1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Bonsai del pepe secco

Discussione in 'Bonsai' iniziata da Anna b., 10 Agosto 2017.

  1. Anna b.

    Anna b. Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    10
    Località:
    Perugia
    Buongiorno a tutti! sono nuova su questo forum e da poco mi sto appassionando di piante. La mia vicina mi ha dato in cura un bonsai del pepe acquisto da soli 15 giorni e gia' secco....lo teneva in casa ma dietro una finestra in pieno sole....con questo caldo...poi lo annaffiata dal sottovaso....ho provato a grattare la corteccia e sotto è verde....cosa posso fare per salvarlo? Non ho mai avuto un bonsai.... grazie mille!!!
     

    Files Allegati:

  2. massimo1952

    massimo1952 Esperto in bonsai

    Registrato:
    11 Novembre 2011
    Messaggi:
    1.128
    Località:
    Milano
    ESPOSIZIONE ALL'ESTERNO
    In primavera, periodo in cui spuntano le nuove foglie, è conveniente tenere il Pepe in pieno sole: un’adeguata illuminazione permette al bonsai di vegetare con vigore, producendo una vegetazione compatta ed uniforme.
    In estate, invece, come per la totalità dei bonsai, và collocato all’ombra. Anche se questa essenza è molto resistente al caldo, va ricordato che lo stesso non si può dire delle radici, quindi, se non si dispone di ambiente ombreggiato occorre almeno coprire i vasi per non far surriscaldare l’apparato radicale.
    In autunno, ci si può regolare come in primaveraesponendo il bonsai in pieno sole, così da permettergli di vivere in salute il periodo vegetativo, che nelle regioni del centro-sud si protrae da settembre a novembre.
    In inverno, “da Roma in giù” se si dispone di un terrazzo riparato dalla tramontana, il Pepe può essere tenuto all’esterno. Nelle regioni più a nord, conviene proteggere meglio questa essenza, in serra fredda o addirittura in casa.
     
  3. massimo1952

    massimo1952 Esperto in bonsai

    Registrato:
    11 Novembre 2011
    Messaggi:
    1.128
    Località:
    Milano
    ANNAFFIATURA
    Nonostante il suo aspetto da pianta tropicale, questo bonsai necessita di molta acqua per vegetare in salute, perciò è importante controllare, anche tutti i giorni, se ha bisogno di essere annaffiato. Con l'ausilio di un annaffiatoio provvisto di soffione a fori sottili, il substrato va irrigato abbondantemente quando si presenta quasi asciutto, ripetendo l’operazione due o tre volte a distanza di qualche minuto, per fare in modo che il terriccio assorba completamente l’acqua versata. In estate, anche all’esterno, è utile sistemare il bonsai in un sottovaso riempito di ghiaia mantenuta umida, per allungare l’intervallo tra una irrigazione e l’altra.
     
  4. massimo1952

    massimo1952 Esperto in bonsai

    Registrato:
    11 Novembre 2011
    Messaggi:
    1.128
    Località:
    Milano
    Questo nella sostanza è quanto si dice "fonte internet" che riassume i concetti fondamentali anche se penso che la pianticina sia un poco ostica per un neofita
     
  5. Anna b.

    Anna b. Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    10
    Località:
    Perugia
    Grazie mille per la sua risposta.....in pratica però cosa posso fare per salvare il povero bonsai??? Va bene se lo colloco all'esterno all'ombra oppure devo imbustarlo? Grazie
     
  6. massimo1952

    massimo1952 Esperto in bonsai

    Registrato:
    11 Novembre 2011
    Messaggi:
    1.128
    Località:
    Milano
    Allora io lo metterei fuori imbustato è bagnato quando substrato secco rigorosamente all'ombra
     
  7. Anna b.

    Anna b. Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    10
    Località:
    Perugia
    L'ultima domanda poi nn la disturbo più....busta nera o trasparente? Ogni quanto devo togliere la busta per controllare se è ora di annaffiarlo? Grazie...
     
  8. Anna b.

    Anna b. Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    10
    Località:
    Perugia
    Ecco imbustato! Ho usato la busta bianca perché mi sembra che alla base sia nata una gemma...nel sottovaso ho messo del ghiaino.... incrociamo le dita! Ho fatto bene????
     

    Files Allegati:

  9. massimo1952

    massimo1952 Esperto in bonsai

    Registrato:
    11 Novembre 2011
    Messaggi:
    1.128
    Località:
    Milano
    La tecnica dell'imbustamento e' cosi' suddivisa...

    la busta nera serve a due cose molto importanti, per mantenere un umidità interna molto elevata, in modo che la pianta non perda energie e ad idratare tutto il tronco.

    In pratica la pianta imbustata avendo bisogno delle foglie per poter vivere e di tanta luce per poter fare un abbondante fotosintesi, registra una scarsa luminosità, e per cercare di sopravvivere emette un numero molto maggiore di gemme,e quindi foglie, per poter così sopperire alla mancanza di luce.

    un altro aspetto positivo della busta nera è quello di aumentare la temperatura interna,così da riprodurre un efetto primavera, ma attenzione, nei periodi invernali visto le basse temperature si può tenere anche in posti molto luminosi o che prendono qualche ora di sole,in primavera inoltrata o estate assolutamente in piena ombra,si rischierebbe di cuocere la pianta.

    Dopo alcuni giorni la pianta incomincia a far spuntare le nuove gemme, di circa 1cm, bisogna allora, sostituire la busta nera con una trasparente, in modo da continuare a tenere l'umidità interna molto alta tenendo nel contempo la pianta idratata, cosi' facendo si dara' modo alle nuove gemme di ricevere il giusto apporto di luce per poter far fare una coretta fotosintesi e quindi un abbondante formazione di radici.

    le due cose, foglie e radici non si possono scindere,vanno di pari passo

    C'è da aggiungere che facendo questa operazione le piante che imbustiamo con il nero non devono avere nemmeno una foglia.

    RIASSUMENDO:

    La busta nera: stimola il caldo e conseguente ripartenza delle painte raccolte che si bloccano nel primo periodo post-raccolta. Inoltre la pianta è stimolata a cacciare dal tronco nuova vegetazione visto che non trova luce!

    Busta trasparente: minore temperatura ma evita sempre disidratamenti e grantisce il migliore microclima
     
    A Rickdefender, Marco e Lara e aurex piace questo elemento.
  10. Anna b.

    Anna b. Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    10
    Località:
    Perugia
    Grazie mille per l'aiuto!!!! Cercherò di mettere in pratica al meglio i suoi consigli. Buona serata
     
  11. Anna b.

    Anna b. Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    10 Agosto 2017
    Messaggi:
    10
    Località:
    Perugia
    Buongiorno Massimo! Scusi il disturbo....il bonsai del pepe che avevo imbustato con la busta trasparente ha sulla terra muffa bianca..... l'ho tolta grattandola con un coltello. La terra é umidissima ma ancora nessun segno di ripresa. Cosa posso fare? Continuo a tenerlo imbustato nonostante la muffa? Forse era meglio la busta nera? Cosa posso fare per non farlo ammuffire? Grazie
     
  12. massimo1952

    massimo1952 Esperto in bonsai

    Registrato:
    11 Novembre 2011
    Messaggi:
    1.128
    Località:
    Milano
    Come già detto non avendo foglie era più indicata la busta nera
     
  13. Rickdefender

    Rickdefender Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2016
    Messaggi:
    75
    Località:
    Bologna
    Grazie, esposizione magistrale chiara sinteticamente tutti i concetti che che avevo intuito leggendo x mesi vari forum in maniera disorganica


    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk
     

Condividi questa Pagina