1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Beniamino con foglie macchiate

Discussione in 'Parassiti e Malattie' iniziata da lilith, 23 Gennaio 2017.

  1. lilith

    lilith Master Florello

    Registrato:
    4 Novembre 2013
    Messaggi:
    12.426
    Località:
    Marina di Carrara
    Ho un ficus beniamino molto vecchio,più di 20 anni. Fino all anno scorso era bello,adesso ha molte foglie macchiate di giallo. L ho potato drasticamente ma non so che fare per le foglie. Qualcuno sa dirmi di che si tratta? Grazie
     

    Files Allegati:

  2. brandegeei

    brandegeei Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    29 Dicembre 2003
    Messaggi:
    18.286
    Località:
    lombardia
    Località:
    Pianura Padana
    Ciao
    ma lo tieni in un logo freddo o non riscaldato?
     
  3. lilith

    lilith Master Florello

    Registrato:
    4 Novembre 2013
    Messaggi:
    12.426
    Località:
    Marina di Carrara
    No no sta in sala.Temperatura sui 18/19 gradi
     
  4. billgates13

    billgates13 Giardinauta Senior

    Registrato:
    29 Ottobre 2012
    Messaggi:
    1.654
    Località:
    roma
    in primavera svasalo
     
  5. brandegeei

    brandegeei Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    29 Dicembre 2003
    Messaggi:
    18.286
    Località:
    lombardia
    Località:
    Pianura Padana
    Ciao
    spruzza la chioma con un funghicida a base di ossicloruro di rame. Elimina solo le foglie fortemente colpite.
     
  6. Archi

    Archi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2017
    Messaggi:
    9
    Località:
    Milano
    Anche io ho un problema cn il mio beniamino. Andava tutto bene fino ad Aprile scorso quando sono stato fuori una settimana e quando sono tornato aveva perso tanta foglie seccandole. Era nel salone con le finestre chiuse ...ma non del tutto. Anche l’estate scorsa l’avevo lasciato così ma non era successo niente. Da allora non ha più messo tante foglie e a fine Ottobre l’ho lasciato per due settimane fuori...adesso che fa freddo qui a Milano l’ho rimesso in salone ma è in questo stato. Che faccio???
     

    Files Allegati:

  7. Zenais

    Zenais Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Giugno 2010
    Messaggi:
    1.429
    Località:
    Como
    Archi a me sembra abbia un mega attacco di ragnetto rosso. Ogni tanto fategli prendere pioggia estiva a ste piante.
     
    A brandegeei e jonny83 piace questo messaggio.
  8. Archi

    Archi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2017
    Messaggi:
    9
    Località:
    Milano
    E che faccio siamo in inverno....le piogge estive sono andate...
     
    A jonny83 piace questo elemento.
  9. jonny83

    jonny83 Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.283
    Località:
    Carmignano di Brenta (PD)
    OMG! :eek:
    Quello è sicuramente un MEGA attacco di ragnetto rosso, uno dei peggiori mai visti (con pianta ancora viva intendo).
    Le piogge estive sono andate, vero, ma i nebulizzatori no per fortuna!!! :LOL:

    Per risolvere una cosa del genere faresti molto prima con il lanciafiamme, il ragnetto rosso è particolarmente "bastardello" da debellare e non è per niente clemente con le piante che lo ospitano (alla faccia che l'essere umano è l'essere più devastante del pianeta... non sono del tutto d'accordo :ROFLMAO:... chiedilo al tuo povero ficus!)

    Puoi tentare, e ripeto TENTARE, con una dose massiccia di Borneo della Bayer, attivo particolarmente per il ragnetto rosso, uno dei pochi che uccide anche le larve.
    Però è necessario che prima ti metta di buona volontà e dai una bella pulita alla pianta, come?
    Prima elimini tutte le foglie più brutte e basse della pianta, la porti fuori, la spruzzi ABBONDANTEMENTE con acqua e qualche goccia (tipo 2/3 gocce per litro) di sapone per piatti, coprendo la terra con qualcosa, poi devi passare a manina più foglie possibili per il lato sottostante con un panno (usa dei guanti).
    A questo punto dovresti aver eliminato il più grosso del problema.
    Spruzzi per bene la pianta col Borneo, soprattutto la parte sotto delle foglie ma anche sopra, aspetti che si asciuga e porti dentro.

