• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Dimensionamento raccolta acqua piovana

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
Sui divieti di sversamento, grazie per le precisazioni.

Ho riletto bene quanto dici sulla distanza dalla tettoia.
Se un po' di acqua sfuggisse, pazienza; fino a 3gg fa quella tettoia non aveva alcuna grondaia, e allagamenti non ce ne sono mai stati; abito in una zona di terreno alluvionale, le pozzanghere nel mio giardino non si formano proprio. L'unico svantaggio sarebbe di perdere un po' dell'acqua che voglio raccogliere; ma fra raccogliere il 70% e raccogliere nulla, meglio raccogliere il 70%. Insomma, "rischi" non vedo.

A impianto ultimato farò un test drive con gli irrigatori del prato, li letto sopra e sparo in verticale, vediamo cosa succede.

Un dubbio: ma se devo scendere (poniamo) 4 cm e però la grondaia finisce troppo distante, qual'è la soluzione? Non è una domanda retorica, è che sto cercando di capire come tenere l'inclinazione e tenere la grondaia vicino.
 

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
piu è capiente la gronda e meno " velocitá di svuotamento" serve....
quindi ad esempio per estremizzare il concetto...se la gronda fosse grande il doppio basterebbe la metá della pendenza....
occhio l' ho detta terra terra....
se la gronda fosse , e non posso saperlo, insufficiente a contenere la media delle acque meteoriche della tua zona ( da calcolare pure di conseguenza quanta ne " arriva sulla tettoia ) allora la gronda per trattenerne di più deve svuotarsi conseguentemente molto in fretta e perché ciò accada l' inclinazione deve essere maggiore....
e occhio per " complicare le cose" una gronda piena come quella tua ( le mie sui miei ballatoi sono dello stesso tipo , sono.quelle in " plastica" giusto?... parlo per esperienza) può arrivare a pesare piu di 100kg .....fissala molto bene se non vuoi che al primo serio e forte acquazzone si pieghi o si rompa....

per non vuoi comprarne altre più grandi e capienti con pazienza e attenzione a non romperla con dei rebattini in alluminio rondella dentro e rondella fuori ad ogni rebattino compra della lamiera e rialza i bordi esterni ....

dove é più bassa tenendo la lamiera per bene aderente e fissata alla tettoia nel bordo interno ( per tutta la lunghezza delle gronde di una decina di cm....potrebbe bastare...
 
Ultima modifica:

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
Ok, credo di aver capito il concetto.
Sì, hai visto giusto, è una grondaia in plastica. La gronda ha diametro di 12,5; dal ferramenta (nota catena col nome francese) c'era da 8 e da 12,5, quindi in realtà è la misura maggiore disponibile per quelle in plastica.
Per curiosità ho messo la testa fuori dalla finestra di casa, il mio tetto ha una grondaia che a occhio e croce è sui 14cm; ma considera la falda, a spanne, è circa il 4 volte la mia tettoietta; e questa grondaia l'ha progettata un ingegnere, quindi come parametri ci siamo.
Quindi sono abbastanza sereno; una grondaia più grande mi parrebbe un'esagerazione.

Sul fissaggio abbiamo fatto quello che siamo riusciti a fare, abbiamo solo uno scheletro di ferro con qualche asse inchiodata in alcuni punti, quindi non possiamo fare un impianto a regola d'arte. Ma d'altronde non è nemmeno lo scopo: è una lavoro fatto alla buona per cercare di raccogliere acqua.
Fortunatamente l'unico rischio è quello di perdere acqua, che è quello che succedeva fino a domenica, senza ristagni eccessivo o laghi.
Credo che resti solo da vedere come si comporta al primo acquazzone. Se crolla qualche lato, sbagliando si impara.

Grazie mille per i consigli, adesso so bene cosa controllare durante test e acquazzoni.
 

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
Ok, credo di aver capito il concetto.
Sì, hai visto giusto, è una grondaia in plastica. La gronda ha diametro di 12,5; dal ferramenta (nota catena col nome francese) c'era da 8 e da 12,5, quindi in realtà è la misura maggiore disponibile per quelle in plastica.
Per curiosità ho messo la testa fuori dalla finestra di casa, il mio tetto ha una grondaia che a occhio e croce è sui 14cm; ma considera la falda, a spanne, è circa il 4 volte la mia tettoietta; e questa grondaia l'ha progettata un ingegnere, quindi come parametri ci siamo.
Quindi sono abbastanza sereno; una grondaia più grande mi parrebbe un'esagerazione.

Sul fissaggio abbiamo fatto quello che siamo riusciti a fare, abbiamo solo uno scheletro di ferro con qualche asse inchiodata in alcuni punti, quindi non possiamo fare un impianto a regola d'arte. Ma d'altronde non è nemmeno lo scopo: è una lavoro fatto alla buona per cercare di raccogliere acqua.
Fortunatamente l'unico rischio è quello di perdere acqua, che è quello che succedeva fino a domenica, senza ristagni eccessivo o laghi.
Credo che resti solo da vedere come si comporta al primo acquazzone. Se crolla qualche lato, sbagliando si impara.

