato per aumentare pressione e portata?
hai circa 100 mq di giardino e quindi dovresti irrigare con circa 1500 l di acqua ogni 3 giorni (valore medio estivo).
Ipotizzando una portata di 20 l/min necessitano circa 75 min per ogni irrigazione se irrighi contemporaneamente su tutta l'area. Se dividi in due zone puoi ridurre a 10 l/min ma sempre 75 min a zona. Personalmente non andrei sotto i 15 l/min di portata (anche se dividi in due zone) così da avere una certa elasticità nello scegliere gli irrigatori.
Per un buon funzionamento degli irrigatori serve avere una pressione almeno 2.8-3 atm nette.
In considerazione della portata e pressione che hai, penso sia necessario creare una cisterna di accumulo con una pompa che fornisca la portata e pressione richiesta per l'irrigazione.
In base alle tue preferenze di irrigazione, agli spazi che hai per una cisterna, agli obiettivi di spesa, si può dimensionare il tutto ottimizzandolo.
 

emiliano75

Aspirante Giardinauta
hai circa 100 mq di giardino e quindi dovresti irrigare con circa 1500 l di acqua ogni 3 giorni (valore medio estivo).
Ipotizzando una portata di 20 l/min necessitano circa 75 min per ogni irrigazione se irrighi contemporaneamente su tutta l'area. Se dividi in due zone puoi ridurre a 10 l/min ma sempre 75 min a zona. Personalmente non andrei sotto i 15 l/min di portata (anche se dividi in due zone) così da avere una certa elasticità nello scegliere gli irrigatori.
Per un buon funzionamento degli irrigatori serve avere una pressione almeno 2.8-3 atm nette.
In considerazione della portata e pressione che hai, penso sia necessario creare una cisterna di accumulo con una pompa che fornisca la portata e pressione richiesta per l'irrigazione.
In base alle tue preferenze di irrigazione, agli spazi che hai per una cisterna, agli obiettivi di spesa, si può dimensionare il tutto ottimizzandolo.
Considerato che una zona di prato è in ombra, pensavo di dividere l'impianto in due zone prato e una zona orto.
Riguardo gli irrigatori preferirei gli statici ai dinamici.
Tutto questo ovviamente è realizzabile solamente adottando una pompa con cisterna.
Quale dovrebbe essere la capacità della cisterna? Non avendo la possibilità di installarla in uno dei locali limitrofi il prato (non c'è la tubazione dell'acqua), dove potrei nasconderla? Esistono cisterne da interrare?
La pompa che costo ha? Sono rumorose?
Grazie mille per il supporto.
 

Gattaccio

Aspirante Giardinauta
Grazie mille per il supporto.
Ho realizzato un manometro come nel video e l'ho collegato ad una fontanella vicino quello che sarà il punto di partenza dell'impianto e misurato i valori di pressione e portata:
- pressione statica --> 2,1 | portata --> 0 l/m
- pressione dinamica --> 1,7 | portata --> 6,6 l/m
Credete sia possibile realizzare un impianto senza installare alcun apparato per aumentare pressione e portata?

Con 1.7 bar di pressione dinamica non si alzano neanche le testine.

Non puoi davvero fare a meno della vasca...

Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
af59ca45fd76e6d69b492390ffc50806.jpg
 

Mania2

Giardinauta
Considerato che una zona di prato è in ombra, pensavo di dividere l'impianto in due zone prato e una zona orto.
Riguardo gli irrigatori preferirei gli statici ai dinamici.
Tutto questo ovviamente è realizzabile solamente adottando una pompa con cisterna.
Quale dovrebbe essere la capacità della cisterna? Non avendo la possibilità di installarla in uno dei locali limitrofi il prato (non c'è la tubazione dell'acqua), dove potrei nasconderla? Esistono cisterne da interrare?
La pompa che costo ha? Sono rumorose?
Grazie mille per il supporto.
gli irrigatori statici sono i meno adatti perchè richiedono portate anche 4 volte superiori ad alcuni dinamici. Come ha già suggerito Gattaccio, ti consiglio di adottare gli MP Rotator che oltre a dare una buona distribuzione dell'irrigazione, richiedono portate piuttosto basse.
Non ho capito che problemi hai con la cisterna. Si può interrare ma devi considerare che quando è vuota e se nel terreno c'è una falda potrebbe andare in galleggiamento perciò andrebbe ancorata/bloccata, quindi un pò più complicata la collocazione. In alternativa all'aperto poggiata a piano campagna. hai problemi di spazio?
Quindi hai necessità di irrigazione anche dell'orto? ne va tenuto conto nel dimensionare la cisterna. che necessità hai?
Le pompe non sono rumorose.
Come puoi immaginare in funzione della qualità/caratteristiche la pompa e relativa centralina di gestione può avere costi variabili.
Dovresti darci qualche altra indicazione/preferenze.
 