    Personalmente poi procederei così: Un po di Aliette funghicida nell'acqua, misto un po di concime se non lo dai da tempo, aspetti un paio di giorni e dai un po di propamocarb sulle foglie.
    Questo serve a prevenire e curare tutte le patologie funginee che potrebbe aver incubato fino ad ora.
    Contro gli afidi potresti dare dell'imidacloprid e poi sei coperto praticamente con tutto per un paio di mesi.
    Questo è quello che si definisce un trattamento completo e professionale, ma potresti limitarti solo alla prima parte.
    Spero di esserti stato di aiuto e che la poverina si salvi!

    Ciao e a presto! :D
     
  10. Archi

    Archi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Aprile 2017
    Messaggi:
    9
    Località:
    Milano
    Fatto tutto fino...devo passare solo il Borneo per la prima parte. A me non sembra messo così male....stanno spuntando anche delle foglioline nuove.Che dici Jonny riesco a recuperarla ?????
     
  11. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Master Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    12.308
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    Sì. Nella prox primavera. Lasciala fuori tutta l'estate a prendere sole, pioggia e vento. Quando la rientrerai, sarà bellissima.
     
  12. jonny83

    jonny83 Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.283
    Località:
    Carmignano di Brenta (PD)
    Si certo! Penso di avere esagerato un pochino nella parte dove dicevo: "Puoi tentare, e ripeto TENTARE"... per il resto posso assicurarti che il ragnetto rosso, quando raggiunge infestazioni particolarmente floride, è molto tosto.
    Se leggi qua e la trovi gente che suggerisce di bruciare le piante, buttare i vasi ed il terriccio, sterilizzare a fuoco tutti gli utensili... e poi chi ne aggiunge delle altre: manca poco che suggeriscano l'attacco nucleare :LOL:

    In ogni caso, se l'hai lavata per bene e dai il Borneo (cerca di farlo il prima possibile), dovrebbe rimettersi per bene. Alla fine non stiamo parlando di una pianta così fragile (fortunatamente) :D

    PS: Quando darai il borneo, fai attenzione ad applicarlo anche sulla superficie del terriccio e, se hai altre piante che sono state vicine a quella, vai ovunque... anche per prevenire va... :mazza:
    Tieni conto che se prendi (o hai già) il Borneo originale, è molto concentrato quindi non ne serve tanto: se non ricordo male dovrebbe essere 0,5 ml per litro... quindi se devi acquistarlo non ti serve una confezione formato famiglia :LOL: anche perchè è abbastanza costosetto!

    Ricorda di farci sapere come va a finire :cool:
     
  13. michelerossi

    michelerossi Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    501
    Località:
    Napoli
    Approfitto della presenza di utenti molto esperti in questa discussione.

    Premessa (potete saltarla nel caso non vogliate perdere troppo tempo a leggere ed andare direttamente al quesito)
    Sui miei ficus benjamin è proliferata la cocciniglia (me ne sono accorto per la presenza della melata ed un accenno di fumaggine) in modo impressionante. La proliferazione abnorme della cocciniglia credo sia dipesa da una serie di motivi (dopo molti anni all'aperto, da circa 13 mesi sono state poste indoor e l'ambiente d'estate è straordinariamente caldo e umido). Magari ha inciso anche l'uso massiccio all'interno della stanza di insetticida per far fuori dei moscerini che infestavano il terreno e che probabilmente ha ucciso dei predatori della cocciniglia. Non ne capisco molto, ma credo sia anche questa una ipotesi ragionevole, giusto?

    Quesito
    Ad ogni modo, ieri mentre erogavo per la prima volta l'Oliocin per cercare di debellare la cocciniglia, ho notato delle piccole ragnatele. Mi chiedevo allora, leggendo questa interessante discussione, come ci si fa ad accorgere della presenza del ragnetto rosso e se l'Oliocin fa fuori anche il ragnetto.
     