Grazie mille per i consigli, adesso so bene cosa controllare durante test e acquazzoni.
si certo aspettiamo e vedremo...
sono io che per una deformazione mentale professionale tendo ad essere a volte pignoletto...
ma a dirla tutta poi mi " zittisco"...
1) le vere gronde hanno dalla loro , oltre alla maggior ampiezza,
una sagoma ben più profonda almeno , vado a memoria, un 3/4 cm in più....
2) sai quanti litri / kg di acqua in più per cm CUBO sono necessari per colmare quella differenza sia di profondità sia di ampiezza per una lunghezza di 6 mt ?
inutile dire. basta fare pochi semplici calcoli per rendersi conto che la risposta e " davvero
davvero tanti"....
 
Ultima modifica:

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
Certo, non preoccuparti, la pignoleria è apprezzata :)
D'altronde se uno chiede consigli è meglio sentirsi dire "tutta la verità" piuttosto che sbatterci il muso in corso d'opera.
Grazie ancora, tengo conto di consigli e avvertimenti e cerco di terminare il lavoro.
 

monikk64

Guru Master Florello
allora visto che Marco è " l'angelo-pignoletto ", io faccio il "diavolo-madaichevabenelostesso " :LOL: :
tieni a portata di mano (o di grondaia) un palo dell'altezza giusta...così nel caso tu veda che la tua grondaia, sotto il peso dell'acqua, tende a crollare, ci metti il palo come puntello e quando c'è il sole la rinforzi...!!!! :)
:ciao:
 

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
Ieri pomeriggio siamo riusciti a chiudere il circuito.
Come ipotizzava @marco.enne, alla prova di fatti le pendenze necessarie per un buono scorrimento sono state notevoli; abbiamo regolato le grondaie di conseguenza. La parte finale (dalla gronda alla tanica) è ancora provvisoria; per darvi un'idea di "quanto" provvisoria vi dico solo che per fare il filtro di imbocco della tanica ho rubato lo scolapasta di servizio, e oggi dovremmo comprarne un'altro :D
Però l'obiettivo era mettere in pista il sistema prima di questa ondata di precipitazioni, per evitare di avere le gronde "a perdere" e fare i laghetti sotto il loro scarico.
Quando tornerà il sole metteremo qualche altro supporto per rendere il tutto più stabile.
Infine mi dedicherò a ingentilire la struttura, che ora fa molto zona industriale.
Adesso il giardino è ancora pieno di attrezzi e cianfrusaglie, quando sistemo un po' vi mando una foto.
 

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
Stanotte ha piovuto; secondo le rilevazioni delle stazioni meteo circa 1mm, a cui si somma qualche altra frazione di mm dei giorni precedenti.
Comunque sia, stamattina ho fatto un giro di verifica, e ci sono almeno un 15-20 cm di acqua!
Sembra insomma che il sistema funzioni molto molto bene; dato che la tanica raccoglie su una superficie che è circa 15-18 volte la sua, con le proporzioni ci siamo.

prima pioggia.JPG

Devo ancora coprire con telo e bambù, ma sono stato messo fuorigioco da una tonsillite...
Intanto godiamoci i piccoli successi.
 

monikk64

Guru Master Florello
che bello quando le cose fatte con le proprie mani funzionano!!!!!
complimenti, siete stati bravissimi!
l'hai recuperato il tuo scolapasta???? :) ;) :LOL:
 

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
No, traboccato no, ma ho già raccolto 500L, è pieno per metà! Un altra perturbazione come quella di questi giorni e si riempie.
L'altro giorno sono uscito a controllare il "rendimento" durante un acquazzone, e ho verificato che non ci sono perdite o gocciolamenti, quindi tutto ok. Son soddisfazioni!
 

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
Cronaca di un traboccamento annunciato :)
Stanotte si sono aperte le cataratte.
Stamattina ho verificato che, ovviamente, la tanica è colma e ha tracimato.
La buona notizia è che non ci sono laghi attorno, quindi il terreno si è bevuto senza problemi il surplus.
Sabato se mi ritaglio un'oretta ci metto questo benedetto rubinetto di tracimazione, così approfitto del fatto che il livello di pieno ora è ben visibile.
 

enrica51

Aspirante Giardinauta
Abbiamo installato la grondaia e preparato la piattaforma, ma manca ancora un pezzo per raccordare le due gronde laterali.
Poi dovrò dare un'ultima risciaquata alla cisterna e fare un foro di scolo in alto, per evitare di farla tracimare quando sarà piena.
Intanto vi mando un foto dell'avanzamento.

Vedi l'allegato 429027

Il muretto sottostante è a secco.

Inevitabilmente è un po' un pugno in un occhio; spero che coprendola con cannicciato e magari verniciando i mattoni diventi un po' meno "industriale".
sul lato sinistro... guardando la foto.... io metterei una siepe magari di bosso... che una volta formata cresce poco e serve poca manutenzione/potarura... così nascone tutto
 

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
È una bella idea.
Credo però che aspetterò un anno per vedere come si comporta il sistema, prima di chiudere il lato della manutenzione.
Il bosso cresce anche in piena ombra?
 

nutsmuggler

Aspirante Giardinauta
Ho una domanda probabilmente stupida, ma la faccio comunque.
Da un paio di giorni l'acqua dell'accumulo puzza tantissimo. L'odore è quello di acqua stagnante, molto forte.
A un'ispezione sommaria non vedo problemi (non mi pare ci siano alghe visibili, non a filo di acqua almeno).
Avete qualche idea?
Non credo sia un problema per le piante abbeverate, o sbaglio?
Grazie,
Davide
 
Alto