emiliano75

Aspirante Giardinauta
gli irrigatori statici sono i meno adatti perchè richiedono portate anche 4 volte superiori ad alcuni dinamici. Come ha già suggerito Gattaccio, ti consiglio di adottare gli MP Rotator che oltre a dare una buona distribuzione dell'irrigazione, richiedono portate piuttosto basse.
Non ho capito che problemi hai con la cisterna. Si può interrare ma devi considerare che quando è vuota e se nel terreno c'è una falda potrebbe andare in galleggiamento perciò andrebbe ancorata/bloccata, quindi un pò più complicata la collocazione. In alternativa all'aperto poggiata a piano campagna. hai problemi di spazio?
Quindi hai necessità di irrigazione anche dell'orto? ne va tenuto conto nel dimensionare la cisterna. che necessità hai?
Le pompe non sono rumorose.
Come puoi immaginare in funzione della qualità/caratteristiche la pompa e relativa centralina di gestione può avere costi variabili.
Dovresti darci qualche altra indicazione/preferenze.
Buongiorno, gli MP Rotator sono le testine che si montano sugli irrigatori statici, giusto?
Per quanto riguarda la cisterna:
- non ho spazio e quindi pensavo di interrarla
- non ho problemi di falde acquifere
- vorrei utilizzare l'impianto per irrigare anche l'orto
- essendo vicino casa mi chiedevo se fosse troppo rumorosa
- 300, 400 euro per pompa + cisterna possono bastare?
- collegandola esclusivamente all'impianto di irrigazione, la pompa non sarebbe attivata all'apertura delle elettrovalvole?
Non so come ringraziarvi
 

Mania2

Giardinauta
parto dal dato che hai una portata, se apri il rubinetto, di 20 l/min (confermi?), assumiamo per sicurezza 18 l/min.
Per consentire l'irrigazione delle due zone, per un totale di 100 mq (1500 l in totale), considerando una portata della pompa di 14 l/min (il,valore esatto lo saprai quando avrai scelto gli irrigatori e lo schema dell'impianto), può bastare una cisterna da 500-800 l, perchè mentre la pompa funziona facendo uscire 14 l/min, c'è anche una immissione di 18 l/min che contemporaneamente la riempie.
Devi cercare sul Web una pompa centrifuga esterna che abbia le seguenti caratteristiche portata 14-15 l/min con pressione di circa 3 atm.
ATTENZIONE che questi dati di funzionamento vanno verificati sulla curva caratteristica della pompa (non sono i dati usualmente forniti in etichetta come valori limiti ma non contemporanei; ti è chiaro il concetto?).
Per la gestione della pompa ci sono varie soluzioni:
- press controll, con pressione minima da 2.8-3.0 atm . è la soluzione più economica ma ovviamente meno sofisticata.
- pressostato con vaso di espansione (autoclave), ti consente di gestire anche la pressione max e le portate basse.
- inverter, è la soluzione migliore nella gestione della pressione e portate ma molto più costosa.
Ugualmente devi cercare sul Web una cisterna da interrare (deve resistere anche a carichi esterni se ci cammini sopra) da 500-800 l.
 

emiliano75

Aspirante Giardinauta
parto dal dato che hai una portata, se apri il rubinetto, di 20 l/min (confermi?), assumiamo per sicurezza 18 l/min.
Per consentire l'irrigazione delle due zone, per un totale di 100 mq (1500 l in totale), considerando una portata della pompa di 14 l/min (il,valore esatto lo saprai quando avrai scelto gli irrigatori e lo schema dell'impianto), può bastare una cisterna da 500-800 l, perchè mentre la pompa funziona facendo uscire 14 l/min, c'è anche una immissione di 18 l/min che contemporaneamente la riempie.
Devi cercare sul Web una pompa centrifuga esterna che abbia le seguenti caratteristiche portata 14-15 l/min con pressione di circa 3 atm.
ATTENZIONE che questi dati di funzionamento vanno verificati sulla curva caratteristica della pompa (non sono i dati usualmente forniti in etichetta come valori limiti ma non contemporanei; ti è chiaro il concetto?).
Per la gestione della pompa ci sono varie soluzioni:
- press controll, con pressione minima da 2.8-3.0 atm . è la soluzione più economica ma ovviamente meno sofisticata.
- pressostato con vaso di espansione (autoclave), ti consente di gestire anche la pressione max e le portate basse.
- inverter, è la soluzione migliore nella gestione della pressione e portate ma molto più costosa.
Ugualmente devi cercare sul Web una cisterna da interrare (deve resistere anche a carichi esterni se ci cammini sopra) da 500-800 l.
Grazie, mi metto alla ricerca e magari appena ho qualcosa posto le caratteristiche per conferma.
Grazie di nuovo
 

emiliano75

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti, facendo alcune ricerche online su serbatoi e pompe sono incappato nei sistemi di recupero delle acque piovane.
Mi chiedevo se fosse possibile coniugare l'esigenza di avere una riserva d'acqua sempre disponibile per l'irrigazione con la possibilità di recuperare le acque piovane.
Ovviamente per fare questo con un solo serbatoio andrebbe gestita la fase di riempimento in modo che la fonte acquedotto partecipi limitatamente al numero di litri necessari per una corretta irrigazione, mentre la fonte acqua piovana possa partecipare fino al totale riempimento.
E' possibile attuare una tale gestione? Tramite valvola a galleggiante posta alla corretta altezza?