  14. jonny83

    jonny83 Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.283
    Località:
    Carmignano di Brenta (PD)
    Ciao e benvenuto!
    Allora, il tuo quesito è interessante e merita una risposta adeguata, di quelle che piacciono a me:

    Premessa 1: quando una pianta è debole, per qualsiasi motivo (carenza di nutrimenti, attacco da malattie o parassiti), questa diventa più suscettibile a qualsiasi altra patologia, più o meno grave che sia... un attacco massiccio di cocciniglia, con relativa melata (nutrimento assai interessante per una serie sterminata di altri insetti), è tipo un'enorme festa con un cartello gigantesco fuori che dice "Benvenuti a tutti!!! Più siamo, meglio è! :D

    Premessa 2: Alcuni insetticidi hanno la brutta abitudine di eliminare alcuni parassiti e di attrarne però degli altri non sensibili al principio attivo... attenzione agli usi massicci di insetticidi a caso, in presenza di piante o persone ovviamente!

    Il ragnetto rosso è, in poche parole, un acaro che si nutre di linfa delle nostre piccole amiche. Viene chiamato "ragnetto rosso" proprio per la sua abitudine a tessere delle ragnatele, molto simili a quelle dei ragni per l'appunto.
    Il problema, però, è che non è affatto un ragno, quindi gli insetticidi per i ragni non funzionano.
    Le sue dimensioni sono microscopiche, ma non così tanto: ad occhio esperto si vedono eccome, senza bisogno di lenti o altro, li trovi felici che scorrazzano o "ciucciano" nella parte inferiore delle foglie, con una lente di ingrandimento diventano molto più visibili.
    Sono dei puntini piccoli piccoli che si muovono, quindi devi soltanto osservare con molta attenzione e ben illuminata la parte inferiore della foglia, per una decina di secondi, se vedi che qualcosa si muove... bè... allora di sicuro c'è qualcosa.
    Se sono ragnetti rossi (nel tuo caso potrebbero essere semplici ragnatele di ragni), solitamente le foglie presentatno, nella parte superiore, molti puntini di colore chiaro...
    Se guardi le foto dei ficus qua sopra capisci benissimo cosa intendo: la parte sopra dovrebbe essere tutta verde, mentre è piena zeppa di puntini bianchi... quello è segno evidente di forte infestazione da ragnetto rosso... se ci aggiungi le ragnatele, altro indizio che conferma la diagnosi.

    Spero di aver dato l'idea!
    Ciao :ciao:
     
    A Zenais piace questo elemento.
  15. michelerossi

    michelerossi Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    501
    Località:
    Napoli
    jonny83, grazie del benvenuto. Puntini mi pare non ce ne siano, ma osserverò meglio. Anche in medicina c'è il concetto di paziente fragile. Ogni malattia ti espone ad altre. Ci sono regole, evidentemente, che valgono per ogni organismo vivente. Il motivo dell'utilizzo eccessivo di insetticidi lo racconterò magari in un'altra discussione, non voglio andare fuori tema qui.
     
  16. Zenais

    Zenais Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Giugno 2010
    Messaggi:
    1.429
    Località:
    Como
    l'olio bianco è il migliore sia per la cocciniglia che per il ragnetto rosso e non provoca resistenze, in realtà ammazza quasi tutti i parassiti delle piante che non si trovano all'interno della pianta e quindi protetti. Ho usato un sacco di prodotti ma qualcuno riesce sempre a sopravvivere e tornano più forti di prima... con olio bianco questo non succede, se ne sopravvive qualcuno verrà distrutto alla prossima ondata o lo togli direttamente manualmente. Consiglio di fare la doccia ( letteralmente, ma solo con acqua ) alle piante una volta la settimana in estate, se non piove, l'acqua tiene lontani i ragnetti rossi,, nebulizzatele poi con acqua demineralizzata per lavare via dalle foglie l'acqua calcarea e non far depositare il calcare sulle foglie. Con questo trucco non vedrete mai ragnetto rosso sulle piante, anche perchè quando ve ne accorgete è perchè è li da un bel pò.
     
