1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Come fare un vigneto partendo da zero?

Discussione in 'Identificazione delle piante' iniziata da Ghitsa, 7 Ottobre 2009.

  1. Ghitsa

    Ghitsa Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2009
    Messaggi:
    4
    Località:
    Novi Velia (Salerno)
    Ciao a tutti, sono nuovo in questo forum. Avrei bisogno di un aiuto e spero che sarete in tanti a rispondere.
    Ho un vigneto, vecchio e mal curato di 900 m2 di uva tipo aglianico, credo. Vorrei "estirpare" le viti che ci sono e fare un nuovo vigneto, ben curato con un altro tipo di uva, pensavo alla cannonau o cabernet. Come devo fare? Sareste così gentili da spiegarmi tutto?(come estirparle, come piantarle, profondità, distanza, drenaggio etc..) so solo che si iniziano a piantare verso fine febbraio. Per il resto non so nulla. Vi ringrazio in anticipo.
    apetto vostre risposte.
     
  2. boba74

    boba74 Esperto di alberi ed arbusti

    Registrato:
    26 Agosto 2004
    Messaggi:
    10.068
    Località:
    Ferrara
    Io ho un piccolo vigneto (2000mq) in provincia di Ferrara, uve di vari tipi piantate a più riprese nell'arco di 40 anni dai miei nonni-zii. Non so però aiutarti, la nostra è una vigna molto casalinga dove non si è mai guardato tanto al modo di impiantare e di potare. Facciamo pochi trattamenti (quelli minimi indispensabili) e vinifichiamo direttamente per autoconsumo, senza risultati eccellenti, ma la mia zona non si presta molto alla vinificazione.....)
    Il tuo scopo è pordurre uva per venderla o per farti il vino in casa? Data la piccola grandezza del vigneto non so fino a che punto ti conviene diventare matto per rifare tutto, hai provato a valutare l'opportunità di non estirpare le attuali viti ma di lasciarle stare, potarle e sistemarle bene? Secondo me con le viti conta più la qualità che la quantità, perciò potresti sfruttare la varietà che hai, e che magari è più adatta alla tua zona.... hai provato a sentire in giro da altri viticoltori?
     
  3. Ghitsa

    Ghitsa Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2009
    Messaggi:
    4
    Località:
    Novi Velia (Salerno)
    è un vigneto per l'autoconsumo. vorrei farlo per il semplice motivo di fare un vino e berlo con orgoglio. ho tutta la passione di qusto mondo.
    il terreno è in provincia di salerno.
     
  4. boba74

    boba74 Esperto di alberi ed arbusti

    Registrato:
    26 Agosto 2004
    Messaggi:
    10.068
    Località:
    Ferrara
    perchè allora vorresti eliminare del buon Aglianico per del comune Cabernet? :D
    La vite è una pianta quasi immortale, se proprio hai delle piante molto vecchie potresti sfruttare eventuali polloni dalla base per ricostruirle, o semplicemente potare drasticamente e aspettare che spuntino nuovi getti dal tronco....
     
  5. mau50059

    mau50059 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    11 Settembre 2009
    Messaggi:
    60
    Località:
    Già Alto Vicentino, poi Vinci sul Montalbano, infi
    Quoto boba74. Assolutamente non mi intendo di vigneti. So solo che l'Aglianico ha fatto la storia della vinificazione in Campania meridionale, è una qualità scelta dall'uomo per quel territorio, proprio perchè adatta a clima e terreni di zona. Non mi torna tanto il fatto di estirparla per piantarvi Cabernet e Cannonau.
     
  6. ironbee

    ironbee Maestro Giardinauta

    Registrato:
    15 Luglio 2008
    Messaggi:
    2.967
    Località:
    provincia Asti
    Anch'io quoto boba74, la vite ogni anno con la potatura riparte da capo e quindi con un intervento molto più semplice del reimpianto ti ritrovi già un vigneto produttivo.
    Dove mancano le viti puoi piantare delle nuove varietà se ti interessa differenziare un po' la produzione.
    Da me le viti si piantano preferibilmente a fine novembre-inizio dicembre, con il tuo clima non so.
     
  7. Ghitsa

    Ghitsa Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2009
    Messaggi:
    4
    Località:
    Novi Velia (Salerno)
    Volevo mettere il cannonau per una questione di gusto. Il fatto è che il vigneto(se così lo vogliamo chiamare) è inguardabile, trascurato e quest'anno, anche per via del maltempo ha fatto solo 1(UNA) cassetta di vino, è vero che non l'hanno curato ma credo che rifarlo da capo anche piantando uve aglianico sia la migliore soluzione. che ne dite?
    cmq qui dicono che il periodo migliore per piantare va da fine gennaio e fine febbraio.
    grazie a tutti per le risposte, ne aspetto altre.
     
  8. boba74

    boba74 Esperto di alberi ed arbusti

    Registrato:
    26 Agosto 2004
    Messaggi:
    10.068
    Località:
    Ferrara
    potresti mettere una foto?
    In ogni caso, secondo me per quanto sia trascurato, e le piante siano "scappate", fai sicuramente prima a potare drasticamente che a estirpare tutto e rimettere nuove barbatelle. E comunque essendo piante già vecchie i nuovi getti potrebbero fruttificare già dal prossimo anno, ed essere a regime subito l'anno dopo, mentre con nuove piantine passano vari anni prima che attecchiscano e crescano un po'....
     
  9. Ghitsa

    Ghitsa Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2009
    Messaggi:
    4
    Località:
    Novi Velia (Salerno)
    Ti ringrazio per le tua risposte boba. ci penserò su, ho tempo fino a febbraio. poi non è che ho fretta di far crescere l'uva, a me interessa avere un vigneto degno di tale nome e curarlo come hobby. grazie di tutto.
     

Condividi questa Pagina