Se ho capito bene i punti da svolgere dovrebbero essere:
1. interrare un serbatoio (operazione manuale credo non semplice) --> ad esempio rollawaycontainer | serbatoio SEPCB01 da 1200 litri + Cestello filtraggio + entrata + uscita troppopieno | € 544.79
2. raccordare i tubi pluviali e collegarli al serbatoio
3. collegare l'acqua diretta al serbatoio
4. collegare un'elettropompa, quale preferire? Monofase, trifase, altre caratteristiche? (non ne capisco niente :) )
5. collegare un pressostato (preferibilmente elettronico?) --> ad esempio Coelbo | pressostato SWITCHMATIC2 | da € 85,91
6. collegare un vaso di espansione --> ad esempio POWER TANK | COD. XP5241 24 litri | € 50,87

Come sempre grazie per il supporto
 

Mania2

Giardinauta
riguardo lo sfruttamento dell'acqua piovana da considerare che quando piove non serve irrigare e quando non piove (estate) c'è invece la massima esigenza di irrigare.
L'acqua dell'acquedotto la colleghi al serbatoio (in alto) mettendo un rubinetto a galleggiante (per alta pressione) che è simile a quello dei vecchi sciacquoni di un tempo. Quando il serbatoio è pieno il galleggiante chiude l'ingresso dell'acqua, come il livello cala un pò il rubinetto inizia ad aprirsi.
In genere i serbatoi hanno una presa in alto da usare come sfiato (per far uscire/entrare l'aria) e come sfioro/scarico di sicurezza di troppo pieno se il rubinetto si blocca.
Penso che per le tue esigenze basti una pompa da 500 W tipo lowara 1HM03 (monofase), Questo modello fornisce anche più di quello che ti serve in termini di portata, forse cercando un pò si trova un modello ancora più adatto.
Se opti per pressostato e vaso di espansione può andare bene anche un pressostato da 10 € basta che sia regolabile nel campo 2.5-3.5 bar (dipende dagli irrigatori).
Invece prenderei un vaso di espansione di maggior volume oppure due (ma non servono quelli per acqua calda più costosi), così puoi restringere il range di variabilità della pressione e la pompa lavora meglio anche su piccole portate.

PS. prima di scegliere la pompa va definito l'impianto di irrigazione perchè le due cose si devono integrare tra loro.
 

emiliano75

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti, facendo alcune ricerche online su serbatoi e pompe sono incappato nei sistemi di recupero delle acque piovane.
Mi chiedevo se fosse possibile coniugare l'esigenza di avere una riserva d'acqua sempre disponibile per l'irrigazione con la possibilità di recuperare le acque piovane.
Ovviamente per fare questo con un solo serbatoio andrebbe gestita la fase di riempimento in modo che la fonte acquedotto partecipi limitatamente al numero di litri necessari per una corretta irrigazione, mentre la fonte acqua piovana possa partecipare fino al totale riempimento.
E' possibile attuare una tale gestione? Tramite valvola a galleggiante posta alla corretta altezza?

Se ho capito bene i punti da svolgere dovrebbero essere:
1. interrare un serbatoio (operazione manuale credo non semplice) --> ad esempio rollawaycontainer | serbatoio SEPCB01 da 1200 litri + Cestello filtraggio + entrata + uscita troppopieno | € 544.79
2. raccordare i tubi pluviali e collegarli al serbatoio
3. collegare l'acqua diretta al serbatoio
4. collegare un'elettropompa, quale preferire? Monofase, trifase, altre caratteristiche? (non ne capisco niente :) )
5. collegare un pressostato (preferibilmente elettronico?) --> ad esempio Coelbo | pressostato SWITCHMATIC2 | da € 85,91
6. collegare un vaso di espansione --> ad esempio POWER TANK | COD. XP5241 24 litri | € 50,87

Come sempre grazie per il supporto
Scusate se integro al volo ma non vorrei farvi perdere tempo.
Parlando con un mio amico mi diceva che la nostra zona, costiera alto Lazio, non è soggetta a precipitazioni sufficienti nel periodo estivo.
Inoltre interrare un serbatoio può essere un problema, forse opterò per uno esterno.
Grazie a tutti
 

emiliano75

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti, vorrei aggiornarvi sullo stato del progetto e chiedervi ulteriore supporto :)
Ho individuato una zona dove installare al chiuso il serbatoio (da 1000 litri), l'autoclave, le elettrovalvole e il programmatore.
Riguardo la pompa ne ho recuperata una centrifuga autoadescante da 0,75 hp (da sostituire se non fosse sufficiente, se ho interpretato bene la curva dovrebbe garantire 20 l/m a 2,5 bar).
Riguardo tipologia e disposizione degli irrigatori ho preparato i seguenti prospetti:
progetto_giardino_v3.jpg

1620399549270.png

Come sempre grazie per il supporto
 
Alto