  17. michelerossi

    michelerossi Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    501
    Località:
    Napoli
    Spero davvero basti, non vorrei dover ripetere aggiungendo un insetticida tipo Reldan. Sai, ho fatto una faticaccia, sono alti 2 metri i miei due ficus e ho dovuto erogare 2 litri circa di acqua demineralizzata mescolata all'Oliocin per ogni pianta. Ho impiegato 2 ore... anche perchè devi spruzzare anche sulla pagina inferiore delle foglie e non facilissimo.

    La doccia è difficile, date le dimensioni. Dovrei portarle in cortile. Pensa che per pulire le foglie, con una santa pazienza le ho fatte ad una ad una con acqua demineralizzata e panno di cotone, mi sono massacrato. Spruzzare una volta a settimana con acqua demineralizzata immagino non sia sufficiente, vero? E' necessaria proprio l'acqua scrosciante?

    Piuttosto un quesito sull'Oliocin che è in-topic, visto che si usa anche contro il ragnetto, oltre che contro la cocciniglia. Trattamento effettuato domenica mattina. Ieri le foglie erano lucidissime, cosa che io non amo, mi sa di artificioso. Durerà molto questo effetto? Male c non credo che faccia (da profano temevo che le foglie non respirassero, ma se così fosse non su utilizzerebbe), però - come dicevo - non mi piace e, tra l'altro,temo che poi la polvere vi si appiccichi e si faccia una pappetta.
     
  18. Zenais

    Zenais Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Giugno 2010
    Messaggi:
    1.429
    Località:
    Como
    Ciao, l'olio cin fa proprio questo effetto, insieme a tutti i tipi di oli naturali o minerali che siano ed è meglio che sia così, perchè lasciando quella patina ti protegge la pianta e manda in asfissia tutti i parassiti.... tra una settimana puoi fargli la doccia e togliere via tutto anche se non fa male alla pianta. Purtroppo le piante che non prendono mai la pioggia vengono infestate al 90% dal ragnetto. SE bagni una volta a settimana con lo spruzzino hai una prevenzione in più ma ti consiglio di usare uno spruzzino a pressione d'aria, fai molta meno fatica e ci metti meno tempo.
     
  19. michelerossi

    michelerossi Giardinauta

    Registrato:
    5 Novembre 2018
    Messaggi:
    501
    Località:
    Napoli
    Pensavo che per prevenire fosse necessaria l'acqua scrosciante della pioggia.

    Ripeterò il trattamento, quindi per ora non la laverò.

    Secondo te l'Oliocin oltre che trattare (ragnetto o cocciniglia che sia), fa anche prevenzione? Sul forum c'era chi diceva di no e che a tal fine era meglio l'Olio di Neem. Tu che ne pensi di ciò?
     
  20. Zenais

    Zenais Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Giugno 2010
    Messaggi:
    1.429
    Località:
    Como
    in realtà come prevenzione non nel lungo termine... molto meglio l'olio di neem per prevenire perchè essendo più tollerato dalla pianta anche a livello radicale lo puoi usare con maggior sicurezza anche come concime fogliare ma è meno efficace dell'olio bianco contro i parassiti. Considera che l'olio di neem agisce anche come nematodicida del terreno. Però per piante così grandi te lo sconsiglio anche perchè lascia la patina lucida che a te non piace, e su piante così grandi è preferibile far prendere una pioggia estiva di tanto in tanto è più che sufficiente. Comunque controlla più spesso le piante in modo che alla prima avvisaglia sei pronto a eradicare i parassiti senza farli moltiplicare troppo e causare danni. Considera che i ficus amano il clima estivo e la luce... mettili fuori in estate all'aria aperta, si infoltiranno e miglioreranno la loro resistenza alle malattie. Sono piante rusticissime, per farle crepare devi essere veramente un pollice nero, unica accortezza è lasciare asciugare il terreno tra un innaffiatura e l'altra.. discorso diverso è lasciare le piante sotto la pioggia per giorni, quella fa solo bene.
     

Condividi questa Pagina